Alfonso Maruccia

Progetto PRISM, NSA poliziotto globale

Lo scandalo delle intercettazioni USA procede di rivelazione in rivelazione. Dalle conversazioni telefoniche si passa al rastrellamento dei dati sui server delle grandi web-company USA. Che hanno delle backdoor a disposizione dei federali

Progetto PRISM, NSA poliziotto globaleRoma - Lo scandalo intercettazioni scoppiato dopo lo scoop del Guardian di ieri? Poca cosa in confronto a quanto rivelato oggi dallo stesso quotidiano britannico: la National Security Agency (NSA) statunitense fa più che intercettare le chiamate vocali, avendo in effetti a disposizione delle vere e proprie "backdoor" all'interno dei server delle più grandi società tecnologiche del mondo. Il nuovo programma segreto si chiama PRISM, e a rivelarlo è quello stesso Glenn Greenwald (in collaborazione con un reporter del Guardian) che ha svelato al mondo i traffici sottobanco fra NSA e Verizon per le intercettazioni dei metadati sulle comunicazioni telefoniche.

Che cos'è PRISM? Le slide "top secret" pubblicate in rete descrivono una piovra avida di informazioni a disposizione degli agenti dell'intelligence statunitense, un mostro da mille tentacoli che sfrutta la concentrazione sul suolo statunitense delle principali aziende tecnologiche del mondo che gestiscono informazioni, comunicazioni e dati-utente in formato digitale.

La gran parte delle comunicazioni mondiali fluiscono attraverso gli States, spiegano le suddette slide, e tu caro agente della NSA puoi accedere a quel flusso come e quando vuoi grazie alle backdoor sui server di Microsoft, Google, Yahoo!, Facebook, PalTalk, YouTube, Skype, AOL e Apple. A disposizione dell'agente segreto vengono messe email, chat, video, audio, dati binari, comunicazioni VoIP, file, notifiche di accesso del sospettato, report dell'attività sui social network e altre non specificate "richieste speciali".
PRISM costa 20 milioni di dollari all'anno, dicono ancora le slide, le operazioni sono state avviate nel 2007 con il coinvolgimento di Microsoft e si sono via via arricchite di nuovi "provider" di informazioni sino ad arrivare alla partecipazione di Apple, nel 2012.

PRISM è qualcosa di gigantesco, un piano di intercettazione e tecnocontrollo che fa impallidire qualsiasi precedente - indiscrezioni, documenti e denunce - sia emerso negli anni passati su Advise, Carnivore o l'oramai storico network Echelon. Il programma di NSA è l'incarnazione del progetto Total Information Awareness che spia tutto e tutti in funzione di antiterrorismo, e i federali USA nemmeno provano a nasconderne l'esistenza.

Le società coinvolte - Google, Microsoft e tutti gli altri - negano invece il coinvolgimento diretto nell'installazione e mantenimento delle "backdoor di stato" descritte dai documenti su PRISM, limitandosi a dire di dover collaborare nella fornitura di informazioni su qualche utente quando viene loro indirizzata una richiesta legittima firmata da un giudice.

Per contro James Clapper, direttore della National Intelligence USA, ammette l'esistenza del programma PRISM come diretta emanazione del FISA Act (Foreign Intelligence Surveillance Act). Diversamente da quanto comunicato dalla stampa, nota Clapper, il rastrellamento dei dati avviene solo in relazione agli stranieri di interesse per la sicurezza nazionale a stelle e strisce. Ed è tutto legale, approvato e vidimato dal Congresso, naturalmente.

Le reazioni a questo ennesimo scandalo sulla vocazione degli USA (e della NSA in particolare) al tecnocontrollo globale con la scusa dell'antiterrorismo non si fanno attendere: la Electronic Frontier Foundation rimarca ancora una volta la necessità di fare pressioni sulla politica affinché si ponga fine alla sorveglianza incostituzionale, e non mancano i primi consigli sull'uso di strumenti di comunicazione telematica alternativi ai grandi network così da minimizzare le possibilità di finire nella trappola tentacolare e onnivora dell'intelligence statunitense.

