Luca Annunziata

NASA a corto di contanti

Nella sospensione della attività federali USA per il mancato accordo sul budget 2014 coinvolta anche l'agenzia spaziale. Che terrà al lavoro solo il personale di supporto alla ISS

Roma - Se non arriverà rapidamente l'accordo necessario a sbloccare i fondi per le attività dell'anno fiscale 2014, NASA, EPA, CDC e tutte le altre agenzie federali che fanno capo al budget dell'Unione chiuderanno i battenti almeno temporaneamente. I dipendenti resteranno a casa senza paga e saranno garantiti solo i servizi essenziali: nel caso dell'agenzia spaziale il supporto da Huston agli astronauti sulla ISS, nel caso del CDC lo stretto monitoraggio delle epidemie più preoccupanti, e così via.

la biblioteca del congresso chiusa

L'ordinamento USA fa sì che, in caso di mancato accordo sulla legge finanziaria che fissi i tetti di spesa per l'esercizio che è iniziato il 1 ottobre (per le finanze a stelle e strisce è già l'anno fiscale 2014), le attività degli uffici pubbliche vengano sospese invece di proseguire in un cosiddetto "esercizio provvisorio". La norma d'oltreoceano differisce quindi sensibilmente da quella italiana, e questo significa che circa 800mila dipendenti verranno lasciati a casa fino a data da definirsi senza paga. Un problema nella vità di tutti i giorni per i cittadini comuni, e un problema per la scienza e il mondo IT visto che le agenzie federali statunitensi si occupano di materie importanti anche relative alla sicurezza (trasporto aereo, sanità, monitoraggio di corpi celesti in rotta di collisione col nostro pianeta) e alla ricerca scientifica.

Nel caso di NASA, la questione è esemplare: nel libro paga dell'agenzia spaziale ci sono circa 18mila dipendenti, e quelli che è previsto rimangano in servizio sono appena 600. Si tratta degli specialisti del controllo missione a Huston, a cui spetterà il compito di continuare ad assistere i due astronauti con passaporto USA al momento a bordo della ISS, così come le diverse missioni in corso (tra rover in giro per Marte e altri satelliti piazzati a distanza diversa dalla Terra) che necessitano di controllo umano per assicurarsi la continuità e prevenire perdita di dati e di conseguenza un rischio per la riuscita della missione. Tutto quanto invece è arrestabile, comprese le missioni e i lanci programmati, sarà arrestato: sarà garantita solo la preservazione dei beni, per evitare che l'attesa dello sblocco del denaro a Washington causi ulteriori perdite altrove.
Le stesse condizioni valgono per DoJ, Biblioteca del Congresso, National Science Foundation, NIH e tutte le sigle federali che si occupano a vario titolo di ricerca e sviluppo: in alcuni casi ci sarà lo stop indiscriminato di tutte le attività (come accadrà ad esempio alla Biblioteca del Congresso che terrà le porte chiuse a tutti), in altri verranno garantiti i servizi base e le emergenze. Ma, ad esempio, il programma di vaccinazione contro l'influenza organizzato ogni anno dal CDC sarà sospeso e probabilmente finirà per essere cancellato a causa di questo "shutdown"; senza contare che anche il monitoraggio di eventuali focolai di infezioni o già conclamate epidemie sarà ridotto al lumicino se non in alcuni casi arrestato.


Un fattore da considerare, nel caso della NASA, è anche l'approvvigionamento dei viveri e di altre scorte alla stazione spaziale: nel rapporto in cui si chiariscono le linee guida per la sospensione delle attività viene ribadita la necessità di tenere sotto controllo la questione per eventualmente provvedere a rifornimenti o qualsiasi evenienza (emergenze a bordo, evacuazioni ecc). In soccorso dell'agenzia potrebbero venire le aziende private che ormai sono lanciate nella fornitura di missioni spaziali chiavi in mano e che hanno già iniziato a collaborare con NASA: nonostante le difficoltà iniziali, la Cygnus di Orbital Sciences ha attraccato senza problemi sulla ISS (con nella stiva proprio rifornimenti), e nelle stesse ore il Falcon 9 di SpaceX è decollato in una nuova versione più potente con a bordo un satellite meteorologico canadese.

