Alfonso Maruccia

ISS, tra manutenzione straordinaria e cambi della guardia

Succede tutto a chilometri e chilometri dalla superficie del pianeta Terra, dove gli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale riparano guasti, reinterpretano classici (Bowie) e passano a Linux. Quasi

Roma - C'è vita sulla ISS, ed è anche piuttosto frenetica, visto che gli astronauti a bordo devono tappare falle negli impianti, lavorare sui robot e i nuovi PC Linux (al posto di quelli vecchi con Windows) e alla fine qualcuno trova anche il tempo di fare il verso a David Bowie e al suo classico a tema spaziale.

La falla è stata individuata a cavallo del weekend nei sistemi di pompaggio di ammoniaca - responsabili per il raffreddamento dei componenti elettronici della stazione - sotto forma di "fiocchi" svolazzanti nel vuoto davanti a uno degli oblò con vista cosmo. Una situazione di emergenza che ha costretto gli astronauti a bordo e NASA a organizzare una passeggiata spaziale fuori programma per individuare e correggere la causa del guasto.

La "spacewalk" estemporanea - che ha visto protagonisti gli astronauti Thomas Marshburn e Christopher Cassidy - ha portato alla sostituzione di una pompa in attesa che le indagini tuttora in corso chiariscano il problema e confermino il cessato allarme. NASA tiene a precisare che i membri della ISS non sono mai stati a rischio e che le immagini raccolte tramite la videocamera dell'elmetto spaziale verranno usate per analizzare ulteriormente i fatti una volta che l'equipaggio sarà rientrato a terra.
Presto ci sarà infatti un nuovo cambio di guardia lassù nell'atmosfera e Chris Hadfield, attuale comandante della stazione in procinto di tornare a casa, saluta la ISS a modo suo: Hadfield è diventata una star telematica grazie ai suoi video e alle sue interpretazioni canore (accompagnato da chitarra e non solo) pubblicate su YouTube, e l'ultimo video del comandante è una reinterpretazione politically correct (e vagamente anonima) di uno dei successi più noti del Duca Bianco, Space Oddity.


Un cambio della guardia sulla ISS c'è stato anche per i PC usati dagli astronauti, con il contractor di NASA Space Operations Computing che ha svelato (per bocca del manager Keith Chuvala) la volontà dell'agenzia di migrare "funzioni chiave" del sistema informatico della stazione da Windows a Linux (Debian 6). Ulteriori commenti di Chuvala hanno precisato: NASA nel corso dei prossimi anni estenderà l'uso dell'OS del Pinguino sulla ISS ma Windows resterà a bordo su una parte significativa dei 52 (44 presenti nella parte americana) PC della stazione.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
26 Commenti alla Notizia ISS, tra manutenzione straordinaria e cambi della guardia
Ordina
  • Speriamo non abbiano intenzione di mantenere Linux fino a dopo il 2038A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: ____
    > Speriamo non abbiano intenzione di mantenere
    > Linux fino a dopo il 2038
    >A bocca aperta

    Perché? Quando la stazione brucerà nell'atmosfera sarà il segno dell'anno di linux.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ____
    > Speriamo non abbiano intenzione di mantenere
    > Linux fino a dopo il 2038
    >A bocca aperta

    Questa storia del 2038 riguarda il vecchio UNIX a 32 bit.
    Basta installare Linux a 64 bit e il problema non si pone più.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alvaro Vitali
    > Questa storia del 2038 riguarda il vecchio UNIX a
    > 32
    > bit.
    Vecchio?
    Già, ormai i sistemi a 32 bit si sono estinti.

    > Basta installare Linux a 64 bit e il problema non
    > si pone
    > più.
    Considerando che in giro ci sono ancora sistemi a 16 bit mi sembra che tu la faccia troppo facile
    non+autenticato
  • certo che allo stato attuale delle cose, la scelta della nasa di
    mantenere ancora dei pc a bordo con winzoz è proprio una manovra suicida

    i miei migliori comblemendi
  • http://www.digitaltrends.com/computing/internation...
    However, we have not, nor will we in the foreseeable future, “dump” Windows.

    Quindi "Windows resterà a bordo su una parte significativa dei 52 PC della stazione" è una libera interpretazione di Punto Informatico per non far fare brutta figura a Micro$oft ?

    Mamma mia quanto impegno ci mettete....
    non+autenticato
  • che tu ci creda o no, abbiamo approfondito molto la questione

    e di fatto è così: tutti i PC degli astronauti restano a Windows XP, alcuni laptop di servizio sono stati migrati a linux o lo saranno entro i prossimi 2 anni, a bordo ci sono server linux e windows, e i sistemi coesisteranno senz'altro anche in futuro
  • - Scritto da: Luca Annunziata
    > che tu ci creda o no, abbiamo approfondito molto
    > la
    > questione
    >
    > e di fatto è così: tutti i PC degli astronauti
    > restano a Windows XP, alcuni laptop di servizio
    > sono stati migrati a linux o lo saranno entro i
    > prossimi 2 anni, a bordo ci sono server linux e
    > windows, e i sistemi coesisteranno senz'altro
    > anche in
    > futuro

    E dove lo avete approfondito ? Ve lo ha detto Chuvala ? o Obama ? o il referente commerciale Microsoft ? Io la news l'avevo già letta giorni fa, visto che ho scaricato Winzozz da anni e le news le leggo sui siti dedicati a Linux.

