Gaia Bottà

Facebook rincorre i cursori

Il social network continua a sperimentare con il tracciamento: seguendo cursori e analizzando le visualizzazioni sui display dei dispositivi mobile, nel nome dell'usabilità

Roma - Non solo ciò che gli utenti confessano alle proprie amicizie, non solo le preferenze espresse in like, non solo i click: Facebook sta meditando di condurre un'analisi attenta anche dei movimenti del cursore dell'utente, per scoprire dove si addensa l'attenzione di chi esplora le timeline.

È il Wall Street Journal a riportare le parole di Ken Rudin, che si occupa delle strategie di analisi dei comportamenti degli utenti per il social network in blu: Facebook starebbe conducendo dei test su una piccola percentuale di utenti, per comprendere il valore di certe tecniche di monitoraggio. Si citano il tracciamento in tempo reale del cursore, per indagare l'interesse dell'utente rispetto alle diverse aree della pagina, ma anche il controllo delle modalità di visualizzazione scelta sugli schermi mobile, per scoprire quali sezioni si scelgono di scorrere e quali si è invece disposti a sacrificare nel nome di una migliore leggibilità.

Rudin ha spiegato che queste sperimentazioni devono ancora essere applicate su larga scala, e non è detto che diventino degli standard per Facebook: se per il social network è importante tracciare il comportamento degli utenti, è ancora più importante trarne delle tendenze, selezionando e organizzando i dati raccolti. Per questo motivo le tecniche di tracciamento sono in continuo affinamento, per mettere in atto quelle che effettivamente restituiscano i dati più significativi, per avere a disposizione un archivio ordinato e non una "discarica" di dati.
A coloro che si sentano potenziali cavie al servizio degli esperimenti del social network, peraltro piuttosto comuni nell'ambito della misurazione delle performance dei siti, Facebook risponde con una pronta rassicurazione, che riconduce il tutto alla necessità di offrire usabilità e una esperienza di navigazione sempre migliore: "Non condividiamo queste informazioni con nessuno al di fuori di Facebook e non intendiamo usare queste informazioni per ritagliare advertising su misura". (G.B.)
Notizie collegate
40 Commenti alla Notizia Facebook rincorre i cursori
Ordina
  • "Non condividiamo queste informazioni con nessuno al di fuori di Facebook e non intendiamo usare queste informazioni per ritagliare advertising su misura".

    certamente...
    e io non metterò le scarpe che mi son appena comprato per camminare fuori casa. le userò come pantofole!

    incredibile...
    non+autenticato
  • Sì, perchè tutti hanno dei grandi segreti da nascondere riguardo a quello che fanno su Facebook. Ma andiamo dai, vi pare che il fatto di essere monitorizzati sia questo gran problema? Siete buoni solo a lamentarvi dove potete, quando invece dovreste lamentarvi per cose veramente serie (es. situazione economico-politica schifosa in Italia) ve ne state tutti buoni buonini, perchè lamentarsi equivarrebbe a sbattersi molto di più del semplice scrivere 4 cazzate su di una tastiera. Cominciate ad essere coerenti con voi stessi
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cannuccia
    > Sì, perchè tutti hanno dei grandi segreti da
    > nascondere riguardo a quello che fanno su
    > Facebook. Ma andiamo dai, vi pare che il fatto di
    > essere monitorizzati sia questo gran problema?
    > Siete buoni solo a lamentarvi dove potete, quando
    > invece dovreste lamentarvi per cose veramente
    > serie (es. situazione economico-politica schifosa
    > in Italia) ve ne state tutti buoni buonini,
    > perchè lamentarsi equivarrebbe a sbattersi molto
    > di più del semplice scrivere 4 cazzate su di una
    > tastiera. Cominciate ad essere coerenti con voi
    > stessi

    E se la situazione economica fosse dovuta proprio allo spionaggio ?
    krane
    22544
  • Allo spionaggio può darsi, al monitoraggio di Facebook non penso proprio
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cannuccia
    > Allo spionaggio può darsi, al monitoraggio di
    > Facebook non penso proprio

    Perche' su faccialibro scrivono solo i poveracci vero ?
    Ho visto manager usarlo per parlare tra loro, sarebbe da bannare dalle aziende.
    krane
    22544
  • FB sta instupidendo anche quel poco di intelligente che è rimasto in rete.
    non+autenticato
  • "Per questo motivo le tecniche di tracciamento sono in continuo affinamento, per mettere in atto quelle che effettivamente restituiscano i dati più significativi, per avere a disposizione un archivio ordinato e non una "discarica" di dati".

