Questo notebook si autodistruggerà

Esasperato dai ripetuti smarrimenti di notebook contenenti informazioni top secret, il Governo britannico doterà i suoi 007 di computer portatili in grado di autodistruggere, in caso di furto, i dati in essi custoditi

Londra - Pare che di questi tempi gli 007 britannici non siano davvero più degni della fama data loro dall'immarcescibile James Bond. Secondo quanto dichiarato dal Ministero della Difesa britannico, infatti, negli ultimi 4 anni sarebbero andati perduti oltre 200 computer portatili contenenti informazioni riservate. L'ultimo pochi giorni fa.

C'è chi si dimentica il notebook al bar, vicino agli avanzi della colazione, chi nel sedile posteriore del taxi o chi, ancora, sostiene di essere stato scippato. In molti casi all'interno di quei computer c'erano informazioni strettamente top secret, come progetti sull'ultima arma nucleare o piccanti segreti di stato.

Per risolvere questo scottante problema, il ministero britannico ha deciso di acquistare qualche migliaio di valigette per notebook in grado di proteggere da sguardi indiscreti le informazioni memorizzate all'interno dei portatili.
Queste valigette, dal costo di oltre 3 milioni di lire l'una, possono essere aperte soltanto conoscendone il codice: in caso di tentata manomissione un meccanismo elettronico farà piazza pulita del contenuto dell'hard disk, rendendolo presumibilmente illeggibile anche alle attuali e sofisticate tecniche di recupero dati.

L'involucro, in grado di resistere a condizioni estreme, sarà dotato di una minuscola microspia per tracciare gli spostamenti del notebook e, in caso di necessità, inviare una richiesta di SOS.

Secondo alcuni esperti resta però ancora da vedere quanti di questi smarrimenti possano davvero considerarsi fortuiti: può davvero succedere di dimenticarsi i codici di lancio di una rampa di missili nucleari sul tavolino del bar?
TAG: hw
8 Commenti alla Notizia Questo notebook si autodistruggerà
Ordina
  • ...ma per me se li sono semplicemente venduti... e per arginare il problema basta addebitarglieli...
    non+autenticato
  • Dall'Agente 007 alla Pallottola Spuntata.
    non+autenticato
  • Invece di tanti casini hardware, software, e....
    già che sono sgenti segreti, avranno un addestramento, procedure...e altre cagate.
    E insegnargli a non perdere le cose a me la mia mamma e l' ha insegnato da piccolo e non ho mai perso un portatile! Io la vedo Così.
    non+autenticato
  • ...prima o poi si autodistrugge!
    non+autenticato
  • Mi pare assurdo acquistare una valigetta "esplosiva" per evitare che il PC possa essere ispezionato.
    Non sarebbe sufficiente dotare ogni PC di una copia del PGP (il piu' diffuso software di crittografia al mondo, per altro gratuito) e obbligare ogni 007 a cifrare i dati che ritiene importanti ?
    Se il PC viene perso, NESSUNO sarà in grado di leggerli, e questo equivale a distruggerli in quanto sono comunque inutilizzabili, ad un prezzo MOLTO più contenuto !
    Possibile che nessuno in Inghilterra ci abbia pensato ???
    non+autenticato
  • gli inglesi ti preparano il te' partendo dal latte

    gli inglesi misurano le distanze in yarde

    gli inglesi guidano dalla parte sbagliata

    gli inglesi hanno gli autobus a due piani

    gli inglesi hanno le mucche pazze

    gli inglesi non si lavano abbastanza

    Gli inglesi non capiscono l'inglese

    proseguo?

    non+autenticato


  • - Scritto da: Corrado
    > Mi pare assurdo acquistare una valigetta
    > "esplosiva" per evitare che il PC possa
    > essere ispezionato.
    > Non sarebbe sufficiente dotare ogni PC di
    > una copia del PGP (il piu' diffuso software
    > di crittografia al mondo, per altro
    > gratuito) e obbligare ogni 007 a cifrare i
    > dati che ritiene importanti ?
    > Se il PC viene perso, NESSUNO sarà in grado
    > di leggerli, e questo equivale a
    > distruggerli in quanto sono comunque
    > inutilizzabili, ad un prezzo MOLTO più
    > contenuto !
    > Possibile che nessuno in Inghilterra ci
    > abbia pensato ???

