Claudio Tamburrino

Telecom Italia vota per la fibra

Il consiglio d'amministrazione delibera l'emissione di obbligazioni per finanziare l'impegno tecnologico su rete NGN e mobile. Ci sarà anche la separazione funzionale, ma niente scorporo. Telecom Argentina prossima alla vendita

Telecom Italia vota per la fibraRoma - Telecom Italia ha annunciato di voler continuare a lavorare sulla copertura di fibra e 4G, nonché di voler puntare sugli investimenti in LTE e cloud computing. Il Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia guidato dal presidente Aldo Minucci ha approvato il resoconto intermedio di gestione, che registra un calo dei ricavi dell'1,1 per cento ed un utile trimestrale pari a 505 milioni di euro (con una diminuzione di 191 milioni rispetto allo stesso periodo del 2012).

Nella stessa occasione il CdA ha votato a favore anche del piano 2014-2016 che delinea gli obiettivi strategici su cui si investirà, forti anche di degli introiti generati da una serie di misure di supporto che dovrebbero permettere di rafforzare il patrimonio dell'azienda con un totale di circa 4 miliardi di euro: in particolare la telco intende emettere bond a conversione obbligatoria in azioni Telecom Italia per un massimale di 1,3 miliardi di euro, e puntare alla valorizzazione delle torri italiane, brasiliane e dei multiplex di TI Media; infine, Telecom ha deciso di cedere la partecipazione che ha in Telecom Argentina, per cui annuncia di aver già ricevuto un'offerta in via di finalizzazione.

Gli investimenti dovrebbero invece ammontare a circa 9 miliardi di euro suddivisi in tre anni: si parla di 1,8 miliardi di euro per lo sviluppo dell'ultra-broadband fissa con l'utilizzo della fibra ottica per il segmento dell'accesso, 900 milioni di euro per l'ultra-broadband mobile e 700 per la costruzione di data center dedicati allo sviluppo di un proprio cloud computing e di connessioni di fibra internazionale
Data la copertura a macchia di leopardo offerta in Italia e un digital divide che è ancora un problema sostanziale della Rete del Belpaese, una questione di particolare rilevanza nel piano industriale di Telecom è certamente quella legata a come si raggiungeranno parti di popolazione al momento escluse dalla banda larga: per il 2016 la telco ha annunciato di voler arrivare a superare il 50 per cento della popolazione con L'NGN (Next Generation Networking) e l'80 per cento della popolazione con l'LTE.

Inoltre, Telecom ha deciso di puntare sul progetto di separazione volontaria della rete di accesso: si adotterà dunque il modello di Equivalence of Input (EOL) e la Separazione Funzionale, con particolare riferimento all'offerta dei servizi di Unbundling del Local Loop (ULL) e Virtual Unbundling Local Access (VULA) per le reti di nuova generazione basate su architetture FTTCab e FTTH.

Al contempo, non è stata neanche abbandonata del tutto l'ipotesi di scorporo di cui era fautore Franco Bernabé: tuttavia viene chiamata in causa l'Agcom affermando di voler attendere il consolidamento del quadro regolamentare, nazionale ed europeo, in materia e la manifestazione concreta di interesse da parte di nuovi investitori.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • TecnologiaAgcom e l'Italia mobileL'indagine dell'Agcom fotografa la situazione del Belpaese: numeri in crescita ma la velocità cambia radicalmente in base alla città. Roma e il Sud lenti, Verona e Trento guidano il Nord
  • BusinessTelecom Italia, Bernabè lascia il timoneIl presidente esecutivo lascia per evitare una pericolosa paralisi nella governance. Incompatibilità con gli azionisti sull'iniezione di capitali freschi per ridurre l'indebitamento societario
42 Commenti alla Notizia Telecom Italia vota per la fibra
Ordina
  • Il "bimbo" è nato nel 1995,
    http://it.wikipedia.org/wiki/Progetto_Socrate
    è stato allevato malamente per circa 2 anni da mamma Telecom, che poi l'ha gettato nella spazzatura per motivi incomprensibili...
    Ora dopo 18 lo reclamano dall'orfanotrofio, chiedendo i soldi al mercato: ma secondo voi ci fidiamo di nuovo?

    Il progetto Socrate, almeno nel mio quartiere a Milano, era solo aria fritta: spaccarono, portarono tubi nuovi, ma questi tubi erano completamente VUOTI! .

    E' talmente palese questo vaporware di Telecom Italia che durante gli anni 2000-2004 eBiscom-Metroweb-Fastweb-Swisscom (chiamatele come volete, ora sono svizzere comunque...) dovette spaccare di nuovo ovunque e i tombini di accesso alla fibra erano marchiati Metroweb, non certo SIP...

    I soliti grandi imprenditori italiani cominciavano allora le loro manovre di speculazione e vendita...
    non+autenticato
  • io vivo all'estero e la fibra non la usa nessuno, vanno tutti all'adsl.
    Gli abbonamenti fibra costano un occhio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: giolapeste
    > io vivo all'estero e la fibra non la usa nessuno,
    > vanno tutti all'adsl.

    > Gli abbonamenti fibra costano un occhio.

    Sara' che li' le ADSL funzionano come dovrebbero e vanno veloci quanto qua la fibra...
    krane
    22544
  • ...nel centro di una grande citta' del nord ho un doppino da 1600 kbps (bit non bytes eh)

    terzo mondo
    non+autenticato
  • guarda che catanzaro non è proprio una grande città del nord
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fabio
    > ...nel centro di una grande citta' del nord ho un
    > doppino da 1600 kbps (bit non bytes
    > eh)
    Sarebbe?
    Milano? Torino?

