Mauro Vecchio

Anarchia del web, una storia di fraintendimenti

Dopo i chiarimenti di Laura Boldrini tocca a quelli del Presidente del Senato Grasso: nessuna legge speciale per controllare il web. C'è un primo indagato per la pubblicazione di un fotomontaggio che ha ritratto Boldrini in posa di nudo

Anarchia del web, una storia di fraintendimentiRoma - Dalle precisazioni cinguettate da Laura Boldrini al post pubblicato sulla pagina Facebook del Presidente del Senato Piero Grasso, per fare chiarezza sulle sue recenti dichiarazioni a ribadire la necessità di leggi speciali che proteggano dal web. "Non è mai stata mia intenzione auspicare in alcun modo interventi che limitino la libertà - ha esordito Grasso nel suo intervento sul sito in blu - Non ho mai invocato censure, bavagli o leggi speciali come da più parti è stato scritto".

Da Procuratore nazionale antimafia, Grasso ha accennato alla necessità di una "volontà internazionale" ad evitare frustranti interruzioni nelle indagini più importanti. L'eventuale stipulazione di accordi transnazionali andrebbe così a facilitare, in caso di reati acclamati, l'individuazione dei colpevoli.

"Deve valere per internet quanto vale, ad esempio, per il mondo finanziario - ha spiegato Grasso sulla sua pagina social - come siamo chiamati a contrastare i paradisi fiscali e il segreto bancario in caso di reati economici, dobbiamo contrastare i paradisi virtuali dove risiedono server che non consentono la rintracciabilità, o la rendono estremamente difficile, di chi ha commesso crimini perseguibili dal nostro ordinamento. Questo per far procedere le indagini su reati come, ad esempio, le minacce alla presidente della Camera o l'hackeraggio e la diffusione delle mail personali di parlamentari del Movimento 5 Stelle".
Affidata al PM Luca Palamara, l'inchiesta sulle minacce al Presidente della Camera Laura Boldrini ha portato all'individuazione di un primo indagato per diffamazione aggravata. Il giornalista Antonio Mattia è ora accusato di aver pubblicato su Facebook un particolare fotomontaggio a ritrarre Boldrini in una posa di nudo. L'operato di Mattia avrebbe dunque travalicato "i limiti della corretta informazione, oltrepassando il legittimo diritto di cronaca e di critica giornalistica".

"Sinceramente mi sembra paradossale tutto quello che sta avvenendo - ha spiegato Mattia - La mia colpa è solo quella di aver accostato goliardicamente, su un profilo Facebook personale e privato, la foto di una nudista spagnola, già postata da altri siti che ne facevano notare la somiglianza con la Boldrini, all'immagine reale della presidente della Camera immortalata sulla copertina di Famiglia Cristiana".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
26 Commenti alla Notizia Anarchia del web, una storia di fraintendimenti
Ordina
  • Almeno un tempo c'era un ministero ben definito...
    non+autenticato
  • Se Antonio Mattia aveva solo accostato l'immagine vera di Laura Boldrini con quella di una nudista, senza adoperare Photoshop e senza sostenere che la persona fosse la stessa, mi pare azzardato parlare di diffamazione. È come se mettessero me a fianco di una foto di Rocco Siffredi per notare le somiglianza. Le somiglianze non ci sono per nulla, e siamo d'accordo: ma dov'è l'offesa?
    Va detto che i testi su Facebook si possono cambiare molto rapidamente, quindi non ho idea di cosa avesse scritto nella prima stesura di quella goliardata Antonio Mattia.

    Per i curiosi: Antonio Mattia lavora come giornalista presso il Popolo italiano (giornale che sarebbe di destra, ma di cui non ho trovato alcuna traccia: forse è una svista per Il popolo d'Italia?) e Napoli news magazine, del quale ho trovato solo pagine Facebook:

    https://www.facebook.com/pages/Napoli-News-Magazin...

