massimo mantellini

Contrappunti/ Il crepuscolo dei detentori dei diritti

di M. Mantellini - Sono gli ultimi colpi di coda di un sistema protezionistico agonizzante. In attesa della naturale, ed inevitabile, evoluzione della specie

Roma - Gaia Bottà venerdì scorso, dalle pagine di questo giornale, annunciava l'ennesima estensione del copyright ratificata anche dal nostro Paese. Il tema è noto e variamente deprimente e forse potrebbe essere affrontato per una volta fuori dai comprensibili accenni ai quali ci siamo riferiti negli anni.

Forse potremmo cominciare a pensare che questa ennesima estensione della protezione delle opere dell'ingegno possa essere considerata per quello che è: il segni di una sconfitta dei detentori del copyright. I quali in questi anni hanno marciato spediti verso la realizzazione di un sogno egoista e personale, quello della trasformazione del diritto d'autore in un diritto di proprietà.

Trattare le opere dell'ingegno come fossero un immobile o un oggetto acquistato e diventato "nostro" è una forma di prevaricazione che la società della conoscenza semplicemente non può consentire. E che infatti, in un modo o nell'altro, non consente. Sembra farlo, nei fatti, allungando agli egoisti un contentino di tanto in tanto, consentendo di estendere i tempi di una no fly zone durante la quale nessun aereo nemico potrà sorvolare i nostri territori. Che sono nostri, privati e insomma noi ne facciamo quello che ci pare almeno per i prossimi cento anni. Nello stesso momento però, mentre veniamo rassicurati sulla nuova saldezza delle nostre ragioni, se abbiamo l'ardire di alzare gli occhi sopra il cielo di casa nostra lo vedremo popolato di mille velivoli differenze. Non solo in violazione delle norme che il sovrano ci ha appena cucito addosso ma anche al di fuori di queste: aerei di carta lanciati da un bambino dispettoso interrompono quel controllo che a noi era parso saldo e inscalfibile, droni strani da altri comandati vengono a bere acqua al nostro ruscello che avevamo protetto così bene.
Quando la società degli individui comprende che un prezzo che si è data non potrà essere pagato, perché non è giusto pagarlo, a dispetto di leggi e normative scolpite nella pietra e da tutti considerate intoccabili, in genere fa una cosa: non lo paga. Le leggi dello Stato seguono i valori della comunità, sono fatte apposta. Difficilmente accade il contrario. Quando quelle leggi invecchiano ed iniziano a rappresentare sempre meno persone, perché nel frattempo il mondo è cambiato e si sta dirigendo da un'altra parte, quelle leggi, semplicemente verranno infine modificate. Accade continuamente. Per esempio in Svizzera le donne hanno avuto diritto di voto nel 1971. Non vi sembra incredibile? Lo è. Ancora più incredibile che qualche anno prima, nel 1959, la Costituzione impose un referendum popolare sul diritto di voto alle donne. E i votanti, che erano ovviamente tutti uomini, dissero di no.

Noi siamo ora in quell'intervallo temporale fastidioso in cui si sono trovati gli svizzeri a metà del secolo scorso. Il periodo dentro il quale le norme sul copyright sono del tutto inadeguate alla nostra società dell'informazione. Sono state immaginate duecento anni fa e benché il principio di base che la reggeva sia un principio ancora oggi valido ed equilibrato (un compromesso onorevole fra il diritto alla trasmissione della conoscenza e quello assai più trascurabile ma concreto della retribuzione degli artisti) sono ormai diventate il fantasma di loro stesse. I maschilisti svizzeri che le sostengono sono uomini fuori dal mondo, saldamente ancorati alla fitta rete di interessi economici che, in nome della propria prosperità o anche solo - coi tempi che corrono - della propria sopravvivenza, si dichiarano ogni giorno disponibili ad incatenare cultura, pensiero e condivisione per tutelare il proprio giardinetto di soldi.

