Alfonso Maruccia

Freedom Hosting, c'è di mezzo l'FBI

Confermati ufficialmente i sospetti sul coinvolgimento delle autorità statunitensi nel sacco di uno dei servizi di hosting più popolari sul network anonimizzatore di Tor. Il responsabile voleva tentare la fuga

Roma - Dopo lo scalpore e le prime reazioni seguite all'arresto dell'operatore di Freedom Hosting per attività di supporto alla pedopornografia, arriva ora la conferma ufficiale di quello che molti già sospettavano: a "incastrare" Eric Eoin Marques e a buttare giù uno dei servizi di hosting più usati dai nodi del network di Tor sono stati gli agenti dell'FBI.

Il Bureau statunitense ammette il coinvolgimento nell'affaire Freedom Hosting per bocca dell'agente speciale Brooke Donahue, chiamato a testimoniare davanti a un giudice irlandese nel procedimento in corso contro l'attività online di Marques. L'uomo, che rischia l'estradizione verso gli USA, si è visto per l'ennesima volta negare la possibilità di uscire di galera su cauzione.

In realtà, stando a quanto ha rivelato Donahue, il sospetto "facilitatore" della circolazione di materiale pedopornografico sul network dei siti ".onion" si era accorto dell'intromissione di un agente "esterno" sui server di Freedom Hosting e aveva provato a intervenire mettendo temporaneamente fuori gioco l'FBI.
Ma gli agenti statunitensi sono stati bravi a sfruttare una vulnerabilità nella versione ESR di Firefox 17, costringendo il browser degli utenti di Tor - tramite iframe malevolo - a comunicare l'indirizzo IP reale della macchina e non quello anonimizzato, per poi trasferire le informazioni su un server localizzato negli Stati Uniti.

Dietro quel server si nasconde un'organizzazione formalmente sconosciuta, a parte l'ISP - Verizon - e un datacenter localizzato ad Ashburn, nello stato della Virginia. Per quanto riguarda Marques, Donahue ha spiegato che l'uomo era alla (presunta) ricerca di un nuovo paese in cui trasferire se stesso e l'hosting (forse in Russia) così da rendere più problematica l'estradizione verso gli States.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
60 Commenti alla Notizia Freedom Hosting, c'è di mezzo l'FBI
Ordina
  • ...quel colapasta di browser!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Stefano Lavori
    > ...quel colapasta di browser!

    Non è più colapasta di altri.

    E, comunque, se uno è così STUPIDO da lasciare abilitato Javascript navigando con Tor, beh, se l'è davvero cercata.

    A maggior ragione se va su uno hidden service, se questo sito è, come spesso accade, al limite della legalità (se non illegale).

    Perchè se un sito del genere USA Javascript, rendendo obbligatorio o quasi attivarlo, questo è già di per sè molto SOSPETTO! Vuol dire o che il webmaster è un idiota o che è un sito civetta controllato dalle autorità, che sperano di poter usare anche Javascript per far eseguire codice malevolo sui PC degli utenti Tor collegati.
    Come è successo in questo caso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Qmpmicasm
    > Non è più colapasta di altri.
    Non mi importa, è da bambini il ragionamento, dell' "ho preso un insufficenza, ma anche X l'ha presa e Y ha preso gravemente insufficiente"
    >
    > E, comunque, se uno è così STUPIDO da lasciare
    > abilitato Javascript navigando con Tor, beh, se
    > l'è davvero
    > cercata.
    >
    > A maggior ragione se va su uno hidden service, se
    > questo sito è, come spesso accade, al limite
    > della legalità (se non
    > illegale).
    >
    > Perchè se un sito del genere USA Javascript,
    > rendendo obbligatorio o quasi attivarlo, questo è
    > già di per sè molto SOSPETTO! Vuol dire o che il
    > webmaster è un idiota o che è un sito civetta
    > controllato dalle autorità, che sperano di poter
    > usare anche Javascript per far eseguire codice
    > malevolo sui PC degli utenti Tor collegati.
    >
    > Come è successo in questo caso.
    L'articolo non fa nessun riferimento a javascript
    non+autenticato
  • - Scritto da: Qmpmicasm
    > - Scritto da: Stefano Lavori
    > > ...quel colapasta di browser!
    >
    > Non è più colapasta di altri.
    >
    > E, comunque, se uno è così STUPIDO da lasciare
    > abilitato Javascript navigando con Tor, beh, se
    > l'è davvero
    > cercata.
    >
    > A maggior ragione se va su uno hidden service, se
    > questo sito è, come spesso accade, al limite
    > della legalità (se non
    > illegale).
    >
    > Perchè se un sito del genere USA Javascript,
    > rendendo obbligatorio o quasi attivarlo, questo è
    > già di per sè molto SOSPETTO! Vuol dire o che il
    > webmaster è un idiota o che è un sito civetta
    > controllato dalle autorità, che sperano di poter
    > usare anche Javascript per far eseguire codice
    > malevolo sui PC degli utenti Tor collegati.
    >
    > Come è successo in questo caso.

