Alfonso Maruccia

Datagate, il budget segreto e i super-hacker dell'intelligence USA

Nuove rivelazioni sulle pagine del Washington Post. Descrivono l'oceano di dollari in cui sguazzano NSA e agenzie sodali per mettere in atto la sorveglianza globale rivelata da Edward Snowden

Datagate, il budget segreto e i super-hacker dell'intelligence USARoma - Edward Snowden è (temporaneamente?) sparito dai riflettori della pubblica cronaca mettendo a buon frutto il visto temporaneo fornitogli dal Governo russo, ma non per questo le rivelazioni sul Datagate si sono fermate. Anzi, gli ultimi documenti top-secret pubblicati dai quotidiani statunitensi aprono nuovi squarci sulle effettive capacità dell'intelligence USA e le operazioni condotte sul campo.

Le nuove rivelazioni sulla sorveglianza globale a stelle e strisce arrivano dal Washington Post e questa volta battono là dove prevedibilmente fa più male, cioè sui soldi e il colossale budget segreto a disposizione dei servizi segreti e di tutte le agenzie federali che partecipano a questo genere di attività.

Il Black Budget USA che finanzia operazioni segrete, tecnocontrollo, spionaggio, controspionaggio e cyber-warfare è pari a 52,6 miliardi di dollari, rivela Snowden tramite il Post, una quantità di denaro in crescita costante che nella maggior parte serve a rifornire le cinque principali agenzie dell'intelligence statunitense e cioè CIA (14,7 miliardi per operazioni all'estero), NSA (10,8 miliardi per proteggere le infrastrutture IT del governo e intercettare i segnali all'estero), NRO (10,3 miliardi per la realizzazione e gestione di satelliti segreti), NGP (4,9 miliardi per l'imaging satellitare globale e la realizzazione di mappe usate dal resto delle agenzie), GDIP (4,4 miliardi per valutare il livello e la capacità delle minacce militari provenienti dall'esterno).
L'intelligence USA spende il denaro generosamente fornitogli dalla Casa Bianca in operazioni di raccolta di informazioni, analisi dei dati, e gestione delle infrastrutture, e la documentazione pubblicata dal Post identifica cinque obiettivi specifici a cui i fondi contribuiscono: la messa in allarme dei leader USA sul rischio di eventi critici, emergenze e situazioni di instabilità civile e militare (20,1 miliardi), la lotta al terrorismo (17,2 miliardi), la lotta alla diffusione di armi illegali (6,7 miliardi), la messa in pratica di "cyber-operazioni" di tipo preventivo (4,3 miliardi), la difesa contro lo spionaggio straniero (3,8 miliardi).

Dai nuovi documenti emergono poi le preoccupazioni degli ufficiali sulla possibile diffusione non autorizzata di documenti top secret molto prima dell'entrata in azione di Snowden, l'auto-glorificazione della NSA in merito alle sue capacità di tenere sotto controllo le comunicazioni di Al-Quaeda, il monitoraggio delle mosse militari della Corea del Nord.

Le rivelazioni parlano poi di un "Consolidated Cryptologic Program" a cui partecipa un gruppo ben nutrito di hacker, analisti e specialisti nel cracking dei codici, un'operazione gestita internamente al quartier generale della NSA e che si serve anche di un'unità di elite chiamata Tailored Access Operations (TAO) che agisce proattivamente e penetra i sistemi dei governi esteri, dei presunti terroristi e più in generale dei potenziali obiettivi dello spionaggio e del controspionaggio a stelle e strisce.

