Alfonso Maruccia

NASA torna sulla Luna

Partita con successo la nuova missione (robotica) LADEE. Avrà l'obiettivo di studiare la Luna e la sua atmosfera prima di impattare mortalmente con la superficie del satellite terrestre

Roma - In attesa di testare sul campo le ambizioni di NASA e delle aziende private statunitensi nell'esplorazione umana del Sistema Solare, l'agenzia spaziale più nota al mondo ha avviato con successo la missione di LADEE o "Lunar Atmosphere and Dust Environment Explorer".

L'obiettivo principale della nuova sonda robotica è quello di raccogliere informazioni sulla sottile atmosfera lunare, le condizioni della zona vicina alla superficie del satellite terrestre e le influenze ambientali sulla polvere lunare. Il tutto, spiega NASA, per risolvere incognite vecchie di decenni e permettere agli scienziati di arricchire la conoscenza sul resto dei corpi planetari noti.


LADEE, una sonda dalle dimensioni di un'auto di piccola cilindrata e dal costo di 280 milioni di dollari (per tutta la missione), è partita dallo stato USA della Virginia - una "prima volta" per una missione lunare - a bordo di un razzo-vettore della Air Force Minotaur V.
Superato un problema tecnico della prima ora, la sonda ha raggiunto sana e salva l'orbita terrestre e si prepara ora a essere proiettata verso l'orbita lunare. Qui vi giungerà il prossimo 6 ottobre, prevedono gli ingegneri NASA, studiando l'atmosfera della Luna per sei mesi prima di concludere la missione con un "tuffo" suicida sulla superficie.

Come obiettivo secondario e forse non meno importante dello studio dell'orbita Lunare, la sonda LADEE verrà usata per testare un nuovo tipo di comunicazione interplanetaria basata su tecnologia laser. La speranza di NASA è di abbandonare i vecchi sistemi a onde radio per apparati meno costosi e velocità di trasmissione dei dati incomparabilmente superiori. La latenza di tali trasmissioni, però, è tutta un'altra storia.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaMarte, la grande corsaFervono i preparativi per portare il primo uomo su Marte - almeno a parole. Su Marte vogliono andarci Buzz Aldrin, NASA, Mars One e tutti gli altri, per coltivare piante e perforare rocce ma anche per creare un avamposto permanente
  • TecnologiaESA firma per ExoMarsL'agenzia spaziale europea appronta la futura missione verso il Pianeta Rosso assegnando l'ultimo contratto. Le due missioni parleranno italiano, e partiranno nel 2016 e nel 2018
  • TecnologiaIl telescopio Kepler va in pensioneIl cacciatore di esopianeti costretto ad abbandonare anzitempo la sua missione a causa di un guasto impossibile da riparare. Ma i dati raccolti fin qui sono eccezionali
11 Commenti alla Notizia NASA torna sulla Luna
Ordina