Una mattonella per Internet

Per essere connessi sempre e ovunque, anche senza elettricità

Internet è diventato così importante e si è così integrato nella vita quotidiana della maggior parte degli abitanti del Pianeta a tal punto da non poter pensare di essere tagliati fuori dalle conversazioni globali. A tal proposito, l'associazione tecnologica kenyota e non profit Ushahidi ha pubblicato sulle pagine di Kickstarter una campagna per realizzare BRCK.

BRCK


BRCK può essere considerato un router molto avanzato, il cui scopo è di funzionare ovunque per garantire la connettività indipendentemente dalle condizioni di servizio della Rete o dall'assenza di elettricità. Il motto che anima il progetto racchiude la filosofia dello stesso: "Se funziona in Africa, può funzionare dappertutto".
Infatti BRCK possiede delle porte Ethernet, integra un'interfaccia WiFi ed è in grado di ospitre le SIM degli operatori mobili. In questo modo, BRCK garantisce la permanenza online dei dispositivi ad esso collegati (fino a 20), semplicemente commutando fra Ethernet, WiFi, 3G o 4G a seconda della disponibilità di segnale momentanea.

Inoltre, BRCK è capace di funzionare anche in assenza di corrente elettrica, con una batteria integrata che garantisce un'autonomia di circa 8 ore di funzionamento.

Se ciò non bastasse, l'hardware è arricchito da interessanti funzioni software cloud-oriented, come la possibilità di controllare e monitorare funzionalità e configurazioni del dispositivo in remoto, di effettuare un backup dei dati, di sincronizzare i dati con quelli dello smartphone e di condividere risorse con la nuvola.

A seconda della cifra finanziata, il dispositivo potrebbe essere fornito con un SDK e una serie di API, utili per installare servizi aggiuntivi come VPN o per sviluppare apposite app come Dropbox. La memoria integrata di 16 GB consentirà di memorizzare quanto necessario per il corretto funzionamento delle app sviluppate.

Il progetto potrebbe essere pensato anche ad hardware aperto in quanto, superati i 400mila dollari, verrebbe integrata la porta GPIO, attraverso i cui PIN sarebbe possibile riprogrammare il dispositivo in modo simile a quanto si fa con le piattaforme Arduino.

Il progetto su Kickstarter mira ad un finanziamento di 125mila dollari, di cui ne sono già stati raccolti quasi 40mila. Con cifre come 750mila dollari, la società trasformerebbe BRCK in un mini-server sempre connesso, con accessori particolari come piccoli pannelli fotovoltaici per alimentare la mattonella anche in condizioni d'uso estreme.



(via TheNextWeb)
TAG: gadget