Dicono di essere i garanti della cultura e della creatività e invece ne sono i carcerieri. E benché a parole le loro prigioni siano ogni volta più solide e presidiate, la scena che si svolge di fronte ai loro occhi racconta tutt'altro. No, non è una minaccia per la nostra società l'ennesima improvvida e deprimente estensione del copyright. ╚ la tragedia di un uomo ridicolo: è il racconto della parabola di quell'avvocato di Berna convinto che sua moglie avesse il cervello troppo piccolo per votare.

Massimo Mantellini
Manteblog

Tutti gli editoriali di M.M. sono disponibili a questo indirizzo
113 Commenti alla Notizia Contrappunti/ Il crepuscolo dei detentori dei diritti
Ordina
  • Copyright cancro della Cultura

    How Can Somebody Who Loves Culture Possibly Defend The Copyright Monopoly?
    https://torrentfreak.com/how-can-somebody-who-love...

    The Hole in Our Collective Memory: How Copyright Made Mid-Century Books Vanish
    http://www.theatlantic.com/technology/archive/2013...

    Copyright cancro della Cultura

    Pirata
    non+autenticato
  • > Copyright cancro della Cultura


    Un po' di chemioterapia, e la cultura torna come prima.
  • Vorrei fare un blog personale, ma non sono capace di fare il giornalista.
    Vorrei quindi copiare gli articoli di punto informatico e farli passare per miei.
    Immagino che, essendo contrario al diritto d'autore lei non abbia niente in contrario, o mi sbaglio ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Undertaker
    > Vorrei fare un blog personale, ma non sono capace
    > di fare il
    > giornalista.
    > Vorrei quindi copiare gli articoli di punto
    > informatico e farli passare per miei.
    >
    > Immagino che, essendo contrario al diritto
    > d'autore lei non abbia niente in contrario, o mi
    > sbaglio
    > ?

    I fondo alla pagina leggo: "Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons"
    non+autenticato
  • - Scritto da: Undertaker
    > Vorrei fare un blog personale, ma non sono capace
    > di fare il
    > giornalista.

    E allora perchè vuoi aprire un blog? Se sei un incapace nessuno verrà a leggerti.


    > Vorrei quindi copiare gli articoli di punto
    > informatico e farli passare per miei.

    La licenza Creative Commons sotto cui sono gli articoli di Punto Informatico te lo permette.

    Ma prima devi togliermi una curiosità: chi mai verrebbe a leggere il tuo blog quando può leggere gli stessi articoli direttamente su Punto Informatico (e leggerli prima, perchè sul tuo blog appariranno solo dopo che tu avrai fatto il copia&incolla)?

    Vedi bene che il tuo blog sarebbe totalmente inutile; se vuoi provarci, non credo che nessuno ti dirà nulla, ma a che ti serve?

    > Immagino che, essendo contrario al diritto
    > d'autore lei non abbia niente in contrario, o mi
    > sbaglio
    > ?

    Immagino che nessuno sarebbe così cretino da fare un doppione di un giornale che c'è già sperando di farsi pagare. Se vuoi provarci, facci sapere come va...
    non+autenticato
  • Non esiste nessun diritto. Nel senso che non esiste un diritto che vieti altri di copiare qualcosa e non esiste un diritto di autore, cioè che stabilisca che ciò che hai pensato o detto tu non lo possa pensare o dire nessun altro.

    ╚ solo una questione di soldi e di potere, prepotenza. Tutti discorsi basati sul nulla, non importa in realtà. Nessuno può stabilire che ciò che tu stai pensando ora non lo stia pensando qualcun altro o non l'abbia pensato prima ma non messo per iscritto o realizzato.