    Uno degli slogan agli albori dell'informatica moderna era "garbage in, garbage out". Se su feissbucc si immette solo spazzatura, e non mi pare di aver visto altro, negli archivi verrà conservata solo spazzatura, per quanto ordinata in geometriche ecoballe.
  • Purtoppo per molti la "spazzatura" che metteno su fessbucc è motivo di vita...
    Ormai è come una droga... Tutti a controllare il dannato profilo e quello che fanno gli altri...
    Poco tempo fa ho letto di un ragazzo che ha iniziato ad essere sincero sul social col risultato di perdere una buona parte delle "amicizie".

    Comunque questo tipo di tracciamento oltre ad essere piu insidioso dei classici cookies è la nuova frontiera ed offre uno spettro di informazioni ben piu ampio
  • > Purtoppo per molti la "spazzatura" che metteno su
    > fessbucc è motivo di
    > vita...
    > Ormai è come una droga... Tutti a controllare il
    > dannato profilo e quello che fanno gli
    > altri...

    Poi ci sono le famiglie che per castigo inibiscono l'uso ai figli, e il finale è diverso da quello che ci si aspetta:
    http://www.agi.it/estero/notizie/201310251055-est-...


    > Poco tempo fa ho letto di un ragazzo che ha
    > iniziato ad essere sincero sul social col
    > risultato di perdere una buona parte delle
    > "amicizie".

    Proverbio: "Chi parla come vuole, sente quel che non vorrebbe".Ficoso
    Ma cosa diceva esattamente questo ragazzo? Sono curioso.Occhiolino

    > Comunque questo tipo di tracciamento oltre ad
    > essere piu insidioso dei classici cookies è la
    > nuova frontiera ed offre uno spettro di
    > informazioni ben piu
    > ampio

    Torneremo a navigare con le frecce direzionali e i comandi ALT+lettera. A bocca storta
  • - Scritto da: Leguleio
    > Poi ci sono le famiglie che per castigo
    > inibiscono l'uso ai figli, e il finale è diverso
    > da quello che ci si
    > aspetta:
    > http://www.agi.it/estero/notizie/201310251055-est-

    ed è colpa di Fb ?
    Sai quanti giocano a videogame violenti e ogni tanto qualche spostato scambia finzione con realtà ?
    non+autenticato
  • Vero non si può incolpare facebook per questo, ma sul non mettere un freno forse si...
    Vero che si parla di un azienda non di un ente umanitario come è verissimo che non ti obbliga, ma se la mettiamo su questo piano nemmeno un narcotrafficante può essere conndannato...
  • > ma se la mettiamo su questo piano nemmeno un
    > narcotrafficante può essere
    > conndannato...

    Un narcotrafficante viola la legge.
    Facebook, fino a prova contraria, no.
    Che piaccia o meno, che sia considerato etico o meno....ripeto, fino a prova contraria, non viola la legge.

    Quindi non puoi fare paragoni.
    non+autenticato
  • > > ma se la mettiamo su questo piano nemmeno un
    > > narcotrafficante può essere
    > > conndannato...
    >
    > Un narcotrafficante viola la legge.
    > Facebook, fino a prova contraria, no.

    Credo che 1987jonny si riferisse alla condanna per omicidio: infatti se il tossicodipendente muore in seguito alle sostanze, lo spacciatore viene condannato per omicidio.

    Personalmente trovo un'assurdità che una persona maggiorenne, capace di intendere e di volere, che paga per acquistare una sostanza che sa in partenza essere potenzialmente letale, sia considerato una vittima di omicidio quando ci lascia le penne. Però è così.
    Io ricordo la caccia all'uomo dopo la morte di Pantani, e mi chiedo se la polizia avesse mostrato la stessa solerzia e impegno nel caso il morto fosse stato un senzatetto pregiudicato, al posto di un ex campione di ciclismo. A bocca storta
  • - Scritto da: Leguleio
    > > > ma se la mettiamo su questo piano
    > nemmeno
    > un
    > > > narcotrafficante può essere
    > > > conndannato...
    > >
    > > Un narcotrafficante viola la legge.
    > > Facebook, fino a prova contraria, no.
    >
    > Credo che 1987jonny si riferisse alla condanna
    > per omicidio: infatti se il tossicodipendente
    > muore in seguito alle sostanze, lo spacciatore
    > viene condannato per
    > omicidio.
    >
    > Personalmente trovo un'assurdità che una persona
    > maggiorenne, capace di intendere e di volere, che
    > paga per acquistare una
    > sostanza che sa in partenza essere potenzialmente
    > letale, sia considerato una vittima
    >
    di omicidio quando ci lascia le
    > penne. Però è così.