    non usava javascript ma un iframe.
    c'è scritto nell'articolo, basta leggere
  • - Scritto da: p4bl0
    > - Scritto da: Qmpmicasm
    > > - Scritto da: Stefano Lavori
    > > > ...quel colapasta di browser!
    > >
    > > Non è più colapasta di altri.
    > >
    > > E, comunque, se uno è così STUPIDO da
    > lasciare
    > > abilitato Javascript navigando con Tor, beh,
    > se
    > > l'è davvero
    > > cercata.
    > >
    > > A maggior ragione se va su uno hidden
    > service,
    > se
    > > questo sito è, come spesso accade, al limite
    > > della legalità (se non
    > > illegale).
    > >
    > > Perchè se un sito del genere USA Javascript,
    > > rendendo obbligatorio o quasi attivarlo,
    > questo
    > è
    > > già di per sè molto SOSPETTO! Vuol dire o
    > che
    > il
    > > webmaster è un idiota o che è un sito civetta
    > > controllato dalle autorità, che sperano di
    > poter
    > > usare anche Javascript per far eseguire
    > codice
    > > malevolo sui PC degli utenti Tor collegati.
    > >
    > > Come è successo in questo caso.
    >
    > non usava javascript ma un iframe.
    > c'è scritto nell'articolo, basta leggere

    Non ho seguito il thread ma se si sta parlando dell'attacco agli utenti di FreedomHosting l'attacco è stato portato avanti tramite una falla in javascript. Se javascript fosse stato disattivato l'attacco non avrebbe funzionato.

    La vulnerabilità sfruttata era questa:
    http://www.mozilla.org/security/announce/2013/mfsa...

    Questo invece è il codice assembly del programma che veniva iniettato ed eseguito tramite javascript (e la falla di Firefox):
    http://tsyrklevich.net/tbb_payload.txt

    Per funzionare l'exploit aveva bisogno:
    1) che si trattasse di Firefox
    2) che si trattasse di una versione precedente all'ultima versione ESR di Firefox disponibile
    3) che javascript fosse abilitato
    4) che fosse in esecuzione su Windows
    5) [questa è una mia ipotesi che non ho verificato] che il no-execute bit fosse non attivo (purtroppo Windows lo attiva di default solo per le librerie di sistema [per ragioni di retrocompatiblità], è necessario attivarlo a mano perché sia in funzione su tutti i software in esecuzione sulla macchina)
  • - Scritto da: Jinta Yadomi
    > Non ho seguito il thread ma se si sta parlando
    > dell'attacco agli utenti di FreedomHosting
    > l'attacco è stato portato avanti tramite una
    > falla in javascript. Se javascript fosse stato
    > disattivato l'attacco non avrebbe
    > funzionato.
    > ...

    Grazie, mi risparmi il tempo per rispondere sul piano tecnico.

