Gaia Bottà

Copyright, convertire è meglio che archiviare

L'industria della musica non può che giocare sui cavilli per mettere fuori gioco i servizi che trasformano lo streaming di YouTube in file mp3. Il convertitore YouTube-MP3 cede sull'archiviazione

Roma - Tutto quello che è stato caricato su YouTube può diventare musica: YouTube-MP3 è un servizio che si occupa di distillare file mp3 dai video postati su YouTube, affinché gli utenti possano godere del brano senza doversi sorbire le immagini che lo accompagnano, l'advertising e l'interfaccia del servizio di sharing. Già nel mirino di YouTube per la violazione delle condizioni d'uso delle API, si è ora scontrato con l'industria del disco tedesca, che lo ha chiamato in causa per una motivazione diversa.

YouTube-MP3, a differenza di altri servizi che avevano ceduto alle pressioni di Google, aveva semplicemente ignorato le rimostranze del Tubo: ha continuato ad operare indisturbato, nonostante YouTube gli avesse notificato la violazione delle condizioni d'uso, che proibiscono di sfruttarne le API per "isolare o separare le componenti audio e video". Ha operato indisturbato, finché l'industria della musica non ha riscontrato nel funzionamento del servizio un solido appiglio per la denuncia: YouTube-MP3 non si limita ad estrarre dai video i file mp3, ma conserva un archivio dei file già estratti, costruendo in questo modo un catalogo di musica in continuo aggiornamento.

Tre etichette tedesche rappresentate dal gruppo BVMI hanno dunque trascinato il servizio di fronte al tribunale distrettuale di Amburgo. Pur accettando il ripping istantaneo, paragonandolo ad un comportamento innocente quale la registrazione dalla radio operata sulle vecchie cassette, la distribuzione senza licenza dei brani già convertiti e archiviati a favore degli utenti sarebbe intollerabile.
YouTube-MP3 sembra aver compreso che l'archiviazione dei brani per agevolarne la distribuzione sarebbe stata una pratica indifendibile, chiaramente in violazione della legge. Per questo motivo si è già accordata con i detentori dei diritti: il sito resta online e resta operativo il servizio di ripping, ma si rinuncerà allo stoccaggio dei file già convertiti.

Le etichette si sono viste rimborsare le spese legali, ma non hanno ottenuto altro. I detentori dei diritti sono consapevoli del fatto che la pratica della distillazione dello streaming sfugge alle leggi esistenti che tutelano il diritto d'autore: "la definizione del concetto di copia privata - denuncia BVMI - incoraggia questo giocare al gatto col topo sul concetto di streamripping, perciò un chiarimento a livello legislativo è necessario".

La stessa YouTube non aveva potuto che fare leva sulle condizioni d'uso delle API nel rivolgersi a YouTube-MP3 per tentare di interrompere le sue attività e di preservare le proprie preziose visualizzazioni e la simpatia delle etichette con cui collabora. YouTube non era riuscita nell'impresa, ma ha certo trovato una conferma delle potenzialità che detiene in ambito musicale. Proprio in queste ore tornano ad affacciarsi le indiscrezioni secondo cui YouTube abbia pronto un servizio di streaming a pagamento: una offerta che, se opportunamente declinata, potrebbe soddisfare i palati degli amanti della musica che finora si sono rivolti a soluzioni come YouTube-MP3.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • AttualitàYouTube, cade il primo convertitoreDrammatico cybersuicidio per Clip.dj, probabilmente abbattuto dalle minacce di Google sull'estrazione illecita dei file audio dalle clip del video sharing. Resta per ora online il colosso YouTube-MP3.org
  • AttualitàYouTube: vietato estrarre MP3BigG si schiera contro alcuni servizi che permettono agli utenti di scaricare la traccia audio di un video. Una violazione delle condizioni d'uso, oltre che sfruttamento illecito delle API. Ultimatum ai vari gestori
42 Commenti alla Notizia Copyright, convertire è meglio che archiviare
Ordina
  • Queste notizie mi convincono sempre più che la lotta alla pirateria sia una malcelata lotta al progresso. Alcuni sono riusciti ad acchiappare il treno dell'evoluzione tecnologica, vendendo i loro brani on line a pochi euro e riuscendo ad ottenere un fatturato; altri vorrebbero continuare ad imporre vetusti modelli commerciali (spiegatemi perché se voglio comprare un solo brano, devo beccarmi un intero CD che ne contiene altri che non mi interessano) portano avanti la crociata contro i consumatori, all'occorrenza bollati come pirati per comprimere la loro libertà di scelta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pallo Pinco
    > Queste notizie mi convincono sempre più che la
    > lotta alla pirateria sia una malcelata lotta al
    > progresso. Alcuni sono riusciti ad acchiappare il
    > treno dell'evoluzione tecnologica, vendendo i
    > loro brani on line a pochi euro e riuscendo ad
    > ottenere un fatturato; altri vorrebbero
    > continuare ad imporre vetusti modelli commerciali
    > (spiegatemi perché se voglio comprare un solo
    > brano, devo beccarmi un intero CD che ne contiene
    > altri che non mi interessano) portano avanti la
    > crociata contro i consumatori, all'occorrenza
    > bollati come pirati per comprimere la loro
    > libertà di scelta.

