Mauro Vecchio

Copyright, provider contro AGCOM

Le critiche di Assoprovider dopo l'approvazione del regolamento sulla tutela del diritto d'autore online. Ai fornitori di connettività verrebbe imposta una forma di pattugliamento del traffico web

Copyright, provider contro AGCOMRoma - L'associazione Assoprovider contro il nuovo regolamento introdotto dall'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) per la tutela del diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica, una delibera "ammazza Internet" nelle preoccupazioni di centinaia di fornitori di connettività sul mercato tricolore. Sotto la guida del presidente Angelo Cardani, l'Autorità del Belpaese non avrebbe affatto ascoltato le diverse opinioni dei vari stakeholder, approvando "principi del tutto opposti a quelli più volte annunciati mediaticamente in questi mesi".

In particolare, i provider affiliati a Confcommercio temono un carico di oneri eccessivo che rischierebbe seriamente di minacciare la libera espressione online così come il principio di autodeterminazione di ciascun cittadino italiano. Con l'obbligo di rimuovere selettivamente interi siti, link e frammenti di opere digitali, qualsiasi portale di condivisione in qualità di hoster attivo potrà essere oggetto di migliaia di richieste massive di rimozione a cui i cosiddetti intermediari della Rete dovranno fornire immediato adempimento.

"La delibera comporterà la necessità per i provider di accesso di dover analizzare tutto il traffico presente sulle reti italiane anche di clienti non propri, e di impedire l'accesso ai cittadini italiani a i siti (blog, forum) presenti all'estero, sulla base anche di una sola richiesta di rimozione, senza che in realtà rilevi lo scopo di lucro - si legge in una nota diramata da Assoprovider - l'Autorità si è spinta al punto di richiedere agli stessi provider di sostituire le pagine incriminate di un sito web (o di un blog, o di un forum), con una pagina contenente il logo dell'AGCOM, invadendo la sfera di libera espressione dei titolari dei siti Internet ed il principio di autodeterminazione di ogni cittadino".
Rischiando una sanzione pecuniaria fino a 250mila euro nei casi di inadempienza, i provider italiani denunciano in particolare l'obbligo di consegna dei nomi completi dei vari titolari di siti web entro 48 ore dalla segnalazione, senza l'avvio di alcuna contestazione formale e in "aperta violazione dei principi di tutela della privacy". "Tutto ciò non ha nulla a che vedere con la pirateria digitale, da sempre combattuta, silenziosamente e quotidianamente, da tutti i provider italiani, pur nella difficilissima congiuntura economica - ha concluso il comunicato ufficiale di Assoprovider - Mai, prima d'ora, una autorità si era spinta a questo punto".

Il fuoco delle polemiche continua a divampare tra gli esperti nel settore del diritto legato alle nuove tecnologie digitali. In molti hanno denunciato un atteggiamento più che ambiguo da parte di AGCOM, che proprio nelle scorse settimane aveva escluso norme restrittive per la libertà online. Nelle parole dell'avvocato Guido Scorza, AGCOM vorrebbe disperatamente trovare una forma di legittimazione arrogandosi il diritto (potere) di scrivere una legge in materia di enforcement.

Secondo Fulvio Sarzana, l'esclusione dei downloader e delle reti P2P dal perimetro di azione del regolamento non dovrebbe rassicurare nessuno, almeno per come è stato scritto il regolamento. "L'utente persona fisica, titolare di un blog di un portale, di un forum, di un aggregatore di link, è soggetto alla disciplina di rimozione selettiva e di cancellazione attraverso il blocco, in quanto soggetto uploader - ha spiegato Sarzana - Il P2P, ed i soggetti che lo adottano, sarà quindi oggetto del regolamento tutte le volte nelle quali l'utente si è collegato e ha scaricato, venendo poi segnalato all'Autorità dal provider a ciò obbligato dalla delibera".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
107 Commenti alla Notizia Copyright, provider contro AGCOM
Ordina
  • Immaginate se venissero bloccati i link su cdn a jquery o ai banner di google.
    Rideranno solo i geek, ma rideranno di gusto.
    non+autenticato
  • Ma non verranno bloccati. Bloccano i link dei siti tipo texwiller (non il sito della bonelli), filmsenza limiti, i blog puramente tecnici per poter valutare se un'opera ottiene il giusto livello di gradimento ma mi raccomando noi non vogliamo offrire un prodotto che si sostitisca a all'acquisto dell'originale! questi link bloccano. Ma Texwiller che fine ha fatto? ha aperto un kebab?