    Ma l'URL risulta irraggiungibile:

    http://www.napolinewsmagazine.it/
  • - Scritto da: Leguleio
    > Se Antonio Mattia aveva solo accostato l'immagine
    > vera di Laura Boldrini con quella di una nudista,
    > senza adoperare Photoshop e senza sostenere che
    > la persona fosse la stessa, mi pare azzardato
    > parlare di diffamazione.

    Beh, anche se si trattasse di fotomontaggio, sarebbe arduo pensare di poter perseguire tutti i creatori di fotomontaggi di personaggi celebri.
  • - Scritto da: bradipao


    > > Se Antonio Mattia aveva solo accostato
    > l'immagine
    > > vera di Laura Boldrini con quella di una
    > nudista,
    > > senza adoperare Photoshop e senza sostenere che
    > > la persona fosse la stessa, mi pare azzardato
    > > parlare di diffamazione.
    >
    > Beh, anche se si trattasse di fotomontaggio,
    > sarebbe arduo pensare di poter perseguire tutti i
    > creatori di fotomontaggi di personaggi
    > celebri.

    Il fotomontaggio in sé non è reato, in effetti, quando è presentato come tale, e non contiene accostamenti volutamente ingiuriosi (pensa ad un uomo sposato a cui incollano le corna con Photoshop: alcuni ci ridono, ma non tutti hanno lo stesso senso dell'umorismo).

    Insomma, tutto dipende da come è stato fatto: dovrei vedere quella famosa foto nella prima versione per farmi un'idea.
  • - Scritto da: Leguleio
    > - Scritto da: bradipao
    >
    >
    > > > Se Antonio Mattia aveva solo accostato
    > > l'immagine
    > > > vera di Laura Boldrini con quella di una
    > > nudista,
    > > > senza adoperare Photoshop e senza sostenere
    > che
    > > > la persona fosse la stessa, mi pare azzardato
    > > > parlare di diffamazione.
    > >
    > > Beh, anche se si trattasse di fotomontaggio,
    > > sarebbe arduo pensare di poter perseguire tutti
    > i
    > > creatori di fotomontaggi di personaggi
    > > celebri.
    >
    > Il fotomontaggio in sé non è reato, in effetti,
    > quando è presentato come tale, e non contiene
    > accostamenti volutamente ingiuriosi (pensa ad un
    > uomo sposato a cui incollano le corna con
    > Photoshop: alcuni ci ridono, ma non tutti hanno
    > lo stesso senso
    > dell'umorismo).
    >
    > Insomma, tutto dipende da come è stato fatto:
    > dovrei vedere quella famosa foto nella prima
    > versione per farmi
    > un'idea.

    Se ricordo bene mostrava una donna nuda in piedi su una spiaggia, fortemente somigliante alla boldrini, il titolo di una nota testata di gossip senza indicazioni precise sulla data di pubblicazione a parte l'anno e gli stessi font usati dalla rivista in questione con altre notizie per far credere si trattasse della copertina originale.
    In prossimità della data e del titolo, tuttavia, numerosi artefatti facevano intuire un taglia-e-incolla piuttosto pesante malamente corretto con lo sfumino.

    In sostanza l'intenzione era far credere che la signora Boldrini fosse stata paparazzata "nature" su una spiaggia per nudisti.
    Niente di che, insomma.

    GT
  • - Scritto da: Leguleio
    > Se Antonio Mattia aveva solo accostato l'immagine
    > vera di Laura Boldrini con quella di una nudista,
    > senza adoperare Photoshop e senza sostenere che
    > la persona fosse la stessa, mi pare azzardato
    > parlare di diffamazione. È come se mettessero me
    > a fianco di una foto di Rocco Siffredi per notare
    > le somiglianza.

