Mauro Vecchio

Google, gli utenti saranno la pubblicità

I nuovi termini di servizio dell'azienda californiana prevedono l'inclusione di nomi e fotografie di quegli utenti che mostrano apprezzamento per determinati prodotti o servizi

Roma - Sul sentiero digitale tracciato da Facebook, i responsabili di Google vogliono sfruttare i cosiddetti endorsement di milioni di utenti per gli appetiti più voraci degli inserzionisti pubblicitari online. L'azienda di Mountain View ha infatti annunciato una significativa revisione dei suoi termini di servizio, che verranno pubblicati sul sito ufficiale il prossimo 11 novembre.

Per evitare le incomprensioni del legalese, la Grande G ha deciso di riassumere le nuove policy in tre cambiamenti fondamentali. "Primo, un chiarimento su come il nome e la foto del profilo potrebbero apparire nei prodotti Google (fra cui recensioni, pubblicità e in altri contesti commerciali) - scrive l'azienda californiana - Secondo, un promemoria relativo all'utilizzo sicuro dei dispositivi mobili. Terzo, dettagli sull'importanza di mantenere riservata la password".

In sostanza, il primo punto illustra come BigG avrà la possibilità di includere nomi completi, fotografie e commenti nei messaggi pubblicitari mostrati in giro per il web (o meglio, sulla sua rete di contenuti). A risultare inclusi saranno quegli utenti che avranno recensito o commentato un prodotto/servizio con un post su G+ o altre tipologie di contenuti tramite le numerose piattaforme di Mountain View (YouTube compresa).
"I consigli da persone conosciute possono essere molto utili, quindi gli amici, la famiglia e altre persone potrebbero visualizzare il nome e la foto del profilo di un utente, nonché contenuti come le recensioni che condivide o gli annunci su cui ha fatto +1 - continuano i responsabili del colosso californiano - Ciò accade solo quando l'utente svolge un'azione (fa +1, aggiunge un commento o segue qualcuno) e le uniche persone che vedono tutto questo sono quelle con cui l'utente ha scelto di condividere tali contenuti".

A partire dal prossimo 11 novembre, gli apprezzamenti degli utenti di Google saranno disponibili in una rete di oltre 2 milioni di siti legati al suo network pubblicitario, che vengono visualizzati da circa 1 miliardo di persone nel mondo. L'azienda di Mountain View ha comunque specificato che le nuove policy saranno valide solo per utenti maggiorenni, e che sarà prevista un'opzione di opt-out per non farne parte. Ma gli inserzionisti già si leccano i baffi per questa nuova possibilità di maturare una fiducia nei confronti dei propri brand grazie alla sponsorizzazione personale degli utenti di BigG.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
108 Commenti alla Notizia Google, gli utenti saranno la pubblicità
Ordina
  • e nessuno si è mai scandalizzato.

    Se con il tuo nome e cognome metti "mi piace" su qualcosa di pubblicamente visibile sarà bene che te ne assuma le responsabilità del caso, punto. Nessuno ti costringe a farlo.
  • Oltre tutto, certa gente non sa quello che vuole; non vuoi far sapere in giro che ti piace un prodotto? Allora non cliccare su "mi piace". Vuoi far sapere in giro che quel prodotto ti piace? È esattamente quello che google o facebook ti aiuteranno a fare. Basta avere le idee chiare all'inizio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello
    > Oltre tutto, certa gente non sa quello che vuole;
    > non vuoi far sapere in giro che ti piace un
    > prodotto? Allora non cliccare su "mi piace". Vuoi
    > far sapere in giro che quel prodotto ti piace?
    > È esattamente quello che google o facebook
    > ti aiuteranno a fare. Basta avere le idee chiare
    > all'inizio.

