Siti dedicati al suicidio? Da chiudere

Lo pensano in Austria dove, peraltro, suicidarsi non è reato. Ma la presenza di siti che consigliano e spiegano come fare preoccupa le autorità, che stanno cercando un modo per imporne la chiusura

Roma - Biglietti virtuali di persone suicidatesi, siti che spiegano come farlo e come evitare di farlo, siti che affrontano le tematiche psicologiche, culturali e filosofiche attorno al suicidio. Questi i contenuti che in misura crescente sembrano preoccupare le autorità austriache che, sulla possibilità di censurare certi siti, hanno aperto un dibattito.

Che questi siti proliferino online è facile verificarlo con una rapida ricerca in Rete: bastano pochi minuti per trovare tutto quello che va dai siti del suicidio assistito ai forum dedicati fino a moltissimi link consigliati.

In Austria il dibattito è nato da una serie di fatti di cronaca. In un caso, un ragazzo di 19 anni si è ucciso con un amico tedesco di 50 dopo averlo incontrato in chat. In un altro caso, una ragazza e un amico norvegese si sono buttati insieme da una scogliera dopo che lei aveva accettato, sempre in una chat, di condividere con lui "l'esperienza".
Secondo David Kerr, della Internet Watch Foundation, "si tratta di un fenomeno preoccupante. Sebbene sia impossibile capire fino a che punto questi suicidi siano collegabili a siti Internet, senza dubbio questi ultimi rappresentano un rischio soprattutto per chi è facilmente influenzabile". Gli fa eco l'esperto Internet del ministero degli Interni austriaco, Bernhard Otupal, secondo cui "stiamo cercando di capire chi è coinvolto" in queste attività.

Il "problema", per le autorità, sta nel fatto che la legge austriaca non "vieta" il suicidio ma piuttosto l'assistenza al suicidio, ed è dunque difficile far chiudere dei siti su queste basi. "Ma non impossibile", sottolinea Otupal.

Il dibattito non si esaurisce naturalmente a livello governativo perché sono in tanti a ritenere la questione un problema spinoso anche sul fronte della privacy e della libertà individuale. Secondo Helene Guldberg, di Spiked Online, "il suicidio è un evento tragico. Ma ci parla molto più della nostra società che di Internet. La decisione di farla finita è una decisione grossa ed è improbabile che venga presa in una chat room. Questo modo di vedere le persone è semplicistico e negativo".
TAG: censura
17 Commenti alla Notizia Siti dedicati al suicidio? Da chiudere
Ordina
  • Non cè qualke anima pia che saprebbe indicarmi un sito del genere (possibilmente in inglese)Sorride

    grazie
    non+autenticato
  • Dal titolo della notizia
    "Lo pensano in Austria dove, peraltro, suicidarsi non è reato"

    Come se fosse possibile incriminare il morto!
    non+autenticato
  • Penso che chi voglia suicidarsi si senta profondamente inadeguato, solo, incompreso ecc.. quindi penso che un sito dove vede che altri sono nella sua stessa situazione può consolarlo.. io piuttosto farei in modo che queste persone si incontrassero per parlare della propria decisione/situazione anzichè abbandonarmi ad un facilissimo perbenismo che rifiuta la possibilità per un individuo di decidere sulla propria vita!
    Io sarò anche eccessivamente liberista ma non sopporto chi vuole avere il controllo sulla vita degli altri (vedi eutanasia, aborto, suicidio ecc.. tutte cose certamente infelici ma se uno decide di farvi ricorso credo che non lo faccia con leggerezza quindi NESSUNO, secondo me, ha il diritto di vietarglielo... è una cosa insopportabilmente arrogante!)
    non+autenticato
  • Ops... Ho risposto sotto prima di leggere la tua... sorrySorride
    Praticamente la pensiamo ugualeSorride

