Centrino sposa 802.11a

Intel aggiorna la piattaforma mobile affiancando al Wi-Fi di 802.11b il supporto al più giovane standard 802.11a. Il chipmaker prevede chip wireless basati su 802.11g

Santa Clara (USA) - Con diversi mesi di ritardo rispetto ai piani iniziali, Intel ha iniziato a distribuire ai produttori di notebook le prime versioni di Centrino compatibili con lo standard wireless 802.11a. Il supporto al più veloce fratellino di Wi-Fi è data dal nuovo chip Pro/Wireless 2100A, un modulo che consentirà ai notebook di connettersi sia alle reti 802.11a che a quelle 802.11b.

Il protocollo 802.11a opera nella banda di frequenza dei 5 GHz e può raggiungere una velocità di trasferimento dati teorica di 54 Mbps che, in condizioni d'uso reali, si traduce mediamente in 20 Mbps. Oltre alla maggiore larghezza di banda, Intel afferma che uno dei vantaggi di 802.11a è quello di supportare un maggior numero di utenze per singolo access point.

Il nuovo PRO/Wireless 2100A è certificato Wi-Fi e supporta i protocolli di sicurezza WPA, WEP e CCX di Cisco.
Durante la prima metà del 2004 Intel rilascerà una versione del proprio chip Pro/Wireless in grado di supportare sia 802.11b che 802.11g, il più giovane fra gli standard promossi dalla Wi-Fi Alliance. Più in là nel tempo il big di Santa Clara conta poi di introdurre un modulo wireless compatibile con tutti e tre gli standard Wi-Fi.

Come noto, la differenza principale fra 802.11g e 802.11a sta nel fatto che mentre il primo opera sulla stessa banda di frequenza di Wi-Fi (2,4 GHz), mantenendone così la compatibilità, il secondo opera - come si è detto - su una banda di 5 GHz. Sebbene la scelta di una diversa banda, per 802.11a, renda più problematica l'interoperabilità con le vecchie reti, alcuni esperti sostengono che questo pone fine ai problemi di interferenza di cui soffre l'attuale versione di Wi-Fi: diversi altri standard wireless, come quelli dei telefoni cordless, operano infatti nello stesso range di frequenze di 802.11b/g.
29 Commenti alla Notizia Centrino sposa 802.11a
Ordina
  • Non è per fare il solito fricchettone, ma quanto tempo dovrò ancora aspettare per far si che sti benedetti #@[//]###* rilascino i driver delle loro skedine wireless anche per linux?

    Ho un portatile Acer che lo uso solo con linux (per necessità) e vorrei sfruttare questa tecnologia....

    Il sito intel parla di supporto completo nei primi mesi del 2004, ma mi chiedo, ci vuole così tanto tempo per fare un driver di una skeda wireless per Linux, visto che il primo modello di skedina funzionante risale ai primi del mese di aprile di quest'anno.

    E poi Intel ha sempre supportato l'open source, non capisco come mai sti rallentamenti.

    Per onor di cronaca, esistono anche altri metodi per far funzionare queste skede, e cioè caricare i driver windows con il magico tool DriverLoader dei magici Linuxant.... tutto bello, peccato che crasha il pc + o - ogni 10 minuti.

    Quanto impiegheranno ancora i produttori HW a capire che esiste anche Linux??

    Ciauz
  • E' la legge del mercato.

    Dispiace anche a me, e lo ucciderei anche subito, ma Bill ancora ci dà il pane....i produttori in queste scelte lo testimoniano ancora
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E' la legge del mercato.
    >
    > Dispiace anche a me, e lo ucciderei anche
    > subito, ma Bill ancora ci dà il pane....i
    > produttori in queste scelte lo testimoniano
    > ancora

    Chi se ne frega se tu uccideresti bill? A me importa solo che sia supportato *anche* il mio sistema operativo. Perchè deve sembrare che chiedo troppo?
    non+autenticato

  • > Chi se ne frega se tu uccideresti bill? A me
    > importa solo che sia supportato *anche* il
    > mio sistema operativo. Perchè deve sembrare
    > che chiedo troppo?

    Bhe... IMHO, linux viene visto come qualcosa di grigio e buio, usato da ragazzini rinfocilliti di cdrom in buie e tenebrose stanze piene di rumori strani o da informatici super esperti smanettoni che fanno anche il caffè con questo coso stranissimo di nome linux (è vero, con linux puoi fare il caffè).

