Alfonso Maruccia

Datagate, squarcio sul fronte europeo

Lo scandalo delle intercettazioni globali si allarga coinvolgendo Europa, Germania e Italia. Da Bruxelles si dicono scioccati, in Germania minacciano cause. E l'Italia? "Vicenda spinosa", dice il Palazzo, e chiede risposte agli USA

Datagate, squarcio sul fronte europeoRoma - Continuano le rivelazioni di Edward Snowden sulle pratiche di sorveglianza mondiale messa in atto dalla NSA, e gli ultimi documenti visionati dalla stampa spostano l'attenzione dagli USA in Europa: politici, governanti e cittadini del Vecchio Continente, dicono quei documenti, godono da anni dell'attenzione particolare dell'intelligence statunitense per mezzo di cimici, intercettazioni telematiche e quant'altro.

Dal 2010 in poi, confermano i nuovi documenti resi pubblici da Snowden, gli agenti statunitensi hanno tenuto sotto controllo i funzionari dell'Unione Europea negli uffici di Washington, così come controllati erano i membri europei delle Nazioni Unite e intercettate erano le comunicazioni a Bruxelles tramite uffici della NSA localizzati nei pressi delle strutture NATO.

Di particolare interesse per l'intelligence erano apparentemente le comunicazioni tedesche, dove PRISM - il sistema di sorveglianza delle trasmissioni telematiche e "cloud" delle grandi aziende americane che ha dato origine allo scandalo del Datagate - permetteva un certo "automatismo" nella raccolta di dati sui singoli soggetti di interesse par la sicurezza nazionale (USA).
Le reazioni della sorveglianza sul fronte europeo sono state immediate, anche se diverse nei toni: il presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz si è detto "scioccato" dalle rivelazioni chiedendo immediate spiegazioni agli States e minacciando di far saltare il patto di libero scambio tra UE e Stati Uniti, mentre dalla Germania sono pronti a mettere in mezzo gli avvocati lamentandosi di un vero e proprio clima di spionaggio capace di evocare quello della Guerra Fredda divisa tra Germania dell'Est e Germania dell'Ovest.

E in Italia? Il ministro degli esteri Bonino si è limitato a parlare di una "vicenda spinosa" con richiesta di chiarimenti, altrettanto ha fatto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano mentre John Kerry giustificava lo spionaggio a danno degli alleati come pratica usuale di buon vicinato. Restano le domande sul ruolo dei servizi segreti nazionali e le nuove, misteriose direttive fornite dal governo Monti prima delle dimissioni.

Passando dall'Europa agli States, le aziende che hanno aiutato la NSA continuano a essere al centro del ciclone con Yahoo! uscita perdente dal tentativo di bloccare l'operazione PRISM sul nascere e il CEO di Twitter a non poter parlare chiaramente delle richieste governative per lo spionaggio dei suoi utenti.

Si fa infine - se possibile - più complessa e problematica la questione Snowden, con l'Ecuador che torna sui propri passi in merito alla possibilità di accogliere il fuggitivo attualmente "sotto la custodia delle autorità russe".

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàDatagate, le intercettazioni dell'era BushProcede regolare la pubblicazione di documenti riservati sulle attività di spionaggio distribuito messe in piedi dalla NSA e dal resto dell'intelligence statunitense. Che intercetta i metadati delle email da più di 10 anni
19 Commenti alla Notizia Datagate, squarcio sul fronte europeo
Ordina
  • Volete sapere perchè le prime a finire sotto controllo sono state le istituzioni europee?
    Perchè gli americani ci considerano loro vassalli. Hanno paura che una Europa più unita alla fine diventi più indipendente.
    E' sempre stato così, non per niente hanno spinto per anni la candidatura della Turchia come membro dell'UE.
    Stesso motivo per cui i governi inglesi cercano di mettere i bastoni tra le ruote ad una maggiore integrazione europea, ma non ci pensano ad uscire dall'Unione.
    non+autenticato
  • ...fanno pensare ad una punturina sul dito che con un soffio e un bacino sulla bua poi passa tutto.
  • L'unico a non essere ipocrita è quello stupido di John Kerry che "giustificava lo spionaggio a danno degli alleati come pratica usuale di buon vicinato"; stupido perché la verità non si adatta alla politica, che è l'arte dell'inganno...
    Tutti gli altri giocano a scaricabarile, ora che la verità sommersa è venuta ufficialmente a galla, e fanno finta di indignarsi e promettono azioni che mai si faranno; per accontentare l'opinione pubblica, formata da bovini che mangiano ogni cosa...
    L'italia è invece formata prevalentemente da ovini, mentre a un livello più alto, e nascosti, ci sono i lupi, ben occultati dietro i loro fantocci pubblici che belano deboli proteste: in effetti l'italia E' uno dei Paesi formati prevalentemente da ovini belanti, regolarmente macellati dai lupi nazionali e internazionali...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Kubo
    > Tutti gli altri giocano a scaricabarile, ora che
    > la verità sommersa è venuta ufficialmente a
    > galla, e fanno finta di indignarsi e promettono
    > azioni che mai si faranno

