Marco Calamari

Spiccioli di Cassandra/ Una sturiellett come soluzione al Datagate?

di M. Calamari - Ricordi di mailing list, quando c'era chi tentava di convincere gli iscritti a cifrare le proprie comunicazioni. Esperimento fallito, ma varrebbe le pena di ritentare

Spiccioli di Cassandra/ Una sturiellett come soluzione al Datagate?Roma - Successe in un agosto dello scorso millennio, nemmeno ricordo l'anno esatto, e neppure accurate ricerche nei miei archivi di posta sono riusciti a determinarlo.
Fu una piccola piccolezza della storia delle maillist italiane, che alcuni protagonisti ricordano molto bene.
Il luogo fu una "titolata" maillist dell'epoca, ben frequentata dalla meglio gioventù dei guru italiani della Rete. Alcuni di essi tenevano i keynote speech in convegni negli States, o davano contributi titanici ai maggiori progetti di software libero dell'epoca come Debian. Malgrado la loro indubbia competenza e provata "fede", tuttavia, non prestavano la minima attenzione a firmare e/o crittografare le loro mail, con le solite motivazioni del "dovrei ma non ho tempo" o del "tanto a chi vuoi che gliene freghi qualcosa di quello che scrivo".

Cassandra, non ancora nata ma già considerata una talebana della privacy, era sfiduciata e sfinita da un numero immane di discussioni bi o multilaterali sulla necessità di usare Pgp/GnuPG per tutte le comunicazioni via mail al fine di rafforzare il web-of-trust e rendere impraticabili intercettazioni "mirate".
Concetto semplice, noto, condiviso: tutti d'accordo ma nessuno lo faceva.
Non ricordo se la paternità dell'idea sia stata di Cassandra, di Settembre-san o semplicemente fu una supercazzola nata per generazione spontanea durante uno dei nostri scambi privati di mail. Fatto sta che, ambedue frustrati da questo problema, in quattro e quattr'otto mettemmo su una piccola sceneggiatura per una scambio di mail farlocche e provocatorie sul tema.

Iniziando con un'innocua mail sull'argomento, prevedeva un crescendo artificiale di mail sempre più acide ed incazzate, un vero e proprio flame, in cui uno dei faceva il poliziotto buono e l'altro quello cattivo, e che attirò come una calamita molte altre persone, proprio quelle che provavano qualche "senso di colpa" sull'argomento. La cosa fu poi lasciata esaurirsi, ma il risultato netto fu che almeno una dozzina di persone appartenenti alle suddette categorie si generarono le chiavi, configurarono i client di posta (operazione non banalissima all'epoca) e cominciarono ad usare Pgp per firmare digitalmente sempre le proprie mail pubbliche, e per crittografarle quando possibile nella posta privata.
Come tutte le storie a lieto fine la cosa non è durata molto, e non si è diffusa: nemmeno i pochi convertiti sono rimasti tutti saldi sull'attitudine di criptare appena possibile.

Hanno cambiato idea? Probabilmente no.
Si sono lasciati nuovamente vincere dalla pigrizia? Forse sì, ma anche no, chissà?
Sono stati inglobati dall'onda delle comunità sociali, che apparentemente rende inutili questi accorgimenti? Probabile.

Eppure, malgrado il lungo tempo trascorso, l'avvento di Facebook e le intercettazioni globali dell'NSA, l'idea di base è più attuale che mai. Usare gli strumenti di crittografia forte, da Pgp a Tor, per tutti coloro che non limitano la propria vita in Rete alle sole comunità sociali, resta un semplice ma efficace mezzo per rendere non intercettabili almeno una parte di quello che viene oggi intercettato.

Si badi bene, rendere non intercettabili i contenuti lascia scoperte ad esempio le reti di relazioni, non risolve la questione, e nemmeno una parte significativa di essa. Funzionerebbe però benissimo per evitare che l'uso di tali strumenti sia così raro da rappresentare di per sé un motivo sufficiente (e lo è ahimè in maniera anche troppo dimostrata, sia al di qua che al di là dell'oceano) per giustificare il ricorso a tappeto ad "attenzioni" analogiche convenzionali, invasive, e tra l'altro inutili e lesive.