    - Scritto da: F.G.
    > Penso che chi voglia suicidarsi si senta
    > profondamente inadeguato, solo, incompreso
    > ecc.. quindi penso che un sito dove vede che
    > altri sono nella sua stessa situazione può
    > consolarlo.. io piuttosto farei in modo che
    > queste persone si incontrassero per parlare
    > della propria decisione/situazione anzichè
    > abbandonarmi ad un facilissimo perbenismo
    > che rifiuta la possibilità per un individuo
    > di decidere sulla propria vita!
    > Io sarò anche eccessivamente liberista ma
    > non sopporto chi vuole avere il controllo
    > sulla vita degli altri (vedi eutanasia,
    > aborto, suicidio ecc.. tutte cose certamente
    > infelici ma se uno decide di farvi ricorso
    > credo che non lo faccia con leggerezza
    > quindi NESSUNO, secondo me, ha il diritto di
    > vietarglielo... è una cosa
    > insopportabilmente arrogante!)
    non+autenticato
  • Ma come? Non vi vergognate? Ricordatevi di Titanic!! Se Leonardo di Caprio non avesse salvato la bella tettona (che non ricordo come si chiama), il Titanic non sarebbe forse nemmeno affondato e James Cameron non avrebbe vinto l'Oscar!

    Scherzi a parte, in realta' secondo me le cose stanno in maniera completemente diversa. Quelle persone vogliono suicidarsi? Bisogna impedirglielo in tutti i modi, anche a costo di farli fuori, ma il vero problema e' che non sono i siti ad istigarli a compiere l'efferata azione, come sostengono quelli che vogliono chiudere i siti. Sono loro che sono fuoriditesta. Ora, io che sono molto intelligente (e modesto come avete modo di notare) penserei, anziche' chiuderli, di tenerli sotto osservazione questi siti, onde intervenire in modo appropriato a fare opera di convincimento che non sta bene buttarsi dal balcone, si disturba il vicinato e poi bisogna lavare le macchie di sangue dall'asfalto.

    - Scritto da: Luca
    > Ops... Ho risposto sotto prima di leggere la
    > tua... sorrySorride
    > Praticamente la pensiamo ugualeSorride
    >
    > - Scritto da: F.G.
    > > Penso che chi voglia suicidarsi si senta
    > > profondamente inadeguato, solo, incompreso
    > > ecc.. quindi penso che un sito dove vede
    > che
    > > altri sono nella sua stessa situazione può
    > > consolarlo.. io piuttosto farei in modo
    > che
    > > queste persone si incontrassero per
    > parlare
    > > della propria decisione/situazione anzichè
    > > abbandonarmi ad un facilissimo perbenismo
    > > che rifiuta la possibilità per un
    > individuo
    > > di decidere sulla propria vita!
    > > Io sarò anche eccessivamente liberista ma
    > > non sopporto chi vuole avere il controllo
    > > sulla vita degli altri (vedi eutanasia,
    > > aborto, suicidio ecc.. tutte cose
    > certamente
    > > infelici ma se uno decide di farvi ricorso
    > > credo che non lo faccia con leggerezza
    > > quindi NESSUNO, secondo me, ha il diritto
    > di
    > > vietarglielo... è una cosa
    > > insopportabilmente arrogante!)
    non+autenticato
  • C'e` chi dice che giocare a carmageddon istiga a tirare sotto le nonnette, e c'e` anche chi sostiene che leggere informazioni sul suicidio istiga a buttarsi da un ponte...
    non+autenticato
  • Se e' per questo c'e' anche chi sostiene che leggere i post di questo forum istiga a sparare kazzate...

    - Scritto da: pardo
    > C'e` chi dice che giocare a carmageddon
    > istiga a tirare sotto le nonnette, e c'e`
    > anche chi sostiene che leggere informazioni
    > sul suicidio istiga a buttarsi da un
    > ponte...
    non+autenticato
  • Intanto comincia tu...

    - Scritto da: !
    > Ma sparatevi!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)