Alfonso Maruccia

BlackBerry tra licenziamenti, app e nuovi smartphone

La corporation canadese le prova tutte per tornare alla redditività: licenzia migliaia di impiegati, regala applicazioni per gli OS mobile della concorrenza e presenta il suo più grosso telefonino

Roma - Il destino di BlackBerry Ltd. è in divenire ora più che mai, e nel tentativo di risollevarsi da una posizione di mercato sempre più tendente all'irrilevanza la corporation canadese starebbe al momento valutando l'ennesimo, doloroso licenziamento di massa.

Le nuove indiscrezioni arrivano dal Wall Street Journal e parlano di un taglio a dir poco radicale, uno sfoltimento del 40 per cento della forza lavoro della ex-RIM, il che equivale a dire il licenziamento pianificato di oltre 5mila lavoratori. Questa ennesima "ristrutturazione" verrà messa in pratica a ondate, spiegano le fonti anonime del WSJ, e colpiranno tutti i dipartimenti della corporation.

Interrogata sulla faccenda, BlackBerry non conferma né smentisce, limitandosi a dire di essere impegnata in movimenti "organizzativi" che hanno l'obiettivo di assicurare alla società il posizionamento delle "persone giuste" nei posti giusti per catturare "nuove opportunità nel mobile computing".
Parlando di queste presunte "nuove opportunità nel mobile computing", in effetti BlackBerry è impegnata in un cambio di strategia sostanzioso come dimostra l'ormai prossimo lancio del servizio BlackBerry Messenger per ecosistemi Apple e Android. L'app per accedere a BBM sarà disponibile sui due principali sistemi operativi mobile in circolazione entro il week-end, comunica BB, non costerà nemmeno un centesimo e mancherà - almeno inizialmente - dei servizi di chiamata video e audio già disponibile agli utenti di dispositivi BlackBerry.

Tra ristrutturazioni e apparenti "svendite" di quelli che non molto tempo fa rappresentavano i gioielli della corona degli asset di RIM, il produttore canadese trova anche il tempo di annunciare un nuovo smartphone con schermo extra-large con il nome commerciale di BlackBerry Z30.


Il nuovo gadget è "lo smartphone più grande, veloce, e avanzato" distribuito da BlackBerry, sostiene la corporation, ed è dotato di schermo Super AMOLED da 5 pollici, una CPU quad-core con clock a 1,7GHz, altoparlanti stereo con componente "BlackBerry Natural Sound", batteria da 2.880mAh per una durata massima di 25 ore prima della necessità di una ricarica.