    - Scritto da: Free world
    > Immaginate se venissero bloccati i link su cdn a
    > jquery o ai banner di
    > google.
    > Rideranno solo i geek, ma rideranno di gusto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Videoteca Genesi
    > Ma non verranno bloccati. Bloccano i link dei

    Uhm leggi l'articolo "microsoft contro microsoft"

    > all'acquisto dell'originale! questi link
    > bloccano.

    I blocchi sono fatti per essere aggiratiSorride
    non+autenticato
  • Una legge simile produrrebbe uno sconquasso assurdo, causerebbe una rivolta e verrebbe abbattuta a suon di sentenze come quell'altra porcheria del decreto Pisanu.
    Peccato che nel frattempo farebbe danni immani per mesi o anni, ma almeno sarebbe la fine dell' agcom e di chi la sostiene. Assieme a una bella fetta dell'economia italiana.
    Funz
    12923
  • > Una legge simile produrrebbe uno sconquasso
    > assurdo, causerebbe una rivolta e verrebbe
    > abbattuta a suon di sentenze come quell'altra
    > porcheria del decreto
    > Pisanu.

    Il decreto Pisanu non è stato abbattuto dalle sentenze. È stato abrogato da Roberto Maroni; o meglio, le parti più controverse non sono state prorogate, e sono decadute automaticamente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sergio Menegale
    > > Una legge simile produrrebbe uno sconquasso
    > > assurdo, causerebbe una rivolta e verrebbe
    > > abbattuta a suon di sentenze come quell'altra
    > > porcheria del decreto
    > > Pisanu.
    >
    > Il decreto Pisanu non è stato abbattuto dalle

    altroché, se lo è stato.
    Alla fine era rimasto solo un guscio vuoto, tutte le sue possibili applicazioni erano state cassate.

    > sentenze. È stato abrogato da Roberto
    > Maroni; o meglio, le parti più controverse non
    > sono state prorogate, e sono decadute
    > automaticamente.

    Pura e semlplice formalità per ufficializzare il fatto compiuto.
    Funz
    12923
  • > > Il decreto Pisanu non è stato abbattuto dalle
    >
    > altroché, se lo è stato.
    > Alla fine era rimasto solo un guscio vuoto, tutte
    > le sue possibili applicazioni erano state
    > cassate.


    Allora non mi ricordo io. Quali sentenze hanno stabilito che il decreto Pisanu era incostituzionale? E quali parti sono state invalidate?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sergio Menegale
    > > > Il decreto Pisanu non è stato abbattuto
    > dalle
    > >
    > > altroché, se lo è stato.
    > > Alla fine era rimasto solo un guscio vuoto,
    > tutte
    > > le sue possibili applicazioni erano state
    > > cassate.
    >
    >
    > Allora non mi ricordo io. Quali sentenze hanno
    > stabilito che il decreto Pisanu era
    > incostituzionale? E quali parti sono state
    > invalidate?

    Non nho tempo di andarmi a ricercare l'articolo, l'avevo letto sull'Espresso.
    Funz
    12923
  • Attenzione alle letture di sfuggita. Il rischio di fraintendere è sempre dietro l'angolo.

    Va comunque detto che siccome era un decreto che riguardava millemila materie diverse per cercare di contrastare il terrorismo, forse la Consulta ha avuto da ridire su alcune norme, che però non riguardavano internet né il Wi-Fi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sergio Menegale
    > Attenzione alle letture di sfuggita. Il rischio
    > di fraintendere è sempre dietro l'angolo.

    Per dimostrare che un angolo e' maggiore di un'altro basta prenderne una parte e mostrare che la parte e' uguale all'altro angolo, quindi dovremo costruire due triangoli, uno con l'angolo interno e l'altro con la parte dell'angolo esterno

    ti faccio la costruzione passo-passo.

    Considero il punto medio M del lato AC


    Ora considero il segmento BM e riporto un segmento uguale sul prolungamento di BM oltre M, ottengo il segmento MN

    congiungo N con C e considero i triangoli ABM ed MNC

    essi hanno
    AM = MC per costruzione
    BM = MN sempre per costruzione
    gli angoli AMB^ = NMC^ perche' opposti al vertice
    Per il primo criterio di congruenza i due triangoli sono congruenti, in particolare BAM^= MCN^ ed essendo MCN^ una parte dell'angolo ACD^ si avra' la tesi
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sergio Menegale
    > Copiaincollato da qui:
    > http://www.ripmat.it/mate/f/fd/fdba.html

    Stai cercando di sembrare tecnicamente figo in in forum di informatici?
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: io so usare google

    > Stai cercando di sembrare tecnicamente figo in in
    > forum di
    > informatici?
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    lo sai che se fai copiaincolla di una frase usando gli apici attorno, troverai tutti i siti che la contengono?
    non+autenticato
  • - Scritto da: so quasi tutto
    > - Scritto da: io so usare google
    >
    > > Stai cercando di sembrare tecnicamente figo
    > in
    > in
    > > forum di
    > > informatici?
    > > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    >
    > lo sai che se fai copiaincolla di una frase
    > usando gli apici attorno, troverai tutti i siti
    > che la
    > contengono?

