Luca Annunziata

Grillo contro gli hacker del PD

Un'azione che pare più una boutade. Ci sono due archivi con dentro le email di due esponenti del Movimento 5 Stelle. E la promessa di distribuirne altri - UPDATE

UPDATE 13:50 - Puntuale, è arrivato un comunicato-smentita di Anonymous, che si dichiara organizzazione a-partitica. Il canale utilizzato in questo caso è quello che abitualmente contiene i rimandi alle azioni attribuite al collettivo hacktivista.

UPDATE 21:00 - I due onorevoli cinquestelle, Giulia Sarti e Stefano Vignaroli, ora confermano l'accaduto (inizialmente avevano liquidato la questione come "bufala"). Hanno provveduto a informare le forze dell'ordine e hanno pubblicato un video su YouTube che spiega la loro versione sull'accaduto.


Roma - Già il nome fa sorridere (o storcere il naso) a chi bazzica questi ambienti: "hacker del Partito Democratico". Che cosa sia un hacker del Partito Democratico al momento non è chiaro, che cosa c'entri il logo di Anonymous accostato al simbolo del partito italiano neppure, ma così questi sedicenti pirati si sono autodefiniti. La loro azione consiste nell'aver bucato le email di alcuni aderenti al Movimento 5 Stelle e poi iniziato a distribuirne il contenuto: si inizia con Giulia Sarti, cittadina per il Movimento 5 stelle alla Camera dei Deputati, ma agli hacker sfugge pure un secondo archivio riferibile a Stefano Vignaroli. Cose che succedono.
La motivazione del gesto, come si evince da un video pubblicato su YouTube, sarebbe una richiesta di maggiore "trasparenza" per il movimento fondato da Beppe Grillo (e da lui diretto assieme a Casaleggio): "pubblicazione immediata di redditi e patrimoni di Giuseppe Grillo e Gianroberto Casaleggio e dettaglio dei ricavi derivanti dal sito www.beppegrillo.it e correlati", altrimenti "Abbiamo una copia di tutte le vostre email. Se non le volete vedere pubblicate dovete soddisfare alle nostre richieste". E ancora: "Un movimento che poteva portare una speranza è finito per arricchire pochi. Promuovete la trasparenza ma non la praticate in casa. È venuto il momento della resa dei conti".


Carola Frediani, per l'Espresso, ne intervista pure uno di questi hacker del Partito Democratico: "Il Movimento 5 stelle ci piace anche, come idea. Il problema sono Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio. Vogliamo che sia fatta trasparenza su quanto ci stanno guadagnando" dice. E poi: "Loro sono scesi nel nostro territorio, il cyberspazio, e hanno provato a usare le masse per i loro fini, sfruttando le caratteristiche della rete. Ora dovranno venire allo scoperto. Chi di trasparenza ferisce, di trasparenza perisce" è la chiosa finale.

Gli aspetti poco comprensibili di questa faccenda sono diversi: l'accostamento del logo e degli slogan di Anonymous al PD è quantomeno originale ("We are Anonymous - We are Legion - EXPECT US!" recita il comunicato dell'azione), e non è detto che a breve non scatti anche qualche forma di rappresaglia per questo "abuso" del marchio di fabbrica degli hacktivisti. Che poi il PD venga tirato dentro questa faccenda è davvero inaspettato: fino a prova contraria, è difficile pensare che un partito nazionale possa esplicitamente o tacitamente approvare la violazione sistematica di decine di email private, tantomeno la pubblicazione del loro contenuto in Rete.

gli acher del pdAncora più singolare l'aspetto tecnico. Un primo comunicato pubblicato su Pastebin portava in calce un solo link per il download dello zip contenente le email di Giulia Sarti (autentiche, per quanto è stato possibile verificare alla redazione di Punto Informatico, e piene di informazioni sensibili e strettamente personali, oltre che di materiale scambiato tra attivisti del M5S compresi gli allegati). Un secondo comunicato contiene invece due link, di cui uno che porta dritto dritto all'account SkyDrive di un misconosciuto "Adelmo Rizzo": nello stesso volume SkyDrive è disponibile anche un altro archivio chiamato "stefanovigna_yahoo.com", che è facile attribuire al parlamentare laziale Stefano Vignaroli. In questo caso l'archivio è più corposo (2,1GB contro poco più di 1 gigabyte del precedente), e allo stato attuale non è stato ancora possibile visionarne il contenuto.

