Alfonso Maruccia

NSA, spionaggio a tempo pieno

Nuovi documenti emersi online evidenziano la reale portata delle capacità di tecno-sorveglianza a disposizione dell'intelligence statunitense. Passi avanti anche sul versante trasparenza, con atti ufficiali e non

Roma - Fonti interne all'intelligence statunitense confermano non solo che la NSA spia Internet, ma che è in grado di tenere sotto controllo una quantità di traffico telematico sin qui solo ipotizzata. Il caso Datagate si arricchisce di nuovi dettagli, e questa volta la "soffiata" arriva dal Wall Street Journal e da tecnici che hanno a che fare o hanno avuto a che fare con i potenti apparati di tecnocontrollo in mano alle agenzia USA a tre lettere.

Il fatto che l'intelligence USA avesse a disposizione capacità "significative" di tenere sotto controllo le comunicazioni elettroniche - telematiche e non - era già stato autorevolmente confermato nel recente passato dal Presidente Barack Obama. Ora quelle capacità vengono quantificate: le fonti del WSJ parlano di circa un 75 per cento di traffico telematico circolante negli USA alla portata degli analisti e dei software di controllo della NSA.

Dire "traffico USA" equivale in sostanza a coprire una buona parte della Internet mondiale, vista la preponderanza delle aziende statunitensi nel panorama dell'economia e dei servizi di rete: a quanto pare le agenzie federali sono solite contrattare con i provider telefonici le tipologie di traffico a cui accedere, gli ISP possono dire no ma in sostanza il tecnocontrollo è pervasivo. Caso in oggetto: la partnership tra NSA, FBI e Qwest Communications per tenere sotto controllo "i contenuti di tutte le email e i messaggi testuali nell'area di Salt Lake City" durante le Olimpiadi Invernali del 2002.
La NSA intercetta tutto e lo fa da parecchio tempo, al punto che nuovi documenti segreti pubblicati grazie all'intervento legale della Electronic Frontier Foundation (tramite Freedom of Information Act) quantificano in più di 250 milioni le "comunicazioni Internet" raccolte ogni anno sotto la sezione 702 del FISA Amendments Act (FAA). Una pratica in parte illegale perché incostituzionale secondo l'opinione della Foreign Intelligence Surveillance Court (FISC).

I contorni dello spionaggio e del tecnocontrollo a stelle e strisce si fanno sempre più inquietanti e definiti, e nel tentativo - inutile? - di gettare acqua sul fuoco lo US Office of the Director of National Intelligence (ODNI) ha aperto un blog su Tumblr con l'obiettivo di fornire al pubblico "informazioni fattuali" sulle legittime pratiche di spionaggio dell'intelligence senza le distorsioni dei media.

I media distorcono i fatti al punto da vedersi costretti - nel caso del Guardian - a distruggere le unità di storage sotto la minaccia di persecuzioni legali da parte delle autorità. Una buona notizia arriva infine dalla Nuova Zelanda, dove il governo fornisce nuovi poteri di spionaggio all'intelligence ma li vincola alla richiesta del mandato di un giudice. Garantisce chi ha già dovuto chiedere scusa per aver spiato illegalmente Kim Dotcom nel quadro delle intercettazioni per il sacco di Megaupload.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàDatagate, ancora vittime sul campoIn epoca di Datagate l'email non è più un mezzo di comunicazione affidabile e Groklaw, noto sito di news legali, getta la spugna per evitare rischi e tutelare gli utenti. Nel mentre le autorità danno dimostrazione del loro lato più brutale
39 Commenti alla Notizia NSA, spionaggio a tempo pieno
Ordina
  • http://arstechnica.com/tech-policy/2013/08/how-mig.../

    Riassuntino di quanto ha (non) detto Levinson : o chiudevo la baracca, o sarei stato costretto a modificare il CODICE SORGENTE DEL SERVIZIO per garantire un accesso illimitato all'NSA. Ma io non ve l'ho detto.....