    bhe dipende, imho se la droga è tagliata con sostanze tossiche che sono la causa della morte allora lo spacciatore deve essere ritenuto responsabile; se invece la morte viene causata dalla droga in se, allora sono cazzi del tossico.
    non+autenticato
  • - Scritto da: sitre
    > - Scritto da: Leguleio
    > > > > ma se la mettiamo su questo piano
    > > nemmeno
    > > un
    > > > > narcotrafficante può essere
    > > > > conndannato...
    > > >
    > > > Un narcotrafficante viola la legge.
    > > > Facebook, fino a prova contraria, no.
    > >
    > > Credo che 1987jonny si riferisse alla condanna
    > > per omicidio: infatti se il tossicodipendente
    > > muore in seguito alle sostanze, lo spacciatore
    > > viene condannato per
    > > omicidio.
    > >
    > > Personalmente trovo un'assurdità che una persona
    > > maggiorenne, capace di intendere e di volere,
    > che
    > > paga per acquistare una
    > > sostanza che sa in partenza essere
    > potenzialmente
    > > letale, sia considerato una vittima
    > >
    di omicidio quando ci lascia le
    > > penne. Però è così.
    >
    > bhe dipende, imho se la droga è tagliata con
    > sostanze tossiche che sono la causa della morte
    > allora lo spacciatore deve essere ritenuto
    > responsabile; se invece la morte viene causata
    > dalla droga in se, allora sono cazzi del
    > tossico.

    Esattamente, solo che il secondo caso praticamente non esiste.
    Legalizzare e si risolve.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: sitre
    > > - Scritto da: Leguleio
    > > > > > ma se la mettiamo su questo
    > piano
    > > > nemmeno
    > > > un
    > > > > > narcotrafficante può essere
    > > > > > conndannato...
    > > > >
    > > > > Un narcotrafficante viola la legge.
    > > > > Facebook, fino a prova contraria,
    > no.
    > > >
    > > > Credo che 1987jonny si riferisse alla
    > condanna
    > > > per omicidio: infatti se il
    > tossicodipendente
    > > > muore in seguito alle sostanze, lo
    > spacciatore
    > > > viene condannato per
    > > > omicidio.
    > > >
    > > > Personalmente trovo un'assurdità che
    > una
    > persona
    > > > maggiorenne, capace di intendere e di
    > volere,
    > > che
    > > > paga per
    > acquistare
    > una
    > > > sostanza che sa in partenza essere
    > > potenzialmente
    > > > letale, sia considerato una
    > vittima
    > > >
    di omicidio quando ci
    > lascia
    > le
    > > > penne. Però è così.
    > >
    > > bhe dipende, imho se la droga è tagliata con
    > > sostanze tossiche che sono la causa della
    > morte
    > > allora lo spacciatore deve essere ritenuto
    > > responsabile; se invece la morte viene
    > causata
    > > dalla droga in se, allora sono cazzi del
    > > tossico.
    >
    > Esattamente, solo che il secondo caso
    > praticamente non
    > esiste.
    > Legalizzare e si risolve.

    bhe non sono poche le morti per overdose di eroina o gli infarti per la cocaina o ictus per l'mdma, ecc..
    non+autenticato
  • - Scritto da: sitre
    > - Scritto da: krane

    > > Esattamente, solo che il secondo caso
    > > praticamente non esiste.
    > > Legalizzare e si risolve.

    > bhe non sono poche le morti per overdose di
    > eroina o gli infarti per la cocaina o ictus
    > per l'mdma, ecc..

    A parte che di eroina si muore pochissimo: 390 morti per overdose in tutta Italia in tutto il 2012, si puo' dire che l'eroina e' tra le sostanze che fa meno vittime, nel 2011 si sono registrati in Italia 205.638 incidenti stradali di cui morti (entro il 30° giorno) è stato di 3.860. Si muore quasi sempre a causa delle sostanze del taglio oppure perche' e' cambiata improvvisamente la percentuale, due cose che con controlli di stato non esisterebbe.

    Il problemi degli infarsi per cocaina o MDMA anche li... Son inferiori a quelli causati da aspirina o altri medicinali, vietiamo tutto o non vietiamo niente e se proprio dobbiam vietare andiamo in ordine di cio' che ammazza di piu' occhio alle sorprese in questo caso.
    krane
    22544