Se le aziende private accettassero di fare credito alla NASA, per così dire, con il supporto delle Soyuz russe non ci sarebbero grossi problemi a portare avanti il progetto ISS. In ogni caso, l'agenzia dovrà fare fronte a più di qualche grattacapo per risolvere il blocco della liquidità nell'immediato per portare avanti la propria ricerca: problema che non riguarda altre agenzie come la NSA, che pur non gode al momento dei favori del pubblico, visto che nei casi di sicurezza nazionale e attività militare sono previste deroghe allo shutdown.

Luca Annunziata
30 Commenti alla Notizia NASA a corto di contanti
Ordina
  • Giusto che non ci siano sprechi.
    Giusto che le missione importanti si svolgano.
    E' soprattutto e innanzitutto giusto di una sanità che sia più vicina a chi non se lo può permettere.
    Saluti.
    non+autenticato
  • Come si permettono quei signori in cravatta del congresso di bloccare il sistema pubblico americano?!
    Sono degli irresponsabili che difendono gli interessi di economisti che stanno inglobando nella finanza tutte le risorse finanziarie invece di investirle in lavoro e persone.
    Ricattare gli americani dicendo "o cedete sulla riforma sanitaria o mettiamo il paese in ginocchio" è terrificante.
    Lo smantellamento della NASA come della ricerca in generale è in atto da qualche anno ed è sempre portato avanti dal mondo finanziario, invece la ricerca andrebbe sostenuta.
    non+autenticato
  • Soprattutto con questi numeri:

    http://denaro.it/blog/2012/11/30/spreco-di-cibo-in.../

    sicuramente chi non ha non può buttare ... il marxismo ed il capitalismo hanno fallito entrambi, purtroppo ancora oggi c'è troppa gente che si ostina a difenderli.
    non+autenticato
  • Pure "loro" come i nostri scolari, si porteranno da casa la carta igienica!
    non+autenticato
  • Ma per come è "organizzata" la loro società non tutti avranno la possibilità di avere il rotolo di carta igienica e dove poterla utilizzare.
    non+autenticato
  • Per questo negli Stati Uniti
    si paga il 35% di tasse e si scarica tutto.
    In Italia tra tasse dirette e indirette siamo sopra il 75%
    Se non muovi il deretano non ,non puoi mangiare
    alle spalle degli altri.
    L'opposto è l'Italia dove tutti
    sono simili nel diritto alla (povertà)
    Enti regioni comuni sindacati,ecc;quanti inetti,incapaci tornerebbero alla zappa che meritano
    in Usa lo stato controlla.Non può dissipare danaro pubblico
    scusate
    non+autenticato
  • Si, peccato che il budget della NASA ai tempi del programma Apollo era almeno 10 volte superiore a quello attuale.
    Poi forse non sai cosa sta facendo la NASA con Orion e SLS.
    Senza parlare delle importantissime missioni con sonde come New Horizons.

    Non parlate se non sapete che è meglio
    non+autenticato
  • - Scritto da: luigi arcieri
    > in Usa lo stato controlla.Non può dissipare
    > danaro pubblico
    è forse per questo che hanno il debito pubblico più alto di tutti?A bocca aperta
    non+autenticato
  • Nè più nè meno dei tanti, una volta prestigiosi, laboratori di ricerca americani che ormai non fanno più (quasi) niente se non simulare cose con i supercomputer.