    Come ho accennato nel mio ultimo post, la questione tanto sommersa non era, semmai userei il termine ''emersa'' e volutamente ignorata. E, seppur con qualche anno di ritardo (solo sedici), ne sono venuti a conoscenza persino i Parlamentari Europei a cui vanno i nostri più sentiti complimenti per aver resistito così a lungo con tutte quelle fette di prosciutto impilate sugli occhi (visto e considerato che i documenti sulle attività di spionaggio dell'NSA ai danni della Comunità Europea sono pubblici e liberamente consultabili/scaricabili tramite lo stesso sito dell'UE).

    http://www.lettera43.it/politica/datagate-l-europa...
  • ma del resto già quando fu scoperchiato il calderone Echelon, l'UE s'incazzò, minacciò, ma poi non se ne fece più niente

    p.s. l'Italia ha rifiutato la richiesta d'asilo? e come lo giustifichino? gli USA hanno la pena di morte

    Bonino, che piange per i poveri carcerati italiani, come ha fatto a negare l'asilo ad una persona minacciata di essere bruciata sulla sedia elettrica?
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione

    > p.s. l'Italia ha rifiutato la richiesta d'asilo?
    > e come lo giustifichino?

    L'Italia non ha ancora esaminato la richiesta. Non saltare subito alle conclusioni.

    > gli USA hanno la pena di
    > morte

    Non per tutti i reati. Altrimenti l'Italia non dovrebbe mai consegnare detenuti allo zio Sam, a logica. Per ora, i tre capi di imputazione che hanno stilato contro di lui sono "leggeri", e non comportano la pena capitale. Non si sa se ne esistono altri, tenuti nel cassetto.


    > Bonino, che piange per i poveri carcerati
    > italiani, come ha fatto a negare l'asilo ad una
    > persona minacciata di essere bruciata sulla sedia
    > elettrica?

    La decisione sull'asilo politico non spetta al ministro degli esteri. Spetta alla Commissione nazionale per il diritto di asilo e alle Commissioni territoriali. In più l'Italia ha già il precedente di Abdullah Öcalan, caldamente invitato a lasciare il suolo italiano, benché non fu mai espulso, se ne andò di sua spontanea volontà. E all'epoca (1998) in Turchia c'era la pena di morte.
    Perciò non credo che a Snowden convenga affidarsi all'Italia. Altri Paesi sono molto più ansiosi - a parole, nei fatti non so - di mettersi gli Usa contro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    >
    > p.s. l'Italia ha rifiutato la richiesta d'asilo?
    > e come lo giustifichino? gli USA hanno la pena di
    > morte

    Secondo me, politicamente parlando, ci sono ampi margini per un coinvolgimento (in positivo, si spera) dell'Italia: infatti, anche in caso di un primo ''no'' da parte del nostro Governo, non è detto che poi l'atteggiamento non possa cambiare...dipende molto dalle reali intenzioni degli americani: estradarlo porterebbe ulteriori problemi all'amministrazione Obama, questo è certo. Un eventuale processo, poi, e relativa condanna potrebbe innescare una serie di eventi negativi e situazioni impredicibili, visto e considerato che un ampio strato dell'opinione pubblica americana lo considera senza mezzi termini un eroe, per non parlare del resto del mondo. L'esilio in terra straniera è la soluzione più semplice e potrebbe rivelarsi un deterrente molto più funzionale del carcere o della pena di morte per le future generazioni di paladini delle libertà digitali made in USA, nonché una scorciatoia verso la risoluzione dell'attuale crisi...dando per buona questa mia ipotesi, ragionando dal punto di vista ''stelle e strisce'', viene spontaneo domandarsi: è meglio lasciare Snowden nelle mani dei russi oppure sotto il controllo degli alleati italiani? In quest'ottica la richiesta di asilo politico presentata da Snowden all'Italia è ben ponderata e tutt'altro che sciocca...
  • - Scritto da: vrioexo

    > è meglio
    > lasciare Snowden nelle mani dei russi oppure
    > sotto il controllo degli alleati italiani? In
    > quest'ottica la richiesta di asilo politico
    > presentata da Snowden all'Italia è ben ponderata
    > e tutt'altro che
    > sciocca...

