Alfonso Maruccia

Dell, veleno per i lavoratori cinesi

Le fabbriche cinesi che riforniscono il colosso statunitense trattano gli operai in maniera disumana, con turni massacranti e persino fumi tossici. Un video accusa la società, che però promette indagini

Roma - Anche la statunitense Dell entra nel novero delle aziende messe sotto accusa per il trattamento disumano riservato agli operai cinesi dai suoi fornitori, un fenomeno che è letteralmente esploso nell'ultimo periodo grazie a "indagini sul campo" con tanto di video a corredo per mostrare a tutti quanto costa, alla "fabbrica del mondo", produrre dispositivi elettronici a basso costo.

L'ultima indagine in ordine di tempo arriva grazie a una partnership tra la danese DanWatch e China Labor Watch, una raccolta di informazioni sul campo che riguarda nomi noti dell'industria tecnologica (HP, Samsung, Microsoft) ma che prede in particolare di mira Dell per l'appalto di fornitura di sistemi informatici al governo di Copenaghen.


Le prove di prima mano raccolte dagli infiltrati nelle fabbriche cinesi sono, com'è oramai tradizione, impressionanti da un punto di vista occidentale: gli operai vengono costretti a montare componenti elettronici per un salario mensile compreso fra 358 e 489 dollari statunitensi, con turni di lavoro estesi in maniera indefinita e che possono protrarsi fino a 6-7 giorni la settimana.
Le quattro fabbriche sotto accusa utilizzano poi studenti giovanissimi (18 anni) in gran quantità, un materiale umano più adatto a sostenere i turni di lavoro massacranti. In due delle fabbriche i lavoratori sono stati esposti a fumi e prodotti chimici potenzialmente pericolosi, denuncia il report, e non mancano le escoriazioni alla pelle dovute al contatto - diretto o indiretto - con i circuiti integrati durante il lavoro.

Le unità produttive visitate dai reporter sono riconducibili a Mingshuo Computers, Hipro Electronics, Taida Electronics, e Micro-Star International, tutte aziende con sede a Taiwan. Dell, dal canto suo, dice di essere impegnata nella verifica delle condizioni di lavoro in tutti e quattro gli stabilimenti. Mistero, al momento, sui risultati di tali verifiche e le infrazioni eventualmente rilevate dagli ispettori.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàCina, HP per gli studenti lavoratoriPolicy più restrittive per limitare gli abusi nell'assunzione di minori nelle fabbriche asiatiche. I giovani studenti dovranno essere liberi di andarsene senza ripercussioni
  • AttualitàSamsung, 85 secondi per un telefoninoLa denuncia del Ministero del Lavoro brasiliano: i ritmi di lavoro in una fabbrica del paese sudamericano sono insostenibili. Samsung, non nuova a questo genere di accuse, promette collaborazione
  • AttualitàCina, lo sporco lavoro del MelafoninoL'azienda di Cupertino è finita ancora una volta nel mirino degli attivisti di CLW. La fabbrica gestita dal fornitore Jabil Circuit in violazione delle leggi sul lavoro. In produzione, il nuovo iPhone low-cost
41 Commenti alla Notizia Dell, veleno per i lavoratori cinesi
Ordina
  • ...queste notizie, soprattutto quando è noto che il costo della manodopera per l'assemblaggio di certi prodotti influenza per una minima percentuale sul costo totale.
    Se i salari di quelle persone fossero più alti, o gli orari ridotti fino a valori più umani, il prezzo di quegli aggeggi salirebbe di sì e no 5 dollari
  • - Scritto da: Skywalkersenior
    > ...queste notizie, soprattutto quando è noto che
    > il costo della manodopera per l'assemblaggio di
    > certi prodotti influenza per una minima
    > percentuale sul costo totale.
    > Se i salari di quelle persone fossero più alti, o
    > gli orari ridotti fino a valori più umani, il
    > prezzo di quegli aggeggi salirebbe di sì e no 5
    > dollari

    Senza contare che se salissero i salari dei lavoratori cinesi (o africani, o messicani) si ridurrebbe anche il divario con i nostri. Certo, ci potremmo permettere un po' meno cose di quelle che ci possiamo permettere oggi, ma probabilmente recupereremmo qualcosa in termini di competitivtà.
    Izio01
    4027
  • Con salari del genere ecco spiegata la pessima qualità dei loro ultimi prodotti e la mancanza di controllo di qualità...ho buttato 2000 euro per un pc "made in china" pieno di difetti e malfunzionante dal primo giorno e che si sono rifiutati di sostituire nonostante i ripetuti interventi dei loro tecnici...complimenti
    non+autenticato
  • - Scritto da: Taddeus
    > Con salari del genere ecco spiegata la pessima
    > qualità dei loro ultimi prodotti e la mancanza di
    > controllo di qualità...ho buttato 2000 euro per
    > un pc "made in china"

    Vorrai dire 200 euro.
    Oppure non era un pc.