    La falla in Firefox era seria ma era seria come tante che ci sono e ci saranno sempre su TUTTI i browser, molto più grave è che Javascript sia attivato di default in Tor, demenziale poi per un utente Tor lasciarlo attivato per andare su certi siti.

    La realtà è che NSA, FBI e soci (italiani compresi, perchè non ci credo che da noi non ci spiano) hanno gioco facile per le cavolate fatte dagli utenti, il più delle volte incoscienti e ignoranti, molto più che grazie a "sofisticatissime tecniche di intercettazione".
    Vedi quanta gente lascia incoscientemente dati sensibili in chiaro sul PC, quando potrebbe criptarli in modo non-breakabile.
    non+autenticato
  • Maruccia, forse qui qualcuno non l'ha ancora capito.

    Elsewhere the FBI and Irish police said they had evidence that large sums of money had passed through Marques’ bank accounts in the last year, including large payments sent to accounts in Romania, $1.5m worth of transfers in and out of one Bank of America account, and huge sums wired to Allied Irish Bank accounts – which have not yet been frozen.

    http://www.breakingnews.ie/ireland/child-porn-accu...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Imperiali stico
    > Maruccia, forse qui qualcuno non l'ha ancora
    > capito.
    >
    > Elsewhere the FBI and Irish police said they had
    > evidence that large sums of money had passed
    > through Marques’ bank accounts in the last year,
    > including large payments sent to accounts in
    > Romania, $1.5m worth of transfers in and out of
    > one Bank of America account, and huge sums wired
    > to Allied Irish Bank accounts – which have not
    > yet been
    > frozen.
    >
    > http://www.breakingnews.ie/ireland/child-porn-accu

    E da dove sarebbero comparsi questi milioni di dollari?
    Il tizio ha una società di hosting, se davvero guadagnasse tutti quei soldi da Tor non avrebbe affatto bisogno di un altro lavoro.

    Prova a chiedere ad Aruba quanti soldi fa hostando siti del tutto legali.
    La tua deduzione "hosta CP -> guadagna" è del tutto gratuita e senza base.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Legolas
    > - Scritto da: Imperiali stico
    > > Maruccia, forse qui qualcuno non l'ha ancora
    > > capito.
    > >
    > > Elsewhere the FBI and Irish police said they
    > had
    > > evidence that large sums of money had passed
    > > through Marques’ bank accounts in the last
    > year,
    > > including large payments sent to accounts in
    > > Romania, $1.5m worth of transfers in and out
    > of
    > > one Bank of America account, and huge sums
    > wired
    > > to Allied Irish Bank accounts – which have
    > not
    > > yet been
    > > frozen.
    > >
    > >
    > http://www.breakingnews.ie/ireland/child-porn-accu
    >
    > E da dove sarebbero comparsi questi milioni di
    > dollari?
    >
    > Il tizio ha una società di hosting, se davvero
    > guadagnasse tutti quei soldi da Tor non avrebbe
    > affatto bisogno di un altro lavoro.
    >
    >
    > Prova a chiedere ad Aruba quanti soldi fa
    > hostando siti del tutto
    > legali.
    > La tua deduzione "hosta CP -> guadagna" è del
    > tutto gratuita e senza
    > base.

    Giusto per mettere i puntini sulle i.
    FreedomHosting lo conosco da parecchio tempo, come chiunque abbia usato Tor almeno un paio di volte nella propria vita.

    So per certo che NON chiedeva alcun compenso per l'hosting di alcunché, aveva solo un pulsante "Donate" installato relativamente di recente.
    Quindi l'attività di hosting su FreedomHosting non può essere in alcun modo la sorgente di tutti quei guadagni. Chiaramente quei soldi derivavano da attività collaterali, anche del tutto indipendenti dall'hosting di siti su Tor.
    non+autenticato
  • ah gia', siccome FH ti ha accompagnato nell'utilizzo di Tor e ha inserito qualche pulsante Donate, allora vorresti davvero proporci come significativo il riscontro della minuscola e poco significativa tua sfera personale come surrogato di quella universale?

    Mettiamo i puntini sulle i (quelle giuste).