    Non lo sapevo! Davvero?
    Io so usare google (nomen omen), ma non sono un hacker a livello di legu ops.. di quel tizio che continua a cambiare nick e viene sistematicamente smascherato. Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • Benissimo, ringrazio l'operato dell'Agcom, colleghi resistete a breve riavremmo un nuovo flusso di clienti. In tutto questo noi siamo stati un po' come i partigiani abbiamo resistito e il cambiamento c'è stato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Videoteca Genesi
    > Benissimo, ringrazio l'operato dell'Agcom,
    > colleghi resistete a breve riavremmo un nuovo
    > flusso di clienti. In tutto questo noi siamo
    > stati un po' come i partigiani abbiamo resistito
    > e il cambiamento c'è
    > stato.

    La gente non vuole più uscire di casa andare alla macchinetta prendere un DVD per 3 euro, tornare a casa guardalo e poi riportarlo al negozio e se po si ritarda la consegna di qualche ora scatta l'euro in più.

    Ti sembra che un business come questo può funzionare nel 2013, nell'era digitale e di internet?A bocca aperta

    La gente vuole questo:

    https://signup.netflix.com/global

    http://www.hulu.com/

    e poi le persone a Sky si abbonano quindi la pirateria è solo una scusa per non ammettere che le videoteche sono attività obsolete.

    Spero che sei un Troll...altrimenti rispecchi quella parte di italia che non vuole rinnovarsi e cambiare...A bocca aperta
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 31 luglio 2013 10.43
    -----------------------------------------------------------
  • 1 Dvd "ultima uscita" 2.50 euro e si puo' tenere 2 giorni. Non ho mai chiesto un centesimo a chi consegna in ritardo, abbiamo piu' disponibilita' l'importante e non esagerare.

    Mi risulta che esistono gia realta' dove chiunque puo' disporre di titoli online; itunes, forse il google store ma non sono sicuro.

    Vedi secondo me non è che la gente non vuole uscire di casa, ecc. ecc. Semplicemente non vuole spendere i "3 euro" ma anche molto meno. Semplicemente non vuole spendere, è tipicamente italiano.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • Quale concorrenza? Hai appena detto che in Italia tali servizi non esistono. E difficilmente arriveranno. E' proprio difficile gestire una cosa del genere per 5-8 dollari al mese ? Chissa' se' questi signori pagano le tasse. La mia clientela molto probabilmente è portata alle relazioni sociali, noleggiare un dvd in videoteca, si scambiano quattro chiacchere sempre volentieri, si beve un caffe'; come del resto puo' essere andare dal barbiere, edicolante, ecc. ecc. ma comprendo che nelle grandi citta' quando si mette il becco fuori si finisce poi per rintanarsi in qualche locale o passeggiare in un centro commerciale, forse quei servizi nascono per questo tipo di persone.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Videoteca Genesi


    Se tu abiti in un paesino dove vi conoscete tutti e c'è così poco da fare, tra pensionati e nullafacenti, che non si ha niente di meglio da fare che pagare a un prezzo stratosferico un dvd per qualche ora, dopo aver passato il pomeriggio a chiacchierare con te, affari tuoi, ma non puoi chiamare "quel tipo di persona" gente che va a lavorare al mattino presto e torna la sera, e non ha tempo nemmeno di "cagare", figurarsi perdere tempo in una bottega di un poveretto rimasto nell'800.

    Lo strano sei tu e quei poveretti che passano il pomeriggio chiacchierando con cotale espertone di cinema, non la gente che ha una vita, e si fa un mazzo tanto anche per mantenere gente come voi.
  • Accidenti! Non hai mai pensato di aprire un Kebab, avresti una vita' piu' rilassata. Ma non era meglio che al posto di scrivere questa cazzata andavi in bagno ?