Chi sia Adelmo Rizzo è un mistero: difficile pensare che degli "hacker" (inutile ricordare quanto sia inappropriata questa definizione per qualcuno, singolo o gruppo, che si diletti nel bucare account altrui e pubblicarne il contenuto in Rete) utilizzino il proprio account personale per pubblicare materiale. Certo è altrettanto strano che uno zip di troppo scappi e anticipi il successivo rilascio: cose che succedono, soprattutto se si utilizza uno strumento come SkyDrive, che è tutto tranne che lo stato dell'arte per i più consumati hacker (quelli veri).

Nel complesso, si possono trarre alcune conclusioni preliminari sull'operazione. Primo: di sicuro Anonymous e il PD non c'entrano nulla con questa faccenda. Secondo: per essere un'operazione pianificata da mesi, a quanto dicono, pare poco organizzata rispetto ad altre viste in questi anni (vedi il doppio comunicato su Pastebin, l'archivio Skydrive, il laconico account Twitter che segue 4 altri utenti tra cui Pierluigi Bersani e Beppe Grillo). Terzo: il contenuto delle email, strettamente personale, è poco o nulla utile per quanto visto a "rendere i dati pubblici in modo da dare la possibilità alla gente di analizzarli e scoprire se c'è qualcosa di interessante dentro; e usare il leak per costringere Grillo e Casaleggio a pubblicare le informazioni che vogliamo". Non ci sono riferimenti particolari ai leader del movimento, e in ogni caso è difficile pensare che un ricatto di questo tipo sortisca particolare effetto: parrebbe più roba da stalker che una raffinata azione politica.

Luca Annunziata
235 Commenti alla Notizia Grillo contro gli hacker del PD
Ordina
  • Forunatamente qualcuno sostiene la democrazia del web,vera democrazia...
    non+autenticato
  • Mi sa tanto un modo per eliminare un partito che da fastidio....po il PD ???? siamo seri,ha fallito clamorosamente !!! Incwentrarsi sulle REALI esigenze del Paese no eh !!!
    non+autenticato
  • Grillo contro gli hacker del PD

    NON SAREBBERO HACKER SE SI FOSSERO FIRMATI COL LORO VERO NOME:


    "hacker del Partito Democratico".

    Che cosa sia un hacker del Partito Democratico al momento non è chiaro,

    che cosa c'entri il logo di Anonymous accostato al simbolo del partito italiano neppure,

    ma così questi sedicenti pirati si sono autodefiniti.


    NON SAREBBERO HACKER SE SI FOSSERO FIRMATI COL LORO VERO NOME.
  • Antonello Soro, presidente dell'Autorità per la protezione dei dati personali, ha detto a chiare lettere che la diffusione di e-mail a contenuto privato è contraria sia alla legge sulla privacy che al codice penale:

    http://www.repubblica.it/tecnologia/2013/04/25/new...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 aprile 2013 18.51
    -----------------------------------------------------------
  • Mi pare di capire che il PD ed i suoi sostenitori non hanno capito un fico secco di quello che interessa all'elettorato italiano...cioe' a noi...
    a noi non importa niente sapere che uno che apre un blog guadagna miliardi con la pubblicita' o che gli spettacoli di Grillo sono a pagamento...
    questo lo sappiamo e non c'e' ne importa nulla!!!

    Cosa importa allora all'elettore? Molto molto semplice... essere ascoltato e non essere trattato come uno stolto...per i propri fini...