    I governativi si sono ora dovuti interessare (finalmente) di questa schifosa realtà. Se hai bisogno di riferimenti più obiettivi e partigiani, Anonymous con le operazioni Storm OpDarknet ha cominciato a far luce sullo stesso tipo di malaffare sin dal 2011:

    http://www.tomshw.it/cont/news/anonymous-opdarknet...

    e ancora il mese scorso:

    http://www.youtube.com/watch?v=jP9UjsowOCQ


    Sono stati rilevati e resi pubblici i riferimenti a centinaia di siti pedopornografici e migliaia di indirizzi IP interessati allo schifo.

    Una vera infame vergogna per l'umanità.

    Non mi dire che anche tu, oltre al candido propietario di Freedom Hosting, eri all'oscuro di tutto cio'?

    Non e' che quando hai affermato di conoscere bene FH volevi per caso dare ad intendere di aver anche pranzato/cenato con lui?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lego senza las
    > ah gia', siccome FH ti ha accompagnato
    > nell'utilizzo di Tor e ha inserito qualche
    > pulsante Donate, allora vorresti davvero proporci
    > come significativo il riscontro della minuscola e
    > poco significativa tua sfera personale come
    > surrogato di quella universale?

    Newbie, inesperto Chissà cosa hai capito. Newbie, inesperto

    > Mettiamo i puntini sulle i (quelle giuste).

    Mettiamole.

    > I governativi si sono ora dovuti interessare
    > (finalmente) di questa schifosa realtà. Se hai
    > bisogno di riferimenti più obiettivi e
    > partigiani, Anonymous con le operazioni Storm
    > OpDarknet ha cominciato a far luce sullo stesso
    > tipo di malaffare sin dal 2011:

    Intendi quei 4 criminali che hanno pubblicato fra l'altro informazioni false sul reale proprietario di FreedomHosting mettendo nei guai innocenti e che si spacciano per i giustizieri del WEB? Newbie, inesperto

    > Sono stati rilevati e resi pubblici i riferimenti
    > a centinaia di siti pedopornografici e migliaia
    > di indirizzi IP interessati allo schifo.

    Pensa te, esiste gente che si fa le seghe su qualcosa che non approvi. Incredibile a dir poco.

    E per questo tu vuoi buttare nel cesso secoli di lotte per guadagnarsi diritti fra cui quello che se a qualcuno in USA gira male non può venire a casa tua qui in Italia e fartela pagare? Newbie, inesperto
    Buttiamo nel cesso i confini nazionali? La giurisdizione? Tutto è permesso pur di annientare l'oggetto della tua ossessione? Newbie, inesperto

    Perchè è di questo che stiamo parlando qui. Spiegami un po' secondo quale diritto una forza di polizia estera può introdursi e sabotare un sistema informatico qui in Europa? Se non ti è chiaro qui il discorso del pedoporno o non pedoporno è irrilevante.

    > Una vera infame vergogna per l'umanità.

    YAWN. Annoiato
    Ti dirò una cosa. Me ne sbatto di quello che TU ritieni essere una "vergogna per l'umanità" o di cosa ti fa vomitare. Di certo non rinuncerò ai miei diritti perché tu hai mal di pancia e ti diverti a fare il tuo bravo teatrino in cui interpreti la parte della "persona perbene scandalizzata".

    > Non mi dire che anche tu, oltre al candido
    > propietario di Freedom Hosting, eri all'oscuro di
    > tutto cio'?

    Me ne sbatto, semplicemente. Esistono principi che vanno ben al di là del "pensate ai bambini poveretti"!!!

    > Non e' che quando hai affermato di conoscere bene
    > FH volevi per caso dare ad intendere di aver
    > anche pranzato/cenato con
    > lui?