    Qualche migliaio di abitanti non vuol dire "grande".
    non+autenticato
  • cambia poco, quando superi la soglia critica della decina di migliaia di abitanti, avere l'ADSL sotto i 7mb/s è una vergogna, in centri di simili dimensioni nel 2013 dovrebbe esserci già una discreta copertura in fibra, altroché 2 mb/s quando va bene.
    non+autenticato
  • Per la mia via dopo aver rifatto la linea in concomitanza di lavori stradali, hanno tolto tutti i pali e interrato un nuovo cavo.

    Da 2Mbit che prima che prima arrivavano, sono passato a nulla e senza telefono.
    Poi a telefono ma niente ADSL dopo un primo reclamo.
    Infine a 800kbit quando stava su dopo il secondo reclamo.

    Disdettato il contratto e passato a 5Mbit in WIMAX molto più reali per la stessa cifra.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Trollone


    > Disdettato il contratto e passato a 5Mbit in
    > WIMAX molto più reali per la stessa
    > cifra.

    con chi?

    e puoi fare TUTTO?
    compreso emule torrent p2p vario, skype a bomba con QoS fico?

    dimmi che volo anche io!!!!
    non+autenticato
  • Sei di Padova?

    Da queste parti ce ne sono 2 o 3 che offrono questo servizio.
    non+autenticato
  • Oramai di questi discorsi se ne sono fatti anche troppi
    Potranno anche aumentare le coperture ma quanta gente come me paga una fortuna in ADSL e poi naviga come una 56K?!
    non+autenticato
  • Complimenti a Telecom per essere arrivata puntuale come al solito Rotola dal ridere
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > Complimenti a Telecom per essere arrivata
    > puntuale come al solito
    > Rotola dal ridere
    dovevano prima trovare chi pagavaA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > > Complimenti a Telecom per essere arrivata
    > > puntuale come al solito
    > > Rotola dal ridere
    > dovevano prima trovare chi pagavaA bocca aperta

    Si quei router marci marchiati Pirelli
    non+autenticato
  • > dovevano prima trovare chi pagavaA bocca aperta

    Tu lo dici ridendo non capendo che il problema è esattamente quello con l'ADSL disponibile pochi molto pochi sono disposti a pagare di più per avere la fibra.
    non+autenticato
  • Ma che c.... vuol dire.
    Intanto dammi l'opportunita' di avere servizi FTTH e poi vediamo.
    Quanti anni hai 99000000000 ???
  • Informati: la maggior parte degli italiani ha linee 7 mega perché non ha il minimo interesse a pagare i 20 mega già disponibili da anni.
    La fibra va piano perché gli italiani non amano pagare per i servizi.
    non+autenticato
  • in effetti stavo pensando la stessa cosa... io ho l'ADSL a 7 Mbit (Milano) che funziona molto bene, sono REALI e non mi lamento del servizio (in 10 anni avrò avuto un blackout di una giornata...)
    più che i 20 Mbit, però, apprezzerei un upload decente (i 384 kbit attuali fanno ridere, soprattutto se pensiamo al cloud e ai giga che mi piacerebbe caricare da casa sui vari servizi dai quali accedo invece dall'ufficio.)

    L'altro giorno ho installato steam sul pc della morosa e ho scaricato quei 4 giochi che ho su (anziché fare il backup dal mio... vabbè). Però cavoli, saranno stati una trentina di giga, anche a 7 Mbit pieni è mezza giornata solo a fare quello!
    Insomma, ok la maggiore velocità in download (che non guasta mai, soprattutto quando ti connetti a server veloci), ma io ne vorrei un po' anche in up!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lonza
    > Informati: la maggior parte degli italiani ha
    > linee 7 mega perché non ha il minimo interesse a
    > pagare i 20 mega già disponibili da
    > anni.
    > La fibra va piano perché gli italiani non amano
    > pagare per i
    > servizi.

    bullshit, il problema è che a pochi la 20 mega arriva a 20 mega. Io ho la 7 perché non amo pagare _per servizi che non arrivano_
    più di 5-6 non vado, quindi pagare per la 20 sarebbe da ritardati
  • > bullshit, il problema è che a pochi la 20 mega
    > arriva a 20 mega. Io ho la 7 perché non amo
    > pagare _per servizi che non
    > arrivano_
    > più di 5-6 non vado, quindi pagare per la 20
    > sarebbe da ritardati

    non è sempre vero: i servizi 20M vengono dati sempre usando l'adsl2, è da vedere se il tuo limite dipenda dall'avere una linea 7M con adsl standard o se ti hanno agganciato ad una porta già adsl2 e quindi hai un limite fisico della linea.
    Molti avrebbero benefici dal pagare i 20 mega perché a casa loro arriverebbe una velocità superiore ai 7 e non lo fanno
    non+autenticato
  • Ti informo che Telecom ha più fibra di Fastweb la gran parte depositata prima di Fastweb e spenta perché agli Italiani basta l'ADSL.
    Quando capiranno che oltre Facebook e il P2P con la fibra si può fare di più e si decideranno a pagare si diffonderanno i servizi in fibra.
    Poi non mi pare che Fastweb con poca fibra in poche città nelle vie popolose abbia ne spaccato il mercato ne men che meno "servito tutti".
    non+autenticato
  • Facebook-emule ecc..
    (1)I servizi in fibra sono indispensabili x un paese evoluto.
    50 euro mese per una 640 e' il prezzo medio per conn. FTTC a 30 mb.

    (2) Se Telecom avesse fatto come Fastweb ora ci sarebbe la copertura nazionale 100%
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)