    Ai tempi di von Braun marciava a tutt'altro regime. Doveva arrivare un ragazzo dal Sud Africa per ricordarci cos'è l'innovazione in ambito spaziale.
    http://www.spacex.com
  • sempre tanto di cappello a Musk, ma le tue sparate sulla NASA sono solo chiacchere
    non+autenticato
  • - Scritto da: niun
    > sempre tanto di cappello a Musk, ma le tue
    > sparate sulla NASA sono solo
    > chiacchere

    Non hanno neanche più un razzo per mandare astronauti in orbita, meno che mai sulla Luna come 40 anni fa. Sono REGREDITI. (ora aspettano che il razzo di Musk sia pronto). I robottini marziani sono simpatici ma... enough! Già con i Viking di 30 anni fa si è saputo quello che c'era da sapere. Hanno perfino finito il plutonio per gli RTG (anche se quello non è colpa loro), quindi astronavi immortali come i Voyager probabilmente non ne vedremo più.

    Non dico che non facciano ancora qualcosa di interessante ogni tanto, ma in pratica alla Nasa la tecnologia spaziale è ferma da almeno 30 anni (dallo Shuttle) e in decenni non sono riusciti a rifare una specie di Apollo che doveva essere il suo 'successore' (si fa per dire).

    Poi ti arriva un Musk, che era un PROGRAMMATORE di computer, e in neanche 5 anni fa razzi che costano 1/10 degli attuali, sono più modulari ed affidabili e fra pochissimo torneranno anche alla base come i razzi dei fumetti degli anni '20-'30 riducendo di ordini di grandezza il costo di accesso allo spazio. Perché la NASA in tutti questi anni neanche ci ha provato a farli? (o, meglio, in qualche occasione ci ha provato ma ha sempre fallito).
  • - Scritto da: MacGeek
    > Già con i
    > Viking di 30 anni fa si è saputo quello che c'era
    > da sapere.

    ma anche no, eh
  • Definire le missioni su marte come simpatici robottini significa che tu hai squalificato in partenza il lavoro della nasa, non molto obiettivo

    a partel'elenco lungo di fronti su cui la nasa è protagonista (ISS, decinedi sonde, rover ecc), sicuramente è burocratizzata e diversa dai degli Apollo, ma dire che Musk da solo ha fatto il Falcon è dire unavfalsità...SpaceX eNasa hanno collaborato anni, e la Nasa si è finalmente sganciata dalla Lockhead che si era fermata nell'evoluzionevdei propulsori. Adesso esistonoanche altre compagnievspazili private, ma la collaborazionevcon la Nasa è fondamentale

    e Musk non è un Progrmmatore, lo ha fatto da giovane e da genio quale è ha fatto miliardi, ma lui è dottore in Fisica...è uno scienziato, è diventato quello che è perchè havstudiato, non perchè(solo perchè) è smanettone
    non+autenticato
  • - Scritto da: niun
    > Definire le missioni su marte come simpatici
    > robottini significa che tu hai squalificato in
    > partenza il lavoro della nasa, non molto
    > obiettivo
    >
    > a partel'elenco lungo di fronti su cui la nasa è
    > protagonista (ISS, decinedi sonde, rover ecc),

    L'ISS è nata dai Russi (MIR), gli USA si sono aggregati in seguito.
    L'idea della base spaziale di von Braun era tutt'altra cosa.

    I rover sono carini, ma sono progetti minori rispetto ad altri del passato (per esempio i citati Viking che per primi sono riusciti ad atterrare su Marte ma l'hanno mappata anche dall'orbita).

    > sicuramente è burocratizzata e diversa dai degli
    > Apollo, ma dire che Musk da solo ha fatto il
    > Falcon è dire unavfalsità...SpaceX eNasa hanno
    > collaborato anni, e la Nasa si è finalmente
    > sganciata dalla Lockhead che si era fermata
    > nell'evoluzionevdei propulsori.

    Certo Musk non è partito da zero. Ha preso ingegneri ex-Nasa, ex-Lockeed, ecc.
    Ma con la sua guida hanno stanno facendo in pochi anni e con (relativi) pochissimi soldi quello che la NASA non è riuscita a fare in decenni con fondi estremamente più cospicui. Per quello dico che la NASA è diventato un carrozzone. Non che gli ingegneri spaziali con la palle non nascono più.