    Newbie, inesperto Quello che ti ho detto te lo può confermare chiunque abbia mai usato Tor dato che FreedomHosting hostava pressocché metà hidden-service, fra cui servizi fondamentali come TorMail utilizzati da svariate persone in giro per il mondo per ottenere e fornire informazioni vitali che non hanno alternative.
    Il fatto che il signore che gestiva tale servizio di hosting non avesse i tuoi stessi "alti principi morali", o meglio, non condividesse le tue stesse preoccupazioni non significa nulla. Né significa che l'FBI possa ritenersi autorizzata ad introdursi in sistemi informatici fuori dal territorio degli Stati Uniti o sabotare i server che più li aggradano in giro per il mondo. C'è una cosa che si chiama "giurisdizione" che limita il potere delle forze di polizia alla nazione in cui operano. Questo sta alla base del diritto internazionale che è ben più importante di qualsiasi altra considerazione ed è fondamentale affinchè non succeda, come d'altra parte è già successo nel caso Abu Omar, che questi criminali vengano a prenderti direttamente a casa tua perché hai presumibilmente violato una legge negli USA.

    I casi in cui gli USA hanno violato le leggi internazionali e nazionali oramai non si contano più e il fatto che questa volta tu sia d'accordo con i loro metodi non significa che debbano esserlo anche gli altri, né che la tua ossessione giustifichi la distruzione dei diritti altrui.

    Chiaro il concetto?
    non+autenticato
  • come non quotare? la pedofilia non c'entra è più probabile che l'hanno usata come cavallo di troja per tormail.
    Tra l'altro hanno fatto lo stesso per megavideo.
    Si sentono stoca...
    non+autenticato
  • E 'da tempo che seguo la vicenda;
    Ci scommetto le palle che la pornografia minorile ce l'hanno infilata loro per fare fuori Tormail, ormai e' chiaro che NSA e' disposta a tutto....
    non+autenticato
  • - Scritto da: fred
    > E 'da tempo che seguo la vicenda;
    > Ci scommetto le palle che la pornografia minorile
    > ce l'hanno infilata loro per fare fuori Tormail,
    > ormai e' chiaro che NSA e' disposta a
    > tutto....
    Un po' come dire che non sono i NoTav ad aver bruciato gli automezzi nel cantiere, ma è l'azienda stessa che si è data fuoco da sola...
    non+autenticato
  • a me non interessano le ossessioni di politica internazionale e di recupero, a tutti i costi, dell'immagine di tal genere di criminali.

    Vengono difesi a spada tratta nel nome della libertà, quando il meno che accade e' che si costruiscono la loro ricchezza dietro l'ottusita' di chi sta intorno.

    E' chiaro il concetto?

    E poi, se non aveva nulla da temere di certo non si dava alla fuga.

    Avrebbe dovuto fare come King DotCom, accettare quanto stava accadendo (sapeva bene di esser braccato), combattere strenuamente per i propri diritti ed attendere il momento in cui la sua verità sarebbe venuta a galla.

    King DotCom e' ancora vivo, con una buona parte dei guadagni ancora in suo possesso, ha riaperto un'attivita' analoga alla precedente, completamente legale questa volta, e tentera' in tutti i modi di farsi risarcire dei danni eventualmente subiti, sia dal governo neozelandese (lo sta facendo) sia americano (lo comincera' a fare solo tra qualche tempo).

    Esiste una piccola differenza tra King DotCom e mister Freedom Hosting: il primo non ha mai permesso che sui suoi server venissero caricati massivamente contenuti non solo illegali ma anche immorali.


    Non hai risposto alla domanda: lo conoscevi così bene mister FH tanto da considerarti suo amico?

    Sei per caso a conoscenza di altre notizie più rilevanti che possono aiutarci a comprendere meglio?

    Quanto hai riferito finora puo' esser considerato solo chiacchiere da bar.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lego senza las
    > E poi, se non aveva nulla da temere di certo non
    > si dava alla fuga.

