Da CA firewall e antivirus gratis

Inserendo la propria iniziativa nella recente campagna di Microsoft per la protezione dei PC, Computer Associates propone agli utenti Windows il download gratuito della versione consumer del proprio firewall e antivirus

Las Vegas (USA) - In un periodo che ha visto molte società, grandi e piccole, buttarsi nel lucroso business della sicurezza dei PC desktop, Computer Associates (CA) ha deciso di rendere gratuita la versione consumer della propria suite eTrust EZ Armor composta da antivirus e firewall personale. Una mossa che per molti versi va controcorrente, considerando che oggi in questa categoria i programmi gratis sono sempre meno.

L'iniziativa di Computer Associates si inserisce in quella varata recentemente da Microsoft con il nome di "Proteggi il tuo PC": questa ha lo scopo di fornire agli utenti di Windows alcuni suggerimenti di base per incrementare la sicurezza dei loro computer. In questo contesto il big di Redmond promuoverà, attraverso il proprio sito, l'uso della soluzione di CA come soluzione di sicurezza a costo nullo dedicata ai propri utenti consumer, gli stessi che in genere sono meno attenti alle problematiche di sicurezza e meno propensi ad acquistare un firewall o un antivrus.

"La grande diffusione dei personal computer e di Internet hanno messo a disposizione dei consumatori una tecnologia estremamente potente," ha dichiarato Toby Weiss, senior vice president di CA per l'area delle soluzioni eTrust per la sicurezza informatica. "Per garantire la sicurezza e l'integrità di chi naviga su Internet, abbiamo deciso di sostenere la campagna "Proteggete il vostro PC" promossa da Microsoft offrendo agli utenti di personal computer la stessa tecnologia che CA fornisce alle grandi aziende".
CA afferma che il proprio software, che viene normalmente venduto al prezzo di circa 50 dollari, può contare su aggiornamenti quotidiani delle firme virali ed è in grado di gestire e bloccare finestre di pop-up, cookie e script.

Per scaricare eTrust EZ Armor e ottenere una licenza gratuita del valore di un anno, è possibile compilare il form di registrazione accessibile da questa pagina entro il 30 giugno del 2004.

CA ha citato le cifre snocciolate dall'indagine annuale condotta dagli ICSA Labs, secondo cui ogni mese si verificano circa 105 infezioni ogni 1.000 PC. Questo dato è cresciuto costantemente partendo da un tasso iniziale di 32 per mille nel 1998. Un recente sondaggio condotto da AOL ha invece rivelato che il 62 per cento degli utenti domestici con una connessione a banda larga aggiorna il proprio antivirus meno di dieci volte all'anno.

Quest'anno i virus e i worm informatici hanno provocato danni per miliardi di dollari in tutto il mondo. Secondo quanto valutato dalla società londinese mi2g, che si occupa della valutazione dei rischi digitali, SoBig è costato da solo più di 29 miliardi di dollari tra privati e imprese: non è un caso che proprio di recente Microsoft abbia messo una sostanziosa taglia sull'autore di questo worm.
TAG: mercato
88 Commenti alla Notizia Da CA firewall e antivirus gratis
Ordina
  • la comunità opensource non fa antivirus? gratuiti e tutti a combattere contro i virus e fare supporto costante gli uni per gli altri? intendo i non-linuxari ovvio.
    non+autenticato
  • io lo metterei ... ma AVG ... o questo?

    boh ... oppure vado avanti con norton?


    boooooooooooooooooooh
    non+autenticato
  • Chi di voi mi può consigliare un firewall per desktop che sappia fare il suo dovere in maniera abbastanza buona e che sia veramente "light"?