Se un numero rilevante di persone già allora avesse configurato il proprio client di posta, ed anche quello della zia, per scambiarsi ricette crittografate sulle torte di mele, il Grande Fratello del Datagate non ne sarebbe stato granché scalfito, ma certamente questi sillogismi strumentali sarebbero diventati poco o punto praticabili.
Discorso identico vale per l'uso di partizioni criptate, di programmi di wiping del disco, di settaggi per la privacy nei browser, per l'uso di Tor...
Non risolvono i problemi del Datagate, ma rendono più praticabile e meno "eversivo" il fatto di prendere quel minimo di contromisure disponibili per mantenere riservato un angolo del proprio sé digitale.

Ricordate la persecuzione di Aaron che non riguardava (almeno direttamente) la privacy od il Datagate, ma si è concretata con le maniere forti usate contro un innocente? Aaron non era solo, ma si era esposto molto, era nel mirino, ed il supporto ricevuto dalla sua Rete non è bastato.

Contribuite affinché il "chi non ha niente da nascondere non ha niente da temere" non diventi nuovamente un enunciato così largamente condiviso da essere "politically correct".
Per farla breve, visto che siamo tutti intercettati, rendiamo la cosa un po' più difficile. Più siamo e meglio stiamo, recita un vecchio adagio.

Marco Calamari
Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari
Tutte le release di Cassandra Crossing sono disponibili a questo indirizzo
Notizie collegate
36 Commenti alla Notizia Spiccioli di Cassandra/ Una sturiellett come soluzione al Datagate?
Ordina
  • E se qualcuno provasse a tirar su un sistema distribuito per "generare" traffico fasullo con contenuto interessante per questi spioni?
    Non so: tonnellate di email con parole chiave inopportune, chat, forum, tutto "fake".
    non+autenticato
  • - Scritto da: mimmus
    > E se qualcuno provasse a tirar su un sistema
    > distribuito per "generare" traffico fasullo con
    > contenuto interessante per questi
    > spioni?
    > Non so: tonnellate di email con parole chiave
    > inopportune, chat, forum, tutto
    > "fake".

    Qualcuno chi?

    Comunque, dovesse capitare e dovesse il sistema rivelarsi efficace, l'ideatore verrebbe arrestato, o ucciso, o scomparirebbe nel nulla. Se il sistema dovesse coinvolgere più persone, come TOR, l'intera rete verrebbe additata come un sistema per agevolare la diffusione di contenuti pedopornografici, e le vite di queste persone annientate senza pietà.

    Non vi basta quello che è successo ad Assange, Swartz, Manning, Snowden? Non avete capito che chi sfida il Potere verrà annientato? Perchè volete diventare martiri, o spingere altri a diventarlo?

    Non avete capito che È FINITA?
    non+autenticato
  • > Qualcuno chi?
    >
    > Comunque, dovesse capitare e dovesse il sistema
    > rivelarsi efficace, l'ideatore verrebbe
    > arrestato, o ucciso, o scomparirebbe nel nulla.

    Non ne capisci molto, vedo: in primo luogo, eliminare l'ideatore non elimina l'idea (se un fiammifero causa un incendio, spegnere il fiammifero non basta a spegnere l'incendio).

    Colpire l'ideatore servirebbe a dare l'esempio... ma a quel punto, non c'è bisogno di sprecare tempo e fatica per scoprire chi è: si limiterebbero a prendere uno a caso, e usarlo come capro espiatorio (o anche solo a darne la notizia, tanto chi potrebbe mai controllare?)
    >
    > Non vi basta quello che è successo ad Assange,
    > Swartz, Manning, Snowden?

    Sei sicuro che sia realmente successo? Li hai visti dal vivo? Hai parlato con loro?