    Ma che si dava alla fuga lo dici TU!
    Che prove hai in merito?
    L'hanno fermato in aeroporto?
    L'hanno visto che stava salendo sul suo elicottero?
    Sono solo congetture, fino a prova contraria.
    Prova contraria CHE NON HAI .
    Quello che dice l'FBI, essendo chiaramente di parte, è irrilevante.
    Dovremmo chiedere a lui, se stava per partire, o, quantomeno, ai suoi legali.
    Questo sarebbe stato un articolo obiettivo.
    Ma su un articolo del genere non saresti mai venuto a commentare...

    > Avrebbe dovuto fare come King DotCom, accettare
    > quanto stava accadendo (sapeva bene di esser
    > braccato), combattere strenuamente per i propri
    > diritti ed attendere il momento in cui la sua
    > verità sarebbe venuta a galla.

    E questo dimostra che anche della vicenda di Kim (non King) DotCom, tu non sai assolutamente NULLA.
    Non solo non hai letto tutto quello che ha detto alle televisioni e giornali di mezzo mondo, non solo non hai seguito l'inaugurazione del nuovo mega, non solo non hai capito niente della vicenda e del perché la Nuova Zelanda non è una colonia americana e quindi perché l'FBI non ha (e non deve avere) alcun potere giuridico in Nuova Zelanda, ma non hai nemmeno letto quello che lui scrive continuamente sul suo sito, su Twitter, su Facebook, e nel frattempo venivano fuori documenti dell'FBI (quelli non li citi?) che in pratica spiegavano il lobbysmo sulla NZ.
    Esattamente lo stesso che successe per The Pirate Bay all'epoca del primo raid in Svezia (vedere Steal this film per capire di cosa parlo).
    Esattamente lo stesso che è successo per l'australiano Julian Assange.

    > Esiste una piccola differenza tra King DotCom e
    > mister Freedom Hosting: il primo non ha mai
    > permesso che sui suoi server venissero caricati
    > massivamente contenuti non solo illegali ma anche
    > immorali.

    L'immoralità (a differenza dell'illegalità) è soggettiva, ma al di là di questo, se uno carica qualcosa (qualunque) su un server non è certo il proprietario del server ad essere responsabile. Non solo, il proprietario del server non è tenuto né a sapere di cosa si tratta né tantomeno a controllare preventivamente (perché quello spazio non è più suo e sarebbe violazione della privacy, o perché sarebbe comunque impossibile verificare se è legale o no, o perché se uno mette una password al file col cazzo che la scopre, ecc.).

    Mega, come Freedom Hosting, come Aruba, Altavista e come qualsiasi altro hosting provider, hanno disclaimer abbastanza chiari in questo.
    Se uno viola le regole sono liberi di terminarti l'account, ma non è che queste aziende hanno un omino che controlla file per file di che si tratta, anche perché sarebbe materialmente impossibile, per alcuni file.

    > Non hai risposto alla domanda: lo conoscevi così
    > bene mister FH tanto da considerarti suo amico?

    La domanda non era per me ma io conosco Kim Dotcom e potrei considerarmi suo fan, lui mi conosce perché ci siamo parlati, è difficile definirci amici, perché non ci siamo mai visti. Se intendi il concetto di amicizia "da social network", allora sì, io e Kim Dotcom siamo amici.

    > Sei per caso a conoscenza di altre notizie più
    > rilevanti che possono aiutarci a comprendere
    > meglio?

    Tu sicuramente stai prendendo per oro colato le dichiarazioni dell'accusa.
    Basterebbe dire che ad esempio, il giorno dopo le perquisizioni per pedoporno l'accusa (le forze dell'ordine e la magistratura) dice sempre che hanno trovato migliaia di filmati e foto raccapriccianti, quando chiunque conosca come funzionano queste cose sa benissimo che il materiale sequestrato NON può essere già esaminato perché in caso contrario si invaliderebbe tutta l'indagine. Infatti l'indagato ha tempo 15 giorni per nominare un perito di parte (o per assistere personalmente agli esami informatici, se non è egli sottoposto a custodia cautelare).
    Se aprono gli scatoli (sigillati con la firma dell'indagato) hanno invalidato tutto, e devono rilasciarlo con tante scuse.
    Quindi le dichiarazioni in cui dicono che "hanno trovato" sono tutte panzane, perché in caso contrario sarebbero le prove che hanno aperto gli scatoli e quindi devono invalidare tutta l'indagine.