Un commento dell'esperto di sicurezza Bruce Schneier arriva in seguito alla rivelazione dell'affaire NSA-Verizon ma prima della pubblicazione delle slide su PRISM, nondimeno offre una prospettiva valida anche in quest'ultimo caso: quello che non si conosce sulle attività spionistiche delle autorità è sempre peggio di quello che viene reso pubblico, avverte Schneier (e il piano PRISM conferma), quindi la salvaguardia degli informatori e dei "whistle-blower" come il già citato Glenn Greenwald e di chi magari partecipa ai programmi segreti messi in atto dal governo è una priorità essenziale per garantire che gli stati democratici non si trasformino in stati di polizia a salvaguardia di cittadini ignari della realtà.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàTwitter, trasparenza cinguettataAumenta la pressione dei governi planetari sulla piattaforma di microblogging. Negli Stati Uniti, le varie agenzie governative chiedono le informazioni degli utenti senza un mandato. Google vota per la revisione di ECPA
  • AttualitàA Google non piacciono certe pratiche dell'FBIMountain View, dopo aver reso trasparenti le mosse delle autorità, si schiera contro le richieste di informazioni personali fatte dall'FBI senza mandato di un giudice
  • AttualitàMicrosoft e il primo rapporto di trasparenzaRedmond rilascia i numeri relativi alle richieste governative per la consegna di informazioni e contenuti utili all'identificazione degli account sospetti. Compreso il servizio VoIP Skype
  • AttualitàUSA, NSA e le intercettazioni a strascicoDocumenti esclusivi provano che l'intelligence tiene sotto controllo tutte le chiamate dei cittadini statunitensi. L'ha stabilito il presidente Obama, ed è una sorpresa che non sorprende. EFF: ve l'avevamo detto
  • AttualitàUSA: l'intelligence non ascolta le chiamatePrime dichiarazioni ufficiali dalla Casa Bianca dopo l'ordine segreto pubblicato dal Guardian. Le intercettazioni telefoniche servirebbero per proteggere la nazione dal terrorismo. E non saranno coinvolti i contenuti, ma solo i dati relativi alle comunicazioni
116 Commenti alla Notizia Progetto PRISM, NSA poliziotto globale
Ordina
  • http://www.osnews.com/story/27109/Twitter_proves_S...

    che altro dire? le richieste devono essere LEGALI!!! purtroppo i soliti noti si trincerano dietro un "me l'ha chiesto Washington", ma Washington non è Dio e non è la legge!!!!

    meditate gente, meditate!
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > http://www.osnews.com/story/27109/Twitter_proves_S
    >
    > che altro dire? le richieste devono essere
    > LEGALI!!! purtroppo i soliti noti si trincerano
    > dietro un "me l'ha chiesto Washington", ma
    > Washington non è Dio e non è la
    > legge!!!!

    Almeno loro sulla loro moneta hanno scritto: "in god we trust", qui manca poco che scrivano "in Marx we trust"!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Risposta al commento

    > Almeno loro sulla loro moneta hanno scritto: "in
    > god we trust", qui manca poco che scrivano "in
    > Marx we
    > trust"!

    magari, questo trustano solo il Dio denaro!! l'Italia è il Paese degli oligarchi, dove si garantiscono monopoli ( protetti dallo Stato ) giustificandoli con la necessità di garantire sicurezza, legalità, ecc...

    e poi ci ritroviamo con la protesta contro le slot machines!!! ma il monopolio su quelle cose non doveva servire ad evitarne il proliferare? e non doveva proteggere le povere famiglie dal finire sul lastrico? invece è solo servire a permettere l'evasione di ben 98 miliardi di euro di tasse!!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Risposta al commento

    > Almeno loro sulla loro moneta hanno scritto: "in
    > god we trust", qui manca poco che scrivano "in
    > Marx we
    > trust"!
    Eggià l'america è la patria dei demoplutocattogiudaicomarxistocomunisti!
    Rotola dal ridereRotola dal ridere
    oppsss
    Ho dimenticato i massoni...
    Speriamo che non se la prendano...
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > http://www.osnews.com/story/27109/Twitter_proves_S
    >
    > che altro dire? le richieste devono essere
    > LEGALI!!! purtroppo i soliti noti si trincerano
    > dietro un "me l'ha chiesto Washington", ma
    > Washington non è Dio e non è la
    > legge!!!!
    >

    Bella forza!
    Tutto quello che scrivi su Twitter è già pubblico e disponibile a chiunque affacciato su Internet, non hanno nessun bisogno di farsi mandare i dati o le chiavi...
    q
    Funz
    12910
  • Dichiarare guerra agli stati uniti del crimine: embargo TOTALE. Isolarli dal resto del mondo. Interrompere IMMEDIATAMENTE ogni forma di cooperazione commerciale o militare con loro, vietare ai mezzi USA l'uso dello spazio aereo, delle acque territoriali. I loro aerei, anche civili, devono avere divieto di sorvolo e di atterraggio. Le loro navi devono lasciare i nostri porti o essere confiscate. Ogni azienda USA operante ovunque nel mondo deve essere immediatamente poste sotto sequestro.