    Grazie e ciao
    non+autenticato
  • Non so cosa tu intenda per veramente light, pero` personalmente ho ZoneAlarm. Il programma e` grosso, ma questa e` la mia opinione, dove per grosso intendo un paio di megabytes, per esempio. E per "veramente light" un paio di centinaia di kb. Stando cosi` le cose, non ne conosco che soddisfino la mia definizione di veramente light, pero' magari per te va bene...

    va un po' aggiustato all'inizio, tipo ricordarsi di usare il passive mode in FTP, e naturalmente dirgli quali programmi e/o componenti del sistema operativo devono o non devono accedere alla rete, pero' dopo funziona in modo trasparente e... boh, secondo me e` ottimo.
    non+autenticato
  • PS ecco il link per ZoneAlarm (versione free, ma perfettamente funzionale)

    http://www.zonelabs.com/store/content/company/prod...
    non+autenticato
  • > Chi di voi mi può consigliare un firewall
    > per desktop che sappia fare il suo dovere in
    > maniera abbastanza buona e che sia veramente
    > "light"?

    purtroppo più lo prendi leggero e più ha dei bei bachi...

    io quando usavo win mi trovavo da DIO con tiny personal firewall ma non l'ultima versione (la 2 se non sbaglio...)
    è un po' da settare ma a mio parere è il migliore, non ho mai sentito di bachi di questo programma...

    byez

    Fan Linux
    Akiro
    1906
  • i furbastri della CA già fornivano un antivirus gratis per uso personale denominato INOCULATEIT che ovviamente vendevano in versione PROFESSIONAL?? alle aziende .... tra cui anche la MIA ... e vi assicuro che é un ottimo rilevatore di virus ... peccato che lo faccia dopo che ormai i pc sono infettati ... per citarne alcuni NIMDA e CODRED
    non+autenticato
  • O meglio, no a come funzionano OGGI. Io uso i computer da molti anni (da circa 20 anni) e in tutta la mia carriera ho preso un solo virus, nel 1988 (Den Zuk, per chi ricorda i tempi).
    Allora era estremamente facile prendere virus in quanto i PC che usavo non avevano disco fisso e quindi bisognava necessariamente usare una grande quantità di dischetti (e molti erano infetti).
    Allora gli antivirus erano programmi che A RICHIESTA eliminavano i virus (es: F-Prot). Per quanto riguardava il non prendere virus, beh, bisognava stare attenti a quello che si faceva.
    Il fatto è che oggi è ancora così: esce il nuovo worm del mese? Non hai il sistema patchato? Te lo becchi, AV o no... Ti apri tutti gli exe che ti arrivano per posta? Te lo becchi, eccome!
    Gli AV inducono ad un senso di falsa sicurezza ("tanto ho l'AV...") e non insegnano a proteggersi da soli.
    Si, perchè, come tutti sanno, la security nasce dall'insegnare alle persone quali comportamenti sono pericolosi e perchè, non da installare firewall e antivirus.
    Chiedete a Kevin Mitnick cosa ne pensa della security...
    AV e FW funzionano solo quando la gente sa quello che fa.
    non+autenticato
  • Personalmente ho smesso di usare gli antivirus, basta stare un po' attenti.
  • Io ho risolto il problema dei virus via posta con
    1 riga di awk nel procmail.
    semplicemente rinomino i file pericolosi
    Fan Linux
    non+autenticato
  • vista la tua competenza, potevi anche essere + preciso.....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Chiedete a Kevin Mitnick cosa ne pensa della
    > security...

    Infatti usa un Powerbook AppleOcchiolino


    > AV e FW funzionano solo quando la gente sa
    > quello che fa.

    Però è bello poter cliccare in tuutta libertà (che bella parola) su qualunque cosa senza il timore di fare danni, solo che non si può fare con WindowsSorride patchato o meno.
    non+autenticato
  • Mi dispiace ma non sono d'accordo.
    L'utilizzo dell'antivirus, al giorno d'oggi, e' fondamentale poiche' in ogni caso,anche con la massima attenzione, lo spam e' in agguato;ed una classica conseguenza dello spam e' il virus inviato da un server sconosciuto.
    Ho letto l'email del lettore che su Mac riesce a rinominare gli allegati delle email prima discaricarli.
    Se questo fosse possibile effettuarlo anche sotto Windows, sarebbe una sicurezza in piu'.
    Mi sembra strano che vi siano ancora utenti Linux che credono che il loro sistema operativo sia immune da virus..........
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Mi dispiace ma non sono d'accordo.
    > L'utilizzo dell'antivirus, al giorno d'oggi,
    > e' fondamentale poiche' in ogni caso,anche
    > con la massima attenzione, lo spam e' in
    > agguato;ed una classica conseguenza dello
    > spam e' il virus inviato da un server
    > sconosciuto.