    Ora vi spiego una volta per tutte perche' PD PDL ed UDC non ci piacciono...:

    "Riccardo Montagna, iscritto al Pd e membro del direttivo dei Giovani Democratici, scrive sul gruppo Facebook Pd Pavia: “Credo che il momento difficile che sta attradersando il PD si possa sintetizzare nella frase di Stefano Fassina di domenica che diceva più o meno così: “Noi che siamo la classe dirigente dobbiamo dirigere.. se seguissimo gli umori della piazza saremmo classe seguente.”
    (Link:
    (1)http://www.diocesi.pavia.it/pls/pavia/V3_S2EW_CONS...)

    (2) http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizi...

    (3)http://www.globalist.it/Detail_News_Display?ID=431...)

    Or bene un partito che riceve una indicazione popolare da parte dei suoi elettori per votare come presidente un laico costituzionalista difensore dei diritti umani e digitali... e i cui dirigenti invitano i propri parlamentari a spegnere gli smartphone per non farsi influenzare e che si erge con arroganza e presunzione a dire "siamo la classe dirigente non seguente" cioe' si rifiuta di adempiere al suo dovere di ascolto e di rappresentanza della volonta' popolare...non e' degno di essere votato!!!

    Si chiama "democrazia rappresentativa" o "democrazia classista diringenziale autoreferenziale" ? Perche' a me il dubbio mi viene...

    La costituzione dice che la sovranita' appartiene al popolo o ad una non meglio identificata oligarchia politica autoreferenziale che viene percepita e si autodefinisce "casta/classe politica dirigenziale"...

    Io sapevo che una volta c'erano le famose tre classi: Nobilta' clero e terzo stato cioe' il popolo... poi mi risulta che si e' passati da una forma di stato classista ad una forma di stato democratica di rappresentanza la cui sovranita' dovrebbe appartenere al popolo...
    ma forse mi sbaglio...chi lo sa.... forse c'e' un articolo della costituzione che dice che la sovranita' appartiene alla classe dirigente
    autoreferenziale e non al popolo...

    Perfino Cofferati critica questa frase e questo atteggiamento leggete cosa dice al giornale "Globalist"
    (http://www.globalist.it/Detail_News_Display?ID=431...)

    Intervistatore:<< "Qualcuno ha detto: no Rodotà non può fare il Presidente, troppo laico...>>

    Cofferati:<<Il laicismo di Rodotà è un grande valore. E' uno dei tratti del tutto condivisibili della personalità politica di Rodotà. E' un riferimento alla Costituzione della quale Rodotà è un convinto difensore. La Costituzione è di tutti, non di alcuni. Ho trovato questo commento insensato>>.

    Intervistatore:<<Dopo il 25 febbario il Pd sembra aver dimenticato il segnale dato dagli elettori. Fassina, replicando a chi voleva Rodotà come ad un cedimento alla piazza, ha detto "c'è una classe dirigente e una classe seguente. Una classe dirigente non si piega ai voleri di questo o quello." Che ne pensa?>>

    Cofferati:<<Un dirigente viene eletto per realizzare degli obiettivi e applicare un orientamento che sono condivisi dai suoi elettori. Deve interpretare e tradurre in azioni i bisogni che gli sono stati consegnati. Se la tua base ti dice con il voto: voglio che tu abbia l'incarico a governare il Paese in alternativa al centrodestra e tu vai a governare insieme al centrodestra non sei un dirigente.>>

    Intervistatore:<<Che cosa sei?>>

    Cofferati:<<Sei una persona che ha perso il senno. Non vuol dire avere un orientamento mutevole in virtù delle mail che ricevi o delle sensazioni che hai. Ma non si è dirigenti facendo l'opposto del mandato che hai ricevuto. Siccome lì arriveremo, c'è un problema.>>

    Ed ha ragione Cofferati c'e' un problema di rappresentanza...
    Il concetto di rappresentanza sembra che sia ricordato solo dal m5s
    in questo momento...
    non+autenticato
  • Il bue che dice cornuto all'asino.
    Come se un azzeccagarbugli che dice agli elettori avete sbagliato a votarci dovevate leggere tutte le clausole fosse uno che ascolta e rispetta i suoi elettori.