    E se io volessi invece far sapere che un certo prodotto NON MI PIACE, e vorrei anche motivare il perche', in modo circostanziato, come devo fare?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: cicciobello
    > > Oltre tutto, certa gente non sa quello che
    > vuole;
    > > non vuoi far sapere in giro che ti piace un
    > > prodotto? Allora non cliccare su "mi piace".
    > Vuoi
    > > far sapere in giro che quel prodotto ti
    > piace?
    > > È esattamente quello che google o
    > facebook
    > > ti aiuteranno a fare. Basta avere le idee
    > chiare
    > > all'inizio.
    >
    > E se io volessi invece far sapere che un certo
    > prodotto NON MI PIACE, e vorrei anche motivare il
    > perche', in modo circostanziato, come devo
    > fare?

    Nessuno paga per avere pubblicità negativa, mi spiace.
    Shiba
    3709
  • - Scritto da: Shiba
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: cicciobello
    > > > Oltre tutto, certa gente non sa quello
    > che
    > > vuole;
    > > > non vuoi far sapere in giro che ti
    > piace
    > un
    > > > prodotto? Allora non cliccare su "mi
    > piace".
    > > Vuoi
    > > > far sapere in giro che quel prodotto ti
    > > piace?
    > > > È esattamente quello che google o
    > > facebook
    > > > ti aiuteranno a fare. Basta avere le
    > idee
    > > chiare
    > > > all'inizio.
    > >
    > > E se io volessi invece far sapere che un
    > certo
    > > prodotto NON MI PIACE, e vorrei anche
    > motivare
    > il
    > > perche', in modo circostanziato, come devo
    > > fare?
    >
    > Nessuno paga per avere pubblicità negativa, mi
    > spiace.

    Mica ho detto che voglio essere pagato.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: cicciobello
    > > Oltre tutto, certa gente non sa quello che
    > vuole;
    > > non vuoi far sapere in giro che ti piace un
    > > prodotto? Allora non cliccare su "mi piace".
    > Vuoi
    > > far sapere in giro che quel prodotto ti
    > piace?
    > > È esattamente quello che google o
    > facebook
    > > ti aiuteranno a fare. Basta avere le idee
    > chiare
    > > all'inizio.
    >
    > E se io volessi invece far sapere che un certo
    > prodotto NON MI PIACE, e vorrei anche motivare il
    > perche', in modo circostanziato, come devo
    > fare?
    Niente di più semplice: fai un post (o magari addirittura un'intera pagina) contro la cosa che non ti piace, oppure metti "mi piace" ad un analogo post/pagina preesistente.Occhiolino
  • Piu avanti andiamo peggio diventiamo..
    Ho fatto la rima^^
    Chissà tra dieci anni se esisterà ancora il concetto di privacy..
  • Dipende da te: l'unico che può proteggere la tua privacy sei tu.
    non+autenticato
  • Verissimo, è anche vero e lo si vede anche da questo articolo, che la società in generale ne sta perdendo di vista l' importanza..
  • ...per evitare G+, Facebook e tutti gli altri social network (cosa che avrei fatto comunque, visto che personalmente li trovo inutili). Naturalmente non posso evitare che amici e parenti facciano altrettanto.
  • per protesta mettete le foto di Larry Page e Sergey Brin Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: eheheh
    > per protesta mettete le foto di Larry Page e
    > Sergey Brin
    > Sorride
    oppure questa... che ti fa "una offerta che non puoi rifiutare"...
    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > - Scritto da: eheheh
    > > per protesta mettete le foto di Larry Page e
    > > Sergey Brin
    > > Sorride
    > oppure questa... che ti fa "una offerta che non
    > puoi
    > rifiutare"...
    > [img]http://m2.paperblog.com/i/25/250980/playlist-

    Può nascere un tipo di nuovo Google Bombing.
    Si crea un profilo con la faccia di Adolf Hitler clicchi su +1 di tante aziende. Te lo immagini alla prsossima promozione di un film della Disney compare la faccia del fuhrer Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: thebecker
    >
    > > Può nascere un tipo di nuovo Google Bombing.
    > > Si crea un profilo con la faccia di Adolf
    > Hitler
    > > clicchi su +1 di tante aziende. Te lo
    > immagini
    > > alla prsossima promozione di un film della
    > Disney
    > > compare la faccia del fuhrer
    > > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    >
    > +1
    > Clicca per vedere le dimensioni originali

