Mauro Vecchio

Turchia, la protesta sui social media

Il premier Erdogan definisce Twitter la più pericolosa minaccia alla società. E ordina l'embargo digitale. Ma i cittadini trovano il modo di aggirarlo. E si fa vivo anche Anonymous

Roma - Più di dieci milioni di cinguettii negli ultimi tre giorni di protesta tra le strade di Istanbul, in un flusso inarrestabile di micropost dagli hashtag #occupygezi e #geziparkieylemi. Su Twitter, l'infuocata situazione turca ha trovato un canale perfetto per diffondersi a macchia d'olio verso l'opinione pubblica internazionale. La proliferazione incontrollata dei commenti in 140 caratteri non sembra affatto gradita alle autorità.

"Esiste ora una nuova minaccia chiamata Twitter - ha dichiarato il contestato premier turco Recep Tayyip Erdogan - Dove si possono trovare i migliori esempi di menzogna. Per me, i social media rappresentano la peggiore minaccia alla società". In seguito allo scoppio della rivolta di piazza, lo stesso Erdogan ha ordinato al suo staff di bloccare tutti gli accessi dalla Turchia a piattaforme della condivisione social come Facebook e appunto Twitter.

In realtà, gli utenti locali hanno mostrato grande perizia nell'aggiramento di questi stessi blocchi governativi, un livello di esperienza high-tech ancora maggiore di quello offerto nel corso dell'ormai celebre Primavera Araba. A colpi di VPN - più di 120mila download per il software Hotspot Shield, in appena due giorni- e servizi proxy, i netizen turchi riescono a comunicare in barba alle strategie censorie delle autorità nazionali.
Fotografie di giovani insanguinati, immagini dal vivo nel corso delle proteste di piazza. Gli utenti turchi approfittano delle nuove tecnologie - dall'app di streaming fornita da Ustream a Zello, che funziona come un tradizionale walkie talkie - per raccontare al mondo la violenza della polizia e l'evolversi della vicenda. Al blocco dei siti social da parte del governo Erdogan ha risposto anche Anonymous, ovviamente alla maniera degli hacktivisti.


Nel corso dell'#OpTurkey, il collettivo ha abbattuto dozzine di siti governativi in terra turca, con la promessa di proseguire senza sosta a base di DDoS contro un regime paragonato a quello di Cina e Iran. Dalla Siria, la milizia nota come SEA ha rivendicato un'azione cibernetica contro le infrastrutture di rete del governo turco, con il conseguente rilascio di informazioni private sullo staff di Erdogan.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàHarlem Shake, dal Tubo alla protesta politicaIl popolare video-meme viene sfruttato da centinaia di manifestanti in Egitto e Tunisia, scatenati in piazza contro i governi locali. Al Cairo, performance (con arresti) contro i Fratelli Musulmani
  • AttualitàSiria, uno stato disconnessoIl regime di Assad avrebbe tagliato le comunicazioni con il mondo esterno. Un tentativo di arginare la scalata dei ribelli secondo gli osservatori, un atto terroristico secondo il potere
  • AttualitàTwitter, censura selettivaA seconda delle richieste di rimozioni il tecnofringuello sarà in grado di bloccare un singolo tweet in un singolo paese. Fermo restando che non censurerà rivolte e proteste
10 Commenti alla Notizia Turchia, la protesta sui social media
Ordina
  • "Esiste ora una nuova minaccia chiamata Twitter - ha dichiarato il contestato premier turco Recep Tayyip Erdogan - Dove si possono trovare i migliori esempi di menzogna. Per me, i social media rappresentano la peggiore minaccia alla società"

    ahahah detto da Erdogan la cosa fa ridere.

    Non vuole che si sappia cosa succede dentro al Paese e il pericolo sarebbero i social ? ,pericolo di perdere il controllo ?A bocca aperta

    auguro loro di essere sempre di più in piazza e nelle manifestazioni,di combattere per i loro ideali,non si può rendere un popolo schiavo per sempre.

    Bravi Anonymus e in generale per chiunque combatta la tirannia mascherata da "per il bene del Paese" ...devono cadere una ad una,in futuro spero la stessa per l'Iran.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Bravi Anonymus e in generale per chiunque
    > combatta la tirannia mascherata da "per il bene
    > del Paese" ...

    parli dell'italia vero?
    non+autenticato
  • - Scritto da: re call
    > - Scritto da: Etype
    > > Bravi Anonymus e in generale per chiunque
    > > combatta la tirannia mascherata da "per il
    > bene
    > > del Paese" ...
    >
    > parli dell'italia vero?
    Perchè l'italia ha l'esclusiva?
    non+autenticato
  • Meglio così:

    "Quindi credimi... prima di qualunque discussione è meglio se ti liberi del casino che hai in testa a proposito di democrazia e libertà ....
    Poi si vedrà..."