    Bruciare e legare le idee per codificare il rispetto è solo tempo perso. Se poi stabilisci che il rispetto è quantificato in denaro hai distrutto il concetto stesso di rispetto.
  • - Scritto da: kruks
    > Non esiste nessun diritto. Nel senso che non
    > esiste un diritto che vieti altri di copiare
    > qualcosa e non esiste un diritto di autore, cioè
    > che stabilisca che ciò che hai pensato o detto tu
    > non lo possa pensare o dire nessun
    > altro.
    >
    > È solo una questione di soldi e di potere,
    > prepotenza. Tutti discorsi basati sul nulla, non
    > importa in realtà. Nessuno può stabilire che ciò
    > che tu stai pensando ora non lo stia pensando
    > qualcun altro o non l'abbia pensato prima ma non
    > messo per iscritto o
    > realizzato.
    >
    > Bruciare e legare le idee per codificare il
    > rispetto è solo tempo perso. Se poi stabilisci
    > che il rispetto è quantificato in denaro hai
    > distrutto il concetto stesso di
    > rispetto.
    Mai avuto idee TUE vedo...
    non+autenticato
  • O magari ne ha avute e le ha distribuite in Creative Commons.

    E le tue idee, invece?
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello
    > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > Creative
    > Commons.
    >
    si vedeA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: cicciobello
    > > O magari ne ha avute e le ha distribuite in
    > > Creative
    > > Commons.
    > >
    > si vedeA bocca aperta

    A bocca aperta
    non+autenticato
  • ci vorranno 10-15 anni per vedere i primi segnali, ma le cose cambieranno perché l' opensource è entrata nel campo hardware.

    L' openhardware sta compiendo i primi passi e non puˇ competere con i prodotti commerciali, ma poco a poco le cose cambieranno, esattamente come sono cambiate da quando alcuni visionari hanno deciso di condividere i loro sorgenti di programmi.

    attualmente si stanno vedendo esperimenti come per esempio l' openhardwareecology (questo è il loro canale youtube: http://www.youtube.com/channel/UCjvBN1r7UXXqmIbx_u...

    ma ci sono parecchia altre realtß che poco a poco si sommeranno, e un giorno o l'altro ci renderemo conto che siamo circondati da prodotti openhardware.

    cosa centra l' openhardware con il copyrigth?

    Tutto! Tenendo conto che quando andiamo a comprare qualsiasi cosa, paghiamo il 20% per il prodotto e guadagno e l'80% di copyright vari, capirete anche voi che togliendo questo peso, i prodotti costerebbero una frazione rispetto ad oggi.

    Con il sistema openhardware, si impedisce alle grosse aziende di detenere i diritti su moltissime cose che usiamo tutti i giorni, il che significa che i diritti sono nostri, e non di qualche aprofittatore.
    non+autenticato
  • all'improvviso quando stava per scadere il copyright sui Beatles ...ma pensa te ... hanno messo su tutto un discorso di principio come sempre per fare una legge ad personam major.
    non+autenticato
  • > all'improvviso quando stava per scadere il
    > copyright sui Beatles ...ma pensa te ... hanno
    > messo su tutto un discorso di principio come
    > sempre per fare una legge ad personam
    >

    > major.

    Ogni volta che ci sono cambiamenti nella legge sul diritto d'autore c'è la corsa alle dietrologie, a dire in pubblico che è una legge cucita su misura di questo o quello.
    Nel caso dei Beatles, ti informo che la prima loro incisione risale al 1961:
    http://yokono.co.uk/collection/beatles/germany/sin...
    In base all legge attuale i diritti sull'incisione sono già scaduti nel 2011. E scaduti son pure i diritti sui singoli ben più famosi del 1962 e 1963.
  • - Scritto da: Leguleio

    > Nel caso dei Beatles, ti informo che la prima
    > loro incisione risale al 1961:

    Nel caso dei Beatles, ti informo che due sono morti, e gli altri due non solo sono ricchi da far schifo, ma uno dei due continua a fare il suo bravo lavoro di musicista esibendosi sui palchi (tanto di cappello).