    Stessa cosa gia' accaduta durante la diffusione dell'automobile con gli allevatori di cavalli che si stracciavano le vesti, niente di nuovo e tra un po' accadra' di nuovo con autisti, taxisti, guidatori vari.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Pallo Pinco
    > > Queste notizie mi convincono sempre più che
    > la
    > > lotta alla pirateria sia una malcelata lotta
    > al
    > > progresso. Alcuni sono riusciti ad
    > acchiappare
    > il
    > > treno dell'evoluzione tecnologica, vendendo i
    > > loro brani on line a pochi euro e riuscendo
    > ad
    > > ottenere un fatturato; altri vorrebbero
    > > continuare ad imporre vetusti modelli
    > commerciali
    > > (spiegatemi perché se voglio comprare un solo
    > > brano, devo beccarmi un intero CD che ne
    > contiene
    > > altri che non mi interessano) portano avanti
    > la
    > > crociata contro i consumatori, all'occorrenza
    > > bollati come pirati per comprimere la loro
    > > libertà di scelta.
    >
    > Stessa cosa gia' accaduta durante la diffusione
    > dell'automobile con gli allevatori di cavalli che
    > si stracciavano le vesti, niente di nuovo e tra
    > un po' accadra' di nuovo con autisti, taxisti,
    > guidatori
    > vari.
    PERCHE' CONTINUATE A CONFONDERE IL PROGRESSO CON LE VIOLAZIONI DELLA LEGGE? Nessuno vuole intralciare il progresso, i modi di fruizione di opere d'ingegno si evolveranno sempre ma non dimenticare che è chi detiene i diritti a scegliere come divulgare le proprie opere e non certi soggetti che ne ne appropriano e guadagnano sul lavoro. Mettetevi in testa che chi mette su siti pirata è un delinquente che sfrutta l'ignoranza e la noncuranza dell'utente finale che pur di avere il suo filmetto o il brano musicale, fa finta di non capire da che parte stanno i buoni. Uno produce e lavora, l'altro sottrae e specula senza pagare nessuno... come si fa ad avere dubbi?
    non+autenticato
  • > PERCHE' CONTINUATE A CONFONDERE IL PROGRESSO CON
    > LE VIOLAZIONI DELLA LEGGE?

    Questo capita quando la legge non è adeguata ai tempi.

    Ad esempio, anni fa la legge ostacolava il progresso della telematica perchè per poter avere un modem era obbligatorio avere la licenza di utente telegrafico (legge che aveva senso per gli uffici che avevano le telescriventi, tanto erano pochi, ma non aveva nessun senso per i privati)

    > Nessuno vuole
    > intralciare il progresso, i modi di fruizione di
    > opere d'ingegno si evolveranno sempre ma non
    > dimenticare che è chi detiene i diritti a
    > scegliere come divulgare le proprie opere

    Finchè sono sue, sì; ma se le vende non sono più sue. Quando l'opera era indissolubilmente legata al supporto materiale, le leggi attuali avevano senso, ma adesso non più.

