Alfonso Maruccia

USA, il Fisco che fruga nelle email

Gli agenti federali non hanno bisogno di un mandato per spiare nella posta elettronica dei contribuenti nordamericani. Nonostante i precedenti stabiliscano tutt'altro

Roma - Stando ai prontuari distribuiti agli agenti impegnati a indagare sulle frodi fiscali, negli USA non c'è alcun bisogno di un mandato del giudice per accedere alle email o ad altre comunicazioni elettroniche dei cittadini se a farlo sono gli agenti dell'Internal Revenue Service (IRS).

Per l'agenzia alle dipendenze del Dipartimento del Tesoro sarebbe pratica comune accedere a tali comunicazioni archiviate su server, perché - sempre stando al "Search Warrant Handbook" del 2009 ottenuto dall'American Civil Liberties Union (ACLU) tramite Freedom of Information Act - gli utenti di Internet "non hanno alcuna ragionevole aspettativa di riservatezza in tali comunicazioni" e non sono quindi protetti dal Quarto Emendamento della Costituzione statunitense.

Su Internet la privacy non esiste, suggerisce l'IRS, con buona pace del cloud computing e dello storage "sicuro" venduto agli utenti come meccanismo di comunicazione inviolabile. In documenti precedenti a quello ottenuto da ACLU, l'IRS diceva al contrario di dover richiedere un mandato per accedere alle comunicazioni elettroniche dopo più di 180 giorni di archiviazione.
Secondo ACLU, dal 2009 a oggi la politica "no privacy" di IRS non è cambiata di una virgola, e questo nonostante la sentenza del caso Warshak abbia stabilito - quasi 3 anni fa - che il Quarto Emendamento protegge anche le comunicazioni elettroniche - quindi le email - dall'abuso delle pratiche di perquisizione e sequestro.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • Diritto & InternetUSA, la Costituzione tutela le emailImportante vittoria dei difensori dei diritti civili digitali, che incassano la sentenza di un giudice di appello sull'illegittimità delle intercettazioni governative nelle comunicazioni elettroniche senza mandato
15 Commenti alla Notizia USA, il Fisco che fruga nelle email
Ordina