Mauro Vecchio

Foxconn, altri tre suicidi

Tre nuovi casi nel giro delle ultime tre settimane. La discussa fabbrica-città cinese torna nel mirino degli attivisti. Pare però che le morti non siano state provocate dalle condizioni lavorative negli stabilimenti

Roma - Nuovi casi di suicidio negli stabilimenti di Foxconn, come annunciato dagli attivisti di China Labour Watch (CLW). Nello scorso 24 aprile, un giovane lavoratore cinese si è gettato dalla finestra del suo dormitorio dopo aver trascorso appena due giorni nella discussa fabbrica-città controllata dal gruppo Hon Hai.

Tre giorni dopo, una ragazza di appena 23 anni si è lasciata cadere dal dodicesimo piano del suo appartamento, seguita a maggio da un 30enne che lavorava a Foxconn da meno di un mese. Hon Hai, facendo riferimento ai verbali delle forze dell'ordine che stanno indagando sull'accaduto, ha confermato i decessi, precisando che gli atti si sono verificati al di fuori delle mura dell'azienda.

Stando a quanto riportato da CLW, le ultime morti non sarebbero state provocate dalle condizioni lavorative nella fabbrica cinese, piuttosto da problemi relazionali non meglio specificati. "Non possiamo speculare sulle motivazioni individuali che hanno portato a questi atti - hanno commentato i vertici dell'azienda - ma una indagine interna mostra che nulla suggerisce che siano stati causati da questioni correlate al lavoro". (M.V.)
Notizie collegate
40 Commenti alla Notizia Foxconn, altri tre suicidi
Ordina
  • "forze dell'ordine che stanno indagando sull'accaduto, ha confermato i decessi, precisando che gli atti si sono verificati al di fuori delle mura dell'azienda." ....posso immaginare come indagano e a quale conclusione arrivano ....

    Lavorano in condizioni disumane,del tipo "vivi per lavorare" e non il contrario .... loro vorrebbero far credere che sia una pura coincidenza,se è così basta fare un pò di statistica tra la Foxconn e altre fabbriche cinesi o comunque di quelle aree e vedere cosa esce.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > "forze dell'ordine che stanno indagando
    > sull'accaduto, ha confermato i decessi,
    > precisando che gli atti si sono verificati al di
    > fuori delle mura dell'azienda." ....posso
    > immaginare come indagano e a quale conclusione
    > arrivano
    > ....
    >
    > Lavorano in condizioni disumane,del tipo "vivi
    > per lavorare" e non il contrario .... loro
    > vorrebbero far credere che sia una pura
    > coincidenza,se è così basta fare un pò di
    > statistica tra la Foxconn e altre fabbriche
    > cinesi o comunque di quelle aree e vedere cosa
    > esce.

    Guardate che Foxconn, per gli standard cinesi, è una fabbrica modello dove ti pagano anche bene. C'è la fila fuori per entrare. È nelle piccole realtà che dappertutto non sempre le regole vengono applicate e le condizioni di lavoro sono peggiori.

    Come detto da Bertuccia (ma avevo scritto un post simile tempo fa anche io) il tasso di suicidi alla Foxconn è DI GRAN LUNGA più basso di quello della media cinese (e pure italiana).

    Quindi tutto ciò è solo fuffa creata ad arte per denigrare magari un concorrente o per avere qualche click in più sulla pagina.
  • La Storia ci insegna che il grande aumento della popolazione porta a condizioni di vita sempre peggiori per la maggioranza delle persone, tranne per quei pochi che sfruttano la situazione. La condizione generale si ristabilizza dopo guerre e pandemie. Il ciclo mi sembra si stia ripetendo a livello mondiale. Morale: "Meno siamo meglio stiamo" come canta il saggio Arbore, altro che "Aggiungi un posto a tavola" come invece cantava Morandi. Purtroppo oggi buonismo e realismo fanno più che mai a pugni. Qualcheduno penserà che non "c'azzecco" col tema; vi invito a riflettere e poi vedrete che il nesso esiste, eccome.
    non+autenticato
  • - Scritto da: silvan
    > La Storia ci insegna che il grande aumento della
    > popolazione porta a condizioni di vita sempre
    > peggiori per la maggioranza delle persone, tranne
    > per quei pochi che sfruttano la situazione. La
    > condizione generale si ristabilizza dopo guerre e
    > pandemie. Il ciclo mi sembra si stia ripetendo a
    > livello mondiale.

    Bensveglio, lo cantavano gia' i cccp 20 anni fa:
    Un ciclo siamo macellati
    Un ciclo siamo macellai
    Un ciclo riempiamo gli arsenali
    Un ciclo riempiamo i granai
    .
    krane
    22544
  • - Scritto da: silvan
    > La Storia ci insegna che il grande aumento della
    > popolazione porta a condizioni di vita sempre
    > peggiori per la maggioranza delle persone, tranne
    > per quei pochi che sfruttano la situazione. La
    > condizione generale si ristabilizza dopo guerre e
    > pandemie. Il ciclo mi sembra si stia ripetendo a
    > livello mondiale. Morale: "Meno siamo meglio
    > stiamo" come canta il saggio Arbore, altro che
    > "Aggiungi un posto a tavola" come invece cantava
    > Morandi Dorelli.