    Ti ricordo un film che probabilmente hai visto: Fahrenheit 451. Il protagonista sfidava il potere, fuggiva... e poi vedeva in tv la notizia del suo arresto ed il video della sua uccisione; lui era vivo, ma al Potere nemmeno importava... tanto, la versione ufficiale era che era morto, e tutti avrebbero creduto a quella. La realtà è irrilevante, per il Potere, conta solo cosa la gente crede reale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello

    > Ti ricordo un film che probabilmente hai visto:
    > Fahrenheit 451.

    Ti ricordo un film che ho visto: Dumbo. Con la realtà aveva a che fare esattamente come Fahrenheit 451.

    Una volta di più è provato quanto gli ingenui aspiranti "ribelli" non abbiano la benchè minima concezione del mondo reale: voi vivete nella fantasia, nei film, nei fumetti. Volete sentirvi eroi, protagonisti.

    Lo sapete che nella realtà voi non siete NULLA, non contate NULLA e potete sparire in qualunque momento?

    Se preferisci te lo rendo in termini cinematografici: tu non sei Luke Skywalker. Tu non sei Han Solo. Sei uno dei miliardi di persone vaporizzate dalla Morte Nera su Alderaan. Il film per te finisce lì.
    non+autenticato
  • Perchè, tu ne sai forse qualcosa del mondo reale? Sei tu a vivere nei film... anzi, in un solo film: metropolis. Vedi tutto come in quel film.

    Cosa sai tu? Hai mai VISTO uno solo dei fantomatici "potenti" di cui parli sempre? O esistono solo nella tua testa?

    Tanto vale che tu ti metta a parlare di orchi, o di fantasmi, se vuoi spaventare i bambini descrivendo qualcosa di cui non puoi nemmeno dimostrare l'esistenza.

    Oh, non far arrabbiare i rettiliani, mi raccomando...
    non+autenticato
  • Crittografate tutto. Certo, che colpo di genio. Diventate delle "persone di interesse" (termine politically correct per dire "sospettati"). Attirate l'attenzione.

    Sapete cosa succede se non riescono a decifrare le vostre stupidaggini?

    Nelle vostre fantasie si arrendono, alzano le braccia sconfitti, proclamano disperati: "Siamo impotenti, questi sono troppo bravi, troppo intelligenti, non avremmo mai immaginato di trovarci di fronte dei geni simili."

    Nella realtà la porta di casa viene sfondata alle tre di notte, vi trovate con la fredda canna dell'arma puntata in mezzo agli occhi, se vivete con altri, loro subiranno lo stesso medesimo trattamento. Venite perquisiti, brutalmente, la vostra casa viene fatta a pezzi, tutto ciò che possa anche essere solo lontanamente ricondotto ad una possibile attività criminale viene sequestrato. Siete condotti fuori in manette, sotto lo sguardo dei curiosi svegliati nel cuore della notte dal gran trambusto.

    Poi comincia l'inferno, quello vero: ore, ore e ore di interrogatorio. Tutti quelli che vi conoscono si ritrovano con la vita passata al setaccio. Le loro esistenze sono stravolte, per causa vostra. Viene adombrato il terribile sospetto: "pedofilia" (di questo si tratta, quando c'è di mezzo internet).

    Senza prove, vi lasciano andare - per ora. Sarete chiamati di nuovo a rispondere, ma lo scopo è raggiunto. L'esempio è dato. La vostra vita è finita.

    Soli, senza amici, nessuno vuole parlarvi per timore di essere il prossimo martire. Niente lavoro, con quelli come voi nessuno vuole avere a che fare. Siete additati dovunque andiate, marchiate con infamia.

    Giorni dopo, al termine di un lungo e doloroso processo decisionale, scossi da lacrime e singhiozzi in piedi su uno sgabello e con un cappio dinanzi, vi pentirete di aver sfidato il Potere, per il quale la vostra vita non vale nulla.

