Mauro Vecchio

Yahoo!, dalla pubblicità al mobile

In leggera discesa il fatturato dell'azienda californiana nella prima trimestrale del 2013. Più vistoso il calo nella display advertising. Ma ci sono buone sensazioni per i nuovi servizi in mobilità

Roma - Annunciati i primi risultati trimestrali di Yahoo!, nel periodo di attività finanziaria chiuso alla fine dello scorso marzo. Il fatturato del gigante di Sunnyvale ha leggermente superato le previsioni degli analisti di mercato, assestandosi sulla cifra complessiva di 1,07 miliardi di dollari con la deduzione dei costi di acquisizione traffico (TAC). In valore lordo, il fatturato dell'azienda in viola ha toccato quota 1,14 miliardi di dollari, in discesa del 7 per cento rispetto al primo trimestre del 2012.

Al 31 marzo scorso, Yahoo! ha registrato un guadagno netto pari a 390 milioni di dollari, il 36 per cento in più rispetto allo stesso periodo agli inizi del 2012. A Wall Street, il valore dell'azienda californiana ha raggiunto la cifra di 0,35 dollari per ciascuna azione, sorprendendo gli analisti che si aspettavano un valore vicino ai 24 centesimi di dollaro. Nelle contrattazioni after-hours, il titolo di Yahoo! è però sceso del 4 per cento a causa delle reazioni negative da parte degli investitori.

L'ultima trimestrale diramata da Sunnyvale ha infatti riportato risultati nefasti nella display advertising, considerata dagli stessi investitori come una delle principali aree di business dell'azienda guidata da Marissa Mayer. Alla fine dello scorso marzo, Yahoo! ha registrato una perdita dell'11 per cento nel fatturato proveniente dalla pubblicità display, passando da 511 a 455 milioni di dollari in un anno. Il totale delle ads vendute dall'azienda a stelle e strisce è diminuito del 7 per cento dal primo trimestre del 2012.
La crisi del settore pubblicitario non sembra attanagliare il nuovo CEO, che si è dichiarato soddisfatto dell'ultima performance finanziaria. Il business di Yahoo! vivrebbe un periodo di continua stabilità, a partire da una squadra forte e una serie di esperienze digitali più intuitive per gli utenti. In particolare, Mayer si è dimostrata sicura delle future possibilità di crescita economica della sua azienda, ormai pronta a salpare verso i lidi del mobile.

Dalle versioni in mobilità dei servizi Mail e Flickr alla più recente acquisizione di Summly per 30 milioni di dollari, il timone di Marissa Mayer ha sterzato velocemente verso la fornitura di servizi su smartphone e tablet. Nei primi tre mesi del nuovo anno, il volume complessivo di utilizzo delle varie app di Yahoo! è cresciuto del 50 per cento, quantificato in oltre 300 milioni di utenti collegati ogni mese. Ecco perché la decrescita nella display advertising non sembra essere un autentico dramma per il futuro in viola.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • BusinessFacebook, la trimestrale è mobileCresce il fatturato del social network californiano, trascinato dagli accessi da smartphone e tablet. La piattaforma in blu sembra aver trovato il modo di monetizzare al meglio le sue informazioni per la pubblicità
  • BusinessYahoo!, trimestrale e rilancioCresce il fatturato dell'azienda di Sunnyvale, tra nuove speranze di rinnovamento dopo l'insediamento di Marissa Mayer. Tra le sfide da affrontare, il declino nel display advertising e un adeguato sfruttamento degli accessi in mobilità