    Chi e' che ti ha tirato una simile sola?
  • La sola è della Dell, XPS 2720 comprato a fine Giugno,costo 1999 euro, cambiato 6 volte LCD, Hard Disk, telaio, casse audio, OS, un vero catorcio di pc e ancora oggi non funziona a dovere...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Taddeus
    > La sola è della Dell, XPS 2720 comprato a fine
    > Giugno,costo 1999 euro, cambiato 6 volte LCD,
    > Hard Disk, telaio, casse audio, OS, un vero
    > catorcio di pc e ancora oggi non funziona a
    > dovere...

    Ah, ma e' un all in one!
    E che cavolo... hai scritto PC.

    Ok, soldi buttati.
  • si all in one "made In China", un bidone insomma...
    non+autenticato
  • con i governanti che ci troviamo, fra non molto queste cose le vedremmo qui in itaGlia In lacrime
    non+autenticato
  • > con i governanti che ci troviamo, fra non molto
    > queste cose le vedremmo qui in itaGlia
    > In lacrime

    No, finché rimarrà in vigore lo statuto dei lavoratori.
    Poiché le modifiche di Elsa Fornero, malgrado le intenzioni iniziali, sono state più che altro simboliche, bisogna prendere atto del fatto che qui e ora il sindacato ha ancora l'ultima parola su certe questioni. In futuro, non si sa.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > con i governanti che ci troviamo, fra non
    > molto
    > > queste cose le vedremmo qui in itaGlia
    > > In lacrime
    >
    > No, finché rimarrà in vigore lo statuto dei
    > lavoratori.
    > Poiché le modifiche di Elsa Fornero, malgrado le
    > intenzioni iniziali, sono state più che altro
    > simboliche, bisogna prendere atto del fatto che
    > qui e ora il sindacato ha ancora l'ultima parola
    > su certe questioni. In futuro, non si
    > sa.
    Quale parte di "fra non molto" non ti è chiara?
    non+autenticato
  • > > > con i governanti che ci troviamo, fra non
    > > molto
    > > > queste cose le vedremmo qui in itaGlia
    > > > In lacrime
    > >
    > > No, finché rimarrà in vigore lo statuto dei
    > > lavoratori.
    > > Poiché le modifiche di Elsa Fornero, malgrado le
    > > intenzioni iniziali, sono state più che altro
    > > simboliche, bisogna prendere atto del fatto che
    > > qui e ora il sindacato ha ancora l'ultima parola
    > > su certe questioni. In futuro, non si
    > > sa.
    > Quale parte di "fra non molto" non ti è chiara?

    La parte che non specifica tempi certi.
    La riforma Fornero è di appena un anno fa. Improbabile che vi mettano mano di nuovo in tempi brevi, sarebbe un fallimento.
    Per la parte restante, si possono fare previsioni su tutto. Io posso prevedere che fra 150 l'Italia non esisterà più. Tanto non esisterò più io, chi mai verrà a chiederemene conto, in caso di errore?A bocca aperta
  • - Scritto da: Leguleio
    > > > > con i governanti che ci troviamo,
    > fra
    > non
    > > > molto
    > > > > queste cose le vedremmo qui in
    > itaGlia
    > > > > In lacrime
    > > >
    > > > No, finché rimarrà in vigore lo statuto
    > dei
    > > > lavoratori.
    > > > Poiché le modifiche di Elsa Fornero,
    > malgrado
    > le
    > > > intenzioni iniziali, sono state più che
    > altro
    > > > simboliche, bisogna prendere atto del
    > fatto
    > che
    > > > qui e ora il sindacato ha ancora
    > l'ultima
    > parola
    > > > su certe questioni. In futuro, non si
    > > > sa.
    > > Quale parte di "fra non molto" non ti è
    > chiara?
    >
    > La parte che non specifica tempi certi.
    > La riforma Fornero è di appena un anno fa.
    > Improbabile che vi mettano mano di nuovo in tempi
    > brevi, sarebbe un fallimento.