    Su, avanti, fate gli eroi, come Aaron Swartz. Farete la stessa fine.
    non+autenticato
  • Signore, signori e cosi non ben definiti, ecco a voi GET REAL! L'essere per il quale "1984" è una commedia romantica!Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Get Real

    > Nella realtà la porta di casa viene sfondata alle
    > tre di notte, vi trovate con la fredda canna
    > dell'arma puntata in mezzo agli occhi, se vivete
    > con altri, loro subiranno lo stesso medesimo
    > trattamento. Venite perquisiti, brutalmente, la
    > vostra casa viene fatta a pezzi, tutto ciò che
    > possa anche essere solo lontanamente ricondotto
    > ad una possibile attività criminale viene
    > sequestrato. Siete condotti fuori in manette,
    > sotto lo sguardo dei curiosi svegliati nel cuore
    > della notte dal gran
    > trambusto.
    >

    ma lo sai che quello che scrivi è un reato? non siamo mica in Corea del Nord!!!

    qua da noi esistono i diritti umani e appositi tribunali creati per farli rispettare

    il massimo che possono fare è loggare tutto il traffico internet

    > causa vostra. Viene adombrato il terribile
    > sospetto: "pedofilia" (di questo si tratta,
    > quando c'è di mezzo
    > internet).

    peccato che per condannare qualcuno ci vogliano prove schiaccianti e non vaghi sospetti

    > Senza prove, vi lasciano andare - per ora. Sarete
    > chiamati di nuovo a rispondere, ma lo scopo è
    > raggiunto. L'esempio è dato. La vostra vita è
    > finita.

    ah si? problemi tuoi se ti fai distruggere la vita per così poco

    io invece reagirei, denuncerei i maltrattamenti e pretenderei un riscatto a sei zeri!!!

    > Soli, senza amici, nessuno vuole parlarvi per
    > timore di essere il prossimo martire. Niente

    Maria Antonietta diceva lo stesso, poi si ritrovò con la capoccia mozzata

    > Su, avanti, fate gli eroi, come Aaron Swartz.
    > Farete la stessa
    > fine.

    meglio morire da martiri che vivere da pecore
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    >
    > ma lo sai che quello che scrivi è un reato? non
    > siamo mica in Corea del
    > Nord!!!
    >

    Dillo al cittadino tedesco che si è trovato le teste di cuoio in casa per aver gestito un nodo TOR. Anche nei suoi confronti non sono state poi formulate accusa ma ha capito: non l'ha più fatto.

    > qua da noi esistono i diritti umani e appositi
    > tribunali creati per farli
    > rispettare
    >

    Dillo a Julian Assange.

    > il massimo che possono fare è loggare tutto il
    > traffico
    > internet
    >

    Dillo a Julian Assange.


    > peccato che per condannare qualcuno ci vogliano
    > prove schiaccianti e non vaghi
    > sospetti
    >

    Il tribunale dell'opinione pubblica non ha bisogno di prove e il suo verdetto è spietato. La tua fanciullesca ingenuità mi fa sorridere.

    > ah si? problemi tuoi se ti fai distruggere la
    > vita per così
    > poco
    >

    Niente lavoro, niente famiglia, niente amici? Evidentemente non hai nessuna di queste cose, altrimenti sapresti quanto valgono.

    > io invece reagirei, denuncerei i maltrattamenti e
    > pretenderei un riscatto a sei
    > zeri!!!
    >

    Provaci. Morirai cento volte di vecchiaia prima di aver sentito il tuo primo "NO".

    > Maria Antonietta diceva lo stesso, poi si ritrovò
    > con la capoccia
    > mozzata
    >

    Maria Antonietta si è trovata contro la Borghesia, ovvero la classe che oggi governa il mondo e che usa la popolazione come strumento. Non fare paragoni ridicoli, per favore.

    > meglio morire da martiri che vivere da pecore

    Evidentemente non dai un grande valore alla tua vita. Pazienza. Cambierai idea quando verrà messa in pericolo. Spero per te che non sia troppo tardi.
    non+autenticato
  • > > qua da noi esistono i diritti umani e appositi
    > > tribunali creati per farli
    > > rispettare
    > >
    >
    > Dillo a Julian Assange.
    [...]
    > Dillo a Julian Assange.

    Sei poco informato. Julian Assange è uno che rifiuta il giudizio dei tribunali, e si inventa contorte macchinazioni contro di lui. La pena la sconta lo stesso agli arresti domiciliari, ma sceglie la sede.