    Esiste già una cosa del genere. Nei portatili IBM (probabilmente anche altri, ma ho esperienza personale di questi) tutti i dati su harddisk sono criptati, non con PGP, che in questo caso sarebbe una cazzata, ma con un algoritmo tipo IDEA (usato per criptare i dati anche dal PGP)
    il bios chiede una password all'accensione che servirà per decrittare i dati. Ora, una password inserita così è anche quasi facile da decrittare, magari filmando l'agente quando la digita e dopo fregandogli il PC, ma magari una tecnica tipo smartcard, contenente una chiave moooolto lunga e anche non "banale" potrebbe aumentare di molto il livello di sicurezza. Decrittare un algoritmo IDEA con + di 128bit è già un impresa che richiederebbe anni ad un supercomputer. già a 512 o 1024 ci sono talmente tante combinazioni da rendere il tempo necessario per decrittare un fattore determinante la quasi sicurezza assoluta nei dati. Se poi dopo 1000 anni lo decrttano pure, chi vuoi che se ne frega di dati così vecchi?
    Se poi prendi l'agente, lo torturi, fai anche prima ... Sorride
    non+autenticato
  • Anche window 2000 ha un sistema per criptare i dati in automatico sotto certe cartelle.

    - Scritto da: l <MCfc>
    >
    >
    > - Scritto da: Corrado
    > > Mi pare assurdo acquistare una valigetta
    > > "esplosiva" per evitare che il PC possa
    > > essere ispezionato.
    > > Non sarebbe sufficiente dotare ogni PC di
    > > una copia del PGP (il piu' diffuso
    > software
    > > di crittografia al mondo, per altro
    > > gratuito) e obbligare ogni 007 a cifrare i
    > > dati che ritiene importanti ?
    > > Se il PC viene perso, NESSUNO sarà in
    > grado
    > > di leggerli, e questo equivale a
    > > distruggerli in quanto sono comunque
    > > inutilizzabili, ad un prezzo MOLTO più
    > > contenuto !
    > > Possibile che nessuno in Inghilterra ci
    > > abbia pensato ???
    >
    > Esiste già una cosa del genere. Nei
    > portatili IBM (probabilmente anche altri, ma
    > ho esperienza personale di questi) tutti i
    > dati su harddisk sono criptati, non con PGP,
    > che in questo caso sarebbe una cazzata, ma
    > con un algoritmo tipo IDEA (usato per
    > criptare i dati anche dal PGP)
    > il bios chiede una password all'accensione
    > che servirà per decrittare i dati. Ora, una
    > password inserita così è anche quasi facile
    > da decrittare, magari filmando l'agente
    > quando la digita e dopo fregandogli il PC,
    > ma magari una tecnica tipo smartcard,
    > contenente una chiave moooolto lunga e anche
    > non "banale" potrebbe aumentare di molto il
    > livello di sicurezza. Decrittare un
    > algoritmo IDEA con + di 128bit è già un
    > impresa che richiederebbe anni ad un
    > supercomputer. già a 512 o 1024 ci sono
    > talmente tante combinazioni da rendere il
    > tempo necessario per decrittare un fattore
    > determinante la quasi sicurezza assoluta nei
    > dati. Se poi dopo 1000 anni lo decrttano
    > pure, chi vuoi che se ne frega di dati così
    > vecchi?
    > Se poi prendi l'agente, lo torturi, fai
    > anche prima ... Sorride
    non+autenticato