Claudio Tamburrino

Italia, blocchi a catinelle

Disposto il sequestro del social network russo vk.com e di 9 cyberlocker tra cui Rapidgator, già noto alla giustizia italiana: avrebbero ospitato copie pirata dell'ultimo film di Checco Zalone

Italia, blocchi a catinelleRoma - La Procura di Roma ha disposto il blocco di dieci siti accusati di veicolare contenuti in violazione del diritto d'autore: tra questi il social network russo Vkontakte.

Oltre a vk.com, sono stati bloccati movshare.net, nowdownload.ch, nowvideo.ch, rapidgator.net, topvideo.tv, upshared.com, usefile.com e videopremium.tv. In questo caso si tratta di cyberlocker, ovvero piattaforme su cui i singoli utenti possono caricare contenuti che potrebbero violare il diritto d'autore e che spesso vengono indicizzati attraverso altri siti e forum. Curiosamente nella lista vi è anche Rapidgator, che era già stato bloccato e sbloccato in seguito al ricorso presentato al Tribunale del Riesame di Roma che metteva il luce come tale misura disposta tramite sequestro fosse da essere considerato una extrema ratio.

A denunciare le violazioni di questi siti, è stata Medusa che è intervenuta in difesa dell'ultimo film di Checco Zalone che era finito per essere condiviso illegalmente sul social network russo. Il blocco è stato anche confermato da Fastweb, che ha informato i suoi utenti dell'azione contro VK.com mendiante l'account Facebook.
Diversi i problemi legali a questo tipo di misure: dal punto di vista delle conseguenze non bisogna dimenticare che, non essendo possibile chiedere agli Internet Service Provider (ISP) un blocco selettivo per le pagine che ospitano il file incriminato, o magari per il solo servizio di hosting video, le autorità finiscono per bloccare tutto il dominio, compresi gli account degli utenti che lo impiegano legittimamente per servizi di comunicazione, o per backup perfettamente legali. Vi è quindi innanzitutto un problema squisitamente tecnologico: si punisce l'intero strumento utilizzato per violare il diritto d'autore, indipendentemente dal fatto che non sia stato pensato per quello e che non sia usato esclusivamente per questo tipo di scopi, come può essere nel caso del social network vkontakte, una piattaforma impiegata, ad esempio, anche per esprimere la propria opinione.

Vi è poi un problema legale nel dispositivo del blocco, in quanto si tratta di una misura preliminare ad un processo, non del risultato di una sentenza. D'altra parte lo stesso vk.com ha già vinto una causa che la vedeva sul banco degli imputati per violazione di diritto d'autore, quella con al centro il copyright musicale dell'etichetta Studia Soyuz: la corte di San Pietroburgo ha stabilito che il social network non avrebbe avuto possibilità di controllare tutto il materiale caricato sulla sua piattaforma. In seguito alla sentenza, peraltro, Vkontakte ha annunciato la volontà di dar vita ad un servizio musicale legale, a pagamento.

Per il momento, in ogni caso, c'è da dire che il sito russo concede molte libertà ai propri utenti, permettendo anche il caricamento di video e opere musicali complete: anche per questo è finito già nella Special 301, la lista nera dei mercati della pirateria redatta dall'Office of United States Trade Representative (USTR). Ciò assodato, tuttavia, bisogna considerare che, per alcune violazioni, a rimetterci sono tutti i 160 milioni di utenti della piattaforma.

Il blocco, peraltro, sarebbe stato adottato a livello DNS. Quindi, suggeriscono gli intermediari che sovente ospitano dei link ai siti ora irraggiungibili, sono sufficienti poche, semplici operazioni per aggirarlo: oltre ad essere sproporzionata, insomma, la misura rischia di essere anche inefficace.

L'evolvere della situazione deve essere seguito attentamente, soprattutto alla luce del dibattuto regolamento AGCOM: bilanciare la tutela della libertà di espressione e la tutela del diritto d'autore appare un'operazione estremamente delicata quando le inibizioni all'accesso ordinate ai provider finiscono per investire un intero social network nel nome della protezione di una sola opera caricata in violazione del copyright.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
167 Commenti alla Notizia Italia, blocchi a catinelle
Ordina
  • Ma fatemi il favore, secondo voi è normale che un giudice inibisca un intero social network per un video di checco zalone? piuttosto doveva chiedere l'eliminazione del file, robe da matti!
    e leggendo i commenti vedo che c'è gente che gli da anche ragione!
    cambiate dns con dns jumper e avete risolto il problema
    non+autenticato
  • > Ma fatemi il favore, secondo voi è normale che un
    > giudice inibisca un intero social network per un
    > video di checco zalone?

    Per la verità i siti bloccati sono diversi, non c'è solo la versione russa di feissbucc. In ogni caso sì, è normale. Peccato che il richiamo a Checco Zalone è stato fatto da giornalettismo per attrarre clic, la Medusa film ha diverse opere in catalogo e quella di Zalone è solo una fra le tante.

    > piuttosto doveva chiedere
    > l'eliminazione del file, robe da
    > matti!