    La NASA è grande, che Microsoft sia sempre dentro ad una grande azienda purtroppo non c'è dubbio.
    E comunque, no, non vi credo sulla parola.
    Link, grazie.

    Ormai P.I. mi sembra troppo dedicato anima e cuore a Microsoft. Che poi sono affari vostri e non miei, ma la credibilità da parte mia, no. Comunque beninteso che siete sempre un pochino meglio di quell'altro sito italiano di gamers adolescenti hwmarameo che le notizie sul Linux nemmeno le riporta ih ih ih...
    non+autenticato
  • non c'è alcun link

    ho chiesto a un amico in esa

    ovvero, avendone la possibilità, sono andato alla fonte
  • - Scritto da: Luca Annunziata
    > che tu ci creda o no, abbiamo approfondito
    > molto la questione

    Come ? Link ?

    > e di fatto è così: tutti i PC degli astronauti
    > restano a Windows XP, alcuni laptop di servizio
    > sono stati migrati a linux o lo saranno entro i
    > prossimi 2 anni, a bordo ci sono server linux e
    > windows, e i sistemi coesisteranno senz'altro
    > anche in futuro

    Veramente io in tutte le altre testate ho letto altro, mi e' sfuggita la fonte giusta probabilmente, voi dove avete preso quest'informazione ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: Luca Annunziata
    > http://punto-informatico.it/b.aspx?ticks=635041401

    Credibilissimo...
    krane
    22544
  • sarei felice di essere smentito

    fa pure, se ritieni

    ribadisco quanto scritto sopra: i laptop degli astronauti restano windows, alcuni laptop di servizio sono stati migrati o lo saranno, i server a bordo restano dove erano (ce ne è uno linux)

    questo per il momento, ovvero per i prossimi mesi
    per il futuro si vedrà

    le procedure per portare a bordo un prodotto tecnico, sia un sistema operativo o un dispositivo elettronico, comportano lunghe fasi di validazione: non basta un annuncio di un commerciale di un contractor per cambiare la faccenda

    vorrei attirare poi la vostra attenzione su un particolare: il modulo columbus

    http://it.wikipedia.org/wiki/Columbus_(modulo)

    è stato progettato agli inizi degli anni 90, sviluppato dal 2000, consegnato a nasa nel 2006 e messo in orbita nel 2008: secondo voi, quali versione di OS potrebbe avere a bordo?
  • - Scritto da: Luca Annunziata
    > sarei felice di essere smentito
    >
    > fa pure, se ritieni
    >
    [...]

    beh intanto inizio io dopo 3 click su google: sembra che i laptop non sono 52 ma ben di più, il che mi dice che non avete approfondito molto bene....
    TheRegister dice che sono 140.
    http://www.theregister.co.uk/2013/05/10/iss_linux_.../

    wiki dice oltre 100:
    The ISS is equipped with approximately 100 IBM and Lenovo ThinkPad model A31 and T61P laptop computers.
    https://en.wikipedia.org/wiki/International_Space_...


    Invece riguardo a ESA, Alenia & C., è meglio che non commento. Davvero.A bocca aperta
    non+autenticato
  • (...)

    quelli in ballo sono i t61p, che sono i laptop di servizio a quanto ho capito
    e sono una cinquantina: sono quelli che servono a leggere le procedure, monitorare gli apparecchi ecc

    ovviamente ci sono decine e decine di laptop a bordo: ci sono quelli personali degli astronauti, personali nel senso che servono per esempio a telefonare a casa, ci sono quelli degli esperimenti, nei vari moduli, ecc

    PS: alenia non c'entra niente, in questo discorso, a meno che non ti stia riferendo alla costruzione iniziale del modulo columbus
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 14 maggio 2013 15.44
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Luca Annunziata
    > sarei felice di essere smentito

    > fa pure, se ritieni

    Dovresti darmi il numero di telefono del tuo amico in esa.

    > ribadisco quanto scritto sopra: i laptop degli
    > astronauti restano windows, alcuni laptop di
    > servizio sono stati migrati o lo saranno, i
    > server a bordo restano dove erano (ce ne è uno
    > linux)

    Ma va ? Ma pensa che credevo che se un astronauta si volesse portare un game boy glie lo formattano per metterci winodws...

    > questo per il momento, ovvero per i prossimi mesi
    > per il futuro si vedrà

    > le procedure per portare a bordo un prodotto
    > tecnico, sia un sistema operativo o un
    > dispositivo elettronico, comportano lunghe fasi
    > di validazione: non basta un annuncio di un
    > commerciale di un contractor per cambiare la
    > faccenda

    > vorrei attirare poi la vostra attenzione su un
    > particolare: il modulo columbus

    > http://it.wikipedia.org/wiki/Columbus_(modulo)

    > è stato progettato agli inizi degli anni 90,
    > sviluppato dal 2000, consegnato a nasa nel 2006 e
    > messo in orbita nel 2008: secondo voi, quali
    > versione di OS potrebbe avere a bordo?

    Io vorrei invece attirare la tua sul sistema di aggancio automatizzato che quando hanno iniziato ad usrlo girava su Slackware 3.0 con
    kernel 2.0.30.
    krane
    22544
  • con effetti speciali e colori ultra vivaci. Ma noi siamo scienza non fantascienzaOcchiolino Bello il video.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)