    Come se uno che promette continuamente trasparenza ma usa una piattaforma informatica chiusa e fa sparire lo streaming delle riunioni quando iniziano a parlare di cose serie fosse uno che ascolta e rispetta i suoi elettori.

    Come se uno promette consultazioni su tutti i temi e fa sondaggi solo per le decisioni su cui comunque non ha nessun peso imponendo le decisioni vere senza sondaggi fosse uno che ascolta e rispetta i suoi elettori.
    non+autenticato
  • - Scritto da: qualcuno
    > Il bue che dice cornuto all'asino.
    > Come se un azzeccagarbugli che dice agli elettori
    > avete sbagliato a votarci dovevate leggere tutte
    > le clausole fosse uno che ascolta e rispetta i
    > suoi
    > elettori.
    >

    Perche' il PD con arroganza ha chiesto la fiducia al m5s dopo averlo denigrato fino all'ultimo giorno... e non ha minimamente preso in seria considerazione l'idea di un governo del m5s sostenuto dal pd o di un governo misto m5s+PD... ti ricordo che alle primarie del pd si presentarono Grillo e Pannella e fu risposto ad entrambi che il pd non era un treno una nave ne' un taxi...
    e che Grillo venne considerato addirittura una sorta di "nemico ostile" al PD...quindi dopo tutta questa arroganza il PD si aspettava la fiducia del m5s? Il M5s e' stato votato come alternativa al PD-PDL non come stampella... anzi Grillo vedendo la buona volonta' dei giovani del PD e
    che le quirinarie avevano portato ad una figura politica di alto valore, aveva proposto al pd di votarlo e di aprire un capitolo nuovo...ma il pd non poteva tradire ne' i clericali, ne' i demobigotti del PD, ne' tantomeno i suoi amici/nemici storici con cui evidentemente non vedeva l'ora di inciuciarsi...


    > Come se uno che promette continuamente
    > trasparenza ma usa una piattaforma informatica
    > chiusa e fa sparire lo streaming delle riunioni
    > quando iniziano a parlare di cose serie fosse uno
    > che ascolta e rispetta i suoi
    > elettori.
    >

    Fa sparire lo streaming? Ogni decisione e' discussa...chiunque puo' andare a riprendere le riunioni del m5s...ci mancherebbe altro che fa sparire lo streaming!!!

    > Come se uno promette consultazioni su tutti i
    > temi e fa sondaggi solo per le decisioni su cui
    > comunque non ha nessun peso imponendo le
    > decisioni vere senza sondaggi fosse uno che
    > ascolta e rispetta i suoi
    > elettori.

    Non impone...le decisioni concrete sul da farsi le lascia al libero dibattito... la strategia politica viceversa e' un qualcosa che si decide
    insieme Base+Grillo+Casaleggio... la base ha un ruolo preponderante...
    su tutte le decisioni...anche se preferisce spesso ascoltare il fondatore del movimento che si assicura che il movimento non venga denaturato...e vada in direzione opposta agli obiettivi che si e' proposto...
    che non contempla alleanze bensi' l'attuazione del programma scritto dalla base, la partecipazione popolare, la sostituzione delle vecchia gerontocrazia partitocratica...
    non+autenticato
  • >
    > Fa sparire lo streaming? Ogni decisione e'
    > discussa...chiunque puo' andare a riprendere le
    > riunioni del m5s...ci mancherebbe altro che fa
    > sparire lo streaming!!!
    >

    Perché é sparito lo streaming nell'ultima riunione in cui si discuteva di espulsioni?
    Dov'é lo streaming della riunione al ristorante di Fiumicino?

