Mauro Vecchio

Google Glass, l'Europa aspetterà a lungo

L'azienda di Mountain View ha fatto capire che i suoi super-occhiali non saranno subito disponibili sul mercato europeo. Problemi di privacy e difficoltà nei meccanismi di riconoscimento vocale

Roma - Invitati da Google ad un evento speciale sullo sviluppo dei suoi occhiali intelligenti, numerosi giornalisti europei hanno potuto indossare i primi modelli del progetto Glass. Non autorizzate alla pubblicazione delle precise dichiarazioni dei responsabili di Mountain View, le testate si sono limitate al riassunto dell'evento di Bruxelles: la tecnologia indossabile del colosso californiano non arriverà sul mercato comunitario prima di diversi anni.

Mentre i primi tester statunitensi hanno speso la cifra di 1.500 dollari per godere della realtà aumentata di BigG, gli utenti europei rischiano di aspettare ancora a lungo. Stando a quanto riportato dai partecipanti all'evento belga, il progetto Glass avrebbe subito una brusca interruzione a causa delle problematiche legate alla privacy, in particolare alla feature di riconoscimento automatico dei volti di estranei e passanti. In realtà, i super-occhiali dell'azienda californiana sono finiti sotto la lente di numerose autorità di garanzia in vari paesi del mondo (Stati Uniti compresi).

Più realisticamente, il problema legato alla privacy non rappresenta l'unico ostacolo per il lancio europeo di Google Glass. Pare che la Grande G non abbia ancora pensato all'introduzione di un programma di raccolta dei tester - ce ne sono 12mila negli USA - in Europa, in particolare per le difficoltà riscontrate nei meccanismi di riconoscimento vocale, che allo stato attuale non riescono a funzionare bene con le lingue straniere.
Sarebbe quindi troppo presto per stabilire quando gli occhiali intelligenti potranno essere indossati dagli utenti del Vecchio Continente. (M.V.)
Notizie collegate
9 Commenti alla Notizia Google Glass, l'Europa aspetterà a lungo
Ordina