    E con la legge di Godwin come facciamo?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: unaDuraLezione
    > > - Scritto da: thebecker
    > >
    > > > Può nascere un tipo di nuovo Google
    > Bombing.
    > > > Si crea un profilo con la faccia di
    > Adolf
    > > Hitler
    > > > clicchi su +1 di tante aziende. Te lo
    > > immagini
    > > > alla prsossima promozione di un film
    > della
    > > Disney
    > > > compare la faccia del fuhrer
    > > > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    > >
    > > +1
    > > Clicca per vedere le dimensioni originali
    >
    > E con la legge di Godwin come facciamo?

    Non ha ancora detto il suo nome. La foto non penso che valgaSorride
  • - Scritto da: sbrotfl
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: unaDuraLezione
    > > > - Scritto da: thebecker
    > > >
    > > > > Può nascere un tipo di nuovo Google
    > > Bombing.
    > > > > Si crea un profilo con la faccia di
    > > Adolf
    > > > Hitler
    > > > > clicchi su +1 di tante aziende. Te
    > lo
    > > > immagini
    > > > > alla prsossima promozione di un
    > film
    > > della
    > > > Disney
    > > > > compare la faccia del fuhrer
    > > > > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    > > >
    > > > +1
    > > >
    > Clicca per vedere le dimensioni originali
    > >
    > > E con la legge di Godwin come facciamo?
    >
    > Non ha ancora detto il suo nome. La foto non
    > penso che valga
    >Sorride

    Non lo so, non sono ferratissimo in legge di Godwin.
    Ho il sospetto pero' che valga in tutte le lingue, compresa quella dei segni, e quella delle illustrazioni (per coloro che sanno diversamente leggere).
    Meglio chiedere...
  • Non conviene più usare per tutto lo stesso servizio è più comondo ma ne risente la privacy.

    1) usare servizi diversi per ogni necessità. immagini, files, email, blog/sito...ecc. E' più scomodo ma non raccogli tutte le tue cose sullo stesso database.

    2)usare i servizi di Google come il motore di ricerca, Youtube senza essere loggati. Per Youtube invece di usare le playlist usare i segnalibri del browser (meglio Firefox o altri Browser non di Google) e possible anche sincronizarli in alcuni browser.

    3) cancellare frequentemente i cookie.

    4) Non condividere ogni singolo respiro della propria vita su Internet, non sarebbe più bello parlare di argomenti di interessse generale e pubblici senza per forza far conoscere la propria identità, è l'argomento che conta (come facciamo qui su PI), invece di far diventare la rete un modo per farsi gli affari degli altri e spettegolare? Certo ma pochi lo capiscono ormaiTriste !

    Insomma diversificare i servizi, non ti rende anonimo ma rendi più difficile la vita. Poi si possono usare anche servizi proxy quando serve.

    Sicuramente ci saranno altre cose che mi dimentico.Sorride

    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 14 ottobre 2013 11.35
    -----------------------------------------------------------
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 14 ottobre 2013 11.37
    -----------------------------------------------------------
  • Tutto condivisibile tranne una cosa... citare il forum di PI come esempio positivo ti rende subito meno credibileOcchiolino
  • - Scritto da: saverio_ve
    > Tutto condivisibile tranne una cosa... citare il
    > forum di PI come esempio positivo ti rende subito
    > meno credibile
    >Occhiolino

    Ovviamente parlo della potenzialità del forum di PI come tanti altri, poi se è pieno di troll è un altro discorsoOcchiolino
  • - Scritto da: thebecker
    > 3) cancellare frequentemente i cookie.
    Facciamo anche un rifiuto a priori dei cookie di Google
    non+autenticato
  • - Scritto da: er piottaro
    > - Scritto da: thebecker
    > > 3) cancellare frequentemente i cookie.
    > Facciamo anche un rifiuto a priori dei cookie di
    > Google