    Fixed. Ficoso
  • noi macachi abbiamo Numbers, niente Excel quindi portate pazienza..

    ma se la Cina ha un tasso medio di suicidi di 22 persone ogni 100.000, e Foxconn impiega 1.000.000 di lavoratori... non significa che chi lavora in Foxconn tende a suicidarsi meno del cinese medio?

    Perché secondo la media cinese, in Foxconn dovrebbero avvenire 220 suicidi all'anno

    grazie
  • - Scritto da: bertuccia
    > noi macachi abbiamo Numbers, niente Excel quindi
    > portate
    > pazienza..
    >
    > ma se la Cina ha un tasso medio di suicidi di 22
    > persone ogni 100.000, e Foxconn impiega 1.000.000
    > di lavoratori... non significa che chi lavora in
    > Foxconn tende a suicidarsi meno del cinese
    > medio?
    >
    > Perché secondo la media cinese, in Foxconn
    > dovrebbero avvenire 220 suicidi
    > all'anno
    >
    > grazie

    :)SorrideSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: bertuccia
    > noi macachi abbiamo Numbers, niente Excel quindi
    > portate
    > pazienza..
    >
    > ma se la Cina ha un tasso medio di suicidi di 22
    > persone ogni 100.000,

    All'anno?
    Fonte?

    > e Foxconn impiega 1.000.000
    > di lavoratori... non significa che chi lavora in
    > Foxconn tende a suicidarsi meno del cinese
    > medio?

    In italia si suicida chi ha perso il lavoro.
    Se in cina si suicida chi invece lavora, mi viene da credere che le condizioni dei lavoratori foxconn siano parecchio disumane, con la complicita' di quelli che continuano a sfruttarli per produrre iCosi.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: bertuccia
    > > noi macachi abbiamo Numbers, niente Excel
    > quindi
    > > portate
    > > pazienza..
    > >
    > > ma se la Cina ha un tasso medio di suicidi
    > di
    > 22
    > > persone ogni 100.000,
    >
    > All'anno?
    > Fonte?
    L'anno, fonte Wiki
    >
    > > e Foxconn impiega 1.000.000
    > > di lavoratori... non significa che chi
    > lavora
    > in
    > > Foxconn tende a suicidarsi meno del cinese
    > > medio?
    >
    > In italia si suicida chi ha perso il lavoro.
    > Se in cina si suicida chi invece lavora, mi viene
    > da credere che le condizioni dei lavoratori
    > foxconn siano parecchio disumane, con la
    > complicita' di quelli che continuano a sfruttarli
    > per produrre
    > iCosi.
    In Italia solo di recente con la crisi la correlazione suicidio/lavoro è stretta. C'è sempre stato un certo numero di persone che si suicidavano per altre ragioni (sentimentali, vittime dell'usura, diagnosi di malattie letali e terribili ecc). Il tasso dipende da ragioni culturali oltre che dalle condizioni di vita. Il tasso cinese è uno dei più alti al mondo, ma è poco più della metà di quello della Groenlandia, che certo non è un paese di schiavisti.
    Detto questo, se le condizioni di lavoro in quella fabbrica sono simili al resto del paese, mi spetterei fra i 250000-400000 lavoratori di Foxconn city una sessantina di suicidi l'anno (forse è cinico, come conto, ma la statistica è arida...). La crociata contro Foxconn city dovrebbe partire con 150-200 suicidi l'anno, a meno che non si voglia fare una crociata contro la Cina in genere (e la Groenlandia, ovviamente).
  • - Scritto da: LordKelvin
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: bertuccia
    > > > noi macachi abbiamo Numbers, niente Excel
    > > quindi
    > > > portate
    > > > pazienza..
    > > >
    > > > ma se la Cina ha un tasso medio di suicidi
    > > di
    > > 22
    > > > persone ogni 100.000,
    > >
    > > All'anno?
    > > Fonte?
    > L'anno, fonte Wiki

    Il link che hai postato non funziona.

    > >
    > > > e Foxconn impiega 1.000.000
    > > > di lavoratori... non significa che chi
    > > lavora
    > > in
    > > > Foxconn tende a suicidarsi meno del cinese
    > > > medio?
    > >
    > > In italia si suicida chi ha perso il lavoro.
    > > Se in cina si suicida chi invece lavora, mi
    > viene
    > > da credere che le condizioni dei lavoratori
    > > foxconn siano parecchio disumane, con la
    > > complicita' di quelli che continuano a
    > sfruttarli
    > > per produrre
    > > iCosi.
    > In Italia solo di recente con la crisi la
    > correlazione suicidio/lavoro è stretta. C'è
    > sempre stato un certo numero di persone che si
    > suicidavano per altre ragioni (sentimentali,
    > vittime dell'usura, diagnosi di malattie letali e
    > terribili ecc).