    > > Come se uno promette consultazioni su tutti i
    > > temi e fa sondaggi solo per le decisioni su
    > cui
    > > comunque non ha nessun peso imponendo le
    > > decisioni vere senza sondaggi fosse uno che
    > > ascolta e rispetta i suoi
    > > elettori.
    >
    > Non impone...le decisioni concrete sul da farsi
    > le lascia al libero dibattito...
    La decisione di imporre il modello Belgio é stata presa da Grillo senza nessuna consultazione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: qualcuno
    > >
    > > Fa sparire lo streaming? Ogni decisione e'
    > > discussa...chiunque puo' andare a riprendere
    > le
    > > riunioni del m5s...ci mancherebbe altro che
    > fa
    > > sparire lo streaming!!!
    > >
    >
    > Perché é sparito lo streaming nell'ultima
    > riunione in cui si discuteva di
    > espulsioni?
    > Dov'é lo streaming della riunione al ristorante
    > di
    > Fiumicino?
    >

    Se e' per questo spariscono spesso i collegamenti in streaming perche' la connessione non regge...e' rimasto a meta' pure quello della presentazione dei parlamentari e si era perso il collegamento per il raduno a Roma contro la mancatata elezione di Rodota'...
    (l'abbiamo parzialmente seguita su la7 e poi di nuovo e' ripreso lo streaming)
    Da questo ne' evinci qualche strana tesi complottistica, forse?
    Il processo alle intenzioni e' una caratteristica dei sostenitori della partitocrazia?


    > > > Come se uno promette consultazioni su
    > tutti
    > i
    > > > temi e fa sondaggi solo per le
    > decisioni
    > su
    > > cui
    > > > comunque non ha nessun peso imponendo le
    > > > decisioni vere senza sondaggi fosse uno
    > che
    > > > ascolta e rispetta i suoi
    > > > elettori.
    > >
    > > Non impone...le decisioni concrete sul da
    > farsi
    > > le lascia al libero dibattito...
    > La decisione di imporre il modello Belgio é stata
    > presa da Grillo senza nessuna
    > consultazione.

    E no ... l'idea dei saggi e' venuta al presidente Napolitano... Grillo ha detto la sua dopo che si era espresso Il prof.Becchi sulla possibilita' teorica che il Parlamento potesse lavorare anche in assenza di un governo... quindi qui se mai la linea l'ha dettata il presidente Napolitano prima...e la linea delle richieste del m5s alla partitocrazia...il prof.Becchi+ la base...
    non+autenticato
  • > E no ... l'idea dei saggi e' venuta al presidente
    > Napolitano... Grillo ha detto la sua dopo che si
    > era espresso Il prof.Becchi sulla possibilita'
    > teorica che il Parlamento potesse lavorare anche
    > in assenza di un governo... quindi qui se mai la
    > linea l'ha dettata il presidente Napolitano
    > prima...e la linea delle richieste del m5s alla
    > partitocrazia...il prof.Becchi+ la
    > base...

    Non sto parlando dei saggi. Sto parlando della decisione di prolungare il rogor montis. Quella é stata di Grillo.
    non+autenticato
  • > Perche' il PD con arroganza ha chiesto la fiducia
    > al m5s dopo averlo denigrato fino all'ultimo
    > giorno... e non ha minimamente preso in seria
    > considerazione l'idea di un governo del m5s
    > sostenuto dal pd o di un governo misto m5s+PD...
    > ti ricordo che alle primarie del pd si
    > presentarono Grillo e Pannella e fu risposto ad
    > entrambi che il pd non era un treno una nave ne'
    > un taxi...
    > e che Grillo venne considerato addirittura una
    > sorta di "nemico ostile" al PD...quindi dopo
    > tutta questa arroganza il PD si aspettava la
    > fiducia del m5s? Il M5s e' stato votato come
    > alternativa al PD-PDL non come stampella..
    Balle.
    Grillo ha insultato per anni il PD. Che mi dici poi di PD-L?