    - Scritto da: dont feed the troll - Back Again
    > - Scritto da: Videoteca Genesi
    >
    >
    > Se tu abiti in un paesino dove vi conoscete tutti
    > e c'è così poco da fare, tra pensionati e
    > nullafacenti, che non si ha niente di meglio da
    > fare che pagare a un prezzo stratosferico un dvd
    > per qualche ora, dopo aver passato il pomeriggio
    > a chiacchierare con te, affari tuoi, ma non puoi
    > chiamare "quel tipo di persona" gente che va a
    > lavorare al mattino presto e torna la sera, e non
    > ha tempo nemmeno di "cagare", figurarsi perdere
    > tempo in una bottega di un poveretto rimasto
    > nell'800.
    >
    > Lo strano sei tu e quei poveretti che passano il
    > pomeriggio chiacchierando con cotale espertone di
    > cinema, non la gente che ha una vita, e si fa un
    > mazzo tanto anche per mantenere gente come
    > voi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Videoteca Genesi
    > Accidenti! Non hai mai pensato di aprire un
    > Kebab, avresti una vita' piu' rilassata.

    Presto ne apriranno un sacco.

    > Ma non
    > era meglio che al posto di scrivere questa
    > cazzata andavi in bagno
    > ?

    Quella te la sto conservando come ultima cena.
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: Videoteca Genesi
    > Quale concorrenza? Hai appena detto che in Italia
    > tali servizi non esistono. E difficilmente
    > arriveranno.

    E allora rimane la pirateria e tu sai bene che questa PROPOSTA DI REGOLAMENTO è ampiamente incostituzionale e va contro un parlamento a maggioranza contrario agli interessi delle major. Si chiede 1000 per ottenere 10, non essere ingenuo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Videoteca Genesi
    > Quale concorrenza? Hai appena detto che in Italia
    > tali servizi non esistono. E difficilmente
    > arriveranno.

    Sky: con soli 10 euro al mese in più oltre a quanto si spende già per vedere il calcio (calcio che tu non puoi dare) si possono vedere circa 500 film al mese, in più se si ha mysky con l'on demand si hanno ancora altri titoli e li si vede quando vuole. E con sky go si vedono pure su tablet e pc. E se proprio si vogliono gli ultimi titoli da primafila, quasi sempre prima della videoteca, si paga la metà di quanto paga chi non ha il pacchetto cinema.

    > E' proprio difficile gestire una
    > cosa del genere per 5-8 dollari al mese ?

    Non direi, netflix funziona praticamente su tutte le piattaforme dal nintendo wii alle smarttv.

    > Chissa' se' questi signori pagano le tasse.

    Chissà se (senza accento) le paghi tu, piuttosto, visto che state sempre a lamentarvi.

    > La mia
    > clientela molto probabilmente è portata alle
    > relazioni sociali, noleggiare un dvd in
    > videoteca, si scambiano quattro chiacchere sempre
    > volentieri, si beve un caffe'; come del resto
    > puo' essere andare dal barbiere, edicolante, ecc.
    > ecc.

    Quindi non hai il distributore automatico?
    Comunque, io quando entro in un negozio voglio essere libero di girarci dentro. Quelli che come entri mi si avvicinano e mi dicono "Prego" senza che gli abbia fatto capire che voglia chiedergli qualcosa, mi fanno venir voglia di andarmene all'istante.
    In genere questi intelligentoni stanno nei negozi di abbigliamento ma li ho visti spesso anche nei negozi di tecnologia o nei negozi di libri. Non parlo del negozietto parlo di negozi grandi.
    Di certo da me quelli lì non vedranno mai un centesimo. Nemmeno se hanno quello che cerco e nemmeno se ce l'hanno a un prezzo migliore degli altri. E' proprio questione di rispetto per il cliente: se ho bisogno te lo chiedo, altrimenti, se non dò fastidio e non ti danneggio niente, mi lasci girare tranquillo.

    > ma comprendo che nelle grandi citta' quando
    > si mette il becco fuori si finisce poi per
    > rintanarsi in qualche locale o passeggiare in un
    > centro commerciale, forse quei servizi nascono
    > per questo tipo di persone.

    Hai un'idea distorta delle grandi città. In genere i centri commerciali sono in periferia ma più spesso in provincia, quindi fuori dalle grandi città.
  • Qualcosa mi sfugge una settimana fà leggevo qui su P.I che la AGCOM voleva solo colpire chi lucrava sulle opere d'ingegno,e che gli ISP dovevano collaborare con la (AGCOM) fino a qui tutto bene.Una settimana dopo leggo che una legge è stata approvata ma (non era quella che avevano detto) tramite un esponente (AGCOM?).Adesso leggo che invece sarà un salasso per tutti i provider di telefonia e per i loro abbonamenti (tutto incluso) sè adesso devono i provider dovranno far le veci della polizia postale,dovranno chieder ad i loro abbonati i (soldini) per finanziare gli stessi provider di telefonia che gli forniscono l'abbonamento per causare (danni ad i propri utenti?).C'è un non so chè di (masochista) in tutto ciò,magari mi sbaglio,almeno questo mi è sembrato di aver capito.Sempre s'è non si desideri almeno in Italia la desertificazione per quanto riguarda internet.