    Sempre IMHO, non viene riconosciuto come uno strumento valido, solido e potente per Desktop, utilizzi aziendali, etc,etc.

    Quindi perchè giustificare tali sforzi? Perchè buttare tempo su un software utilizzato da BHO, non si sa neanche la percentuale esatta... quindi?

    Questo è quello che pensano i produttori, quelli che non sono strettamente dipendenti e sotto custodia M$ naturalmente.

    C'è cmq da dire che windows è molto più semplice nella gestione dei driver, ma è anche altrettanto instabile... basta mettere un driver non certificato, ed eccoti reboot automatico (cosa successa centinaia di volte a me... purtroppo).

    Se non ci saranno sostanziali cambiamenti nello sviluppo di linux, penso che tra 3 anni ci potremmo considerare dei normalissimi utenti che usano un comunissimo sistema operativo chiamato semplicemente linux.

    Ciauz

  • - Scritto da: php_inside


    > Sempre IMHO, non viene riconosciuto come uno
    > strumento valido, solido e potente per
    > Desktop, utilizzi aziendali, etc,etc.

    Togli Desktop.

    E' all'incirca l'1%.

    Totalmente irrilevante.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: php_inside
    >
    >
    > > Sempre IMHO, non viene riconosciuto come
    > uno
    > > strumento valido, solido e potente per
    > > Desktop, utilizzi aziendali, etc,etc.
    >
    > Togli Desktop.
    >
    > E' all'incirca l'1%.
    >
    > Totalmente irrilevante.

    A dire il vero io ho letto su week.it (che prende le notizie un po da ogni parte) che ormai linux ha raggiunto apple sui desktop, infatti e' al 2,8% contro i 2,9%.

    Queste stime sono di Idc (http://www.01net.it/01NET/HP/0,1254,1_ART_46168,00...)

    Quindi possiamo considerare ufficiali queste stime.
    C'e' comunque da sottolineare che questi dati si basano su licenze acquistate e quindi non vengono tenuti in considerazione tutti quelli che hanno installato linux senza acquistarlo ( ma nache windows.... :- )

    Ciao
    non+autenticato
  • già, la stima di thecounter è toltamente sbagliata! Non vedo un windows 3.1 da almeno 3 anni, e invece conosco molti che usano Linux... com'è che in quel sito mi mette Win 3.1 sopra Linux?

    mistero!A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: php_inside
    >
    >
    > > Sempre IMHO, non viene riconosciuto come
    > uno
    > > strumento valido, solido e potente per
    > > Desktop, utilizzi aziendali, etc,etc.
    >
    > Togli Desktop.
    >
    > E' all'incirca l'1%.
    >
    > Totalmente irrilevante.

    Togli tutto e metti TROLL!
    non+autenticato
  • > stranissimo di nome linux (è vero, con linux
    > puoi fare il caffè).

    http://www.tldp.org/HOWTO/Coffee.html
    non+autenticato

  • - Scritto da: php_inside
    >
    > > Chi se ne frega se tu uccideresti bill? A
    > me
    > > importa solo che sia supportato *anche* il
    > > mio sistema operativo. Perchè deve
    > sembrare
    > > che chiedo troppo?
    >
    > Bhe... IMHO, linux viene visto come qualcosa
    > di grigio e buio, usato da ragazzini
    > rinfocilliti di cdrom in buie e tenebrose
    > stanze piene di rumori strani o da
    > informatici super esperti smanettoni che
    > fanno anche il caffè con questo coso
    > stranissimo di nome linux (è vero, con linux
    > puoi fare il caffè).
    >
    > Sempre IMHO, non viene riconosciuto come uno
    > strumento valido, solido e potente per
    > Desktop, utilizzi aziendali, etc,etc.
    >
    > Quindi perchè giustificare tali sforzi?
    > Perchè buttare tempo su un software
    > utilizzato da BHO, non si sa neanche la
    > percentuale esatta... quindi?
    >

    Infatti, però si dimenticano della fascia di utenti universitari, che il portatile con un sistema unix lo tengono per necessità.
    non+autenticato
  • spero questa storia continui ancora per poco, Linux e Mac sono ormai vicini e non penso che linux si possa ignorare più di tanto.

    Ci vorrebbe un bel contatore internazionale per sapere con esattezza quante macchine linux esistono al mondo e naturalmente sono collegate ad internet.

    Poi prendere quel bel fogliettino di carta, super certificato e firmato, e sbatterglielo in faccia ai super produttori di hw.

    Peccato che sognare ogni tanto fa male..
    Ciauz