    Mmh?
    Lo spam e` un messaggio, oggi tipicamente falsa pubblicita`, non richiesto. Il worm e` un messaggio inviato non da uno spammer, ma in genere da un tizio che se l'e` preso prima di te. C'e` differenza, visto che lo spam non ti manda attachments, ma soltanto links da cliccare per far guadagnare 1 centesimo allo stronzo di turno.

    > Ho letto l'email del lettore che su Mac
    > riesce a rinominare gli allegati delle email
    > prima discaricarli.
    > Se questo fosse possibile effettuarlo anche
    > sotto Windows, sarebbe una sicurezza in
    > piu'.

    Ci sono milioni di cose (letteralmente milioni, considerando le combinazioni) che Windows non ti lascia fare. E` un sistema stupido, lo e` stato dai tempi del 95, lo e` ancora. C'e` poco da fare... ma negli anni si e` notato un certo risveglio, probabilmente per via della maggiore esperienza di quelli che anni fa erano utonti. Non resta che sperare nel futuro: se la gente relativalente piu` esperta diventera` una maggioranza, immagino che Windows per non perdere quote di mercato dovra` ridiventare in certa misura un sistema operativo piu` serio, quindi ANCHE con qualche file di configurazione rigorosamente testuale, con indicazioni di che cacchio fa durante il boot, con piu` opzioni umoristicamente definite "avanzate", e soprattutto con le opzioni che servono davvero.

    Uhm... no, probabilmente e` un sogno...

    > Mi sembra strano che vi siano ancora utenti
    > Linux che credono che il loro sistema
    > operativo sia immune da virus..........

    Il sistema non lo e`.
    Ma da' a chi ne sa abbastanza molti piu` strumenti che gli possono servire per difendersi. A essere sinceri non e` tanto una questione di virus: difendersi dai RISIBILI worms di oggi e` una cavolata. Anch'io ripenso ai tempi in cui un blip del LED dell'hard disk significava addio a tutta la FAT. Quelli si` che erano virus, si attaccavano ai programmi TUOI, non era certo necessario riceverli per posta e stupidamente cliccare su un attachment. Per non parlare di quelli residenti nel Master Boot Record, veri gioielli di ottimizzazione, mica come quelle cacchiate da 20 Kb e passa che ti tocca vedere oggi... e vedere anche la gente che ci casca anche meglio, mah...

    Linux e` piu` improntato a chi vuol sapere cosa fa il PC, quando lo fa, perche` lo fa, e nel caso dirgli semplicemente di non farlo o di farlo in modo diverso. TU sei il padrone della tua macchina. Con Windows, Bill e` il padrone. Triste, puoi cercare di negarlo, ma e` vero.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > Ho letto l'email del lettore che su Mac
    > > riesce a rinominare gli allegati delle
    > email
    > > prima discaricarli.
    > > Se questo fosse possibile effettuarlo
    > anche
    > > sotto Windows, sarebbe una sicurezza in
    > > piu'.
    >
    > Ci sono milioni di cose (letteralmente
    > milioni, considerando le combinazioni) che
    > Windows non ti lascia fare. E` un sistema

    Outlook Express lo fa.

    Scusate, ma almeno provate no ?Occhiolino

    Salva con Nome.. e metti il nome che vuoi.

    Lo fanno TUTTi gli outlook (express e non) dalla prima versione..
    non serve un supermac.

    O.







    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > > Ho letto l'email del lettore che su Mac
    > > > riesce a rinominare gli allegati delle
    > > email
    > > > prima discaricarli.
    > > > Se questo fosse possibile effettuarlo
    > > anche
    > > > sotto Windows, sarebbe una sicurezza in
    > > > piu'.
    > >
    > > Ci sono milioni di cose (letteralmente
    > > milioni, considerando le combinazioni) che
    > > Windows non ti lascia fare. E` un sistema
    >
    > Outlook Express lo fa.
    >
    > Scusate, ma almeno provate no ?Occhiolino
    >
    > Salva con Nome.. e metti il nome che vuoi.
    >
    > Lo fanno TUTTi gli outlook (express e non)
    > dalla prima versione..
    > non serve un supermac.
    >
    > O.