    Quindi non mi faccio proprio alcuno scrupolo a scaricarmi tutta la loro discografia che ormai fa parte della cultura mondiale.
  • > > Nel caso dei Beatles, ti informo che la prima
    > > loro incisione risale al 1961:
    >
    > Nel caso dei Beatles, ti informo che due sono
    > morti,

    Ma no! Giuro che non lo sapevo...


    > e gli altri due non solo sono ricchi da
    > far schifo, ma uno dei due continua a fare il suo
    > bravo lavoro di musicista esibendosi sui palchi
    > (tanto di
    > cappello).
    >
    > Quindi non mi faccio proprio alcuno scrupolo a
    > scaricarmi tutta la loro discografia che ormai fa
    > parte della cultura
    > mondiale.

    Non stavamo parlando di quello. Stavamo discutendo delle dietrologie sugli artisti che hanno iniziato a incidere fra il 1963 e il 1964. Ce ne sono molti, ma i Beatles non sono fra questi. Hanno iniziato prima.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > > Nel caso dei Beatles, ti informo che la
    > prima
    > > > loro incisione risale al 1961:
    > >
    > > Nel caso dei Beatles, ti informo che due sono
    > > morti,
    >
    > Ma no! Giuro che non lo sapevo...

    Wikipedia 1 - Enciclopedia cartacea 0
    Palla al centro.

    > > e gli altri due non solo sono ricchi da
    > > far schifo, ma uno dei due continua a fare
    > il
    > suo
    > > bravo lavoro di musicista esibendosi sui
    > palchi
    > > (tanto di
    > > cappello).
    > >
    > > Quindi non mi faccio proprio alcuno scrupolo
    > a
    > > scaricarmi tutta la loro discografia che
    > ormai
    > fa
    > > parte della cultura
    > > mondiale.
    >
    > Non stavamo parlando di quello. Stavamo
    > discutendo delle dietrologie sugli artisti che
    > hanno iniziato a incidere fra il 1963 e il 1964.
    > Ce ne sono molti, ma i Beatles non sono fra
    > questi. Hanno iniziato
    > prima.

    Hanno inciso anche tra il 63 e il 64.
  • > > Non stavamo parlando di quello. Stavamo
    > > discutendo delle dietrologie sugli artisti
    > che
    > > hanno iniziato a incidere fra il 1963 e il
    > 1964.
    > > Ce ne sono molti, ma i Beatles non sono fra
    > > questi. Hanno iniziato
    > > prima.
    >
    > Hanno inciso anche tra il 63 e il 64.

    E anche fra il 1969 e il 1970, se è per questo.
    Il punto è che l'affermazione iniziale di altro utente diceva: "Poi il problema si è posto all'improvviso quando stava per scadere il copyright sui Beatles". Ebbene, l'accusa non sta in piedi: una parte dei diritti è già scaduta.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > > Non stavamo parlando di quello. Stavamo
    > > > discutendo delle dietrologie sugli
    > artisti
    > > che
    > > > hanno iniziato a incidere fra il 1963 e
    > il
    > > 1964.
    > > > Ce ne sono molti, ma i Beatles non sono
    > fra
    > > > questi. Hanno iniziato
    > > > prima.
    > >
    > > Hanno inciso anche tra il 63 e il 64.
    >
    > E anche fra il 1969 e il 1970, se è per questo.
    > Il punto è che l'affermazione iniziale di altro
    > utente diceva: "Poi il problema si è posto
    > all'improvviso quando stava per scadere il
    > copyright sui Beatles". Ebbene, l'accusa non sta
    > in piedi: una parte dei diritti è già
    > scaduta.

    Ma non era Walt Disney quello che continuava a spostare il (c) ?
    krane
    22544
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: krane

    > > Ma non era Walt Disney quello che
    > > continuava a spostare il (c) ?

    > e ci riesce perfino della cella criogenica

    Evidentemente si.
    krane
    22544
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)