Mauro Vecchio

Privacy, consigli per il mobile

Il Garante tricolore pubblica un video-tutorial nell'iniziativa Fatti Smart!, per offrire agli utenti una serie di consigli utili per una consapevole conservazione dei dati personali su smartphone e tablet

Roma - Un breve video d'animazione prodotto dal Garante per la protezione dei dati personali nell'iniziativa Fatti Smart!, un pacchetto di utili indicazioni per una più efficace tutela della privacy nell'esplosione di servizi e applicazioni mobile su smartphone e tablet. Nelle raccomandazioni dell'Authority tricolore, l'adozione di "semplici ma fondamentali accorgimenti" nella conservazione e condivisione responsabile dei dati personali.



Tra i consigli utili contenuti del video-tutorial, il Garante ha ricordato a tutti gli utenti del Belpaese di "non conservare in memoria informazioni troppo personali che potrebbero essere smarrite o rubate, perfino clonate o attaccate da pirati elettronici. Non si dovrebbero mai conservare, ad esempio, password personali, codici di accesso e dati bancari in chiaro". Viene poi consigliata l'impostazione di codici PIN "abbastanza complicati".
Dalle funzioni della geolocalizzazione a tutte quelle applicazioni provenienti da fonti sconosciute, il filmato a cartoni animati pubblicato dal Garante ha coperto alcuni tra i principali problemi nella conservazione e condivisione dei dati personali tramite smartphone e tablet. L'Authority ha dunque consigliato di verificare sempre le impostazioni dedicate alla privacy sulle versioni mobile dei grandi social network. (M.V.)
Notizie collegate
  • BusinessPrivacy, Microsoft contro AndroidDopo gli attacchi del consorzio FairSearch, la sezione dedicata alle app del marketplace Google Play Ŕ finita nel mirino della campagna Scroogled. Accusata di condividere nomi, indirizzi e consumi al momento dei download
  • Digital LifeLa privacy mobile non esisteUn nuovo studio evidenzia la relativa facilitÓ con cui Ŕ possibile identificare un utente di gadget mobile a partire da informazioni pubblicamente accessibili. C'Ŕ la formula, ora ci vorrebbero le leggi
5 Commenti alla Notizia Privacy, consigli per il mobile
Ordina
  • Perchè i tizi che usano smartphone e tablet, sembrano dei deficienti ?
    Sgabbio
    26178
  • Ok che bisogna fare attenzione a non memorizzare cose troppo personali ma qualche dubbio mi rimane??
    Io per esempio uso SkyDrive ma come altri servizi di Cloud garantiscono massima protezione dei dati personali, allora mi domando:
    devo o non devo tenere i miei dati su cloud e quindi anche su dispositivi mobili?!
    non+autenticato
  • La risposta é: creati la tua nuvola.

    Modo semplice: molti NAS - ca. 100 euro con disco da 1 TB e consumo di 20W/h se non in Stand-by - offrono questa possibilitß. Si, bisogna fare il forward dell'IP del NAS sul router Adsl di casa e la velocitß di accesso é ca. l'80% di quella di upload da contratto.

    Modo raffinato: affittarsi un bel server virtuale a 10-15 Ç/mese, configuarci sopra FreeNas (ad esempio). Qui si parla perˇ di capacitß di configuazione di sistemi... io uso Debian, dischi criptati, vpn e soprattutto un provider "flat rate" (state attenti al volume di traffico che generate e a quello specificato nel contratto!).

    Se non si vuole percorrere le strade di cui sopra: consiglio di criptare tutti i dati prima di sincronizzarli con il cloud.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nonme lodire
    > La risposta é: creati la tua nuvola.
    > Se non si vuole percorrere le strade di cui
    > sopra: consiglio di criptare tutti i dati prima
    > di sincronizzarli con il
    > cloud.

    Cloudfogger è eccellente. Cripta i dati sul cloud ed accedi dal pc con password.
    non+autenticato
  • Ma i dati li cripti tu sul tuo pc/smart/tablet con un programma installato sul tuo pc/smart/tablet con la chiave che hai solo tu?
    Se si, allora puoi anche mandare in chiaro i dati (criptati da te) tanto non li legge nessuno (salvo bachi del tuo programma).
    Se vengono criptati con una chiave che non hai creato tu nel tuo pc/smart/tablet, ma ti viene data da chi ti fornisce il cloud, allora é come avere i dati in chiaro e leggibili da tutti.
    Come puoi fidarti della segretezza di chi ha le TUE chiavi in mano SUA?
    Se il sito viene bucato, le chiavi fanno il giro del mondo assieme ai tuoi dati...
    non+autenticato