Luca Annunziata

Jolla mette Android nel motore

Sailfish OS incorpora quanto necessario a far girare le app pensate per il sistema operativo mobile di Google. Una scelta che aumenta le chance di quello che un tempo era conosciuto come MeeGo

Roma - Jolla, azienda nata per raccogliere l'eredità di MeeGo, ha annunciato di aver addizionato al suo Sailfish OS le componenti software necessarie a consentire alle app scritte per Android di girare anche sul proprio sistema operativo. La qualità dell'emulazione, se tale si può definire, dovrebbe essere tale da garantire prestazioni pressoché analoghe a quelle native. Almeno stando a quanto dichiarato sul sito ufficiale del progetto.

La questione in ogni caso non è così semplice come sembra: sebbene l'introduzione di un layer software in grado di ampliare la base iniziale di app disponibili per Sailfish OS sia un'ottima idea, resta il problema di come gli utenti dovranno approvvigionarsi di queste app. L'accesso al Play Store può essere tranquillamente escluso (le probabilità che Google fornisca l'appoggio tecnico e commerciale necessario sono pressoché nulle), dunque sarà necessario che gli eseguibili arrivino da altre sorgenti: il CEO Tomi Pienimäki lascia intendere che sono già in corso le necessarie negoziazioni con chi sviluppa app note quali Instagram, Whatsapp, Spotify o WeChat per renderle disponibili e aggiornabili automaticamente.

La qualità della compatibilità dovrebbe essere garantita anche a livello hardware: un terminale Sailfish OS non sarà molto differente da uno Android, pertanto non sarà necessario rivedere affatto (o le modifiche saranno minime) le app esistenti per essere sicuri che funzionino anche su altri apparecchi. Una funzione simile è stata sviluppata anche da Blackberry per i propri terminali della serie 10. (L.A.)
Notizie collegate
  • TecnologiaSymbian, la fine è vicinaSi avvicina la fine commerciale e tecnologica di Symbian, storico sistema operativo mobile soffocato della calata di Apple iOS e Google Android. La situazione per Nokia si fa delicata, mentre Jolla festeggia
  • TecnologiaJolla, l'OS per smartphone si mostraLa società che intende far rinascere MeeGo con i denari degli investitori cinesi mostra per la prima volta all'opera il nuovo OS: reminiscenze di Windows Phone e multitasking per la nuova GUI
5 Commenti alla Notizia Jolla mette Android nel motore
Ordina
  • Il più grande limite di android, che fino ad ora non si è verificato è la frammentazione, no di versione quello è un falso problema, ma tipi di sistema, se samsung fa il suo OS, basato su android ma con il suo store, e Jolla dovesse trovare il consenso di altri produttori di smartphone, ecco che gli sviluppatori si troverebbero a sviluppare per store distinti e versioni realmente diverse dell'os........
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno

    > smartphone, ecco che gli sviluppatori si
    > troverebbero a sviluppare per store distinti e
    > versioni realmente diverse
    > dell'os........
    E un bel chissenefrega ?
    Perchè dovrebbero sviluppare "versioni diverse" a seconda dello store?
    Per darsi la zappa sui piedi?
    non+autenticato
  • Perché Google dovrebbe impedire a SailOS di accedere al Play Store?
    Devi comunque registrarti con un account "@google.com", lasci comunque tutti i tuoi commenti/feedback/log di utilizzo sul Play Store, se compri qualcosa la percentuale la paghi al Play Store.
    Non ci vedrei nulla di strano in un accordo Jolla-Google per addirittura portare tutte le GApps su SailOS. Magari prima che lo stesso accordo SailOS lo faccia, che so, con il Samsung Store...
    (Ad es. le GApps sono già fornite ad esempio alle Cyanogen.
    non+autenticato
  • Il problema è che google non ha controllo sulle app che poi vengono installate sul dispositivo.

    Nel senso che se un'applicazione che acquisti non dovesse funzionare, google se ne dovrebbe, giustamente, sbattere le balle. Invece tu vorresti indietro i sordi, piuttosto che supporto sull'how to, per farla andare...ecc...

    Che poi google non ho idea di quanto possa trarre vantaggio da questa cosa.
  • - Scritto da: Joshthemajor
    > Il problema è che google non ha controllo sulle
    > app che poi vengono installate sul
    > dispositivo.
    >
    ah e quindi?

    > Nel senso che se un'applicazione che acquisti non
    > dovesse funzionare, google se ne dovrebbe,
    > giustamente, sbattere le balle. Invece tu
    > vorresti indietro i sordi, piuttosto che supporto
    > sull'how to, per farla
    > andare...ecc...
    Ma questo è identicamente vero per ogni store (google compreso)...
    Quindi ripeto?
    non+autenticato