    La somiglianza di che cosa? Imbarazzato
  • - Scritto da: panda rossa


    > > Se Antonio Mattia aveva solo accostato
    > l'immagine
    > > vera di Laura Boldrini con quella di una
    > nudista,
    > > senza adoperare Photoshop e senza sostenere
    > che
    > > la persona fosse la stessa, mi pare azzardato
    > > parlare di diffamazione. È come se
    > mettessero
    > me
    > > a fianco di una foto di Rocco Siffredi per
    > notare
    > > le somiglianza.

    > La somiglianza di che cosa? Imbarazzato

    La frase è a libera interpretazione! Basta non entrare in particolari, questo non è un forum per soli adulti.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Leguleio
    > > Se Antonio Mattia aveva solo accostato
    > l'immagine
    > > vera di Laura Boldrini con quella di una
    > nudista,
    > > senza adoperare Photoshop e senza sostenere
    > che
    > > la persona fosse la stessa, mi pare azzardato
    > > parlare di diffamazione. È come se
    > mettessero
    > me
    > > a fianco di una foto di Rocco Siffredi per
    > notare
    > > le somiglianza.
    >
    > La somiglianza di che cosa? Imbarazzato

    Della voceSorride
  • - Scritto da: sbrotfl
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: Leguleio
    > > > Se Antonio Mattia aveva solo accostato
    > > l'immagine
    > > > vera di Laura Boldrini con quella di una
    > > nudista,
    > > > senza adoperare Photoshop e senza
    > sostenere
    > > che
    > > > la persona fosse la stessa, mi pare
    > azzardato
    > > > parlare di diffamazione. È come se
    > > mettessero
    > > me
    > > > a fianco di una foto di Rocco Siffredi
    > per
    > > notare
    > > > le somiglianza.
    > >
    > > La somiglianza di che cosa? Imbarazzato
    >
    > Della voceSorride

    Oh bella!
    Io sapevo che Rocco Siffredi faceva solo film muti.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: sbrotfl
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > - Scritto da: Leguleio
    > > > > Se Antonio Mattia aveva solo
    > accostato
    > > > l'immagine
    > > > > vera di Laura Boldrini con quella
    > di
    > una
    > > > nudista,
    > > > > senza adoperare Photoshop e senza
    > > sostenere
    > > > che
    > > > > la persona fosse la stessa, mi pare
    > > azzardato
    > > > > parlare di diffamazione. È
    > come
    > se
    > > > mettessero
    > > > me
    > > > > a fianco di una foto di Rocco
    > Siffredi
    > > per
    > > > notare
    > > > > le somiglianza.
    > > >
    > > > La somiglianza di che cosa? Imbarazzato
    > >
    > > Della voceSorride
    >
    > Oh bella!
    > Io sapevo che Rocco Siffredi faceva solo film
    > muti.

    Alcuni dicono di averlo sentito parlare... ma improvvisamente si sono trovati a terra inermi e coi pantaloni abbassatiTriste
  • - Scritto da: Leguleio
    > Se Antonio Mattia aveva solo accostato l'immagine
    > vera di Laura Boldrini con quella di una nudista,
    > senza adoperare Photoshop e senza sostenere che
    > la persona fosse la stessa, mi pare azzardato
    > parlare di diffamazione. È come se mettessero me
    > a fianco di una foto di Rocco Siffredi per notare
    > le somiglianza. Le somiglianze non ci sono per
    > nulla, e siamo d'accordo: ma dov'è l'offesa?
    [...]
    E se al posto di Siffredi ci fosse stato Lapo Elkann a bordo della sua ferrari Azzurra?
    O Pina Fantozzi?
    O un soggetto anche più umiliante\degradante\degradato?

    GT
  • - Scritto da: Guybrush


    > > Se Antonio Mattia aveva solo accostato
    > l'immagine
    > > vera di Laura Boldrini con quella di una
    > nudista,
    > > senza adoperare Photoshop e senza sostenere che
    > > la persona fosse la stessa, mi pare azzardato
    > > parlare di diffamazione. È come se mettessero me
    > > a fianco di una foto di Rocco Siffredi per
    > notare
    > > le somiglianza. Le somiglianze non ci sono per
    > > nulla, e siamo d'accordo: ma dov'è l'offesa?
    > [...]
    > E se al posto di Siffredi ci fosse stato Lapo
    > Elkann a bordo della sua ferrari
    > Azzurra?
    > O Pina Fantozzi?
    > O un soggetto anche più
    > umiliante\degradante\degradato?