    Si ancora meglioOcchiolino
  • - Scritto da: thebecker
    > Non conviene più usare per tutto lo stesso
    > servizio è più comondo ma ne risente la
    > privacy.
    >
    > 1) usare servizi diversi per ogni necessità.
    > immagini, files, email, blog/sito...ecc. E' più
    > scomodo ma non raccogli tutte le tue cose sullo
    > stesso
    > database.
    >
    Finchè big g non se li compra tuttiTriste
    non+autenticato
  • - Scritto da: thebecker
    > 1) usare servizi diversi per ogni necessità.
    > immagini, files, email, blog/sito...ecc. E' più
    > scomodo
    è più scomodo... l'hai detto tu stesso. La comodità si paga, amico mio, anche a caro prezzo. Un login per ogni servizio: mi sembra di ritornare all'anno 2000: sai che scocciatura accedere a siti diversi con credenziali diverse? è come voler fare un lungo viaggio a bordo di una utilitaria quando puoi benissimo farlo in una comoda bmw.

    > 2)usare i servizi di Google come il motore di
    > ricerca, Youtube senza essere loggati.
    e se devi accedere a Gmail (o suo altro servizio) ti logghi/slogghi ogni volta?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Evil dead
    > - Scritto da: thebecker
    > > 1) usare servizi diversi per ogni necessità.
    > > immagini, files, email, blog/sito...ecc. E'
    > più
    > > scomodo
    > è più scomodo... l'hai detto tu stesso. La
    > comodità si paga, amico mio, anche a caro prezzo.
    > Un login per ogni servizio: mi sembra di
    > ritornare all'anno 2000: sai che scocciatura
    > accedere a siti diversi con credenziali diverse?

    Ma che browser hai?
    Col mio browser non c'e' nessuna scocciatura.
    Ad ogni sito accedo con la sua identita'.

    La scocciatura semmai sarebbe quella di usare la stessa identita' in piu' siti.

    > è come voler fare un lungo viaggio a bordo di una
    > utilitaria quando puoi benissimo farlo in una
    > comoda bmw.

    Meglio fare il passeggero sull'utilitaria che essere costretto a guidare la bmw.

    > > 2)usare i servizi di Google come il motore di
    > > ricerca, Youtube senza essere loggati.
    > e se devi accedere a Gmail (o suo altro servizio)
    > ti logghi/slogghi ogni
    > volta?

    Ci pensa il browser.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Evil dead
    > > - Scritto da: thebecker
    > > > 1) usare servizi diversi per ogni
    > necessità.
    > > > immagini, files, email,
    > blog/sito...ecc.
    > E'
    > > più
    > > > scomodo
    > > è più scomodo... l'hai detto tu stesso. La
    > > comodità si paga, amico mio, anche a caro
    > prezzo.
    > > Un login per ogni servizio: mi sembra di
    > > ritornare all'anno 2000: sai che scocciatura
    > > accedere a siti diversi con credenziali
    > diverse?
    >
    > Ma che browser hai?
    > Col mio browser non c'e' nessuna scocciatura.
    > Ad ogni sito accedo con la sua identita'.
    >
    > La scocciatura semmai sarebbe quella di usare la
    > stessa identita' in piu'
    > siti.
    >
    > > è come voler fare un lungo viaggio a bordo
    > di
    > una
    > > utilitaria quando puoi benissimo farlo in una
    > > comoda bmw.
    >
    > Meglio fare il passeggero sull'utilitaria che
    > essere costretto a guidare la
    > bmw.
    >
    > > > 2)usare i servizi di Google come il
    > motore
    > di
    > > > ricerca, Youtube senza essere loggati.
    > > e se devi accedere a Gmail (o suo altro
    > servizio)
    > > ti logghi/slogghi ogni
    > > volta?
    >
    > Ci pensa il browser.