    Quanto al governo: Il PD ha fatto un'offerta. Grillo si é rifiutato di fare una controfferta. Il PD ha cercato di iniziare un dialogo. Grillo ha stroncato ogni tentativo di dialogo.

    Il PD ha cercato di governare in rappresentanza dei voti che ha preso il PD con quelli presi dal M5S. Grillo ha preteso di governare solo in rappresentanza del 25% dei voti del M5S ignorando tutti gli altri.
    non+autenticato
  • - Scritto da: qualcuno

    > Balle.
    > Grillo ha insultato per anni il PD. Che mi dici
    > poi di
    > PD-L?
    >

    Ma le critiche di Grillo erano concentrate sulla dirigenza del PD che era
    analogamente criticata dai girotondini e da una parte della sinistra...
    "dici qualcosa di sinistra" ti dice niente?
    Grillo e Pannella hanno di fatto sfidato la dirigenza del PD..ma la vecchia dirigenza del PD sapendo che sarebbe stata stracciata probabilmente da uno dei due o da entrambi...ha pensato bene di declinare la sfida...non accettando le loro candidature...

    > Quanto al governo: Il PD ha fatto un'offerta.
    > Grillo si é rifiutato di fare una controfferta.
    > Il PD ha cercato di iniziare un dialogo. Grillo
    > ha stroncato ogni tentativo di
    > dialogo.
    >
    > Il PD ha cercato di governare in rappresentanza
    > dei voti che ha preso il PD con quelli presi dal
    > M5S. Grillo ha preteso di governare solo in
    > rappresentanza del 25% dei voti del M5S ignorando
    > tutti gli
    > altri.
    >
    Ma pd+sel come coalizione hanno preso piu' voti di tutti... tuttavia se si va a fare il confronto fra i singoli partiti e' il m5s che ha preso piu' voti anche se di poco...quindi al limite si potrebbe dire che hanno quasi pareggiato...ma di sicuro no che il pd ha preso piu' voti del m5s...
    Dal momento che come coalizione da soli PD+Sel non c'e' la potevano fare...e' chiaro che non ha molto senso prendere in considerazione le coalizioni ma che bisognava andare a prendere i singoli partiti e vedere
    chi riesce a formare un governo... sarebbe stato interessante sapere cosa avrebbe fatto il pd se l'incarico di formare un nuovo governo fosse stato dato al m5s...Avrebbe dato Bersani la fiduci al m5s? Sel sicuramente si'...ma il pd cosa avrebbe fatto?
    In ogni caso la situazione aveva avuto una evoluzione proprio grazie ai profili dei candidati delle quirinarie..c'e' da chiedersi perche' il pd non abbia votato Rodota' e non abbia risposto alle aperture di Grillo preferendo scomodare l'ex presidente...tanto al governo di larghe intese ci poteva arrivare dopo...quindi perche' trattare in questo modo una personalita' di eccellenza come Rodota'? Perche' non cogliere l'occasione?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky
    > - Scritto da: qualcuno
    >
    > > Balle.
    > > Grillo ha insultato per anni il PD. Che mi
    > dici
    > > poi di
    > > PD-L?
    > >
    >
    > Ma le critiche di Grillo erano concentrate sulla
    > dirigenza del PD che
    > era
    > analogamente criticata dai girotondini e da una
    > parte della
    > sinistra...
    > "dici qualcosa di sinistra" ti dice niente?
    > Grillo e Pannella hanno di fatto sfidato la
    > dirigenza del PD..ma la vecchia dirigenza del PD
    > sapendo che sarebbe stata stracciata
    > probabilmente da uno dei due o da entrambi...ha
    > pensato bene di declinare la sfida...non
    > accettando le loro
    > candidature...

    Balle per far dimenticare che Grillo ha insultato continuamente il PD.
    Vaffa, PDmenoElle, morti e cose simili.