    Il discorso è identico. Assomigliare a qualcuno non è mica una colpa. Purché sia chiaro che l'accostamento di due foto non aveva altro scopo che mostrare una somiglianza.
  • "andrebbe così a facilitare, in caso di reati acclamati...".

    Reati acclamati? Cioè quelli compiuti dopo acclamazione?
    Non è che volevi scrivere reati acclarati (= reati accertati, reati sui quali non esistono dubbi)?
  • - Scritto da: Leguleio
    > "andrebbe così a facilitare, in caso di reati
    > acclamati...".
    >
    > Reati acclamati? Cioè quelli compiuti dopo
    > acclamazione?
    > Non è che volevi scrivere reati acclarati (=
    > reati accertati, reati sui quali non esistono
    > dubbi)?
    Immagino che la seconda carica dello Stato sappia che per "acclarare" se un reato c'è stato o meno bisogna arrivare talvolta in Cassazione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio

    > Non è che volevi scrivere reati acclarati (=
    > reati accertati, reati sui quali non esistono
    > dubbi)?

    http://www.dizionario-italiano.it/dizionario-itali...=

    http://www.dizionario-italiano.it/dizionario-itali...=

    http://www.accademiadellacrusca.it/it/search/apach...

    Acclarato. Interessante. Nel gergo si trova (poco, ma si trova), ma non su testi di lingua ufficiali...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il RE
    > - Scritto da: Leguleio
    >
    > > Non è che volevi scrivere reati acclarati (=
    > > reati accertati, reati sui quali non esistono
    > > dubbi)?
    >
    > http://www.dizionario-italiano.it/dizionario-itali
    >
    > http://www.dizionario-italiano.it/dizionario-itali
    >
    > http://www.accademiadellacrusca.it/it/search/apach
    >
    > Acclarato. Interessante. Nel gergo si trova
    > (poco, ma si trova), ma non su testi di lingua
    > ufficiali...
    Piace ai burocrati e basterebbe questo per evitarlo. È un italiano tipicamente burocratese. È preso pari pari dallo spagnolo aclarar, render chiaro, che risale al latino clarus, chiaro. Non c’è motivo al mondo che ne consigli l’uso, avendo già l’italiano i verbi chiarire, oltre che appurare, accertare, e la locuzione mettere in chiaro. “Si rende necessario acclarare i termini della questione”. Ci basta chiarirli: faremo meglio.
    http://dizionari.corriere.it/dizionario-si-dice/A/...
    non+autenticato
  • http://www.grandidizionari.it/Dizionario_Italiano/...
    E mi risulta che a stabilire se un reato c'è stato o meno è ancora la magistratura giudicante, non la polizia o la procura della repubblica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alessio
    > c’è motivo al mondo che ne consigli l’uso, avendo
    > già l’italiano i verbi chiarire, oltre che
    > appurare, accertare, e la locuzione mettere in
    > chiaro.

    Perché, "obliterare" il biglietto è meglio ? Cosa ci vuoi fare...
  • Obliterare ha molto piú senso, o meglio piú sensi (e comunque si impara da adolescenti se si va a scuola in bus/tram/etc.):

    http://www.dizionario-italiano.it/definizione-lemm...

    Google.it da' 61.700 risultati.

    Avevo scordato di consultare Treccani (da cui sembra ispirarsi il corriere):

    http://www.treccani.it/vocabolario/tag/acclarare/

    e Hoepli.it. Google.it risponde con 42.900 risultati.

    Scusate la parentesi.

    Saluti,
    Il RE
    non+autenticato