    Julian Assange è l'indiziato di stupro più invidiato dagli stupratori al mondo. Quando l'accusa arriva, loro per difendersi dallo sguardo d'odio di amici e conoscenti possono al massimo dire che sono vittime di una vendetta per tutt'altra storia, che c'è stato un litigio. Nessuno può dire che due donne lo accusano ma sono manovrate dalla CIA, ed essere creduto!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franco Cerri
    > Sei poco informato. Julian Assange è uno che
    > rifiuta il giudizio dei tribunali, e si inventa
    > contorte macchinazioni contro di lui. La pena la

    ha più volte affermato che se la Svezia rinuncia all'estradizione negli USA lui si farà giudicare dai loro tribunali.

    Il punto è che in Svezia ci farà solo una piccola capatina prima di essere estradato negli USA e lì giudicato, pur non essendo un cittadino USA.
    non+autenticato
  • > > Sei poco informato. Julian Assange è uno che
    > > rifiuta il giudizio dei tribunali, e si inventa
    > > contorte macchinazioni contro di lui. La pena la
    >
    > ha più volte affermato che se la Svezia rinuncia
    > all'estradizione negli USA lui si farà giudicare
    > dai loro
    > tribunali.

    Sì, certo. Perché come è noto un accusato di reato può porre le condizioni, "Accetto di venire a farmi giudicare in Italia se mi date una cella doppia con letto a baldacchino e bagno annesso. Firmato: Delfo Zorzi".
    Ma come ti vengono certe idee?



    > Il punto è che in Svezia ci farà solo una piccola
    > capatina prima di essere estradato negli USA e lì
    > giudicato, pur non essendo un cittadino
    > USA.

    Se credi a tutte ciò che dice un delinquente giovanile, che ha evitato il carcere in Australia solo per la mancanza di danni arrecati alle strutture, cosa posso dirti io? Crederai anche all'innocenza di Totò Riina.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franco Cerri
    > > > Sei poco informato. Julian Assange è
    > uno
    > che
    > > > rifiuta il giudizio dei tribunali, e si
    > inventa
    > > > contorte macchinazioni contro di lui.
    > La pena
    > la
    > >
    > > ha più volte affermato che se la Svezia
    > rinuncia
    > > all'estradizione negli USA lui si farà
    > giudicare
    > > dai loro
    > > tribunali.
    >
    > Sì, certo. Perché come è noto un accusato di
    > reato può porre le condizioni, "Accetto di venire
    > a farmi giudicare in Italia se mi date una cella
    > doppia con letto a baldacchino e bagno annesso.
    > Firmato: Delfo Zorzi".

    Forse no, però può tranquillamente dire "accetto di essere giudicato se non rischio di essere espatriato verso un'altra nazione che vorrebbe farmi la pelle". Una cosa è un processo per stupro, altra cosa è quello che gli vorrebbero fare gli americani.

    >
    >
    >
    > > Il punto è che in Svezia ci farà solo una
    > piccola
    > > capatina prima di essere estradato negli USA
    > e
    > lì
    > > giudicato, pur non essendo un cittadino
    > > USA.
    >
    > Se credi a tutte ciò che dice un delinquente
    > giovanile, che ha evitato il carcere in Australia
    > solo per la mancanza di danni arrecati alle
    > strutture, cosa posso dirti io? Crederai anche
    > all'innocenza di Totò Riina.

    Cosa minchia c'entra il delinquente giovanile ? Io una persona la giudico per quel che fa o dice adesso, non vent'anni fa. Per cosa, poi, per essersi infiltrato nel sito della Nortel (capirai!)? Per aver fatto, alla fine, quello che sta facendo adesso, cioè accedere a informazioni segrete e diffonderle? Se non cogli la differenza tra Assange e Riina, sarà il caso che passi alla coltivazione diretta...
    non+autenticato
  • > > Sì, certo. Perché come è noto un accusato di
    > > reato può porre le condizioni, "Accetto di
    > venire
    > > a farmi giudicare in Italia se mi date una
    > cella
    > > doppia con letto a baldacchino e bagno
    > annesso.
    > > Firmato: Delfo Zorzi".
    >
    > Forse no, però può tranquillamente dire "accetto
    > di essere giudicato se non rischio di essere
    > espatriato verso un'altra nazione che vorrebbe
    > farmi la pelle".