    Molti neanche usano i segnalibri e usano al posto della barra degli indirizzi Google.Triste Pensi veramente che sanno usare la funzione di salvataggio delle password nel browser richiamate quando devi accedere al sito? Penso proprio di no, tristezzaTriste e pensare che è una funzione utilissima, ovvimente per sicurezza sempre criptate le mie password le salvo con l'ottimo Keepass.
  • - Scritto da: thebecker

    >
    > Molti neanche usano i segnalibri e usano al posto
    > della barra degli indirizzi Google.Triste Pensi
    > veramente che sanno usare la funzione di
    > salvataggio delle password nel browser richiamate
    > quando devi accedere al sito?

    Certo che no.
    Tanto che usano pure IE.

    > Penso proprio di
    > no, tristezzaTriste e pensare che è una funzione
    > utilissima, ovvimente per sicurezza sempre
    > criptate le mie password le salvo con l'ottimo
    > Keepass.

    Gli ignoranti meritano di essere vittime di selezione naturale.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Ma che browser hai?
    > Col mio browser non c'e' nessuna scocciatura.
    > Ad ogni sito accedo con la sua identita'.

    No fammi capire... tu non usi i servizi google ma lasci che il browser memorizzi tutte le tue password? Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere
  • Come si fa a pensare che quando si fa "+1" (o "mi piace") su qualcosa, l'informazione non possa essere sfruttata a fini commerciali?
    Semplicemente gratis non esiste; se il prezzo è zero euro, significa che il prodotto venduto sei tu. Così difficile da capire?
    Inoltre tali pubblicità con la tua faccia saranno visibili solo alle persone delle tue cerchie con cui hai condiviso il "+1" originale, quindi non vedo dove sia lo scandalo, volendo queste persone sanno già di te molto più dei tuoi gusti commerciali
  • E' molto peggio di così: google facebook twitter etc sanno che hai visitato una pagina anche se non clicchi niente. Basta che sia presente nella pagina il "mi piace" +1 etc.
    .poz
    199
  • vero, ma nel mio intervento era riferito principalmente alle pubblicità con la mia faccia contro cui molti si scagliano.
    Quello che dici tu era incluso nella frase "gratis non esiste"; tutti i servizi forniti "gratis" sono una garanzia che qualunque dato gli dia sarà utilizzato a fini commerciali. Poi ognuno fa le sue valutazioni se tale prezzo valga il servizio. Concetto semplice che un sacco di gente non capisce.
  • contenuto non disponibile
  • appunto, appurato che Google non è un'opera di bene, come certi fricchettoni credono, mi sembra che il comportamento sia tutto sommato corretto o sbaglio?
  • contenuto non disponibile
  • concordo, ma appunto ritengo che sia normale pratica commerciale fare così (un po' come i servizi che si rinnovano se non disdici, discutibile ma ormai comune)
  • - Scritto da: pentolino
    > vero, ma nel mio intervento era riferito
    > principalmente alle pubblicità con la mia faccia
    > contro cui molti si
    > scagliano.
    > Quello che dici tu era incluso nella frase
    > "gratis non esiste"; tutti i servizi forniti
    > "gratis" sono una garanzia che qualunque dato gli
    > dia sarà utilizzato a fini commerciali. Poi
    > ognuno fa le sue valutazioni se tale prezzo valga
    > il servizio. Concetto semplice che un sacco di
    > gente non
    > capisce.
    Le "facce" degli avatar non sono mica tanto affidabili, ricordi quando unaDuraLezione usava come avatar miriam leone?
    Se Google utilizzasse quell'avatar a fine di lucro per la pubblicità sarebbero problemi.
    non+autenticato
  • e non solo le facce, sai da quanto tempo non faccio più l'omino coca cola?

    penso di essere uno dei pochi che come avatar su PI ha una propria foto VERA e non editata!
  • - Scritto da: pentolino
    > e non solo le facce, sai da quanto tempo non
    > faccio più l'omino coca
    > cola?
    >
    sei passato alla pepsi?Occhiolino
    non+autenticato
  • no, faccio il mi-gnot-to nel dancing delle pulci
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)