    > e non
    > certi soggetti che ne ne appropriano e guadagnano
    > sul lavoro.

    Scusa, se compri una cosa avrai il diritto di appropriartene o no? È tua o no?

    > Mettetevi in testa che chi mette su
    > siti pirata è un delinquente che sfrutta
    > l'ignoranza e la noncuranza dell'utente finale
    > che pur di avere il suo filmetto o il brano
    > musicale, fa finta di non capire da che parte
    > stanno i buoni.

    Per l'utente finale i buoni sono quelli che gli regalano qualcosa, i cattivi sono quelli che gliela vogliono togliere.

    Tu che cosa hai da offrire di buono all'utente finale? Cosa fai di utile per l'utente finale? Cosa gli dai in più rispetto al gestore del sito?


    > Uno produce e lavora, l'altro
    > sottrae

    Se qualcuno ti sottrae qualcosa, tu non ce l'hai più. Ti sono per caso spariti dei brani di musica o dei film?

    > e specula senza pagare nessuno... come si
    > fa ad avere
    > dubbi?

    Tu cosa produci?

    Mettiamola in questo modo: se tu entri in sciopero (perchè sei stufo di vedere che la gente non ti paga), l'utente finale ci rimette qualcosa? Se sì, cosa? Cosa fai di utile per lui?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Allibito
    > PERCHE' CONTINUATE A CONFONDERE IL PROGRESSO CON
    > LE VIOLAZIONI DELLA LEGGE?

    Perché il progresso è sempre andato contro la legge.
    Basti pensare alla stampa a caratteri mobili, che ha eliminato il lavoro dei copisti e ha introdotto una nuova figura: i tipografi.
    I copisti, che erano religiosi, lanciarono invettive contro questo strumento del demonio, scomunicando e bruciando sul rogo i libri che avevano permesso a tutti i non analfabeti di dire quello che volevano.
    Col risultato che le prime Bibbie stampate arrivarono molto tempo dopo.
    Con l'invenzione della radio, i produttori di dischi e cilindri si lamentavano che la gente ascoltava la musica gratis con la radio e spesso anche con qualità molto migliore visto che spesso si eseguiva dal vivo per la radio (la radio, anche AM, suonava meglio dei primi cilindri e dischi).
    Con il videoregistratore, il presidente della MPAA disse che il videoregistratore sta ad Hollywood come lo strangolatore di Boston sta ad una donna sola. E tentarono di fare di tutto per rendere illegale questo nuovo strumento. Persero la causa ma la Sony di fatto perse la battaglia commerciale perché il Betamax venne attaccato duramente dalle major. La JVC vinse con il VHS, che aveva una qualità nettamente inferiore e per anni ci siamo tenuti quei cassettoni neri grossi una volta e mezzo i betamax e che si vedevano molto peggio (ovviamente c'erano anche altri problemi che decretarono la vincita del VHS, su tutti il fatto che non fosse coperto da royalties , la JVC permise a tutti gli altri di produrre videoregistratori e videocassette VHS senza dover corrispondere un centesimo alla JVC; la Sony invece deteneva il brevetto e pretese le royalties da tutti gli altri produttori: questo fu un colpo maggiore che non la stessa causa, che comunque Sony alla fine vinse).
    In anni più recenti l'abbiamo visto con la musica, la RIAA fece causa alla Diamond Multimedia perché quest'ultima produsse il primo lettore mp3 portatile (1998), pretendendo che questo non venisse commercializzato. La causa fu (nemmeno tanto ovviamente) persa dalla RIAA e oggi tutti abbiamo i lettori mp3 in tutte le forme e dimensioni, integrati dentro i cellulari e lettori multimediali, ecc.. Fino al lettore della Diamond, gli mp3 si sentivano solo tramite computer.
    Successivamente poi si sono viste le battaglie contro Napster (2000), eDonkey (2001) e tutto quello che è arrivato dopo, la decentralizzazione dei server, i protocolli di offuscamento, Freenet, TOR, I2P e tutto il resto.