    Grazie.
  • - Scritto da: darksenderl
    > Qualcosa mi sfugge una settimana fà leggevo qui
    > su P.I che la AGCOM voleva solo colpire chi
    > lucrava sulle opere d'ingegno,e che gli ISP
    > dovevano collaborare con la (AGCOM) fino a qui
    > tutto bene.Una settimana dopo leggo che una legge
    > è stata approvata ma (non era quella che avevano
    > detto) tramite un esponente (AGCOM?).Adesso leggo
    > che invece sarà un salasso per tutti i provider
    > di telefonia e per i loro abbonamenti (tutto
    > incluso) sè adesso devono i provider dovranno far
    > le veci della polizia postale,dovranno chieder ad
    > i loro abbonati i (soldini) per finanziare gli
    > stessi provider di telefonia che gli forniscono
    > l'abbonamento per causare (danni ad i propri
    > utenti?).C'è un non so chè di (masochista) in
    > tutto ciò,magari mi sbaglio,almeno questo mi è
    > sembrato di aver capito.Sempre s'è non si
    > desideri almeno in Italia la desertificazione per
    > quanto riguarda
    > internet.
    >
    > Grazie.
    e' il classico "chiacchiere ai giornali" vs articoli di legge...
    Gli articoli della proposta agcom sono nazistoidi, e ovviamente, lasciano intatti i deliranti articoli della famosa norma del 1941. E anche i deliri della legislazione Usa (alla quale siamo defacto proni, via WTO et simila).
    Il tutto si basa sul "ma tanto de facto non la applichiamo -tranne quando vogliamo colpire qualcuno- e vi diciamo -perche siamo buoni- che colpiremo solo i grossi forum con tanti link torrent [come se i metadati .torrent fossero in violazione di qualcosa] o i cyberlocker [ma non i big, come M$,google et simila]"

    Del resto articoli (del papiro agcom) dicono tutto :
        L’Art 10, lettera d della Delibera prevede che i titolari dei siti debbano in un giorno cancellare qualsiasi affermazione che incoraggi la violazione del diritto d’autore ovvero “l’INCORAGGIAMENTO, ANCHE INDIRETTO, alla fruizione di opere digitali diffuse in violazione della Legge sul diritto d’autore”. Se applicassero una roba del genere, anche P.I. dovrebbe chiudere ORA.
    non+autenticato
  • Avremmo potute essere amici, ma voi avete voluto pestarci i piedi, ed ecco cosa succede sulla base anche di una sola richiesta:

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Non vi sentite più tanto sicuri voi stessi eh, scarriconi?Indiavolato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pianeta Video
    > Avremmo potute essere amici, ma voi avete voluto
    > pestarci i piedi, ed ecco cosa succede sulla base
    > anche di una sola
    > richiesta:
    >
    > [img]http://static.ddmcdn.com/gif/swat-team-10a.jp
    >
    > Non vi sentite più tanto sicuri voi stessi eh,
    > scarriconi?
    >Indiavolato
    Sicuro che alla fine questo sarà il regolamento che entrerà in vigore? Secondo me la bozza viola alcune direttive europee su cui potrebbero arrivare serie scoopole da Bruxelles.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pianeta Video
    > Avremmo potute essere amici, ma voi avete voluto
    > pestarci i piedi, ed ecco cosa succede sulla base
    > anche di una sola
    > richiesta:
    >
    > [img]http://static.ddmcdn.com/gif/swat-team-10a.jp
    >
    > Non vi sentite più tanto sicuri voi stessi eh,
    > scarriconi?
    >Indiavolato
    Cioè tu credi di ottenere i soldi manganellando i clienti?
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    Questo spiega perchè va di moda il kebab!
    è quello che succede a fare la guerra l portafogli dei propri clienti!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pianeta Video
    > Avremmo potute essere amici, ma voi avete voluto
    > pestarci i piedi, ed ecco cosa succede sulla base
    > anche di una sola richiesta:

    youtube.com/watch?v=u5SuYsY5Xtg
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)