    È come la storia di Jobs, Jobs era bravissimo a far produrre persone che comunque erano in partenza dei geni. Ma che senza guida adatta non potevano esprimere tutte le loro potenzialità.

    > Adesso esistonoanche altre compagnievspazili private, ma
    > la collaborazionevcon la Nasa è
    > fondamentale

    È fondamentale perché gli da i fondi per andare avanti (e ne servono sicuramente tanti in quel campo). Ma la Space-X si produce quasi tutto in proprio, mentre la NASA erano ormai anni che si affidava a ditte esterne il cui unico interesse era di mantenere lo status quo e non certo di innovare. In un'intervista proprio Musk spiega la fobia di innovare di queste compagnie (e di conseguenza del perché è sceso direttamente in campo): “There’s a tremendous bias against taking risks. Everyone is trying to optimize their ass-covering.”

    http://www.wired.com/wiredscience/2012/10/ff-elon-.../

    > e Musk non è un Progrmmatore, lo ha fatto da
    > giovane e da genio quale è ha fatto miliardi, ma
    > lui è dottore in Fisica...è uno scienziato, è
    > diventato quello che è perchè havstudiato, non
    > perchè(solo perchè) è smanettone

    Lo so, lo so. Ma è diventato ricco e famoso come programmatore. È anche uno che ha un bel background dal punto di vista commerciale (e si vede).
  • Su Musk non mi devi convincere eh, spero veramente che SpaceX e Tesla e gli altri progetti suoi abbiano un successo rivoluzionario

    La Nasa avrà mille difetti da pachiderma ma ritengo sia sempre la "avanguardia" per lo spazio, molto più dei russi, dell'esa, dei giapponesi (e tutti loro credo siano mooolto più burocratizzati) e mi rode non poco che gli venga tagliato il budget (è osteggiata da decenni ormai) ..te invece sembravi stappare lo spumante al tuo primo post, sottointendendo che era un carrozzone inutile..beh la ricerca spaziale ha bisogno di un ente come la NASA, solo con i privati non si va porpio da nessuna parte
    non+autenticato
  • - Scritto da: niun
    > Su Musk non mi devi convincere eh, spero
    > veramente che SpaceX e Tesla e gli altri progetti
    > suoi abbiano un successo
    > rivoluzionario
    >
    > La Nasa avrà mille difetti da pachiderma ma
    > ritengo sia sempre la "avanguardia" per lo
    > spazio, molto più dei russi, dell'esa, dei
    > giapponesi (e tutti loro credo siano mooolto più
    > burocratizzati) e mi rode non poco che gli venga
    > tagliato il budget (è osteggiata da decenni
    > ormai) ..te invece sembravi stappare lo spumante
    > al tuo primo post, sottointendendo che era un
    > carrozzone inutile..beh la ricerca spaziale ha
    > bisogno di un ente come la NASA, solo con i
    > privati non si va porpio da nessuna
    > parte

    Budget o non budget comunque Nasa non è più in grado di innovare.
    Come le tasse qui: più ne metti e più sprecano, mica ci fanno qualcosa di utile...
  • - Scritto da: MacGeek
    > - Scritto da: niun
    > > sempre tanto di cappello a Musk, ma le tue
    > > sparate sulla NASA sono solo
    > > chiacchere
    >
    > Non hanno neanche più un razzo per mandare
    > astronauti in orbita, meno che mai sulla Luna
    > come 40 anni fa. Sono REGREDITI. (ora aspettano
    > che il razzo di Musk sia pronto).

    SpaceX ha già un razzo pronto, il Falcon9. La NASA sta lavorando su un loro razzo, l'SLS.

    > I robottini
    > marziani sono simpatici ma... enough! Già con i
    > Viking di 30 anni fa si è saputo quello che c'era
    > da sapere.