    Molti non immaginano cosa sia la giustizia penale finché non ci si trovano dentro. Da indiziato di reato non hai più la minima possibilità di scelta, né di dirigire in un certo verso le decisioni. E questo per qualsiasi reato che preveda il carcere preventivo.
    In più sulla questione del "fare la pelle" (se davvero credi ancora all'accusa mortale chiusa in un cassetto): è del tutto inutile che Assange chieda ciò che già c'è. Non è concessa l'estradizione verso le nazioni che per quel reato prevedono la pena di morte, in tutta Europa. Preoccupazione infondata.

    > Una cosa è un processo per
    > stupro, altra cosa è quello che gli vorrebbero
    > fare gli
    > americani.

    Come detto, qui su Punto Informatico abbiamo dei campioni di insider knowledge che alle migliori spie del tempo della guerra fredda fanno un baffo. E però condividete un po' della vostra knowledge , no? Sorride
    Cosa vogliono fargli gli ammerigani? Chi ha firmato l'ordine di cattura, e chi gestirà la sua prigionia? Che domande gli faranno, ovviamente sotto tortura? Sono stanco di essere tenuto all'oscuro di tutto. Triste


    > > Se credi a tutte ciò che dice un delinquente
    > > giovanile, che ha evitato il carcere in
    > Australia
    > > solo per la mancanza di danni arrecati alle
    > > strutture, cosa posso dirti io? Crederai
    > anche
    > > all'innocenza di Totò Riina.
    >
    > Cosa minchia c'entra il delinquente giovanile ?

    Non so, se tu ad un pregiudicato dai tutta questa fiducia sulla parola, ti posso solo dire ingenuo. Preferisco atteneremi a quello che dicono le due donne svedesi, che fino a prova contraria sono incensurate, e fino a prova contraria erano in ottimi rapporti con Assange prima dei fatti in oggetto.


    > Io una persona la giudico per quel che fa o dice
    > adesso, non vent'anni fa.

    Non tutti la pensano allo stesso modo.
    Nemmeno la giustizia, almeno in Italia, che anche quando fa scomparire ogni macchia dal casellario giudiziale non la fa sparire dagli archivi, e in caso di nuovi procedimenti giudiziari, puff, le vecchie condanne giovanili ricompaiono nel faldone, e possono essere citate in giudizio. Pensaci.


    > Per cosa, poi, per
    > essersi infiltrato nel sito della Nortel
    > (capirai!)? Per aver fatto, alla fine, quello che
    > sta facendo adesso, cioè accedere a informazioni
    > segrete e diffonderle?

    Se per accedere ad informazioni segrete scassini una cassaforte, sei uno scassinatore senza se e senza ma. Indipendentemente dall'importanza di quei documenti che poi diffondi.
    A quanto ne so tutti i documenti pubblicati da Wikileaks provengono da persone che a quei file avevano libero accesso. Non si tratterebbe di hacking vero e proprio, insomma. Poi magari non sono aggiornato.


    > Se non cogli la differenza
    > tra Assange e Riina, sarà il caso che passi alla
    > coltivazione
    > diretta...

    Mai paragonato Assange a Riina.
    Ho detto che quando si crede ciecamente a una perosna perché si ritiene, spesso a torto, che abbia fatto del bene, si finisce presto per ritenere innocente Totò Riina. Il quale, giova ricordarlo, quando era a capo della cupola ha fatto a suo modo del bene a comuni cittadini, trovando un lavoro ai loro figli oppure dirimendo controversie molto più rapidamente di un tribunale. La mafia è anche questo, altrimenti non esisterebbe da almeno duecento anni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franco Cerri

    > Nessuno può dire che due donne lo accusano ma
    > sono manovrate dalla CIA, ed essere
    > creduto!

    si che può, uno che ha spu**anato in lungo e in largo il Governo, l'esercito e le ambasciate degli USA e di parecchie decine di altri Paesi...
    certo, se non hai mai sentito parlare o ti sei dimenticato del piccolo dettaglio del datagate...
    Funz
    12975
  • > > Nessuno può dire che due donne lo accusano ma
    > > sono manovrate dalla CIA, ed essere
    > > creduto!
    >
    > si che può, uno che ha spu**anato in lungo e in
    > largo il Governo, l'esercito e le ambasciate
    > degli USA e di parecchie decine di altri
    > Paesi...