    Lo hanno fatto e non hanno avuto risposta. L'eliminazione dei file , ripeto, le opere violate erano diverse.
  • Certo, come no! Semplicemente hanno fatto la tipica italianata: blocco a minchiam e via.
  • Secondo me si può dennunciare il giudice e Medusa tutti insieme per abbuso!
    Io usavo il sito come mezzo di contatto con tutti miei amici e parenti in Russia. Guardavo i film documentari russi...
    Dove cè la "LIBERTA'" in Italia?
    Procura di Roma ha abbusato la mia vita privacy.
    A proposito, ragazzi, in Russia ci sono altri siti dove si può caricare i video gratuiti...
    non+autenticato
  • Io ho letto questo articolo e raggiungo tranquillamente il social.

    http://www.chiccheinformatiche.com/come-raggingere.../

    spero possa esservi d'aiutoOcchiolino
    non+autenticato
  • http://ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2013/1...

    Finalmente tocca ai giornali e alle riviste. I SIGNORI GIORNALISTI, che hanno in mano un potere incredibile, si sono sempre disinteressati della pirateria. ORA TOCCA A LORO, BENISSIMO! Se non vogliono andare ben presto alla carità perché senza lavoro, vediamo se si decidono a SCRIVERE E PUBBLICARE OGNI GIORNO I NOMI DEI SITI ILLEGALI APERTI E SOLLECITARE INTERVENTI REPRESSIVI ALLE AUTORITA' COMPETENTI.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Carlo
    > http://ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2013/1
    >
    > Finalmente tocca ai giornali e alle riviste. I
    > SIGNORI GIORNALISTI, che hanno in mano un potere
    > incredibile, si sono sempre disinteressati della
    > pirateria. ORA TOCCA A LORO, BENISSIMO! Se non
    > vogliono andare ben presto alla carità perché
    > senza lavoro, vediamo se si decidono a SCRIVERE E
    > PUBBLICARE OGNI GIORNO I NOMI DEI SITI ILLEGALI
    > APERTI E SOLLECITARE INTERVENTI REPRESSIVI ALLE
    > AUTORITA'
    > COMPETENTI.

    Ma che notizia è? Tutto vago, detto in modo demenziale, manco si capisce che cazzo stiano dicendo... "guardia di finanza" minuscolo, "internet" minuscolo, non dice dove, non dice come, non dice quando... dice un Cristo.

    Spero che i giornalisti di questi giornali "piratati" almeno non scrivessero notizie date in modo merdoso come questa... perché pubblicare tre righe che non dicono un cazzo di niente forse va bene per bambini di seconda elementare.
    non+autenticato
  • Non ti sei accorto che i SIGNORI GIORNALISTI scrivono spesso su giornali online consultabili gratuitamente?

    La risposta vera è quella: smetti di vendere il giornale... e ne offri uno gratuito.
    non+autenticato
  • > senza lavoro, vediamo se si decidono a SCRIVERE E
    > PUBBLICARE OGNI GIORNO I NOMI DEI SITI ILLEGALI
    > APERTI E SOLLECITARE INTERVENTI REPRESSIVI ALLE
    > AUTORITA'
    > COMPETENTI.

    Sarebbe un utilissimo servizio di indicizzazione, ottima idea.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Carlo

    > Se non
    > vogliono andare ben presto alla carità perché
    > senza lavoro, vediamo se si decidono a SCRIVERE E
    > PUBBLICARE OGNI GIORNO I NOMI DEI SITI ILLEGALI
    > APERTI E SOLLECITARE INTERVENTI REPRESSIVI ALLE
    > AUTORITA'
    > COMPETENTI.


    E se voi videotechini non volete andare alla carità vendete tutto ai kebabbari finchè siete in tempo!


    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • l'ottima notizia sarà quando multeranno seriamente e pubblicheranno i nomi degli evasori fiscali

    e se per caso in quella lista ci sarà il tuo nome, nasconditi perché saremo noi a cercare te
  • - Scritto da: Carlo
    > http://ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2013/1

    > Finalmente tocca ai giornali e alle riviste. I
    > SIGNORI GIORNALISTI, che hanno in mano un potere
    > incredibile, si sono sempre disinteressati della
    > pirateria. ORA TOCCA A LORO, BENISSIMO! Se non
    > vogliono andare ben presto alla carità perché
    > senza lavoro, vediamo se si decidono a SCRIVERE E
    > PUBBLICARE OGNI GIORNO I NOMI DEI SITI ILLEGALI
    > APERTI E SOLLECITARE INTERVENTI REPRESSIVI ALLE
    > AUTORITA' COMPETENTI.