    Questa è un'assurdità bella e buona. Già definirli robottini è offensivo nei confronti di chi ci ha lavorato. Sono laboratori scientifici a tutti gli effetti.
    Neanche sulla Terra sappiamo quello che c'è da sapere, figurarsi su Marte.

    > Hanno perfino finito il plutonio per
    > gli RTG (anche se quello non è colpa loro),
    > quindi astronavi immortali come i Voyager
    > probabilmente non ne vedremo
    > più.

    Il plutonio è poco, non è finito, e stanno riavviando la produzione.

    >
    > Non dico che non facciano ancora qualcosa di
    > interessante ogni tanto, ma in pratica alla Nasa
    > la tecnologia spaziale è ferma da almeno 30 anni
    > (dallo Shuttle) e in decenni non sono riusciti a
    > rifare una specie di Apollo che doveva essere il
    > suo 'successore' (si fa per
    > dire).

    Mai sentito parlare della ISS, tanto per fare un nome?

    >
    > Poi ti arriva un Musk, che era un PROGRAMMATORE
    > di computer, e in neanche 5 anni fa razzi che
    > costano 1/10 degli attuali,

    No, quella è la sua intenzione, poi bisogna vedere se ci riesce.

    > sono più modulari ed
    > affidabili e fra pochissimo torneranno anche alla
    > base come i razzi dei fumetti degli anni '20-'30
    > riducendo di ordini di grandezza il costo di
    > accesso allo spazio.

    Lo spero. Staremo a vedere.

    > Perché la NASA in tutti
    > questi anni neanche ci ha provato a farli? (o,
    > meglio, in qualche occasione ci ha provato ma ha
    > sempre
    > fallito).

    La NASA fa mille cose e non ha budget sufficiente per nessuna di queste. Esplorazione robotica, umana, astronomia, studio della terra, studio di altri pianeti, ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: giucam
    > SpaceX ha già un razzo pronto, il Falcon9. La
    > NASA sta lavorando su un loro razzo,
    > l'SLS.

    Il razzo è pronto ma non hanno ancora messo a punto tutti i dettagli e le sicurezze per certificare il volo umano. Ma manca poco. Per ora fanno lanci commerciali, ma è stato progettato dall'inizio per il volo umano.

    Per quanto riguarda il razzo Nasa, cambiano così spesso progetti a metà dell'opera che non credo lo finiranno mai.

    > > I robottini
    > > marziani sono simpatici ma... enough! Già con i
    > > Viking di 30 anni fa si è saputo quello che
    > c'era
    > > da sapere.
    >
    > Questa è un'assurdità bella e buona. Già
    > definirli robottini è offensivo nei confronti di
    > chi ci ha lavorato. Sono laboratori scientifici a
    > tutti gli effetti.
    > Neanche sulla Terra sappiamo quello che c'è da
    > sapere, figurarsi su
    > Marte.

    I Viking degli anni '70 erano molto più evoluti almeno dei primi 2 robottini mandati su Marte. Ok, Curiosity è fico, ma non in realtà c'era rimasto ben poco da scoprire, ormai.

    > Mai sentito parlare della ISS, tanto per fare un
    > nome?

    Se non ho capito male discende dalla MIR russa, non è partito dalla Nasa. Il progetto Nasa era fallito (http://it.wikipedia.org/wiki/Stazione_spaziale_Fre...).

    > > Poi ti arriva un Musk, che era un PROGRAMMATORE
    > > di computer, e in neanche 5 anni fa razzi che
    > > costano 1/10 degli attuali,
    >
    > No, quella è la sua intenzione, poi bisogna
    > vedere se ci riesce.

    Gli attuali Falcon GIA' costano 10 volte meno dei razzi NASA (e della concorrenza).
    Se riescono a recuperare il primo stadio, a quel punto l'accesso allo spazio costerà circa 100 volte meno di oggi.

    > Lo spero. Staremo a vedere.