    Outlook prendeva anche i virus con la sola anteprima del messaggio, a causa della sua mania di usare il motore di IE per visualizzare l'HTML di un messaggio... e naturalmente la MS non aveva mica pensato che la tag IFRAME potesse essere intenzionalmente collegata ad un classid "di sistema" per l'esecuzione immediata di un allegato.

    POI hanno messo la toppa.
    Ma del senno di POI son piene le fosse.

    Anche per Blaster che passava dal Remote Procedure Call non ci avevano pensato? POI hanno fatto la patch. E il VBscripting, precedente "benvenuto a tutti i VBvirus"? POI l'hanno patchato.

    Ma perche` voler infilare tutti quei buchi?
    Ma perche`?

    Scusa, uno a un certo punto pensa "ma sono degli idioti".
    Che poi abbia ragione o torto, ai posteri la sentenza...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Outlook prendeva anche i virus con la sola
    > anteprima del messaggio

    altro errore (o luogo comune, o disinformazione tout court)

    Outlok PRENDE ancora i virus con l anteprima.
    Difatti penso che ormai da ANNI si dice di disattivarla. basta un click.

    <, a causa della sua
    > mania di usare il motore di IE per
    > visualizzare l'HTML di un messaggio

    ? e cosa dovrebbe usare per visualizzare l html?
    Photoshop?A bocca aperta
    !!!   il problema non e' quello. Il problema e' cosa esegue nell html.

    > POI hanno messo la toppa.
    > Ma del senno di POI son piene le fosse.

    e sbagli ancora.
    le toppe non ci sono, visto che esce un buco al mese
       
    > Scusa, uno a un certo punto pensa "ma sono
    > degli idioti".
    > Che poi abbia ragione o torto, ai posteri la
    > sentenza...

    si ma non facciamo disinformazione.
    Con Windows e Outlook Express si possono rinominare gli attachment e non visualizzarli "in automatico" nell anteprima del messaggio.

    Se poi gli utenti non usano le funzioni dei programmi che hanno in uso compresi nel sistema operativo (e aggiornati e patchati automaticamente semrpe e solo SE hanno il sistema originale) beh... un po se la cercano.

    non trovi?

    e' un po come usare un Panther con un hard disk Firewire senza patcharlo (comprando poi un programma recupero dati consigliato da Apple che costa NOVANTA dollari).
    O senza aggiornarlo con i due, 2, update di sicurezza gia' usciti.

    tutto il mondo e' paese

    O.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Outlook prendeva anche i virus con la
    > sola
    > > anteprima del messaggio
    >
    > altro errore (o luogo comune, o
    > disinformazione tout court)
    >
    > Outlok PRENDE ancora i virus con l
    > anteprima.
    > Difatti penso che ormai da ANNI si dice di
    > disattivarla. basta un click.
    >
    > <, a causa della sua
    > > mania di usare il motore di IE per
    > > visualizzare l'HTML di un messaggio
    >
    > ? e cosa dovrebbe usare per visualizzare l
    > html?
    > Photoshop?A bocca aperta
    > !!!   il problema non e'
    > quello. Il problema e' cosa esegue nell
    > html.
    >
    > > POI hanno messo la toppa.
    > > Ma del senno di POI son piene le fosse.
    >
    > e sbagli ancora.
    > le toppe non ci sono, visto che esce un buco
    > al mese
    >    
    > > Scusa, uno a un certo punto pensa "ma
    > sono
    > > degli idioti".
    > > Che poi abbia ragione o torto, ai
    > posteri la
    > > sentenza...
    >
    > si ma non facciamo disinformazione.
    > Con Windows e Outlook Express si possono
    > rinominare gli attachment e non
    > visualizzarli "in automatico" nell anteprima
    > del messaggio.
    >
    > Se poi gli utenti non usano le funzioni dei
    > programmi che hanno in uso compresi nel
    > sistema operativo (e aggiornati e patchati
    > automaticamente semrpe e solo SE hanno il
    > sistema originale) beh... un po se la
    > cercano.
    >
    > non trovi?
    >
    > e' un po come usare un Panther con un hard
    > disk Firewire senza patcharlo (comprando poi
    > un programma recupero dati consigliato da
    > Apple che costa NOVANTA dollari).
    > O senza aggiornarlo con i due, 2, update di
    > sicurezza gia' usciti.
    >
    > tutto il mondo e' paese
    >
    > O.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 19 discussioni)