    >
    > > Quanto al governo: Il PD ha fatto un'offerta.
    > > Grillo si é rifiutato di fare una
    > controfferta.
    > > Il PD ha cercato di iniziare un dialogo.
    > Grillo
    > > ha stroncato ogni tentativo di
    > > dialogo.
    > >
    > > Il PD ha cercato di governare in
    > rappresentanza
    > > dei voti che ha preso il PD con quelli presi
    > dal
    > > M5S. Grillo ha preteso di governare solo in
    > > rappresentanza del 25% dei voti del M5S
    > ignorando
    > > tutti gli
    > > altri.
    > >
    > Ma pd+sel come coalizione hanno preso piu' voti
    > di tutti... tuttavia se si va a fare il confronto
    > fra i singoli partiti e' il m5s che ha preso piu'
    > voti anche se di poco...quindi al limite si
    > potrebbe dire che hanno quasi pareggiato...ma di
    > sicuro no che il pd ha preso piu' voti del
    > m5s...
    > Dal momento che come coalizione da soli PD+Sel
    > non c'e' la potevano fare...e' chiaro che non ha
    > molto senso prendere in considerazione le
    > coalizioni ma che bisognava andare a prendere i
    > singoli partiti e
    > vedere
    > chi riesce a formare un governo... sarebbe stato
    > interessante sapere cosa avrebbe fatto il pd se
    > l'incarico di formare un nuovo governo fosse
    > stato dato al m5s...Avrebbe dato Bersani la
    > fiduci al m5s? Sel sicuramente si'...ma il pd
    > cosa avrebbe
    > fatto?
    > In ogni caso la situazione aveva avuto una
    > evoluzione proprio grazie ai profili dei
    > candidati delle quirinarie..c'e' da chiedersi
    > perche' il pd non abbia votato Rodota' e non
    > abbia risposto alle aperture di Grillo preferendo
    > scomodare l'ex presidente...tanto al governo di
    > larghe intese ci poteva arrivare dopo...quindi
    > perche' trattare in questo modo una personalita'
    > di eccellenza come Rodota'? Perche' non cogliere
    > l'occasione?

    Lungo giro di parole per ribaltare la realtá.
    Grillo ha preteso di governare in rappresentanza del 25% degli italiani. Per il restante 75% solo un vaffa.