    Hanno fatto un test a terra pochi mesi fa (http://en.wikipedia.org/wiki/Grasshopper_(rocket)) e con l'ultimo lancio del falcon di pochi giorni fa hanno fatto rientrare in atmosfera il primo stadio in modo controllato. Non tutto ha funzionato perfettamente, ma sono sulla buona strada per completare il progetto. Pensano di riuscirci già il prossimo hanno, mi pare.
  • - Scritto da: MacGeek
    > - Scritto da: giucam
    > > SpaceX ha già un razzo pronto, il Falcon9. La
    > > NASA sta lavorando su un loro razzo,
    > > l'SLS.
    >
    > Il razzo è pronto ma non hanno ancora messo a
    > punto tutti i dettagli e le sicurezze per
    > certificare il volo umano. Ma manca poco. Per ora
    > fanno lanci commerciali, ma è stato progettato
    > dall'inizio per il volo
    > umano.

    Ah, parlavi di razzi human rated.

    >
    > Per quanto riguarda il razzo Nasa, cambiano così
    > spesso progetti a metà dell'opera che non credo
    > lo finiranno
    > mai.

    Purtroppo è vero. Ma dipende dalla politica che disfa quello che hanno approvato un anno prima.

    >
    > > > I robottini
    > > > marziani sono simpatici ma... enough!
    > Già con
    > i
    > > > Viking di 30 anni fa si è saputo quello
    > che
    > > c'era
    > > > da sapere.
    > >
    > > Questa è un'assurdità bella e buona. Già
    > > definirli robottini è offensivo nei
    > confronti
    > di
    > > chi ci ha lavorato. Sono laboratori
    > scientifici
    > a
    > > tutti gli effetti.
    > > Neanche sulla Terra sappiamo quello che c'è
    > da
    > > sapere, figurarsi su
    > > Marte.
    >
    > I Viking degli anni '70 erano molto più evoluti
    > almeno dei primi 2 robottini mandati su Marte.
    > Ok, Curiosity è fico, ma non in realtà c'era
    > rimasto ben poco da scoprire,
    > ormai.

    Molto più evoluti??? Per quel tempo erano molto evoluti, ma non scherziamo, Curiosity, e anche i due MER, sono su un'altro piano.
    Questa cosa che non c'è più niente da scoprire poi non so da dove l'hai tirata fuori. Abbiamo solo cominciato a capire molto superficialmente come funziona Marte.

    >
    > > Mai sentito parlare della ISS, tanto per
    > fare
    > un
    > > nome?
    >
    > Se non ho capito male discende dalla MIR russa,
    > non è partito dalla Nasa. Il progetto Nasa era
    > fallito
    > (http://it.wikipedia.org/wiki/Stazione_spaziale_Fr

    La MIR (o quello che ne resta) attualmente è sul fondo del pacifico. La ISS è nata da una collaborazione tra Russia e USA, a cui poi si è aggiunta l'Europa e altri stati.

    >
    > > > Poi ti arriva un Musk, che era un
    > PROGRAMMATORE
    > > > di computer, e in neanche 5 anni fa
    > razzi
    > che
    > > > costano 1/10 degli attuali,
    > >
    > > No, quella è la sua intenzione, poi bisogna
    > > vedere se ci riesce.
    >
    > Gli attuali Falcon GIA' costano 10 volte meno dei
    > razzi NASA (e della
    > concorrenza).

    Se mi parli dello Shuttle è vero, forse anche più di 10 volte meno, ma non costano 10 volte meno di un Atlas V o di un Delta 4.

    > Se riescono a recuperare il primo stadio, a quel
    > punto l'accesso allo spazio costerà circa 100
    > volte meno di
    > oggi.
    >
    > > Lo spero. Staremo a vedere.
    >
    > Hanno fatto un test a terra pochi mesi fa
    > (http://en.wikipedia.org/wiki/Grasshopper_(rocket)

    Si, ma quello è un test, poi bisogna vederlo su un razzo vero. Il test del Falcon dell'altro giorno non ha avuto pieno successo perchè una volta rientrato in atmosfera hanno perso il controllo.
    non+autenticato