    I cittadini USA che vivono al di fuori della loro nazione hanno due scelte: rinunciare alla cittadinanza o essere deportati nel loro paese di origine.

    Obama non può fare la guerra a tutto il mondo: sta già perdendo in Afghanistan!Occhiolino

    NON USATE PRODOTTI AMERICANI!

    BOICOTTATE TUTTO QUELLO CHE HA A CHE FARE CON L'AMERICA!

    ISOLATE ED EMARGINATE OGNI AMERICANO CHE CONOSCETE!

    GUERRA! GUERRA AGLI USA FINO ALLA VITTORIA!
    non+autenticato
  • Fumato roba buona, eh?
    non+autenticato
  • In effetti in una Italia dove il caimano continua a comandare e un popolo servile prima protesta e poi finanzia i suoi affari sporchi questo sembra un proclama irrealizzabile.
    Peró ripetere di tanto in tanto che ogni centesimo che spendi é un gesto politico non fa male. Magari qualche italiota potrebberecuperare un minimo di dignitá.
    non+autenticato
  • Per quanto l'OP possa sembrare delirante, un minimo di logica c'è.

    Innanzitutto, le nazione europee devono uscire dalla NATO, e subito. La NATO non ha più ragione di esistere, l'URSS e il Patto di Varsavia non esistono più, l'Europa NON è minimamente minacciata dai "Paesi dell'Est" che ormai sono in gran parte membri dell'UE. La NATO ostacola solamente i nostri rapporti diplomatici e commerciali con la Russia - cosa che agli americani fa comodo.

    L'Europa non ha bisogno della NATO. Solo gli USA ne hanno bisogno, come fornitore a buon prezzo di carne da cannone per le loro avventure belliche che non ci portano altro che svantaggi, e per spingerci giù per la gola progetti come l'F-35, inutili e inutilizzabili.

    L'Europa non ha bisogno di un altro cacciabombardiere made in USA. L'Europa ha bisogno di intrattenere normali e pacifiche relazioni con il resto del mondo, cosa impossibili finchè si è complici degli USA.

    Gli USA non sono più una potenza economica da un bel pezzo: annullare definitivamente la loro capacità di proiettare potere militare negando loro l'uso del territorio e dello spazio aereo europeo sarebbe un primo passo importante che incoraggerebbe altre nazioni a fare lo stesso. Privi di alleati e di aiuti, gli USA non sono più nulla.

    Gli unici che si oppongono sono i berluscones e i loro degni compari. Se qualcuno deve dettare legge sul mondo, quelli dobbiamo essere noi Europei.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Feet on the Ground
    > Gli unici che si oppongono sono i berluscones e i
    > loro degni compari. Se qualcuno deve dettare
    > legge sul mondo, quelli dobbiamo essere noi
    > Europei.

    D'accordo su tutto quanto hai scritto sopra, ma qua ti sbagli di grosso. I camerieri degli USA in Italia sono la sinistra del famoso patto sul Britannia.
    Mani Pulite fu un lavoro fomentato dagli USA, dove non fu toccato il PCI.
    Il Papa in Italia lo sceglie Washington, Papa Wojtyła aveva senso contro l'URSS e la cortina di ferro. Francesco adesso ha una relazione con quella che gli USA considerano deriva socialista del Sudamerica.

    iRoby
    6253
  • - Scritto da: iRoby
    > - Scritto da: Feet on the Ground
    > > Gli unici che si oppongono sono i
    > berluscones e
    > i
    > > loro degni compari. Se qualcuno deve dettare
    > > legge sul mondo, quelli dobbiamo essere noi
    > > Europei.
    >
    > D'accordo su tutto quanto hai scritto sopra, ma
    > qua ti sbagli di grosso. I camerieri degli USA in
    > Italia sono la sinistra del famoso patto sul
    > Britannia.

    Se quelli di sinistra sono i camerieri degli USA come spieghi il fatto che Berlusconi (che é quello che comanda qui e di certo non é sgradito agli USA) ha speso tanti miliardi per neutralizzare la sinistra?
    Pensi che Bertinotti, Mastella e Grillo abbiano lavorato gratis?
    Quanto ha speso Berlusconi ad ogni tornata elettorale?