    > Nessuno vuole
    > intralciare il progresso,

    NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO... tutti gli esempi citati qui sopra dimostrano che chi ha in mano la tecnologia precedente combatte e lotta sempre contro la tecnologia nuova, iniziando battaglie legali, lobbismo sui politici per far fare le leggi a suo favore, e perdendo poi, nei fatti, miseramente dopo un tempo ragionevolmente breve. E questo solo perché la gente accetta il progresso molto più rapidamente di chi dovrebbe invece essere solo felice di cavalcarlo.
    Lo stesso fatto che invece di fare subito Spotify in risposta a Napster hanno voluto lottare contro Napster.
    Netflix dove è sbarcato ha fatto piazza pulita e milioni di abbonati. In Italia non sbarca perché ci sono proprio quelli come te che non vogliono che arrivi.

    > i modi di fruizione di
    > opere d'ingegno si evolveranno sempre ma non
    > dimenticare che è chi detiene i diritti a
    > scegliere come divulgare le proprie opere e non
    > certi soggetti che ne ne appropriano e guadagnano
    > sul lavoro.

    Gli unici che dovrebbero guadagnare sono gli autori e non lo fanno, chi si appropria e guadagna sul lavoro altrui sono le major.
    E' per questo che stanno prendendo sempre più piede altre forme, come le donazioni (che arrivano direttamente agli autori) o i gadget e le sponsorizzazioni (che arrivano agli autori in percentuali molto più alte).

    > Mettetevi in testa che chi mette su
    > siti pirata è un delinquente che sfrutta
    > l'ignoranza e la noncuranza dell'utente finale
    > che pur di avere il suo filmetto o il brano
    > musicale, fa finta di non capire da che parte
    > stanno i buoni.

    Il buono è chi mi dà gratis.
    Non mi importa se lui ci guadagna, se per me è gratis mi va bene.
    Per la musica, Spotify è già così.
    Se per i film le major non l'hanno fatto, non è certo un mio problema.

    > Uno produce e lavora, l'altro
    > sottrae e specula senza pagare nessuno... come si
    > fa ad avere dubbi?

    L'autore produce e lavora. La Sony, la Warner, la Universal, la Disney, la Fox ecc. sottraggono agli autori e speculano senza pagare nessuno o pagando le briciole rispetto ai guadagni miliardari che fanno e che si vantano di fare, nonostante tutte le perdite che lamentano.
    Come si fa ad avere dubbi tra finanziare l'autore (magari con una donazione) o finanziare la major che lo sfrutta e ci specula sopra?
    Certo, se l'autore non vuole essere finanziato in altra forma, vuol dire che gli va bene essere sfruttato... ma se va bene a lui, non va certo bene a me: anche gli schiavi avevano la sindrome di Stoccolma...
  • - Scritto da: Pallo Pinco
    > Queste notizie mi convincono sempre più che la
    > lotta alla pirateria sia una malcelata lotta al
    > progresso. Alcuni sono riusciti ad acchiappare il
    > treno dell'evoluzione tecnologica, vendendo i
    > loro brani on line a pochi euro e riuscendo ad
    > ottenere un fatturato; altri vorrebbero
    > continuare ad imporre vetusti modelli commerciali
    > (spiegatemi perché se voglio comprare un solo
    > brano, devo beccarmi un intero CD che ne contiene
    > altri che non mi interessano)
    Mai sentito parlare di itunes?
    Ah dimenticavo li si paganoA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dr Doom

    > Mai sentito parlare di itunes?
    > Ah dimenticavo li si paganoA bocca aperta

    Anche su YT si pagano.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Dr Doom
    >
    > > Mai sentito parlare di itunes?
    > > Ah dimenticavo li si paganoA bocca aperta
    >
    > Anche su YT si pagano.

    In che senso?
    Ho un canale Youtube, devo cominciare a preoccuparmi? Newbie, inesperto
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marf
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: Dr Doom
    > >
    > > > Mai sentito parlare di itunes?
    > > > Ah dimenticavo li si paganoA bocca aperta
    > >
    > > Anche su YT si pagano.
    >
    > In che senso?
    > Ho un canale Youtube, devo cominciare a
    > preoccuparmi?
    > Newbie, inesperto

    Hai un canale YT?
    Hai migliaia di iscritti al tuo canale?
    Quando avrai migliaia di iscritti, cominceranno ad arrivarti dei soldi.
    Quindi qualcuno paga.
  • > > > > Mai sentito parlare di itunes?
    > > > > Ah dimenticavo li si paganoA bocca aperta
    > > >
    > > > Anche su YT si pagano.
    > >
    > > In che senso?
    > > Ho un canale Youtube, devo cominciare a
    > > preoccuparmi?
    > > Newbie, inesperto
    >
    > Hai un canale YT?