    Snowden ha presentato la richiesta d'asilo ai seguenti Stati:
    - Austria
    - Bolivia
    - Brasile
    - Cina
    - Cuba
    - Eire
    - Finlandia
    - Francia
    - Germania
    - India
    - Italia
    - Nicaragua
    - Norvegia
    - Paesi Bassi
    - Polonia
    - Spagna
    - Svizzera
    - Venezuela

    Inizialmente era stata presentata anche alla Russia, ma ora è stata ritirata.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ermete Trismegist o
    > - Scritto da: vrioexo
    >
    > > è meglio
    > > lasciare Snowden nelle mani dei russi oppure
    > > sotto il controllo degli alleati italiani? In
    > > quest'ottica la richiesta di asilo politico
    > > presentata da Snowden all'Italia è ben
    > ponderata
    > > e tutt'altro che
    > > sciocca...
    >
    > Snowden ha presentato la richiesta d'asilo ai
    > seguenti Stati:
    >
    > - Austria
    > - Bolivia
    > - Brasile
    > - Cina
    > - Cuba
    > - Eire
    > - Finlandia
    > - Francia
    > - Germania
    > - India
    > - Italia
    > - Nicaragua
    > - Norvegia
    > - Paesi Bassi
    > - Polonia
    > - Spagna
    > - Svizzera
    > - Venezuela
    >
    > Inizialmente era stata presentata anche alla
    > Russia, ma ora è stata
    > ritirata.

    E anche questo atteggiamento ha una sua logica: Putin ha detto che se vuole asilo politico in Russia dovrà astenersi dal divulgare ulteriori documenti che potrebbero danneggiare l'amministrazione Obama. E quindi, quale ovvia conseguenza, Snowden ha ritirato la domanda: se deve starsene obbligatoriamente zitto allora meglio l'Italia, se non altro non dovrà imparare a leggere il cirillico o parlare in russo che mi risulta essere decisamente più ostico da padroneggiare dell'italiano.
  • - Scritto da: vrioexo
    > E anche questo atteggiamento ha una sua logica:

    Quella di inviare la domanda in una ventina di Paesi, dici? Da un punto di vista probabilistico accresce le possibilità, non ci son dubbi... epperò poi gli Stati pensano all'unisono: "Tanto l'asilo glielo dà quell'altro, io temporeggio" Rotola dal ridere.


    > E quindi, quale ovvia
    > conseguenza, Snowden ha ritirato la domanda: se
    > deve starsene obbligatoriamente zitto allora
    > meglio l'Italia, se non altro non dovrà imparare
    > a leggere il cirillico o parlare in russo che mi
    > risulta essere decisamente più ostico da
    > padroneggiare
    > dell'italiano.

    In Eire tutti parlano inglese, è l'ideale. In India l'inglese è una delle lingue ufficiali, ma non lo parlano proprio tutti.
    non+autenticato
  • Resto molto possibilista riguardo l'Europa: escludendo il discorso ''estradizione'' se esilio dovrà essere (e secondo me sarà), questo risulterà concordato giocoforza fra America e futuro paese ospitante, che dovrà essere (condicio sine qua non) filo-americano: l'alternativa per Snowden, decisamente più incerta, è il Sud America.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 03 luglio 2013 00.39
    -----------------------------------------------------------
  • "Vicenda spionsa", dice il Palazzo.

    Geniale! Una parola valigia che concentra spinosa e spiona.
    non+autenticato
  • Mai refuso fu piu' azzeccatoSorride
    non+autenticato
  • da Yes we can sono passati a Yes, We SCAN
    non+autenticato
  • - Scritto da: FMR
    > da Yes we can sono passati a Yes, We SCAN

    https://fbcdn-sphotos-g-a.akamaihd.net/hphotos-ak-..." target='_blank' rel='nofollow'>https://fbcdn-sphotos-g-a.akamaihd.net/hphotos-ak-..." alt='Clicca per vedere le dimensioni originali'>
    non+autenticato
  • Ministro Emma Bonino:"Tra Usa, Europa e Italia c'è amicizia Ora evitare il blocco del libero scambio"

    E giù a 90 gradi, come al solito.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Stai Bonino
    > Ministro Emma Bonino:"Tra Usa, Europa e Italia
    > c'è amicizia Ora evitare il blocco del libero
    > scambio"
    >
    > E giù a 90 gradi, come al solito.
    AAA Cercasi midollo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Emma Bonino
    > AAA Cercasi midollo
    povera Emma, hai venduto il tuo paese e il tuo lato B ai Bimbumberg pur di fare carriera, e ora ti sei venduta pure il midollo ?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Stai Bonino
    > Ministro Emma Bonino:"Tra Usa, Europa e Italia
    > c'è amicizia Ora evitare il blocco del libero
    > scambio"
    >
    > E giù a 90 gradi, come al solito.

    Finchè si vuole essere parte della "Coalition of the Willing to Take It Up the Ass Without Lube", questo è.
    non+autenticato