    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3762433&m=376...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Asdrubale Alluminio
    > Meglio così:
    >
    > "Quindi credimi... prima di qualunque discussione
    > è meglio se ti liberi del casino che hai in testa
    > a proposito di democrazia e libertà
    > ....
    > Poi si vedrà..."
    >
    > http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3762433&m=376
    non+autenticato
  • Io non capisco perchè certa gente si ostina a non capire.
    Eppure non si contano i "regolamentari zelanti" che hanno fatto (e inevitabilmente continueranno a fare) figure di palta!

    Arrivare a capire che minacciare fuoco e fiamme per poi dovere ritirarsi con la coda tra le gambe per incapacità a mantenere i blocchi o per facilità nell'aggirarli rafforza secondo loro l'idea di Autorità o il prestigio di una Istituzione?

    Io francamente non capisco questa frenesia a farsi pubblicamente del male.
    Certo se a uno piace sbattere la testa contro il muro e non può proprio farne a meno.....
    non+autenticato
  • "ma questi blocchi servono per la maggioranza delle persone che non sanno cosa sia un proxy o una vpn" ti diranno.

    Ma non è questo il punto.
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > "ma questi blocchi servono per la maggioranza
    > delle persone che non sanno cosa sia un proxy o
    > una vpn" ti
    > diranno.
    >
    > Ma non è questo il punto.
    Anche perchè non è vero.
    Ormai sa aggirare i blocchi anche la casalinga di voghera.
    Magari non sa come funziona sul serio ma sa cosa cercare e dove cliccare non occorrono 3 lauree ho visto ragazzetti fare cose complicatissime (magari senza capirci nulla del perchè lo facevano) ma motivatissimi solo perchè gli interessava un gioco o cretinate del genere!
    La gente ha imparato per esperienza che a forza di ravanare sulla rete trovi (se ti serve) quello che fa proprio al caso suo... e a quel punto usa (giustamente) non le proprie competenze ma quelle di chi gli messo a disposizione il "tool per utonto"...
    Certo chi glielo mette a disposizione è uno che per fargli quel tool competenze ce ne ha messe... ma ce le ha messe lui... e all'utonto non serve sapere altro!
    Questa è l'essenza vera della rete...
    Non "ne resterà solo uno" ma al contrario "ne basta uno" per fare passare tutti gli altri!
    Occhiolino
    Se non lo si capisce vuole dire che non si è capito nulla!
    Per questo dico che si fanno del male...
    non+autenticato
  • La faccina ci sta bene. Speravo di più.

    Ecco qualcosa di più robusto:

    "Certo che funziona!
    Nessuno ha detto che Apple non ci abbia guadagnato!
    Rotola dal ridereRotola dal ridere
    È l'editore che ha qualche problema!
    Rotola dal ridereRotola dal ridere
    E sapresti dirci quanti di questi giornali "edicola su tavoletta" sono esclusivamente on line?
    (hint... nessuno!)
    Rotola dal ridere
    E come mai?
    Rotola dal ridereRotola dal ridere
    Vedi è un po' come l'acronimo di IBM (International Business Machines) il Business c'è eccome se c'è!
    Ma nessuno dice che sia chi compra a fare il business!
    Certo l'affare IBM lo fa....
    Ma tu?
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere"

    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3663739&m=366...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Asdrubale Alluminio
    > La faccina ci sta bene. Speravo di più.
    >
    > Ecco qualcosa di più robusto:
    >
    > "Certo che funziona!
    > Nessuno ha detto che Apple non ci abbia
    > guadagnato!
    > Rotola dal ridereRotola dal ridere
    > È l'editore che ha qualche problema!
    > Rotola dal ridereRotola dal ridere
    > E sapresti dirci quanti di questi giornali
    > "edicola su tavoletta" sono esclusivamente on
    > line?
    > (hint... nessuno!)
    > Rotola dal ridere
    > E come mai?
    > Rotola dal ridereRotola dal ridere
    > Vedi è un po' come l'acronimo di IBM
    > (International Business Machines) il Business c'è
    > eccome se
    > c'è!
    > Ma nessuno dice che sia chi compra a fare il
    > business!
    > Certo l'affare IBM lo fa....
    > Ma tu?
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere"
    >
    > http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3663739&m=366
    curate
    non+autenticato