    Sì, da due anni e mezzo.

    > Hai migliaia di iscritti al tuo canale?

    Sì, 12 000 e rotti.

    > Quando avrai migliaia di iscritti, cominceranno
    > ad arrivarti dei
    > soldi.

    Guarda che hai un'idea mitizzata delle politiche di Youtube. Quello è un programma riservato ai pochi utenti che caricano contenuti propri. E tra l'altro è a scelta dell'utente, se vuole il canale sgombro da pubblicità invadenti non sottoscrive un bel niente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marf
    > Guarda che hai un'idea mitizzata delle politiche
    > di Youtube. Quello è un programma riservato ai
    > pochi utenti che caricano contenuti propri. E tra
    > l'altro è a scelta dell'utente, se vuole il
    > canale sgombro da pubblicità invadenti non
    > sottoscrive un bel niente.

    Ti sbagli:
    http://www.agcom.it/Default.aspx?DocID=6624
  • capirai... ricomprimere in mp3, magari a 128Kbps, uno stream già compresso assieme al video. forse i ragazzini non si accorgono dello schifo che esce.
    Io gli mp3 li tengo solo per motivi di spazio, ma li ricavo da cd e dvd, e sempre a 320kbps (che non risolve del tutto il problema della qualità).
    A volte uso formati loseless (tipo flac, Monkey's Audio, wav 7zippati.
    ivp
    47
  • Dipende anche dalla situazione in cui poi ascolterai tali mp3. Se li ascolti con lo stereo di casa, vuoi una qualità buona... ma se li ascolti in macchina, o all'aperto con l'auricolare, ci saranno comunque tanti di quei rumori esterni che anche se c'è qualche ronzio e qualche altro disturbo di fondo, rumore più rumore meno...

    Ricordati quanti anni si è andati avanti con walkman e cassette rovinate, o con 45 giri e mangiadischi...
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello

    > Ricordati quanti anni si è andati avanti con
    > walkman e cassette rovinate, o con 45 giri e
    > mangiadischi...

    io sono un cso particolare, occupandomi di audio-pro trovo aberrante ricomprimere un mp3 da un m4a o simile....
    ma ricordo bene che anch'io da ragazzo, copiavo i vinili su cassette, ma all'epoca quella era la prassi comune, on fondo forse hai ragione tu: per ascoltare musica sulle casse da pc o in auto, vanno vbene anche gli mp3 fatti da un ogg ricavato da un divxSorride tanto i terribili artefatti generati si perdono nella inesistente qualità di casse da 8 euro oppure nel casino di una macchina coi finestrini abbassati.
    ivp
    47
  • - Scritto da: ivp
    > capirai... ricomprimere in mp3, magari a 128Kbps,
    > uno stream già compresso assieme al video. forse
    > i ragazzini non si accorgono dello schifo che esce.

    verissimo... la roba compressa scaricata da YT (o dal web in genere) è di norma una cagata pazzesca...

    > Io gli mp3 li tengo solo per motivi di spazio, ma
    > li ricavo da cd e dvd, e sempre a 320kbps (che
    > non risolve del tutto il problema della qualità).

    io neanche per quesllo... nel senso che vado di ogg/vorbis in alta qualità: file un po' più grandi (ma sempre molto meno che in wav o flac) ma qualità decente (per ascolti estemporaneo ovviamente, tipo in macchina... non certo su un vero impianto hifi...)