    Io mi riferivo a stupratori, come dire, più anonimi, a "stupratori della strada". Probabilmente anche un ex capo di governo si inventerebbe storie del genere, se accusato di quello, e perfino un campione di football americano di colore, e riuscirebbe pure ad essere assolto.
    Il discorso non cambia: si tratta di rarissime eccezioni, invidiatissime e probabilmente odiatissime da tutti coloro che hanno una condanna imminente sul capo per stupro, e che devono volare basso, per difendere un minimo di onorabilità. Niente complotti Usa per loro, mannaggia li pescetti!


    > certo, se non hai mai sentito parlare o ti sei
    > dimenticato del piccolo dettaglio del
    > datagate...

    Non c'entra nulla. Non accumulare storiacce su storiacce per fare volume. Non attacca.
    non+autenticato
  • premesso che apprezzo moltissimo questo ottimo articolo di cassandra e mi associo al suo invito, vi segnalo questa notiziola in "tema":

    Leaks Show NSA is Working to Undermine Encrypted Communications
    https://www.eff.org/deeplinks/2013/09/leaks-show-n...

    Schneier on Security: The NSA Is Breaking Most Encryption on the Internet
    https://www.schneier.com/blog/archives/2013/09/the...
    non+autenticato
  • addendum

    quoto da questa ulteriore fonte:
    http://www.theguardian.com/world/2013/sep/05/nsa-g...

    The agencies, the documents reveal, have adopted a battery of methods in their systematic and ongoing assault on what they see as one of the biggest threats to their ability to access huge swathes of internet traffic – "the use of ubiquitous encryption across the internet".

    Those methods include covert measures to ensure NSA control over setting of international encryption standards, the use of supercomputers to break encryption with "brute force", and – the most closely guarded secret of all – collaboration with technology companies and internet service providers themselves.

    Through these covert partnerships, the agencies have inserted secret vulnerabilities – known as backdoors or trapdoors – into commercial encryption software .


    e invito tutti a:
    1) usare solo ed esclusivamente software libero, a tutti i "livelli" di sistema e applicativi (incluso quindi anche boot, kernel, firmware e driver)
    2) usare GPG (http://www.gnupg.org/) in modo "forte"
    non+autenticato
  • addendum-bis

    dimenticavo... sempre da
    http://www.theguardian.com/world/2013/sep/05/nsa-g...

    The agencies have not yet cracked all encryption technologies , however, the documents suggest. Snowden appeared to confirm this during a live Q&A with Guardian readers in June. " Encryption works. Properly implemented strong crypto systems are one of the few things that you can rely on ," he said before warning that NSA can frequently find ways around it as a result of weak security on the computers at either end of the communication.

    e vai con GPG!!!
    http://www.gnupg.org/
    non+autenticato
  • - Scritto da: burn law
    > addendum-bis
    >
    > dimenticavo... sempre da
    > http://www.theguardian.com/world/2013/sep/05/nsa-g
    >
    > The agencies have not yet
    > cracked all encryption technologies
    ,
    > however, the documents suggest. Snowden appeared
    > to confirm this during a live Q&A with Guardian
    > readers in June. " Encryption works.
    > Properly implemented strong crypto systems are
    > one of the few things that you can rely on
    >
    ," he said before warning that NSA can
    > frequently find ways around it as a result of
    > weak security on the computers at either end of
    > the communication.