    Ecco, bravo un bell'elenco giornaliero di siti illegali non sarebbe male in effetti.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Carlo
    > >
    > http://ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2013/1
    >
    > > Finalmente tocca ai giornali e alle riviste.
    > I
    > > SIGNORI GIORNALISTI, che hanno in mano un
    > potere
    > > incredibile, si sono sempre disinteressati
    > della
    > > pirateria. ORA TOCCA A LORO, BENISSIMO! Se
    > non
    > > vogliono andare ben presto alla carità perché
    > > senza lavoro, vediamo se si decidono a
    > SCRIVERE
    > E
    > > PUBBLICARE OGNI GIORNO I NOMI DEI SITI
    > ILLEGALI
    > > APERTI E SOLLECITARE INTERVENTI REPRESSIVI
    > ALLE
    > > AUTORITA' COMPETENTI.
    >
    > Ecco, bravo un bell'elenco giornaliero di siti
    > illegali non sarebbe male in
    > effetti.


    Dei siti presunti illegali.

    Solo al termine del processo si puo' dire se sono illegali.
    Senza sentenza dobbiamo considerare tutto lecito.

    Un bell'elenco aggiornato di questi siti consentirebbe a chiunque di verificare e farsi una idea, anche delle dimensioni del fenomeno.
  • E non sto usando DNS speciali e neppure plugin.
    non+autenticato
  • i PM che si occupano di copyright e internet
    farebbero meglio a cambiare mestiere.
    con tutto il fango che c'è da spalare ogni volta che piove....

    la prossima mossa qual'è? oscurare youtube perché ci sono i
    film completi di bud spencer?
    non+autenticato
  • Proprio un bel ragionamento. Ma cose da pazzi! Ma cosa vi hanno insegnato a scuola? Cosa vi hanno insegnato i vostri genitori?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Carlo
    > Proprio un bel ragionamento. Ma cose da pazzi! Ma
    > cosa vi hanno insegnato a scuola? Cosa vi hanno
    > insegnato i vostri
    > genitori?

    cos'ha da insegnare una società che non offre alcuna prospettiva se non ai raccomandati dal paparino o dalla mammina? dove avere un titolo di studio è considerato quasi un'onta anziché un punto a favore?

    te lo dico io: UN RAZZO.
    non+autenticato
  • Ci hanno insegnato che, invece di comprare una videocassetta, era possibile noleggiarla spendendo meno, e poi registrarsi il film per rivederlo se ci era piaciuto.

    Ora, con i bluray, è impossibile registrarsi il film a casa... quindi noleggiarlo non ha più senso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello
    > Ci hanno insegnato che, invece di comprare una
    > videocassetta, era possibile noleggiarla
    > spendendo meno, e poi registrarsi il film per
    > rivederlo se ci era
    > piaciuto.
    >
    > Ora, con i bluray, è impossibile registrarsi il
    > film a casa... quindi noleggiarlo non ha più
    > senso.

    makemkv??
  • Perchè sbattersi a cercare una roba del genere, quando trovi direttamente il film già rippato?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Carlo
    > Proprio un bel ragionamento.

    Meglio i tuoi ... devo dire veramente disinteressati !

    Ma cose da pazzi! Ma
    > cosa vi hanno insegnato a scuola?

    A scuola mi facevano vedere film di un certo spessore su VHS per lo più registrate dalla TV e comunque non originali; a volte venivano fatte circolare tra gli studenti per una visione successiva del film.



    Cosa vi hanno
    > insegnato i vostri
    > genitori?

    Dunque, vediamo ...

    A registrare un'audiocassetta su un'altra collegando due registratori ... a duplicare videocassette con VCR non "affetti" da Macrovision ... a fare copie di sicurezza dei dischetti del C64 ...

    E .. ah, si, anche che il danaro lo si guadagna con il lavoro, non campando con le zampe su un bancone o di diritti d'autore di gente morta e stramorta !
  • - Scritto da: Carlo
    > Proprio un bel ragionamento. Ma cose da pazzi! Ma
    > cosa vi hanno insegnato a scuola? Cosa vi hanno
    > insegnato i vostri genitori?

    Che "le leggi sono uguali per tutti", quindi o si chiude anche google oppure i siti di warez hanno in permesso di copiare dal momento che uno abbia acquistato una copia per la vendita come spiegato qua: http://www.videotecheweb.it/pvs/
    krane
    22544
  • > i PM che si occupano di copyright e internet
    > farebbero meglio a cambiare mestiere.
    > con tutto il fango che c'è da spalare ogni volta
    > che
    > piove....

    Secondo gli italiani i PM devono sempre occuparsi di qualcos'altro. Soprattutto quando quel "qualcosa" intacca il proprio orticello. Quindi quando si tratta, come qui, di pirateria, si devono occupare del dissesto idrogeologico; quando si tratta di evasione fiscale, si devono occupare della criminalità di quartiere; e quando si tratta di abusivismo edilizio si devono occupare dei politici corrotti.
    È così semplice, a ben vedere: ti dà fastidio un PM, fai in modo che guardi dall'altra parte... e il fastidio non c'è più, come la pancia nel carosello dell'olio Cuore. Geniale.A bocca aperta


    > la prossima mossa qual'è? oscurare youtube perché
    > ci sono
    > i
    > film completi di bud spencer?

    No, perché Youtube ha un accordo con le case cinematografiche e con la maggior parte delle tv (non tutte: con Mediaset è ancora in causa). In alcuni Paesi Youtube oscura un video controverso sull'islam.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)