BlackBerry Z30 verrà naturalmente distribuito con una nuova versione dell'OS proprietario creato da RIM (BlackBerry 10.2), mentre per quanto riguarda la disponibilità concreta sul mercato si parla della prossima settimana per il Regno Unito e il Medioriente, mentre per il resto del mondo di prima delle vacanze natalizie. Il prezzo varierà da regione a regione e secondo le offerte dei carrier.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • BusinessIl destino di BlackberryUn piano di di vendita sarebbe stato studiato per concludersi entro novembre. Ma non si sa chi potrebbe essere l'acquirente. Mentre si vocifera di scorpori e vendite insufficienti
11 Commenti alla Notizia BlackBerry tra licenziamenti, app e nuovi smartphone
Ordina
  • Con l'ultima versione del sistema operativo il passo avanti è stato notevole! Hanno finalmente abbandonato la inutile e complessa architettura BES e BIS che per anni gli ha tarpato le ali. Finalmente c'è una sincronizzazione con i protocolli comuni che funziona veramente bene (primo tra tutti ActiveSync). Sono facili da usare e da configurare. La tastiera della serie Q e la modalità predittiva per l'immissione del testo sono ottime, anche l'interfaccia touch non è male, lineare e non "pasticciata". Tecnicamente le potezionalità per competere con i grandi del settore ci sono, ma purtrppo in informatica si sa che molto spesso è cruciale non sono la bontà della soluzione in sè ma anche la capacità di immettere i prodotti sul mercato con la giusta tempistica (Apple docet, in questo) e Blackberry è in ritardo, e di molto..
  • l'architettura BES era l'unico motivo per scegliere BB ... mi sa che non hai capito nulla...
    non+autenticato
  • Carissimo, permettimi di argomentare: Ho amministrato il BES per anni. Non vedevo l'ora di levarmelo dalle p..! è un'inutile complicazione dell'architettura di rete: i vantaggi rispetto alla sincronizzazione ActiveSync per esempio sono risibili, in compenso introduce un nuovo server che si deve interfacciare con il server di posta, quindi ogni volta che si fanno degli aggiornamenti c'è sempre il rischio che qualche cosa non funzioni bene a causa di problemi di compatiblità; poi introduce un nuovo database, che come tale deve essere amministrato e manutenuto (il che significa ulteriore carico di lavoro per l'amministratore di rete), poi, ovviamente, apre delle porte per comunicare (quindi introduce potenziali rischi di sicurezza), poi ancora si deve interfacciare con i loro server remoti, altrimenti non funziona niente! Questa è la "perla", vale la pena si soffermarcisi un attimo: in questo modo si crea un collo di bottiglia pericolosissimo che può, come ha già fatto in passato, essere causa di una interruzione di servizio di livelli planetari (p.f. leggi "planetari" come sottolineato e in grassetto..). Certamente tu possiedi un'altro smartphone, altrimenti di ricorderesti bene che cosa è successo solo qualche tempo fa: mentre tutti andavano su youtube con i loro "coinvolgenti" video di presentazione dei loro nuovi prodotti, l'AD di RIM che cosa ha dovuto (o voluto) fare? Un video di patetiche scuse pubbliche! (puoi andare su youtube a rivederlo). Quindi tu, quando TUTTI (Apple, Google, Android, Nokia...ripeto TUTTI) da anni andavano nella logica direzione di utilizzare i protocolli standard di comunicazione, avresti perseguito ancora la strada percorsa per anni da RIM e che è una delle principali cause che di fatto ha portato l'azienda in questa drammatica situazione (hai letto quanta gente si troveranno a dover licenziare ora a causa delle scellerate scelte operate nel passato dalla loro amministrazione? ..e non credo che questa volta basti video messaggio con le scuse dell'AD per consolare quelli che rimarranno senza lavoro..). Renditi conto che per anni in questo modo (qui tralascio le pecche del vecchio sistema operativo..su cui si potrebbe scrivere un articolo intero..) si sono preclusi DA SOLI il mercato delle PIM (fondamentale in Italia, come in altri Paesi, soprattutto europei), per non parlare degli utenti privati, ..per non parlare ancora dei soldi che avranno buttato via per la ricerca e lo sviluppo di un tale sistema e che venivano ribaltati sugli acquirenti (fino alla versione Express, perchè mai uno avrebbe dovuto spendere migliaia di euro per riceve le mail sul cellulare quando tutti gli altri vendor potevano fare la stessa cosa praticamente gratis?!). Non ti offendere, ma il punto non è cosa devono fare, infatti finalmente ci sono arrivati (tu non ancora, ma la loro amministrazione si), ma se sono ancora in tempo o meno per farlo! Cordialmente, Francesco.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 settembre 2013 00.32
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Franzomanu
    > Carissimo, permettimi di argomentare: Ho
    > amministrato il BES per anni. Non vedevo l'ora di
    > levarmelo dalle p..! è un'inutile complicazione
    > dell'architettura di rete: i vantaggi rispetto
    > alla sincronizzazione ActiveSync per esempio sono
    > risibili, in compenso introduce un nuovo server
    > che si deve interfacciare con il server di posta,
    > quindi ogni volta che si fanno degli
    > aggiornamenti c'è sempre il rischio che qualche
    > cosa non funzioni bene a causa di problemi di
    > compatiblità; poi introduce un nuovo database,
    > che come tale deve essere amministrato e
    > manutenuto (il che significa ulteriore carico di
    > lavoro per l'amministratore di rete), poi,
    > ovviamente, apre delle porte per comunicare
    > (quindi introduce potenziali rischi di
    > sicurezza), poi ancora si deve interfacciare con
    > i loro server remoti, altrimenti non funziona
    > niente! Questa è la "perla", vale la pena si
    > soffermarcisi un attimo: in questo modo si crea
    > un collo di bottiglia pericolosissimo che può,
    > come ha già fatto in passato, essere causa di una
    > interruzione di servizio di livelli planetari
    > (p.f. leggi "planetari" come sottolineato e in
    > grassetto..). Certamente tu possiedi un'altro
    > smartphone, altrimenti di ricorderesti bene che
    > cosa è successo solo qualche tempo fa: mentre
    > tutti andavano su youtube con i loro
    > "coinvolgenti" video di presentazione dei loro
    > nuovi prodotti, l'AD di RIM che cosa ha dovuto (o
    > voluto) fare? Un video di patetiche scuse
    > pubbliche! (puoi andare su youtube a rivederlo).
    > Quindi tu, quando TUTTI (Apple, Google, Android,
    > Nokia...ripeto TUTTI) da anni andavano nella
    > logica direzione di utilizzare i protocolli
    > standard di comunicazione, avresti perseguito
    > ancora la strada percorsa per anni da RIM e che è
    > una delle principali cause che di fatto ha
    > portato l'azienda in questa drammatica situazione
    > (hai letto quanta gente si troveranno a dover
    > licenziare ora a causa delle scellerate scelte
    > operate nel passato dalla loro amministrazione?
    > ..e non credo che questa volta basti video
    > messaggio con le scuse dell'AD per consolare
    > quelli che rimarranno senza lavoro..). Renditi
    > conto che per anni in questo modo (qui tralascio
    > le pecche del vecchio sistema operativo..su cui
    > si potrebbe scrivere un articolo intero..) si
    > sono preclusi DA SOLI il mercato delle PIM
    > (fondamentale in Italia, come in altri Paesi,
    > soprattutto europei), per non parlare degli
    > utenti privati, ..per non parlare ancora dei
    > soldi che avranno buttato via per la ricerca e lo
    > sviluppo di un tale sistema e che venivano
    > ribaltati sugli acquirenti (fino alla versione
    > Express, perchè mai uno avrebbe dovuto spendere
    > migliaia di euro per riceve le mail sul cellulare
    > quando tutti gli altri vendor potevano fare la
    > stessa cosa praticamente gratis?!). Non ti
    > offendere, ma il punto non è cosa devono fare,
    > infatti finalmente ci sono arrivati (tu non
    > ancora, ma la loro amministrazione si), ma se
    > sono ancora in tempo o meno per farlo!
    > Cordialmente,
    > Francesco.
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 21 settembre 2013 00.32
    > --------------------------------------------------