    >
    >
    > e vai con GPG!!!
    > http://www.gnupg.org/

    Questa è l'opinione di Schneier su come possiamo resistere alla criptanalisi di NSA:
    https://www.schneier.com/essay-446.html

    In breve, secondo lui è possibile che per ora basti incrementare la lunghezza delle chiavi, ipotizzando che la NSA non abbia trovato alcuna soluzione "magica" per craccare gli algoritmi crittografici più robusti (vedi anche https://www.schneier.com/blog/archives/2013/08/the...).
    non+autenticato
  • - Scritto da: A987P
    > - Scritto da: burn law
    >
    > In breve, secondo lui [Schneier] è possibile che per ora
    > basti incrementare la lunghezza delle chiavi,
    > ipotizzando che la NSA non abbia trovato alcuna
    > soluzione "magica" per craccare gli algoritmi
    > crittografici più robusti

    già... ipotizzando...
    ma un certo dubbio a me resta
    non+autenticato
  • le probabilità sono a favore della privacy

    si è calcolato ( matematicamente, non ad occhio ) che i computer quantistici possono ridurre la complessità dei problemi criptanalitici alla radice quadrata dell'attuale complssità

    quindi semplificati, ma comunque intrattabili

    il problema è la crittografia asimmetrica, per la quale non esiste un framework teorico e non si può dimostrare la robustezza di tali metodi
    non+autenticato
  • - Scritto da: burn law
    > premesso che apprezzo moltissimo questo ottimo
    > articolo di cassandra e mi associo al suo invito,
    > vi segnalo questa notiziola in
    > "tema":
    >
    > Leaks Show NSA is Working to Undermine Encrypted
    > Communications
    > https://www.eff.org/deeplinks/2013/09/leaks-show-n
    >
    > Schneier on Security: The NSA Is Breaking Most
    > Encryption on the
    > Internet
    > https://www.schneier.com/blog/archives/2013/09/the

    vorrei aggiungere anche questi due articoli sempre di Schneier

    http://www.theguardian.com/world/2013/sep/05/nsa-h...

    http://www.theguardian.com/commentisfree/2013/sep/...
    non+autenticato
  • A leggere alcuni articoli di oggi, in realtà anche la cifratura delle mail non sarebbe una grossa difesa della privacy
    http://www.nytimes.com/2013/09/06/us/nsa-foils-muc...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gio
    > A leggere alcuni articoli di oggi, in realtà
    > anche la cifratura delle mail non sarebbe una
    > grossa difesa della
    > privacy
    > http://www.nytimes.com/2013/09/06/us/nsa-foils-muc

    Dipende da quanto è forte la cifratura.
    Che cose come SSL non fossero a prova di bomba lo si sapeva già.
    E' veramente bene che queste notizie vengano pubblicate, in modo da poter andare verso l'uso di crittografie più forti.

    Ogni giorno che passa Snowden si rivela sempre più uno dei massimi eroi del nostro tempo, quello che ha scoperchiato la pentola piena di vermi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: A987P

    > http://www.nytimes.com/2013/09/06/us/nsa-foils-muc
    >
    > Dipende da quanto è forte la cifratura.
    > Che cose come SSL non fossero a prova di bomba lo
    > si sapeva
    > già

    Ok, d'accordo, ma che ci siano in ballo sforzi e investimenti del genere (si parla di un budget 10 volte quello del progetto Prism) per "aprire" le cifrature va al di là di quello che si poteva sospettare.

    In inghilterra hanno scelto anche un'altra strada, sembra che blocchino direttamente le VPN Triste
    http://blog.quintarelli.it/blog/2013/09/lerba-del-...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gio

    > In inghilterra hanno scelto anche un'altra
    > strada, sembra che blocchino direttamente le VPN
    > Triste
    > http://blog.quintarelli.it/blog/2013/09/lerba-del-

    blocchino blocchino

    poi inventino prove per invadere altri Paesi

    poi continuino a fare porcate e a pestare i piedi a sempre più gente

    ....poi il mitico Luigi si trovò sulla ghigliottina

    è importante costringerli a gettare la maschera e a mostrarsi sempre più fascisti, così pure l'uomo della strada capirà da che razza di psicopatici siamo governati
    non+autenticato