    > A volte uso formati loseless (tipo flac, Monkey's
    > Audio, wav 7zippati.

    anche sì
    Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: king volution
    > - Scritto da: ivp
    > > capirai... ricomprimere in mp3, magari a
    > 128Kbps,
    > > uno stream già compresso assieme al video.
    > forse
    > > i ragazzini non si accorgono dello schifo
    > che
    > esce.
    >
    > verissimo... la roba compressa scaricata da YT (o
    > dal web in genere) è di norma una cagata
    > pazzesca...
    >
    > > Io gli mp3 li tengo solo per motivi di
    > spazio,
    > ma
    > > li ricavo da cd e dvd, e sempre a 320kbps
    > (che
    > > non risolve del tutto il problema della
    > qualità).
    >
    > io neanche per quesllo... nel senso che vado di
    > ogg/vorbis in alta qualità: file un po' più
    > grandi (ma sempre molto meno che in wav o flac)
    > ma qualità decente (per ascolti estemporaneo
    > ovviamente, tipo in macchina... non certo su un
    > vero impianto
    > hifi...)
    >
    > > A volte uso formati loseless (tipo flac,
    > Monkey's
    > > Audio, wav 7zippati.
    >
    > anche sì
    > Occhiolino
    ivp
    47
  • > > io neanche per quesllo... nel senso che vado
    > di
    > > ogg/vorbis in alta qualità: file un po' più
    > > grandi (ma sempre molto meno che in wav o
    > flac)
    > > ma qualità decente (per ascolti estemporaneo
    > > ovviamente, tipo in macchina... non certo su
    > un
    > > vero impianto
    > > hifi...)
    > >

    certo, anch'io uso formati lose-a-lot per ascoltarli in auto o con iPod (e simili players).
    Per fortuna nel settore pro-audio, nessuno si sognerebbe di comprimere a scapito della qualità. Sono finiti i tempi in cui lo spazio su HD costava molto : )
    ivp
    47
  • allora:

    1) usare un browser "vero", compatibile con l'estensione grasemonkey

    2) installare l'estensione 'greasemonkey' da qui:
    https://addons.mozilla.org/en-US/firefox/addon/gre.../

    3) installare lo script 'Download YouTube Videos as MP4' da qui:
    https://addons.mozilla.org/en-US/firefox/addon/gre.../

    4) visualizzare il video YT di interesse (comparirà un nuovo pulsante 'scarica')

    5) scaricare il video

    6) installare VLC (multipiattaforma) da qui:
    https://www.videolan.org/vlc/

    7) estrarre dal file scaricato la parte audio e/o video, semplicemente usando VLC (voce di menù: 'Media->Converti/Salva')

    tutto qui
    (e tanti saluti a lor signori)
    non+autenticato
  • 1) scaricare il suddetto browser
    2) installare il plugin Downloadhelper
    3)andare su un qualsiasi sito con uno stream video (youtube non è l'unico)
    4)passare con il mouse sopra l'icona del plugin e decidere se scaricare il video (a che risoluzione/formato) o convertirlo in traccia audio (selezionare formato)...
    ancora più sempliceOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...o un plugin
    > 1) scaricare il suddetto browser
    > 2) installare il plugin Downloadhelper
    > 3)andare su un qualsiasi sito con uno stream
    > video (youtube non è
    > l'unico)
    > 4)passare con il mouse sopra l'icona del plugin e
    > decidere se scaricare il video (a che
    > risoluzione/formato) o convertirlo in traccia
    > audio (selezionare
    > formato)...
    > ancora più sempliceOcchiolino

    ma con la differenza che downloadhelper è software proprietario... e non si sa bene cosa faccia mentre ti scarica i video...
    non+autenticato
  • Ma poi perchè solo mp3?
    http://rg3.github.io/youtube-dl/
    so' 4 righe 'n croce de python...
    Ve scarica er video (basta daije l'url) e poi v' estraete l'audio separato co' ffmpeg (o similia) e ve lo trasformate in wav o mp3 o quello che ve pare...

    ah regà dimenticavo... io nun ho detto gnente ... se capisce!
    OcchiolinoIndiavolatoRotola dal ridere

    Ah me scordavo! se può fa' pure co' winzozze (compilandose domine e nomine co' mingw).. però...