    Ribadisco quanto detto tempo fa: NESSUN servizio, di NESSUN tipo e di NESSUNA azienda soggetta al diritto americano e' da considerarsi sicuro, per via di quanto detto sopra.
    non+autenticato
  • è vero.
    Anzi, per distinguerli piu' agevolmente gli si potrebbe attaccare sulla giacca anche un bel triangolino giallo....
    non+autenticato
  • ops...questa era una risposta allo sproloquio di voice of reason
    non+autenticato
  • Ipotizziamo uno spionaggio a tappeto di tutti sapete che quantità di dati che bisognerebbe analizzare è una cosa impossibile neanche il più potente computer con la linea più veloce non riuscirebbe a stare dietro a tutti quei dati...
  • contenuto non disponibile
  • contenuto non disponibile
  • Quoto tutto, sottolineando che Google, Microsoft, Yahoo, AT&T e tutta l'allegra brigata sono GIA' coinvolti direttamente o indirettamente (come fornitori di fornitori, oppure con quote di maggioranza relativa in aziende fornitrici di servizi di supporto) in attività di supporto allo spionaggio.
    Ma anche se così non fosse, un ente strapotente come NSA potrebbe ricattare in mille modi queste aziende (è forse successo questo, quando qualche giorno fa, Google ha perso le connessioni per qualche minuto?), costringendole a morire o ad adeguarsi.
    Se si considera che l'etica non è certo il punto forte della maggior parte dei manager, non ci vuole molto a capire quali scelte sarnno fatte...

    Un altro punto che ritengo distolga la mente dei lettori dalla realtà, è l'accenno all'illegalità di queste attività di spionaggio; vorrei dire che la legge se la fanno loro (anche se con alcune limitazioni, d'accordo), che non sono certamente isolati dal governo che servono...

    L'accento non dovrebbe andare sull'illegalità, bensì sulla MANCANZA DI ETICA e sulla DEGENERAZIONE di uno Stato che spia i suoi cittadini.
    Si dovrebero fare le considerazioni che riporta in questo forum l'utente king volution, e che non si leggono mai sui principali organi di disinformazione informazione.
    Noam Chomsky docet...
    non+autenticato
  • - Scritto da: unaDuraLezione

    > Hanno già ammesso di poter registrare il 75% del
    > traffico,

    Che in pratica equivale ad ammettere di NON poter registrare il restante 25% del traffico. Che è pur sempre una bella fetta del totale...

    > ma per problemi di stoccaggio (la
    > dimensione a cui tu accennavi) lo salvano per
    > pochissimo tempo, tenendo invece per tempi più
    > lunghi solo quello "di interesse" più quello
    > crittografato.

    E qui bisognerebbe vedere a che percentuale di quel 75% equivale quello veramente d'interesse: il 5% o il 10%?

    E sarebbe anche utile sapere quali sono i "tempi più lunghi" di conservazione riservati al "materiale interessante": mesi? anni?

    > Già dissi che non ci vuole molto a ridurre
    > enormemente il traffico da registrare senza
    > perdersi nulla: basta registrare quello che
    > arriva dalle persone che contano, i loro
    > familiari e i loro conoscenti: politici,
    > industriali, CEO, investitori importanti,
    > banchieri, quelli che contano nelle aziende...

    Beh, allora la maggior parte della gente può stare relativamente tranquilla visto che molto probabilmente non occupa (né occuperà mai) quelle posizioni.

    > Le persone che non contano nulla, ma che
    > potrebbero diventare terroristi le possono anche
    > ignorare
    : sono troppe,

    Ecco, bene. E' questo che conta: la maggior parte della gente viene sì controllata, ma allo stesso tempo anche bellamente ignorata.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione

    > Se l'Italia rimane in crisi o, peggio, fallisce
    > perché nessuna azienda italiana riesce a vincere
    > i concorsi internazionali, tu credi che non ne
    > pagherai le conseguenze personalmente (più tasse,
    > pensione posticipata, meno tutele, ...) ?

    E' possibile. Ma queste sono tutte conseguenze indirette, e quando ci sono in ballo così tante ramificazioni e fattori, è difficile risalire alla causa vera e propria, al vero colpevole insomma. Mi sembra solo un po' azzardato dire che se l'Italia va' male è tutta colpa della NSA o simili.