    Ne sei certo?
    Adesso abbiamo gente con "balls of steel"A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > > con i governanti che ci troviamo, fra non
    > molto
    > > queste cose le vedremmo qui in itaGlia
    > > In lacrime
    >
    > No, finché rimarrà in vigore lo statuto dei
    > lavoratori.
    > Poiché le modifiche di Elsa Fornero, malgrado le
    > intenzioni iniziali, sono state più che altro
    > simboliche, bisogna prendere atto del fatto che
    > qui e ora il sindacato ha ancora l'ultima parola
    > su certe questioni.

    ti riferisci a questi sindacalisti (forse ex vedi foto)

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Si, Si gli interessa proprio difendere i lavoratori (vedi sempre foto), i sindacalisti italiani queste persone che fanno il loro lavoro in modo disinteressatoA bocca aperta

    Rotola dal ridereRotola dal ridere
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 08 novembre 2013 12.40
    -----------------------------------------------------------
  • > > > con i governanti che ci troviamo, fra
    > non
    > > molto
    > > > queste cose le vedremmo qui in itaGlia
    > > > In lacrime
    > >
    > > No, finché rimarrà in vigore lo statuto dei
    > > lavoratori.
    > > Poiché le modifiche di Elsa Fornero,
    > malgrado
    > le
    > > intenzioni iniziali, sono state più che altro
    > > simboliche, bisogna prendere atto del fatto
    > che
    > > qui e ora il sindacato ha ancora l'ultima
    > parola
    > > su certe questioni.
    >
    > ti riferisci a questi sindacalisi (forse ex vedi
    > foto)
    >
    > [img]http://notizie.tiscali.it/media/13/05/epifani

    A tutti. Non mi risulta che ci sia un sindacato in Italia che non apprezzi lo statuto dei lavoratori.
  • - Scritto da: Leguleio
    ..
    > A tutti. Non mi risulta che ci sia un sindacato
    > in Italia che non apprezzi lo statuto dei
    > lavoratori.
    bisognerebbe tradurlo in cinese
    non+autenticato
  • > ..
    > > A tutti. Non mi risulta che ci sia un
    > sindacato
    > > in Italia che non apprezzi lo statuto dei
    > > lavoratori.

    > bisognerebbe tradurlo in cinese

    Non credo che, una volta tradotto, sia approvato dal governo cinese. Leggeranno il testo reso in eleganti ideogrammi e poi esclameranno: "Ma che è 'sta roba? Siamo mica comunisti!".
  • Bravi, continuate con le ispezioni, ma mica solo con Dell. Anche le fabbriche subfornitrici di HP, Acer, Toshiba e Asus devono avere il loro bello scandalo sulla manodopera a basso costo e senza diritti sindacali. Se poi è manodopera minorile, uno scandalo col botto.

    Intanto la cinese Lenovo ha già raggiunto il primo posto fra i venditori a livello globale e si appresta a erodere ulteriori fette di mercato. A loro le ispezioni nei luoghi di lavoro non le fanno di certo.A bocca aperta
  • - Scritto da: Leguleio
    > Bravi, continuate con le ispezioni, ma mica solo
    > con Dell. Anche le fabbriche subfornitrici di HP,
    > Acer, Toshiba e Asus devono avere il loro bello
    > scandalo sulla manodopera a basso costo e senza
    > diritti sindacali. Se poi è manodopera minorile,
    > uno scandalo col
    > botto.
    >
    > Intanto la cinese Lenovo ha già raggiunto il
    > primo posto fra i venditori a livello globale e
    > si appresta a erodere ulteriori fette di mercato.
    > A loro le ispezioni nei luoghi di lavoro non le
    > fanno di certo.
    >A bocca aperta
    Qual'è la fonte di queste informazioni?
    In ogni caso se credi che le condizioni di lavoro siano inadeguate puoi esporre una denuncia o richiedere le ispezioni
    non+autenticato
  • > > Bravi, continuate con le ispezioni, ma mica
    > solo
    > > con Dell. Anche le fabbriche subfornitrici
    > di
    > HP,
    > > Acer, Toshiba e Asus devono avere il loro
    > bello
    > > scandalo sulla manodopera a basso costo e
    > senza
    > > diritti sindacali. Se poi è manodopera
    > minorile,
    > > uno scandalo col
    > > botto.
    > >
    > > Intanto la cinese Lenovo ha già raggiunto il
    > > primo posto fra i venditori a livello
    > globale
    > e
    > > si appresta a erodere ulteriori fette di
    > mercato.
    > > A loro le ispezioni nei luoghi di lavoro non
    > le
    > > fanno di certo.
    > >A bocca aperta
    > Qual'è la fonte di queste informazioni?
    > In ogni caso se credi che le condizioni di lavoro
    > siano inadeguate puoi esporre una denuncia o
    > richiedere le
    > ispezioni

    Quali informazioni? Le trimestrali sulle vendite dei PC sono di pubblico dominio. Il resto sono considerazioni mie (e non credo solo mie).
  • - Scritto da: Leguleio
    > Quali informazioni? Le trimestrali sulle vendite
    > dei PC sono di pubblico dominio.
    Il riferimento era alla mancanza di ispezioni in certe aziende.

    > Il resto sono
    > considerazioni mie (e non credo solo
    > mie).
    non+autenticato
  • > > Quali informazioni? Le trimestrali sulle
    > vendite
    > > dei PC sono di pubblico dominio.
    > Il riferimento era alla mancanza di ispezioni in
    > certe
    > aziende.

