La prima rapina cyber in Iran

Per la prima volta viene registrato un attacco ad un sistema bancario elettronico iraniano da parte di un cracker locale. Che riesce nell'intento. Accade solo in Iran?

Roma - Per la prima volta un cracker ha assalito con successo una banca iraniana che gestisce anche servizi internet, un istituto di credito che si è visto sottrarre, via computer, una cifra pari a circa 65mila euro.

La notizia è stata consegnata ai reporter priva di grandi approfondimenti dalle agenzie di stato che hanno anche glissato sul nome dell'istituto colpito. Secondo il quotidiano locale Shargh, il cracker sarebbe prima riuscito nell'intento di aprire un proprio conto e poi di farci arrivare sopra dei soldi. A quel punto, sfruttando i bancomat che stanno apparendo in Iran, si è dedicato a ritirare quel denaro.

Del cracker non si sa nulla, perché è uccel di bosco, ma sul nome della banca qualche sospetto esiste. Secondo fonti locali, infatti, nell'ultima settimana la più antica delle banche iraniane, Bank Melli, sarebbe incorsa in numerosi problemi con i propri sportelli elettronici, un segnale che qualcuno interpreta come una conferma che sia quello l'istituto colpito.
E' naturalmente comprensibile il riserbo, visti i problemi di immagine per la banca che possono nascere dal rendere pubblico un evento del genere, ma è di certo diritto dei consumatori sapere se un istituto di credito è davvero sicuro come dichiara di essere. Un diritto che anche in Italia, dove pressoché nulla si sa sulle rapine elettroniche, qualcuno ritiene dovrebbe essere riconosciuto.
16 Commenti alla Notizia La prima rapina cyber in Iran
Ordina
  • ..succede ogni giorno anche qui da noi.. solo che da noi le banche non vogliono pubblicità negativa... e poi tanto sono assicurate.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ..succede ogni giorno anche qui da noi..

    Questo pare pure a me evidente

    > solo che da noi le banche non vogliono
    > pubblicità negativa...

    Penso che nessuna banca del mondo voglia questa pubblicità.

    > e poi tanto sono
    > assicurate.

    Anche qui credo che molte banche del mondo siano "assicurate".

    In realtà la situazione iraniana e italiana è la stessa ma cambia la trasparenza, il nostro sistema è opaco rispetto a tutti questi fatti, quello iraniano è trasparente in almeno un caso.

    Secondo me in questo caso si dono dimostrati più "democratici" loro...
  • ...mi chiedo come abbia fatto il tizio a far questo.
    Ste notizie mi lasciano un po' il tempo che trovano.
    Anche perchè non penso che in Iran ci sia la possibilità di formare sti grandissimi programmatori, è già tanto che ci sia l'acqua e la luce figuriamoci il resto!
    non+autenticato
  • ma taci, che se sapessi da dove vengono i cervelli migliori piangeresti...Sorride


    non sai le teste dei matematici israeliani o dei ricercatori indiani.. mah.. non hai fatto una bella figuraSorride
  • a stento la luce e l'acqua ?Sorride

    se non conosci un paese, evita di scrivere cavolateOcchiolino
    fai più bella figura .. sicuro.

    OT:
    da Teheran (la capitale..sai te lo dico xché forse non sei molto ferrato in materia) poi ogni tanto mi faccio mandare tutta la roba elettronica (videocamere, lettori dvd, ...) che ho.. si trova di tutto e a prezzi ben minori, favorito con il cambio moneta locale-euro... ti assicuro che molte cose escono addirittura prima lì che qua.. soprattutto le marche giapponesi/coreane.
    Strano per un paese che, nella tua ignoranza (trad. persona che non sa), reputi esser senza luce ed acqua.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...mi chiedo come abbia fatto il tizio a far
    > questo.
    > Ste notizie mi lasciano un po' il tempo che
    > trovano.
    > Anche perchè non penso che in Iran ci sia la
    > possibilità di formare sti grandissimi
    > programmatori, è già tanto che ci sia
    > l'acqua e la luce figuriamoci il resto!