    > Mani Pulite fu un lavoro fomentato dagli USA,
    > dove non fu toccato il
    > PCI.

    Studia laa storia italiana invece di scrivere stronzate.
    L'Italia ha sempre avuto una soglia di tolleranza alle porcate. La merda sale fino a che non scoppia tutto. Mani pulite non é che uno dei tanti episodi di questa storia, come lo scandalo dell'aereoporto di Fiumicino, lo scandalo Lockheed e gli scandali attuali.
    L'unica cosa che é cambiata é che la propaganda e il lavaggio del cervello di Berlusconi e company ha fatto salire il livello della soglia di tolleranza.

    > Il Papa in Italia lo sceglie Washington, Papa
    > Wojtyła aveva senso contro l'URSS e la
    > cortina di ferro. Francesco adesso ha una
    > relazione con quella che gli USA considerano
    > deriva socialista del
    > Sudamerica.

    La chiesa é ridotta anche peggio della classe politica italiana perché non deve rendere conto a nessuno. Non ha nessun bisogno degli USA per fare affari sporchi.

    >
    >

    Ho appurato che anche il t1000 é di parte. Ho dovuto riscrivere questa risposta 3 volte.
    non+autenticato
  • Potresti darmi il numero del tuo pusher? Grazie. Sorride
    non+autenticato
  • visti i risultati, ci starei attento

    quella roba brucia i neuroni Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Penso che la soluzione sia adottare software opensource.
    Lo so che ci sono infinite limitazioni, su Linux mancano tantissimi prodotti professionali ecc. però almeno per le comunicazioni si dovrebbero utilizzare solo servizi basati su codice condiviso, abbandonare le multinazionali, farsi un proprio mail server Occhiolino, criptare tutto ciò che si può e limitare l'uso della rete allo stretto indispensabile (niente comunicazioni delicate), abbandonare i social network (o usarli per puro scopo ludico). Chi deve fare attivismo dovrebbe utilizzare mezzi più sicuri e lontani dagli occhi indiscreti del potere costituito.

    L'utente medio dovrebbe almeno usare un firewall di terze parti, per una volta sniffare il proprio traffico di rete per rendersi conto di ciò che gira in chiaro ed è facilmente intercettabile (molti continuano ad usare MSN Messenger), se possibile passare a Linux (almeno per quanto riguarda l'uso privato del pc), usare il cloud solo con dati criptati, assolutamente evitare iCloud e altre caxxate simili, condividere le proprie foto solo tramite supporto fisico.
    non+autenticato
  • Ah dimenticavo! Welcome Google Glass! A bocca aperta
    non+autenticato
  • Tu ce li vedi gli utonti a mettere su tutto questo ambaradan?
    Se questa soluzione fosse adottata dai soliti quattro gatti la profilazione di massa andrebbe avanti comunque.

    I miniserver compatti a basso consumo che erano stati messi in commercio non hanno mai avuto molto successo. Forse la soluzione sarebbe tentare di rilanciarli. Peró devono essere completamente configurati e a portata di utonto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: qualcuno
    > Tu ce li vedi gli utonti a mettere su tutto
    > questo
    > ambaradan?

    purtroppo è così, però ognuno deve pensare ai fatti propri

    la pappa gratis non esiste e per ottenere risultati bisogna sudare

    per una volta voglio dire "chissenefrega dell'utonto"

    > I miniserver compatti a basso consumo che erano
    > stati messi in commercio non hanno mai avuto

    a quali ti riferisci??
    non+autenticato
  • >
    > la pappa gratis non esiste e per ottenere
    > risultati bisogna
    > sudare
    >
    > per una volta voglio dire "chissenefrega
    > dell'utonto"
    >

    In democrazia é la maggioranza a decidere. Se la maggioranza decide di farsi controllare alla fine decide anche per te.

    > > I miniserver compatti a basso consumo che
    > erano
    > > stati messi in commercio non hanno mai avuto
    >
    > a quali ti riferisci??

