Un'interfaccia futuristica

Un proiettore e uno scanner per interagire con il PC in stile Minority Report

Altro che touchscreen, ci sarebbe da esclamare. La giapponese Fujitsu ha presentato un'interfaccia davvero futuristica, che consente a qualsiasi utente di dialogare con il PC e le sue funzionalità con un semplice movimento del dito e il riconoscimento dei gesti nello spazio 3D. L'interfaccia, chiamata "Next-Generation UI Enabling Operations via Hand Gestures and Finger Movements", è una combinazione di uno scanner e di un proiettore, un sistema quindi che utilizza contemporaneamente i due hardware largamente diffusi e li compendia in un unico dispositivo.

Next-Generation UI Enabling Operations via Hand Gestures and Finger Movements


La demo mostra tre funzioni principali. La prima è dedicata alla scansione. Si pone il documento da digitalizzare sull'interfaccia e con un dito si sottolinea o si incornicia il testo di interesse, per permettere al sistema di scansionarlo e conservarlo per scopi futuri.
La seconda funzione è dedicata al riconoscimento della terza coordinata spaziale, così da superare i limiti imposti dai touchscreen attuali e permettere ad esempio la manipolazione di modelli wireframe generati da specifici software CAD come se questi esistessero nello spazio, conferendo così naturalezza nell'azione. Resta da capire quale vantaggio si possa trarre da una funzionalità del genere, al di là, appunto, di un utilizzo prettamente professionale.

La terza funzione è dedicata invece alla realtà aumentata. Appoggiando una locandina turistica sul piano, lo scanner la riconosce, individuandone le coordinate salienti, e il proiettore aggiunge altre informazioni di interesse oppure riproietta i medesimi punti riconosciuti su una cartina generica posta sulla superficie in un secondo momento.

Per quanto questa interfaccia possa sembrare futuristica e, quindi, inadatta all'uso fuori dai laboratori di ricerca, Fujitsu dichiara che il prototipo diventerà un prodotto commerciale entro il 2014, con un prezzo ancora ignoto, ma che, vista la facile reperibilità dei componenti su cui si basa, non dovrebbe poi essere così esorbitante.



(via TheVerge)
TAG: gadget
2 Commenti alla Notizia Un'interfaccia futuristica
Ordina
  • Fatemi capire:
    per utilizzare una cosa del genere dovrò avere una postazione attrezzata con pc sul tavolo, proiettore e scanner sul soffitto, piano di appoggio libero per ospitare l'interfaccia e interagire?
    Cioè tipo si passa dai comodi e piccoli netbook/smartphone o anche i più grandi touch screen e vari Surface a una intera cabina telefonica multimediale, per giocare con un presunto ologramma? Spero di avere capito male.

    Ma soprattutto...questa roba c'è già da millenni, la si trova in qualsiasi musedo della scienza e della tecnica, è usata per far interagire i visitatori con le esposizioni, o per far imparare i BAMBINI giocando.
    Oltre al fatto che, scansione a parte (esiste ancora qualcuno che scansiona i documenti?!?), tutto può essere fatto ancor più semplicemente con un Kinect.

    Non capisco ne l'innovazione ne l'utilità...
    non+autenticato
  • tutto chiaro tranne questo
    "esiste ancora qualcuno che scansiona i documenti?!?"
    che vuol dire?
    non+autenticato