    > Inoltre, come ho detto, se c'è qualcosa che
    > vogliono sapere di te e che non hanno più nel DB,
    > basta che usino le funzioni messe loro a
    > disposizione dai vari facebook etc... che
    > permettono loro di visionare tutto il log delle
    > tue comunicazioni e i metadata, comprese le cose
    > che 'hai cancellato'.

    Beh allora direi che con me capitano male, perché:
    1) non ho e non uso FB. (e neanche twitter, se è per quello)
    2) il 99% degli account che ho creato in giro per la rete sono quasi tutti infarciti con dati fasulli.

    e potrei andare avanti così... Sorride
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: anon
    > 2) il 99% degli account che ho creato in giro per
    > la rete sono quasi tutti infarciti con dati
    > fasulli.
    >
    Te li abbiamo trovati tutti. Puoi anche usare nome e cognome, per noi non fa differenza.

    Ora lasciatemi in pace che sto frugando le email di una vicina di casa gnocca che non mi caca neanche di striscio, devo vedere se è etero o gay. Cylon
    non+autenticato
  • - Scritto da: marcofranzxboxpc
    > Ipotizziamo uno spionaggio a tappeto di tutti
    > sapete che quantità di dati che bisognerebbe
    > analizzare è una cosa impossibile neanche il più
    > potente computer con la linea più veloce non
    > riuscirebbe a stare dietro a tutti quei
    > dati...

    No, perché non funziona così.
    non+autenticato
  • il punto NON è la privacy...

    il punto è la SORVEGLIANZA
    il punto è il CONTROLLO SOCIALE

    come dicono gli amici di un noto collettivo di RESISTENTI (meglio chiamarli così e NON hacker: tra i cosiddetti hacker ci sono taaaaaanti fascisti...)

    It is a mistake to frame the recent US and European massive surveillance revelations in terms of the privacy of individuals. What is at stake is not privacy at all, but the power of the state over its citizenry.

    What surveillance really is, at its root, is a highly effective form of social control. The knowledge of always being watched changes our behavior and stifles dissent. The inability to associate secretly means there is no longer any possibility for free association. The inability to whisper means there is no longer any speech that is truly free of coercion, real or implied. Most profoundly, pervasive surveillance threatens to eliminate the most vital element of both democracy and social movements: the mental space for people to form dissenting and unpopular views.

    Many commentators, and Edward Snowden himself, have noted that these surveillance programs represent an existential threat to democracy. This understates the problem. The universal surveillance programs in place now are not simply a potential threat, they are certain to destroy democracy if left unchecked. Democracy, even the shadow of democracy we currently practice, rests on the bedrock foundation of free association, free speech, and dissent. The consequence of the coercive power of surveillance is to subvert this foundation and undermine everything democracy rests on.

    Within social movements, there is a temptation to say that nothing is really different. After all, governments have always targeted activist groups with surveillance and disruption, especially the successful ones.

    But this new surveillance is different. What the US government and European allies have built is an infrastructure for perfect social control. By automating the process of surveillance, they have created the ability to effortlessly peer into the lives of everyone, all the time, and thus create a system with unprecedented potential for controlling how we behave and think.

    True, this infrastructure is not currently used in this way, but it is a technical tool-kit that can easily be used for totalitarian ends.

    Those who imagine a government can be trusted to police itself when given the ominous power of precise insight into the inner workings of everyday life are betting the future on the ability of a secretive government to show proper self-restraint in the use of their ever-expanding power. If history has shown us anything, it is that the powerful will always use their full power unless they are forced to stop.
    non+autenticato
  • - Scritto da: king volution

    > The knowledge of always being watched changes
    > our behavior and stifles dissent.


    Condivisibile e Vero nella maggior parte dei casi, ma non sempre. Con me, per esempio, questo metodo non ha mai funzionato.

    Si pensi ai controllori del treno: tutti sanno che ci sono, che ci controllano, e che non vedono l'ora di fare la multa a chi sgarra. Ma questo, di fatto, non spaventa la maggior parte della gente abituata a non fare il biglietto, che non muterà il proprio comportamento e continuerà imperterrita come prima. L'evasione ferroviaria è infatti alle stelle ormai da tempo, e nonostante tutti i controlli e le contromisure adottate per combratterla, non accenna a diminuire.