    > Quanto hai riferito finora puo' esser considerato
    > solo chiacchiere da bar.

    Più o meno come il tuo commento (non il mio).
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > Ma che si dava alla fuga lo dici TU!
    > Che prove hai in merito?
    > L'hanno fermato in aeroporto?
    > L'hanno visto che stava salendo sul suo
    > elicottero?
    > Sono solo congetture, fino a prova contraria.
    > Prova contraria CHE NON HAI
    > .
    > Dovremmo chiedere a lui, se stava per partire, o,
    > quantomeno, ai suoi
    > legali.

    bravo
    quando glielo avrai chiesto - a lui o ai suoi legali - solo allora potrai dirci qualcosa di veramente rilevante. Fino a prova contraria, la tua attendibilità sarà uguale a zero
    non so se mi spiego
    non+autenticato
  • Combattere l'illegalità con altra illegalità è giustizia ?
    Già tutta la questione dovrebbe cadere perchè è stato usato un malware per raggiugnere lo socopo,ora se io uso un programma dannoso nella società viene cosniderato un crimine,se lo fa l'FBI invece è una cosa giusta...è un non senso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Combattere l'illegalità con altra illegalità è
    > giustizia
    > ?
    > Già tutta la questione dovrebbe cadere perchè è
    > stato usato un malware per raggiugnere lo
    > socopo,ora se io uso un programma dannoso nella
    > società viene cosniderato un crimine,se lo fa
    > l'FBI invece è una cosa giusta...è un non
    > senso.

    In questo caso visto quello che c'era di mezzo anno fatto benissimo, io li applaudo.
    Io in questi casi sto dalla parte dei bambini e tu? da quellla dei mostri?
    non+autenticato
  • - Scritto da: seriamente
    > bla bla bla

    Annoiato
    non+autenticato
  • - Scritto da: seriamente
    > In questo caso visto quello che c'era di mezzo
    > anno fatto benissimo, io li
    > applaudo.
    > Io in questi casi sto dalla parte dei bambini e
    > tu? da quellla dei
    > mostri?

    Ancora con questa storiella ? Sai quanti hosting hanno fatto chiudere solo con il sospetto di pedofilia senza alcuna prova tangibile ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: seriamente
    > > In questo caso visto quello che c'era di mezzo
    > > anno fatto benissimo, io li
    > > applaudo.
    > > Io in questi casi sto dalla parte dei bambini e
    > > tu? da quellla dei
    > > mostri?
    >
    > Ancora con questa storiella ? Sai quanti hosting
    > hanno fatto chiudere solo con il sospetto di
    > pedofilia senza alcuna prova tangibile
    > ?

    Questi ossessi ogni volta che sentono citare il soggetto della loro ossessione perdono la ragione e butterebbero alle ortiche migliaia di anni di lotte e di civiltà pur di poter condurre liberi le loro crociate.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Legolas

    > Questi ossessi ogni volta che sentono citare il
    > soggetto della loro ossessione perdono la ragione
    > e butterebbero alle ortiche migliaia di anni di
    > lotte e di civiltà pur di poter condurre liberi
    > le loro
    > crociate.


    non ho ben compreso: quindi sei dell'avviso che la pedopornografia non solo sia in realtà una semplice ossessione ma che in fondo sia anche il risultato di migliaia di anni di civiltà?
    non+autenticato
  • - Scritto da: libero dalle fobie
    > - Scritto da: Legolas
    >
    > > Questi ossessi ogni volta che sentono citare il
    > > sDi che cazzo voglio parlare: della loro ossessione perdono la
    > ragione
    > > e butterebbero alle ortiche migliaia di anni di
    > > lotte e di civiltà pur di poter condurre liberi
    > > le loro
    > > crociate.
    >
    >
    > non ho ben compreso: quindi sei dell'avviso che
    > la pedopornografia non solo sia in realtà una
    > semplice ossessione ma che in fondo sia anche il
    > risultato di migliaia di anni di
    > civiltà?