    Non ho il link. Peró mi riferivo a quegli scatolotti con processore a basso consumo studiati per essere sempre in funzione e sempre collegati.
    non+autenticato
  • i plug computers quindi

    però ultimamente i minipc android gli stanno facendo le scarpeOcchiolino
    non+autenticato
  • Io uso linux ma se poi me ne vado a farmi taggare su facebook è un cazz'etuttuan perchè l' open source software non garantisce la riservatezza se poi ci facciamo taggare hashare e linkare sui socmel networks. Il trucco di Prism è semplice: i collions-utonti si spiano da soli e anzi, pagano pure per avere il discutibile privilegio di farsi spiare. La minoranza che non finisce sui socmel networks invece è comunque spiabile al complemento matematico. Minoranza spiabile più facilmente proprio in quanto minoranza. Unica soluzione possibile: usare tutti il socmel network in modo puttanesco cioè con l'identità di altri, le foto di altri ancora e i commenti di ancora altri. Ha da essere tutto rigorosamente farlocco on line come sono farlocchi i sondaggi Euroispes di Porta a Porta il giorno prima delle elezioni.:D
    non+autenticato
  • se qualcuno non lo avesse ancora capito (come parrebbe da certi commenti) lo scopo di sistemi come PRISM e, la "mission" di tutti i "servizi di sicurezza" in genere, non è MAI legato a cose come "antiterrorismo" o "sicurezza"...

    gli scopi, di qualsiasi governo in qualsiasi parte del mondo, sono ESCLUSIVAMENTE altri: schedatura/profilazione + condizionamento e controllo di massa + prevenzione e repressione del dissenso politico e sociale...

    e, come anche i fatti recenti dimostrano, capita pure spesso che molti governi sedicenti democratici siano più "bravi" a perseguire questi scopi di tanti altri "regimi" più o meno totalitari

    questi ultimi, poveracci, ancora ricorrono in modo sistematico a obsolete pratiche "poliziesche"...
    altri invece, che sono molto più liberali e moderni, hanno capito che basta "dare" alle masse giochini come facebook, twitter ecc. così che la gente si possa auto-spiare e auto-controllare da sola...


    ps: già dimenticato che fb è stata "creata" dalla CIA?
    http://www.guardian.co.uk/technology/2008/jan/14/f...
    non+autenticato
  • Quindi l'unica risposta è l'anarchia?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Polemik
    > Quindi l'unica risposta è l'anarchia?

    quindi sarebbe UNA ottima risposta
    non+autenticato
  • - Scritto da: tpsb
    > - Scritto da: Polemik
    > > Quindi l'unica risposta è l'anarchia?
    >
    > quindi sarebbe UNA ottima risposta


    Ma và a farti friggere!
    non+autenticato
  • - Scritto da: tpsb

    > gli scopi, di qualsiasi governo in qualsiasi
    > parte del mondo, sono ESCLUSIVAMENTE altri:
    > schedatura/profilazione + condizionamento e
    > controllo di massa + prevenzione e repressione
    > del dissenso politico e
    > sociale...

    Non so in Cina ma nei paesi democratici come Italia e USA avviene sicuramente questo.
  • stesso scoop, raccontato due anni fa ma su una testata meno popolare del guardian, Russia today che intervistava... (lascio la sorpresa)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giovanni Barbero
    > stesso scoop, raccontato due anni fa ma su una
    > testata meno popolare del guardian, Russia today
    > che intervistava... (lascio la sorpresa)
    > http://www.youtube.com/watch?v=Hp8rJVWC2a0

    Me la ricordo, da quel momento ho cominciato a pensare in modo diverso.
  • ben detto Sandrino Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > ben detto Sandrino Sorride

    Mi pare anche che ci sia da qualche parte o i sottotitoli o la traduzione in italiano. La giornalista dell'espresso che si è occupata delle soffiate ha tradotto molte interviste pubblicate anche da RT. Stefania Maurizi ha fatto un ottimo lavoro all'espresso.

    Ho trovato questa:

    Alla fine della chat, per chi la sa cogliere, Assange offre la sua visione politica. «Dove sta andando la nostra società?», gli chiede un lettore. «Ci sono due vie alternative e non è chiaro che strada imboccherà la nostra civiltà», replica lui. Una via sarà quella degli stati nazionali in cui la sorveglianza elettronica potrà portare a una distopia stile '1984' di Orwell. L'altra, invece, vedrà il collasso delle grandi nazioni e la creazione di «potenze regionali, dove vige la libertà e la privacy digitale, i mercati dei piccoli produttori, un potere che è sotto controllo e la trasparenza dal basso»

    http://www.stefaniamaurizi.it/index.php?option=com...
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 21 discussioni)