    Questo per dire che il "sapere di essere controllati, spiati, minacciati dalle sanzioni, etc." non sempre implica un cambiamento automatico del nostro modo di pensare o delle nostre abitudini.

    Al massimo implica la scoperta di nuovi modi per aggirare i controlli. Occhiolino
    non+autenticato
  • Se tutti quelli che non pagano il biglietto avessero la certezza di essere beccati ogni volta che non lo pagano perchè sanno che il controllore li controlla sempre e comunque.....pagherebbero anche loro il biglietto invece di pagare ogni volta la ben piu' cara multa.

    Quindi l'esempio calza, ma nel senso opposto di quanto sostieni.
    non+autenticato
  • Qual'è il problema? Il controllo sociale è un bene. È il controllo sociale che impedisce l'insorgere di ideologie devianti e pericolose, è il controllo sociale la chiave per una società migliore, più pacifica e per affermare una volta per tutte una cultura della tolleranza e della nonviolenza.

    Qual'è l'alternativa al controllo sociale? L'estremismo, la violenza, l'intolleranza. In Europa abbiamo, per fortuna, una buona forma di controllo sociale di stampo legale che mette al bando certe idee troppo pericolose. E, si, esistono idee pericolose e l'Europa l'ha sperimentato fin troppo bene. Esistono pensieri pericolosi ed esistono idee illegali. I reati d'opinione esistono, punto.

    Ora finalmente possiamo estendere questo concetto e realizzare una forma di ingegneria sociale che ci permetta di lasciarci alle spalle certe forme di pensiero di cui la società civile non ha bisogno. Dovremmo essere felici, celebrare, non preoccuparci o scandalizzarci. Viviamo in democrazia e nell'era più rispettosa della dignità umana che sia mai esistita. Possiamo migliorare ancora.

    Chi ci guadagna a opporsi? I retrogradi, i violenti, gli estremisti, i propalatori di idee contorte e sbagliate, ecco chi. Queste persone vanno individuate, isolate, messe a tacere, corrette.

    Fine del discorso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Voice of Reason
    ...
    > Fine del discorso.
    Ho attivato un selettore su di te, mi sembra che sei un troll di tendenze politiche di sinistra/anarchiche che sta cercando di infiammare gli animi di onesti cittadini.
    Arriveranno gli elicotteri a verificare. A bocca aperta Cylon
    non+autenticato
  • non ho ancora capito quale dei due rimpiangi, se il nazismo o lo stalinismo.

    Come trollata, 1/10
    non+autenticato
  • - Scritto da: ma anche no
    > non ho ancora capito quale dei due rimpiangi, se
    > il nazismo o lo
    > stalinismo.

    Se non avessi risposto di getto, senza riflettere, avresti notato che ho scritto di essere contrario agli estremismi di ogni sorta. La società civile deve rigettarli ad ogni costo e il controllo sociale è un passo importante per estirparli.

    Anche tu dovrai entrare, urlando e scalciando, nel mondo civile.Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Voice of Reason
    > - Scritto da: ma anche no
    > > non ho ancora capito quale dei due
    > rimpiangi,
    > se
    > > il nazismo o lo
    > > stalinismo.
    >
    > Se non avessi risposto di getto, senza
    > riflettere, avresti notato che ho scritto di
    > essere contrario agli estremismi di ogni sorta.
    > La società civile deve rigettarli ad ogni costo e
    > il controllo sociale è un passo importante per
    > estirparli.
    >
    > Anche tu dovrai entrare, urlando e scalciando,
    > nel mondo civile.
    >Sorride

    Peccato che il tuo mondo dei sogni sia una riedizione nostrana della Corea del Nord, altro che "contrario agli estremismi".....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Trollollero

    > Peccato che il tuo mondo dei sogni sia una
    > riedizione nostrana della Corea del Nord, altro
    > che "contrario agli
    > estremismi".....

    Quindi per te la maggior parte d'Europa dove l'apologia del nazifascismo è reato è come la Corea del Nord? Dovresti guardare meno televisione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Voice of Reason
    > - Scritto da: Trollollero
    >
    > > Peccato che il tuo mondo dei sogni sia una
    > > riedizione nostrana della Corea del Nord, altro
    > > che "contrario agli
    > > estremismi".....
    >
    > Quindi per te la maggior parte d'Europa dove
    > l'apologia del nazifascismo è reato è come la
    > Corea del Nord? Dovresti guardare meno
    > televisione.