Lentamente ma inesorabilmente, i documenti sottratti da Edward Snowden restituiscono una fotografia esatta al centimetro - o meglio al centesimo di dollaro - di quello che è in grado di fare l'intelligence USA contro cittadini statunitensi, stati amici, partner e potenziali nemici internazionali, ma un punto di domanda che probabilmente resterà tale per molto tempo ancora riguarda il modo in cui Snowden è entrato in possesso di questa miniera di informazioni top-secret. L'ex-agente della CIA si sarebbe servito di tecniche di attacco classiche per entrare in possesso di credenziali di accesso di altissimo livello, dicono le indiscrezioni sulla questione, abusando poi dello scarso livello di sicurezza interna della Intranet della NSA (NSAnet) per sottrarre tutto quello che poteva essere sottratto e contemporaneamente cancellare - apparentemente molto bene - le tracce delle sue azioni dai log.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàDatagate, spiate anche le Nazioni UniteGli occhi e le orecchie indiscrete penetrano nel palazzo dell'ONU, e nelle abitazioni di amanti e partner degli agenti. Snowden denuncia: il Governo UK tenta di screditarmi con false rivelazioni
75 Commenti alla Notizia Datagate, il budget segreto e i super-hacker dell'intelligence USA
Ordina
  • ...cosa potrebbero farci?
    Io direi decarbonizzazione totale dell'economia, dalla produzione energetica all'elettrificazione dei trasporti.
    In pochi anni. E si toglierebbero la necessità di mantenere il controllo sul medio oriente (altre centinaia di giga$ all'anno), e mitigherebbero i danni dei disastri da cambiamento climatico (quintuplicati negli ultimi due decenni).
    Il budget per la difesa USA è 700 o 800 miliardi di $ all'anno. E hanno una fetta pazzesca della popolazione che campa coi buoni pasto governativi.
    La lobby militare USA è un danno immenso per gli USA e per tutto il pianeta.
    Funz
    12944
  • non credo che in cina ne spendano meno.
    Peccato che il popolo cinese non dica "spendete tutti questi soldi non per noi ma contro di noi... " ... forse lo dicono. Ma nessuno lo saprà mai.
    non+autenticato
  • se qualcuno ruba allora gli altri ladri sono autorizzati a farlo? Il tuo commento oltre a non avere senso non riguarda minimamente l'articolo. hai perso un occasione di tacere.
    non+autenticato
  • Secondo voi gli italiani non fanno le stesse cose (o anche peggio, dato che siamo una repubblica delle banane)? Newbie, inesperto
  • se qualcuno ruba allora gli altri ladri sono autorizzati a farlo? Il tuo commento oltre a non avere senso non riguarda minimamente l'articolo. hai perso un occasione di tacere, ti saresti evitato questa figura ridicola
    non+autenticato
  • Va bene l'NSA è una merda, non l'ho messo in dubbio nel mio intervento.
    Ma volevo anche sapere cosa succedesse dalle nostre parti, sicuro non sia peggio? Occhiolino
  • - Scritto da: Scoreggione
    > Secondo voi gli italiani non fanno le stesse cose
    > (o anche peggio, dato che siamo una repubblica
    > delle banane)?
    > Newbie, inesperto

    Credo volesse dire:

    Prrrrrrrr Prrrrrrrrrrrrrrrr Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr Prrrr Prrrrrrrrrrrr
    non+autenticato
  • continuano a scoppiare le bombe sotto al culo degli americani, le cose sono due:

    1. I soldi sono spesi male ed inutilmente solo per foraggiare gente incompetente, in alternativa se sono veramente così bravi come dicono allora
    2. Le bombe sono messe da loro per secondi fini (vedere ad esempio cosa è successo a Pearl Arbour)
    non+autenticato
  • > 2. Le bombe sono messe da loro per secondi fini
    > (vedere ad esempio cosa è successo a Pearl
    > Arbour)


    Cosa è successo a Pearl Harbour?
    non+autenticato
  • Il governo USA sapeva perfettamente dell'attacco pianificato dai giapponesi, ma ha taciuto in modo da avere un pretesto di entrare in guerra contro il Giappone.

    Questo è un punto di partenza. La cosa è saltata fuori dopo che i documenti ufficiali sono stati "declassificati"

    http://www.apfn.org/apfn/pearl_harbor.htm
    non+autenticato
  • > Il governo USA sapeva perfettamente dell'attacco
    > pianificato dai giapponesi, ma ha taciuto in modo
    > da avere un pretesto di entrare in guerra contro
    > il
    > Giappone.
    >
    > Questo è un punto di partenza. La cosa è saltata
    > fuori dopo che i documenti ufficiali sono stati
    > "declassificati"

    Ecco, anziché mandarmi a un sito che si chiama American patriot friends network (tutto un programma), un sito che fra i molti articoli ne ha uno che si intitola "Obama's cronies make the Mafia look like rank amateurs", perché non mi dici esattamente cosa è stato scoperto con i documenti desecretati?
    Anche io so in anticipo che la morte mi prenderà: un po' vago, non ti pare? Cosa sapevano gli Usa dei piani giapponesi prima del 7 dicembre 1941?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Crivel

    > Ecco, anziché mandarmi a un sito che si chiama
    > American patriot friends network (tutto un
    > programma),

    Ma certo, giudichiamo l'attendibilità dei contenuti dal nome del sito...