    Uno schiavo che lavora in foxconn 20 ore al giorno per assemblare iGiocattoli, non ha tempo per vita sentimentale, usura e malattie letali.
    Chi si suicida in foxconn lo fa perche' e' l'unico modo che ha per protestare, sperando che qualcuno si indigno e scaraventi a terra il suo iCoso e si rifiuti di comprarne altri.

    > Il tasso dipende da ragioni
    > culturali oltre che dalle condizioni di vita. Il
    > tasso cinese è uno dei più alti al mondo, ma è
    > poco più della metà di quello della Groenlandia,
    > che certo non è un paese di schiavisti.

    Ti pare significativo citare la Groenlandia che ha poche decine di migliaia di abitanti che passano meta' della loro vita al buio artico?

    > Detto questo, se le condizioni di lavoro in
    > quella fabbrica sono simili al resto del paese,
    > mi spetterei fra i 250000-400000 lavoratori di
    > Foxconn city una sessantina di suicidi l'anno
    > (forse è cinico, come conto, ma la statistica è
    > arida...).

    Tu sai il numero di suicidi che ti vogliono far sapere.
    Per quanto ne sappiamo, il numero reale potrebbe benissimo essere 100 volte di piu', ma quando possono, insabbiano.

    > La crociata contro Foxconn city
    > dovrebbe partire con 150-200 suicidi l'anno, a
    > meno che non si voglia fare una crociata contro
    > la Cina in genere (e la Groenlandia,
    > ovviamente).

    Cominciamo pure con la Foxconn, visto che abbiamo la possibilita' di fare qualcosa di attivo, smettendola di comprare quei prodotti li'.
  • - Scritto da: panda rossa
    ..
    > > viene
    > > > da credere che le condizioni dei
    > lavoratori
    > > > foxconn siano parecchio disumane, con la
    > > > complicita' di quelli che continuano a
    > > sfruttarli
    > > > per produrre
    > > > iCosi....


    > Cominciamo pure con la Foxconn, visto che abbiamo
    > la possibilita' di fare qualcosa di attivo,
    > smettendola di comprare quei prodotti
    > li'.

    La Foxconn non è di Apple e non produce solo per Apple, questi sono i prodotti che fa:i iPod, iPhone, iPad, PlayStation 2, Playstation Vita, PlayStation 3, Wii, Nintendo 3DS, Xbox 360, Amazon Kindle, Televisori LCD Sony Bravia.
    Ne hai in casa qualcuno anche tu?
    non+autenticato
  • - Scritto da: pietro
    > - Scritto da: panda rossa
    > ..
    > > > viene
    > > > > da credere che le condizioni dei
    > > lavoratori
    > > > > foxconn siano parecchio disumane,
    > con
    > la
    > > > > complicita' di quelli che
    > continuano
    > a
    > > > sfruttarli
    > > > > per produrre
    > > > > iCosi....
    >
    >
    > > Cominciamo pure con la Foxconn, visto che
    > abbiamo
    > > la possibilita' di fare qualcosa di attivo,
    > > smettendola di comprare quei prodotti
    > > li'.
    >
    > La Foxconn non è di Apple e non produce solo per
    > Apple,

    Dove avrei scritto apple?

    > questi sono i prodotti che fa:i iPod,
    > iPhone, iPad, PlayStation 2, Playstation Vita,
    > PlayStation 3, Wii, Nintendo 3DS, Xbox 360,
    > Amazon Kindle, Televisori LCD Sony
    > Bravia.
    > Ne hai in casa qualcuno anche tu?

    No! Nessuno di quelli.
    Io boicotto sony da ancora prima che esistesse la foxconn.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: pietro
    ..
    > Dove avrei scritto apple?

    bè gli iCosi sono roba Apple no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: pietro
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: pietro
    > ..
    > > Dove avrei scritto apple?
    >
    > bè gli iCosi sono roba Apple no?

    Gli iCosi sono gingilli e gadget elettronici generici.
    Del resto tu stesso hai citato una sfilza di iCosi, meta' dei quali sono sony.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: pietro
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > - Scritto da: pietro
    > > ..
    > > > Dove avrei scritto apple?
    > >
    > > bè gli iCosi sono roba Apple no?
    >
    > Gli iCosi sono gingilli e gadget elettronici
    > generici.
    > Del resto tu stesso hai citato una sfilza di
    > iCosi, meta' dei quali sono
    > sony.
    sarà una tua interpretazione, quelli con la i davanti sono solo Apple e fa causa se la i la mette un altro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: pietro
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: pietro
    > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > > - Scritto da: pietro
    > > > ..
    > > > > Dove avrei scritto apple?
    > > >
    > > > bè gli iCosi sono roba Apple no?
    > >
    > > Gli iCosi sono gingilli e gadget elettronici
    > > generici.
    > > Del resto tu stesso hai citato una sfilza di
    > > iCosi, meta' dei quali sono
    > > sony.
    > sarà una tua interpretazione, quelli con la i
    > davanti sono solo Apple e fa causa se la i la
    > mette un
    > altro.

    ...e la perde!
    http://punto-informatico.it/3710219/PI/News/brasil...