    Grillo ha rifiutato qualunque dialogo con chi rappresentava piú del 30% degli italiani. Un governo che alla fine avrebbe rappresentato piú del 50% degli italiani gli faceva schifo.
    E non ripetera ancora la balla delle offerte del PD che non andavano bene perché Grillo ha rifiutato di fare controfferte e di portare avanti la discussione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky
    > - Scritto da: qualcuno
    > > Il bue che dice cornuto all'asino.
    > > Come se un azzeccagarbugli che dice agli
    > elettori
    > > avete sbagliato a votarci dovevate leggere
    > tutte
    > > le clausole fosse uno che ascolta e rispetta
    > i
    > > suoi
    > > elettori.
    > >
    >
    > Perche' il PD con arroganza ha chiesto la fiducia
    > al m5s dopo averlo denigrato fino all'ultimo
    > giorno... e non ha minimamente preso in seria
    > considerazione l'idea di un governo del m5s
    > sostenuto dal pd o di un governo misto m5s+PD...
    > ti ricordo che alle primarie del pd si
    > presentarono Grillo e Pannella e fu risposto ad
    > entrambi che il pd non era un treno una nave ne'
    > un
    > taxi...
    > e che Grillo venne considerato addirittura una
    > sorta di "nemico ostile" al PD...quindi dopo
    > tutta questa arroganza il PD si aspettava la
    > fiducia del m5s? Il M5s e' stato votato come
    > alternativa al PD-PDL non come stampella... anzi
    > Grillo vedendo la buona volonta' dei giovani del
    > PD
    > e
    > che le quirinarie avevano portato ad una figura
    > politica di alto valore, aveva proposto al pd di
    > votarlo e di aprire un capitolo nuovo...ma il pd
    > non poteva tradire ne' i clericali, ne' i
    > demobigotti del PD, ne' tantomeno i suoi
    > amici/nemici storici con cui evidentemente non
    > vedeva l'ora di
    > inciuciarsi...
    >
    >
    > > Come se uno che promette continuamente
    > > trasparenza ma usa una piattaforma
    > informatica
    > > chiusa e fa sparire lo streaming delle
    > riunioni
    > > quando iniziano a parlare di cose serie
    > fosse
    > uno
    > > che ascolta e rispetta i suoi
    > > elettori.
    > >
    >
    > Fa sparire lo streaming? Ogni decisione e'
    > discussa...chiunque puo' andare a riprendere le
    > riunioni del m5s...ci mancherebbe altro che fa
    > sparire lo
    > streaming!!!
    >
    > > Come se uno promette consultazioni su tutti i
    > > temi e fa sondaggi solo per le decisioni su
    > cui
    > > comunque non ha nessun peso imponendo le
    > > decisioni vere senza sondaggi fosse uno che
    > > ascolta e rispetta i suoi
    > > elettori.
    >
    > Non impone...le decisioni concrete sul da farsi
    > le lascia al libero dibattito... la strategia
    > politica viceversa e' un qualcosa che si decide
    >
    > insieme Base+Grillo+Casaleggio... la base ha un
    > ruolo
    > preponderante...
    > su tutte le decisioni...anche se preferisce
    > spesso ascoltare il fondatore del movimento che
    > si assicura che il movimento non venga
    > denaturato...e vada in direzione opposta agli
    > obiettivi che si e'
    > proposto...
    > che non contempla alleanze bensi' l'attuazione
    > del programma scritto dalla base, la
    > partecipazione popolare, la sostituzione delle
    > vecchia gerontocrazia
    > partitocratica...
    le decisioni le prendono i parlamentari e il governo, non il popolo, e il motivo è ampiamente intuibile, vuoi che si faccia un referendum per ogni decisione? E poi, le decisioni dolorose ma inevitabili, chi le prende? Chi voterebbe per la riforma delle pensioni? la democrazia rappresentativa vuol dire questo, votare chi porta avanti le tue idee e sperare che le rispetti, se lo farà, lo voterai ancora, altrimenti cambi. Continuare a dire che il popolo voleva Rodotà è una fandonia ridicola, 4600 click, neanche verificabili, non sono assolutamente rappresentativi di 30 milioni di elettori. nel M5S non c'è neanche la possibilità di dissentire, di rilasciare interviste o di partecipare al talk show come fanno tutti da sempre. La democrazia è messa in pericolo dai guru e non dagli altri partiti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito

    > Continuare a dire che il popolo
    > voleva Rodotà è una fandonia ridicola, 4600
    > click, neanche verificabili, non sono
    > assolutamente rappresentativi di 30 milioni di
    > elettori.

    Se gli elettori in Italia fossero 30 milioni significherebbe che circa metà della popolazione non ha diritto di voto. Triste
    Gli elettori in Italia alle ultime elezioni erano 47 011 309, a cui si aggiungono i circa 3 milioni di italiani residenti all'estero. Che poi abbiano esercitato questo diritto solo 34 milioni circa è irrilevante. Nella democrazia rappresentativa i parlamentari e i Presidenti di Regione decidono anche per chi non si è recato al seggio.



    > nel M5S non c'è neanche la possibilità
    > di dissentire, di rilasciare interviste o di
    > partecipare al talk show come fanno tutti da
    > sempre.

    No, non tutti vanno ai talk show , quelle che un tempo, con maggiore franchezza, si chiamavano tribune politiche. È una libera scelta individuale. Nessuno in precedenza rischiava l'espulsione dal proprio partito per avervi partecipato, questo è vero, ma parto dal presupposto che se uno milita lì dentro non apprezza questo tipo di trasmissioni.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)