    > un sito che fra i molti articoli ne
    > ha uno che si intitola "Obama's cronies make the
    > Mafia look like rank amateurs",

    o da un articolo preso a caso, che tanto ne basta uno per invalidare tutti gli altri no? Rotola dal ridere

    > Anche io so in anticipo che la morte mi prenderà:
    > un po' vago, non ti pare?

    Se vivi una vita sana e senza eccessi, sai più o meno anche quando ti prenderà.
    non+autenticato
  • > > Ecco, anziché mandarmi a un sito che si chiama
    > > American patriot friends network (tutto un
    > > programma),
    >
    > Ma certo, giudichiamo l'attendibilità dei
    > contenuti dal nome del
    > sito...

    Non sempre. Ma in questo caso, insomma, non ci vuole molto a fare due più due...



    > > un sito che fra i molti articoli ne
    > > ha uno che si intitola "Obama's cronies make the
    > > Mafia look like rank amateurs",
    >
    > o da un articolo preso a caso, che tanto ne basta
    > uno per invalidare tutti gli altri no?
    > Rotola dal ridere

    Uno no. Ma per decenza non ho citato gli altri, che erano perfino peggio:

    "Freedom is ANYTHING BUT FREE!"

    Questo è un altro:

    "O.J. SIMPSON: DIVERSION FROM WACO/SUMMER OF 1993
    O.J. Simpson was never indicted!!"

    Con strilli come questi, che bisogno abbiamo di acquistare Cronaca Vera?


    > > Anche io so in anticipo che la morte mi
    > prenderà:
    > > un po' vago, non ti pare?
    >
    > Se vivi una vita sana e senza eccessi, sai più o
    > meno anche quando ti
    > prenderà.

    Dovevamo dirlo a Michael Jackson (1958-2009), quello della camera iperbarica e della dieta vegetariana strettissima. Nel 2009 stava preparado la tournée. Che spreco di energie inutile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Crivel

    > Dovevamo dirlo a Michael Jackson (1958-2009),
    > quello della camera iperbarica e della dieta
    > vegetariana strettissima
    .

    Che sono appunto degli "eccessi", non a caso hai dovuto usare l'aggettivo "strettissima".

    Per vita sana e senza eccessi, s'intende ovviamente una vita equilibrata.
    Che non ecceda né in un senso né nell'altro.

    > Nel 2009 stava preparado la tournée. Che spreco di energie
    > inutile.

    Mai sentito parlare di "eccezione che conferma la regola", eh?

    La regola generale (rule of thumb) è questa: Se vivi una vita sana e senza eccessi, sai più o meno anche quando [la morte] ti prenderà.

    Che è vera nella maggior parte dei casi; non tutti, ovviamente. I casi in cui non è vera vengono infatti liquidati come "anomalie/eccezioni".
    non+autenticato
  • > > Dovevamo dirlo a Michael Jackson (1958-2009),
    > > quello della camera iperbarica e della
    > dieta
    > > vegetariana strettissima
    .
    >
    > Che sono appunto degli "eccessi", non a caso hai
    > dovuto usare l'aggettivo
    > "strettissima".
    >
    > Per vita sana e senza eccessi, s'intende
    > ovviamente una vita
    > equilibrata.
    > Che non ecceda né in un senso né nell'altro.

    Quelli che tu chiami eccessi alcuni li definiscono come abitudini sane e da seguire sempre, avendo i mezzi finanziari. Non erano personali capricci di un divo, quelle cose gliele aveva consigliate un medico.


    > > Nel 2009 stava preparado la tournée. Che spreco
    > di
    > energie
    > > inutile.
    >
    > Mai sentito parlare di "eccezione che conferma la
    > regola",
    > eh?

    Metodo di lavoro interessante: mangi una mela per mantenerti sano, ma guarda che ci sono sempre le eccezioni, eh, in sette casi su dieci circa non ti ammali, in altri tre devi ricorrere al dottore.
    Grazie, rinuncio alla mela: non mi piace.


    > La regola generale (rule of thumb) è questa:
    > Se vivi una vita sana e senza eccessi, sai più
    > o meno anche quando [la morte] ti
    > prenderà.

    >
    > Che è vera nella maggior parte dei casi; non
    > tutti, ovviamente. I casi in cui non è vera
    > vengono infatti liquidati come
    > "anomalie/eccezioni".