    Si c'avete er pinguozzolo fate prima (in genere nelle distro già ce sta tutto quello che ve serve e ve bastano le 4 righe 'n croce de python) e è pure meijo...
    ...
    Chi fa da se fa pe' tre...
    Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > Ma poi perchè solo mp3?
    > http://rg3.github.io/youtube-dl/
    > so' 4 righe 'n croce de python...
    > Ve scarica er video (basta daije l'url) e poi v'
    > estraete l'audio separato co' ffmpeg (o similia)
    > e ve lo trasformate in wav o mp3 o quello che ve
    > pare...
    >
    > ah regà dimenticavo... io nun ho detto gnente ...
    > se
    > capisce!
    > OcchiolinoIndiavolatoRotola dal ridere
    >
    > Ah me scordavo! se può fa' pure co' winzozze
    > (compilandose domine e nomine co' mingw)..
    > però...
    >
    > Si c'avete er pinguozzolo fate prima (in genere
    > nelle distro già ce sta tutto quello che ve serve
    > e ve bastano le 4 righe 'n croce de python) e è
    > pure
    > meijo...
    > ...
    > Chi fa da se fa pe' tre...
    > Occhiolino


    Anvedi!
  • - Scritto da: tucumcari
    > Ma poi perchè solo mp3?
    > http://rg3.github.io/youtube-dl/
    > so' 4 righe 'n croce de python...
    > Ve scarica er video (basta daije l'url) e poi v'
    githubbe va chiuso.
    Le major nell'articolo (eng) spiegano che "con la scusa delle norme sulla copia privata, gli utenti (e il sito) compiono atti illegali. Cio' va fermato e la norma va' riformata."
    PS: non e' una traduzione letterale, ma il senso e' quello
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: tucumcari
    > > Ma poi perchè solo mp3?
    > > http://rg3.github.io/youtube-dl/
    > > so' 4 righe 'n croce de python...
    > > Ve scarica er video (basta daije l'url) e poi v'
    > githubbe va chiuso.

    prima o dopo aver dato fuoco alle major e aver messo in galera a vita tutti i loro capibastone e relativi scagnozzi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: king volution
    > - Scritto da: bubba
    > > - Scritto da: tucumcari
    > > > Ma poi perchè solo mp3?
    > > > http://rg3.github.io/youtube-dl/
    > > > so' 4 righe 'n croce de python...
    > > > Ve scarica er video (basta daije l'url)
    > e poi
    > v'
    > > githubbe va chiuso.
    >
    > prima o dopo aver dato fuoco alle major e aver
    > messo in galera a vita tutti i loro capibastone e
    > relativi
    > scagnozzi?
    si puo' scegliere "prima" E "dopo"?Sorride

    Cmq sono davvero senza pudore...
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: tucumcari
    > > Ma poi perchè solo mp3?
    > > http://rg3.github.io/youtube-dl/
    > > so' 4 righe 'n croce de python...
    > > Ve scarica er video (basta daije l'url) e poi v'
    > githubbe va chiuso.
    > Le major nell'articolo (eng) spiegano che "con la
    > scusa delle norme sulla copia privata, gli utenti
    > (e il sito) compiono atti illegali. Cio' va
    > fermato e la norma va' riformata."
    >

    La norma va riformata ABROGANDO l'illegalita'.
  • - Scritto da: tucumcari
    > Ma poi perchè solo mp3?
    > http://rg3.github.io/youtube-dl/
    > so' 4 righe 'n croce de python...
    > Ve scarica er video (basta daije l'url) e poi v'
    > estraete l'audio separato co' ffmpeg (o similia)
    > e ve lo trasformate in wav o mp3 o quello che ve
    > pare...
    >
    > ah regà dimenticavo... io nun ho detto gnente ...
    > se
    > capisce!
    > OcchiolinoIndiavolatoRotola dal ridere
    >
    > Ah me scordavo! se può fa' pure co' winzozze
    > (compilandose domine e nomine co' mingw)..
    > però...
    >
    > Si c'avete er pinguozzolo fate prima (in genere
    > nelle distro già ce sta tutto quello che ve serve
    > e ve bastano le 4 righe 'n croce de python) e è
    > pure
    > meijo...
    > ...
    > Chi fa da se fa pe' tre...
    > Occhiolino

    Ahò, gajardo... A bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)