    Quando un politico inizia a parlare dei bambini, tieni un occhio sul tuo portafogli e l'altro sulle tue libertà.
  • > In questo caso visto quello che c'era di mezzo
    > anno fatto benissimo, io li
    > applaudo.
    > Io in questi casi sto dalla parte dei bambini e
    > tu? da quellla dei
    > mostri?

    c el'hanno infilata loro la pornografia, questi puntavano a fottere Tormail.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Combattere l'illegalità con altra illegalità è
    > giustizia
    > ?
    > Già tutta la questione dovrebbe cadere perchè è
    > stato usato un malware per raggiugnere lo
    > socopo,ora se io uso un programma dannoso nella
    > società viene cosniderato un crimine,se lo fa
    > l'FBI invece è una cosa giusta...è un non
    > senso.

    Quoto.

    Purtroppo i vaccari (cowboy) americani pensano che tutto ciò che sta al di là dei loro confini nazionali sia una sorta di "terra libera" in cui possono scorazzare come vogliono.

    Lo dimostrano le loro tendenze imperialistiche, il fatto che pensino di poter installare i loro trojan, le loro backdoor, ecc. nei nostri sistemi (nonostante, in teoria, dovremmo essere alleati) e che noi dobbiamo semplicemente accettarlo come un dato di fatto, i vari episodi in cui militari americani hanno creato danni e/o vittime, anche in Italia, e non hanno mai scontato un solo giorno di galera per questo, il fatto che non abbiano mai firmato nessun accordo internazionale che permetta ai sistemi di giudizio sovranazionali di giudicare i loro soldati, e così via.

    I bambocci dell'FBI che hanno installato del malaware in un server su territorio non americano, quasi certamente senza essersi neanche preoccupati di chiedere il permesso e le necessarie autorizzazioni alle autorità locali, devono rendersi conto che qui, da noi, il loro distintivo vale meno di un pezzo di latta e che, a tutti gli effetti, per la nostra legge, loro sono privati cittadini di nazionalità estera senza alcun potere né permesso per fare ciò che hanno fatto.

    Quello che succederà, invece, è che quasi certamente l'europa calerà le braghe per l'ennesima volta, dopo averle calate per i fatti dell'NSA, e si farà inc*lare come al solito senza nemmeno il coraggio di chiedere almeno che usino un po' di vaselina.
    non+autenticato
  • Imperialistico sta cippa.


    Elsewhere the FBI and Irish police said they had evidence that large sums of money had passed through Marques’ bank accounts in the last year, including large payments sent to accounts in Romania, $1.5m worth of transfers in and out of one Bank of America account, and huge sums wired to Allied Irish Bank accounts – which have not yet been frozen.
    http://www.breakingnews.ie/ireland/child-porn-accu...


    Spero che muoia con la pena di morte più dolorosa che c'è. (faccina che vomita)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Imperialist ico
    > Imperialistico sta cippa.
    >
    >
    > Elsewhere the FBI and Irish police said they had
    > evidence that large sums of money had passed
    > through Marques’ bank accounts in the last year,
    > including large payments sent to accounts in
    > Romania, $1.5m worth of transfers in and out of
    > one Bank of America account, and huge sums wired
    > to Allied Irish Bank accounts – which have not
    > yet been
    > frozen.
    > http://www.breakingnews.ie/ireland/child-porn-accu
    >
    >
    > Spero che muoia con la pena di morte più dolorosa
    > che c'è. (faccina che
    > vomita)

    Prima dovresti dimostrare che quei soldi gli derivavano dall'attività illegale, non credi? Cosa che non hai fatto.

    Non solo, ma anche fosse vero che ha guadagnato milioni hostando contenuti illegali IN OGNI CASO gli USA non hanno alcuna autorità qui in Europa, né devono averla. Non so se mi spiego.
    non+autenticato