    Sei un troll di prima categoria. Un mio amico ha lavorato per anni nel campo dell' Hi-Tech in Iran. Sai almeno dov'è l' Iran? A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ...mi chiedo come abbia fatto il tizio a
    > far
    > > questo.
    > > Ste notizie mi lasciano un po' il tempo
    > che
    > > trovano.
    > > Anche perchè non penso che in Iran ci sia
    > la
    > > possibilità di formare sti grandissimi
    > > programmatori, è già tanto che ci sia
    > > l'acqua e la luce figuriamoci il resto!
    >
    > Sei un troll di prima categoria. Un mio
    > amico ha lavorato per anni nel campo dell'
    > Hi-Tech in Iran. Sai almeno dov'è l' Iran?
    > A bocca aperta


    immagino per società europee o americano? A bocca aperta


    sai almeno di cosa parli quando tenti di attaccare una persona, i paesi in questione usano e useranno di continuo tecnologia occidentale, usano e poi in nome di allah urlano contro l'occidente, e tu come il solito giudice d'aquila gli dai pure ragione.

    che pena che siete
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Sei un troll di prima categoria. Un mio
    > amico ha lavorato per anni nel campo dell'
    > Hi-Tech in Iran. Sai almeno dov'è l' Iran?
    > A bocca aperta

    Ciao,, sull'Iran so diverse notizie ma tutte poco approfondite, per esempio il livello di istruzione è molto buona, la popolazione è molto giovane, le scuole coraniche è il caso di evitarle perché insegnano una realtà orientata, ecc, ecc.

    Questa dell'attacco di un Cracker è interessante e la dice lunga sul livello tecnologico raggiunto sia dalle banche sia dai cracker del posto. D'altronde se c'è cultura ci sono pure delitti tecnologici. In Italia forse questa istruzione non c'è o forse semplicemente il sistema è meno trasparente di quello Iraniano.

    Mi interessava avere un punto di vista sull'adesione del sw Libero in Iran, se qualcuno può darmi un link o un commento mi farebbe piacere:

    http://www.kensan.it/articoli/Politica_new_Global....
  • oltre


    - Scritto da: Anonimo
    > ...mi chiedo come abbia fatto il tizio a far
    > questo.
    > Ste notizie mi lasciano un po' il tempo che
    > trovano.
    > Anche perchè non penso che in Iran ci sia la
    > possibilità di formare sti grandissimi
    > programmatori, è già tanto che ci sia
    > l'acqua e la luce figuriamoci il resto!

    non considerare i due post precedenti, si sa bene che quando qualcuno dice la verita trova sempre i detrattori.

    A parte l'eccezione che conferma la regola, il paese citato versa in una grave condizione sia economica che sociale, a parte poche famiglie legate al potere il resto della popolazione vive nel degrado e nella poverta.

    Studiare e un lusso e se lo possono permettere solo in pochi, uno dei detrattori citava india, pakistan come esempi di zone dove vivono i migliori programmatori, tengo a precisare che queste regioni citate non sono l'iran.

    Un altro parlava di prodotti tecnologici presenti in iran prima che da noi, peccato che il signore se li va spedire dall'iran, io senza neanche la fatica di spostarmi dall'italia li trovo gia qua, e posso toccare con mano e scegliere.

    che dire a voi due detrattori peggio dell'ignoranza c'è l'ottusita.

    ciao
    non+autenticato
  • http://ilgiorno.quotidiano.net/cgi-bin/giornosearc...

    ecco qui il loro Iran ipertecnologico...si parla di lapidazioni tribali: quelli sono delle bestie e come tali andrebbero trattate, altro che Hacker e strumenti tecnologici!!!
    Io ammiro l'abilità degli Hacker anche se sono talvolta ai limiti della legalità pero' qui mi pare che il problema sia diverso!

    Ciao
    non+autenticato
  • Troll Come sempre, non solo tra gli informatici, del resto, tanta informazione sulla tecnologia è accompagnata da altrattanta ignoranza della geografia. Chi dice che in Iran sono violenti perchè lapidano è altrattanto ignorante di chi dall'estero dice che in italia ammazzano perchè siamo mafiosi. Però, chi pensa che il paese non sia povero perchè esporta cervelli è davvero un ingenuo: i cervelli, figli delle classi agiate, emigrano all'estero proprio perchè il paese non offre loro posti e compensi adeguati. Due dati a confronto per tutti (Fonte : Economist, 2001): L'Iran ha 3 computer ogni 100 abitanti (Italia: 18; USA 46) e un reddito pro capite di 1650 dollari (Italia: 20.000; USA: 29.000). C.G.
    non+autenticato
  • Avranno affidato i loro soldi a Windows...
    non+autenticato
  • Avranno affidato i loro soldi a Linux
    non+autenticato