    No, bimbo.
    Quello di cui non ti rendi conto (o forse si' e fai bellamente il finto tonto...) e' che quanto TU speri di ottenere (sorveglianza pervasiva e totale, per farla breve) e' tipico di un regime autoritario e totalitario, il cui esempio principe e' giustappunto la Corea del Nord.

    E per la cronaca, io non ho mai affermato quanto pretendi di farmi dire (squallido trucchetto da oratore della domenica, by the way.....) e che dovrei smentire.
    non+autenticato
  • Studia la storia....
    non+autenticato
  • Ma che bel quadretto si va delineando.Chissà su quanto altro ci mentono,quali interessi ci sono dietro,quali guerre sono state fatte per i propri comodi e farle apparire all'opinione pubblica come cosa necessaria per portare legalità e pace.

    Ma se c'è un così alto livello di spionaggio in rete si potrebbe fare una cosa molto carinache alla fine gli si torcerà contro.Iniziamo a parlare su internet di bombe,sabotaggi,attentati,ecc voglio vedere come fanno a disinguere il vero dal falso quando si ritroveranno a spiare miliardi di cittadini..
    non+autenticato
  • > voglio vedere come
    > fanno a disinguere il vero dal falso quando si
    > ritroveranno a spiare miliardi di
    > cittadini..

    Ma infatti non spiano tutti, questo è quello che ci vuole fare credere la contro-informazione. Tutti siamo spiati? no, semplicemente possono spiarci, a chi viene fatto realmente cambia in base all'interesse del monento, di cosa hai combinato ecc ecc.
    Non c'è niente di nuovo sotto il sole, è dai tempi dei film in bianco e nero e prima ancora che si sa che esiste lo spionaggio, cambiano i tempi e cambiano i metodi tutto qua.
    non+autenticato
  • Diciamo anche che il sistema ha un costo giornaliero, le informazioni del soggetto spiato devono valere almeno il costo delle spese vive ... non posso spendere 100 per ottenere 1, è come la trasformazione del piombo in oro che è tecnicamente possibile ma completamente antieconomica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: asap

    > che si sa che esiste lo spionaggio, cambiano i
    > tempi e cambiano i metodi tutto
    > qua.

    hai detto niente

    una cosa è spiare dovendo pedinare fisicamente qualcuno, ben diverso è schiacciare due tasti et voilà, so tutti i fatti tuoi, dalla culla alla tomba

    sul discorso dell'interesse del momento hai ragione

    il problema nasce quando l'interesse è imposto autoritariamente dall'alto, ovvero potremmo ritrovarci con i servizi segreti usati per perseguitare i gay, oppure usati da un governo di gay per perseguitare i "puristi" o altre forme di persecuzione

    il punto è tutto lì, ovvero ci vuole TRASPARENZA!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: asap
    > Ma infatti non spiano tutti, questo è quello che
    > ci vuole fare credere la contro-informazione.
    > Tutti siamo spiati? no, semplicemente possono
    > spiarci, a chi viene fatto realmente cambia in
    > base all'interesse del monento, di cosa hai
    > combinato ecc
    > ecc.
    > Non c'è niente di nuovo sotto il sole, è dai
    > tempi dei film in bianco e nero e prima ancora
    > che si sa che esiste lo spionaggio, cambiano i
    > tempi e cambiano i metodi tutto
    > qua.

    come fai a non spiare tutti ? Mica uno ha scritto in fronte "terrorista" e neanche è detto che la minaccia venga dalle solite zone,può anche essere un cittadino qualunque residente nel posto X del mondo.
    se non spii tutti non ha senso,lasci miliardi di porte aperte.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Ma se c'è un così alto livello di spionaggio in
    > rete si potrebbe fare una cosa molto carinache
    > alla fine gli si torcerà contro.Iniziamo a
    > parlare su internet di
    > bombe,sabotaggi,attentati,ecc voglio vedere come
    > fanno a disinguere il vero dal falso quando si
    > ritroveranno a spiare miliardi di
    > cittadini..
    Vai avanti tu che a me viene da ridere. L'ultimo che l'ha fatto per scherzo in Germania, che voleva organizzare una gita per osservare le spie come nel birdwatching, ha ricevuto la visita degli elicotteri. La burocrazia, in Italia come in USA, ha lo stipendio sicuro, ma non ha il senso dell'umorismo.