    Apprezzo questa tua dissertazione sulle pratiche salutiste, ma era solo un esempio: gli Usa nel 1941 sapevano benissimo di rischiare un attacco militare. E per la verità lo hanno sempre saputo, fin dalla fondazione, anche se le minacce arrivavano da altre nazioni, come chiunque sa che dovrà morire un giorno.
    Semplicemente, non conoscendo gli Usa né il quando, né il dove, non avevano alcuna possibilità di mobilitare l'esercito in assetto da guerra in un punto preciso.
    non+autenticato
  • In realtaì all'intelligence arrivano centinai di segnalazioni, è normale che alcune vengano sottovalutate..nessun sistema è perfetto..ma da qui a dire lo hanno fatto a posta c'è ne passa..salvo per chi odia gli americani...Le tue analisi sono sempliciotte e non tengono conto del naturale fattore umano...
  • - Scritto da: Crivel
    > Cosa è successo a Pearl Harbour?

    Come la guerra economica americana provocò l'attacco a Pearl Harbor:
    http://andreacarancini.blogspot.ch/2013/01/come-la...

    Pearl Harbor - il grande inganno di Franklin Delano Roosevelt:
    http://www.storiainrete.com/25/storia-militare/pea...
  • > > Cosa è successo a Pearl Harbour?
    >
    > Come la guerra economica americana provocò
    > l'attacco a Pearl
    > Harbor:
    > http://andreacarancini.blogspot.ch/2013/01/come-la

    Ah be'. Se lo dice Andrea Carancini sul suo blog (chi non lo conosce?), deve esssere vero per forza! Tra l'altro è pure una citazione di un altro, nemmeno il documento originale vai a pescare. Sorride



    > Pearl Harbor - il grande inganno di Franklin
    > Delano
    > Roosevelt:
    > http://www.storiainrete.com/25/storia-militare/pea

    Io volevo sapere semplicmente che cosa è successo a Pearl Harbor, e mi trovo un saggio di storia moderna. Interessantissima, per carità, ma sono ancora in grado di andare in biblioteca e procurarmi saggi su carta che, proprio perché su carta, poggiano su altrettante fonti su carta, e non sui pettegolezzi storici.
    non+autenticato
  • > abusando poi dello scarso livello di sicurezza
    > interna della Intranet della NSA
    > (NSAnet)

    >
    > quello che si aspetta da un'agenzia governativa
    > pagata 10 miliardi di dollari proprio per
    > la sicurezza digitale.
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    bhe cosa fa uno oggi con 10 miliardi (di dollari poi nemmeno euro)...sono anche sotto-finanziati in realta' visti i compiti a loro assegnati...

    > p.s.
    > Per me aveva contatti molto in alto.
    cioe' qualcuno gli ha passatto i file?????Occhiolino
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • > > > Per me aveva contatti molto in alto.
    >
    > > cioe' qualcuno gli ha passatto i file?????Occhiolino
    >
    > se aveva bisogno di privilegi non in suo possesso
    > e non è stata lasicata alcuna traccia nei log
    > (assumo che l'articolo dica il giusto)
    per cancellare completamente i log avrebbe dovuto farlo anche fisicamente per cui e' impossibile che non ci siano...se non ci sono e proprio perche' lui non ha mai avuto accesso a quei file...
    non+autenticato
  • > Razor 1911

    M'hai fatto venire un tuffo al cuore! In lacrime
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: TADsince1995
    > > > Razor 1911
    > >
    > > M'hai fatto venire un tuffo al cuore! In lacrime
    >
    > guarda che ci sono ancoraA bocca aperta

    Lo so, anche se mi chiedo quanti anni hanno adesso... Saranno ultraquarantenni, eppure ancora in attività, standing ovation!

    > Comunque per me sono stati significativi nella
    > demoscene ('Voyage', proprio su Amiga, il loro
    > miglior prodotto con accompagnamenti musicali che
    > da soli varrebbero un
    > biglietto).

    Sì, insieme a 9Fingers, la cosa più incredibile mai vista su Amiga OCS/ECS. Anche se come audio ho sentito molto di meglio (9Fingers stesso è pazzesco)

    > Della "crack scene" non mi è mai interessato
    > nulla.

    Ha ancora un suo fascino! Fan Amiga
  • contenuto non disponibile