    Francamente non so nemmeno se le aziende sopraccitate abbiano dei subfornitori in Cina: non sono informazioni pubbliche.
    Facevo un discorso generale sul gusto molto occidentale di mettere il naso nei diritti sindacali dell'Oriente. Nulla cambia nelle fabbriche, sono mosse fatte solo per minare l'immagine delle casa madre, in compenso dall'Oriente arrivano i prodotti a basso costo di una ditta cinese come la Lenovo, che non deve nemmeno far finta di produrre rispettando i diritti sindacali: i PC glieli comprano ugualmente.Sorride
  • - Scritto da: Leguleio
    > > > Quali informazioni? Le trimestrali sulle
    > > vendite
    > > > dei PC sono di pubblico dominio.
    > > Il riferimento era alla mancanza di
    > ispezioni
    > in
    > > certe
    > > aziende.
    >
    > Francamente non so nemmeno se le aziende
    > sopraccitate abbiano dei subfornitori in Cina:
    > non sono informazioni pubbliche.
    >
    > Facevo un discorso generale sul gusto molto
    > occidentale di mettere il naso nei diritti
    > sindacali dell'Oriente. Nulla cambia nelle
    > fabbriche, sono mosse fatte solo per minare
    > l'immagine delle casa madre, in compenso
    > dall'Oriente arrivano i prodotti a basso costo di
    > una ditta cinese come la Lenovo, che non deve
    > nemmeno far finta di produrre rispettando i
    > diritti sindacali: i PC glieli comprano
    > ugualmente.
    >Sorride

    Io mi chiedo quali computer nei loro uffici DanWatch e China Labor Watch usano. Visto che il 99% dei computer, l'hardware sono prodotti in paesi con manodopera a basso costo come la Cina.Sorride

    Se sono coerenti dovrebbero essere disposti a spendere di più per avere computer prodotti in occidente (se ne fanno ancora).

    Stesso discorso per le telecamere usate per fare il reportage? Dove le producono?
  • > > Facevo un discorso generale sul gusto molto
    > > occidentale di mettere il naso nei diritti
    > > sindacali dell'Oriente. Nulla cambia nelle
    > > fabbriche, sono mosse fatte solo per minare
    > > l'immagine delle casa madre, in compenso
    > > dall'Oriente arrivano i prodotti a basso
    > costo
    > di
    > > una ditta cinese come la Lenovo, che non deve
    > > nemmeno far finta di produrre rispettando i
    > > diritti sindacali: i PC glieli comprano
    > > ugualmente.
    > >Sorride
    >
    > Io mi chiedo quali computer nei loro uffici
    > DanWatch e China Labor Watch usano. Visto che il
    > 99% dei computer, l'hardware sono prodotti in
    > paesi con manodopera a basso costo come la Cina.
    >Sorride

    Sono computer equosolidali. Costruiti in Paesi poveri fornendo una paga da Paesi ricchi, e prodotti su misura per loro, visto che nessun altro li acquisterebbe.


    > Se sono coerenti dovrebbero essere disposti a
    > spendere di più per avere computer prodotti in
    > occidente (se ne fanno
    > ancora).

    No no, vade retro occidente sfruttatore! Prodotti in Paesi poveri, da società costituite al 100 % di cittadini dei Paesi poveri, e con manodopera di umili origini, ma contratti di assunzione da far invidia ai dipendenti della FIAT.


    > Stesso discorso per le telecamere usate per fare
    > il reportage? Dove le
    > producono?

    In equosolidalandia.Sorride
  • - Scritto da: rutto in faccia
    > - Scritto da: Leguleio

    > > Intanto la cinese Lenovo ha già
    > > raggiunto il primo posto fra i venditori
    > > a livello globale e si appresta a erodere
    > > ulteriori fette di mercato.
    > > A loro le ispezioni nei luoghi di lavoro
    > > non le fanno di certo.
    > >A bocca aperta

    > Qual'è la fonte di queste informazioni?
    > In ogni caso se credi che le condizioni di
    > lavoro siano inadeguate puoi esporre una
    > denuncia o richiedere le ispezioni

    Esporre una denuncia a chi ? Al governo cinese ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > Esporre una denuncia a chi ? Al governo cinese ?
    Organizzazioni per il rispetto dei diritti umani? Newbie, inesperto
    non+autenticato
  • - Scritto da: rutto in faccia
    > - Scritto da: krane
    > > Esporre una denuncia a chi ? Al governo
    > cinese ?
    > Organizzazioni per il rispetto dei diritti umani?
    > Newbie, inesperto

    A beh.... Si si, certo certo serve un sacco...
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > A beh.... Si si, certo certo serve un sacco...
    Se preferisci restare incatenato nel recinto dove ti ha chiuso il tuo padrone fai pure. Arrabbiato
    non+autenticato