    E poi voi non siete mica spiati, e la NSA non esiste. Nel data center nello Utah ci mettiamo solo qualche zettabyte di film porno, perchè quello del Maryland è già pieno, mannaggia a Rocco Siffredi che fa un film a settimana. A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Agente NSA in incognito
    > - Scritto da: Etype
    > > Ma se c'è un così alto livello di spionaggio in
    > > rete si potrebbe fare una cosa molto carinache
    > > alla fine gli si torcerà contro.Iniziamo a
    > > parlare su internet di
    > > bombe,sabotaggi,attentati,ecc voglio vedere come
    > > fanno a disinguere il vero dal falso quando si
    > > ritroveranno a spiare miliardi di
    > > cittadini..
    > Vai avanti tu che a me viene da ridere. L'ultimo
    > che l'ha fatto per scherzo in Germania, che
    > voleva organizzare una gita per osservare le spie
    > come nel birdwatching, ha ricevuto la visita
    > degli elicotteri. La burocrazia, in Italia come
    > in USA, ha lo stipendio sicuro, ma non ha il
    > senso
    > dell'umorismo.
    >
    > E poi voi non siete mica spiati, e la NSA non
    > esiste. Nel data center nello Utah ci mettiamo
    > solo qualche zettabyte di film porno, perchè
    > quello del Maryland è già pieno, mannaggia a
    > Rocco Siffredi che fa un film a settimana.
    >A bocca aperta
    aheemm!
    Come ti dicevo... se potessi fornirmi il mio indirizzo (mi sono perso e non me lo ricordo più) potresti postarmelo?
    Tra tutti gli zettabyte ce lo avrai no?
    A bocca aperta
    Aspetto fiducioso...
    Newbie, inesperto
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > aheemm!
    > Come ti dicevo... se potessi fornirmi il mio
    > indirizzo (mi sono perso e non me lo ricordo più)
    > potresti
    > postarmelo?
    > Tra tutti gli zettabyte ce lo avrai no?
    > A bocca aperta
    > Aspetto fiducioso...
    > Newbie, inesperto
    Stai tranqui che sappiamo tutto di te, un bel po' di nodi TOR sono roba nostra.Con la lingua fuori
    Ora non posso, perchè sulla dorsale è passato un nuovo porno, e gli anal-isti sono tutti impegnatiA bocca aperta
    non+autenticato
  • > Stai tranqui che sappiamo tutto di te, un bel po' di nodi TOR sono roba
    > nostra.

    E che te ne faresti precisamente dei nodi TOR, dal momento che ogni nodo ignora per definizione la provenienza dei pacchetti e quindi delle connessioni che vi transitano? Vedo che sei ferrato sul funzionamento dell'onion routing. Annoiato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Agente CIA in incognito
    > E che te ne faresti precisamente dei nodi TOR,
    > dal momento che ogni nodo ignora per definizione
    > la provenienza dei pacchetti e quindi delle
    > connessioni che vi transitano?

    parlava di nodi di uscita...

    > Vedo che sei
    > ferrato sul funzionamento dell'onion routing.

    un pochino sì, grazie Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Agente NSA in incognito

    > Vai avanti tu che a me viene da ridere. L'ultimo
    > che l'ha fatto per scherzo in Germania, che
    > voleva organizzare una gita per osservare le spie
    > come nel birdwatching, ha ricevuto la visita
    > degli elicotteri.

    Il fatto che qualcuno (in questo caso, solo uno) abbia ricevuto la "visita degli elicotteri" non significa che lo stesso debba succedere anche a tutti gli altri.

    Motivo? Semplice: non ci sono abbastanza elicotteri da mandare in visita a tutti quelli che scherzano (ma anche no) su internet. Non è tecnicamente fattibile.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)