    A fronte di una tua risposta da persona tecnica oltre che soggettiva, quoto la risposta di Samba:
    l'architettura BES era l'unico motivo per scegliere BB ... mi sa che non hai capito nulla...

    A livello strategico era un ottimo servizio email. Il valore aggiunto dovresti saperloOcchiolino
    non+autenticato
  • Il riscontro delle mie affermazioni è di fatto da leggersi nelle ultime scelte strategiche della società in questione: l'ultimo disperato tentativo riportare in carreggiata un'azienda che a causa del suo immobilismo è riuscita a partire da una posizione di quasi monopolio tecnologico per arrivare al quasi fallimento. ..Ma forse i vertici della società sbagliano a deviare dalla condotta che in questi anni li ha portati all'enorme successo che tutti abbiamo sotto gli occhi, vero? E come dite voi la soluzione è quella di continuare con i fantastici servizi aziendali (che, a giudicare la risposta le aziende non sembrano proprio aver recepito.. chissà come mai) e poi fare un bello smartphone fighissimo da 700 eur., In altre parole al soluzione che tu quoti è la seguente: 1. Apriamo la piattaforma BES ai protocolli comuni di interfacciamento (e allora perchè non usiamo direttamente i protocolli comuni?!), 2. continuiamo con il BES che da anni non caga nessuno. 3. Facciamo un bello smartphone da 700 eur. (con il BES), così sicuramente attrarremo tantissimi nuovi utenti! Direi che è un piano geniale e che bisogna farglielo subito sapere, prima che la situazione precipiti! Saluti
  • L'unica speranza per sopravvivere era lasciar perdere i device, e aprire i servizi BES alle altre piattaforme con app dedicate (IOS,Android,WP).
    In questo modo avrebbero almeno evitato che le aziende migrassero ad altre soluzioni, potendo cambiare i device (i bb fanno CAGARE) ma mantenendo i servizi corporate (ECCEZIONALI).

    Al massimo mantenere 1 device di fascia alta, un po' come iPhone...

    non so se sono ancora in tempo, ma così son spacciati...
    non+autenticato
  • sì, se chiude blackberry, che fine fa? Mi piacerebbe saperlo, e penso che come me molti vorrebbero vedere il codice, come me
  • - Scritto da: kruks
    > sì, se chiude blackberry, che fine fa? Mi
    > piacerebbe saperlo, e penso che come me molti
    > vorrebbero vedere il codice, come
    > me
    Si e chissà se chiude iphone... Ma per favore, almeno per cultura generale/digitale informati!

    Vuoi anche vedere il codice??? Ahahahahahhahahahahahhahahaaha
    non+autenticato
  • Il solito commento ad cazzum..
    non+autenticato
  • ciuf ciuf
    non+autenticato