Alfonso Maruccia

Acer, un tocco economico per il Chromebook

Il produttore taiwanese offre un notebook Internet-dipendente con schermo multi-touch a prezzo abbordabile. Google e il suo Pixel hanno di che riflettere, mentre i Chromebook sono sempre più al centro della scena

Roma - Acer sta per commercializzare il Chromebook C720P, variante del precedente modello C720 che ha nello schermo multi-touch il tratto distintivo. Un Chromebook touch che per di più viene venduto a prezzo abbordabile, diversamente dal lussuoso gadget marchiato Google e noto come Chromebook Pixel.

c720p

Il Chromebook Pixel costava più di mille dollari, il nuovo Chromebook touch di Acer viene appena 299 dollari, 50 in più del modello senza touch: il processore Intel x86 è lo stesso (Celeron 2955U con microarchitettura Haswell a 22nm), la RAM saldata sulla motherboard è dimezzata (da 4 a 2 GB) mentre il disco interno a stato solido è capiente il doppio (32GB) e lo schermo da 11,6" HD (1366x768 pixel) ha un aspetto lucido a causa dello strato di vetro necessario per gli input touch.

Disponibile a partire da dicembre sui negozi online (Amazon.com), Best Buy e sullo store telematico di Acer, il Chromebook C720P fornisce "i molti benefici" di un sistema touch nel fare uso dell'interfaccia del browser/sistema operativo Chrome. O almeno questo è quanto sostiene la corporation taiwanese nel presentare al mondo il suo nuovo gadget Internet-dipendente.
Il touch si fa strada sui sistemi portatili e le stime parlano di un 11 per cento di notebook venduti nel 2013 equipaggiati con uno schermo sensibile al tocco. Anche i Chromebook sono sulla bocca di tutti, al punto che Microsoft ha sentito la necessità di ingaggiare le starlette dei reality TV USA per parlar male dei thin client.

Chromebook fa rima soprattutto con connettività, e nuove possibilità di connessione per i thin client basati sul browser/OS arrivano dalla società di telefonia irlandese Cubic Telecom: il nuovo servizio permette agli utenti di avere sempre l'accesso (wireless) a Internet garantito anche nel passaggio da un'area di copertura all'altra con operatori differenti, in patria o all'estero. Cambiano le tariffe, però, anche se in misura "commisurata" a quelle nazionali.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • HardwareChromebook Pixel, il laptop di lusso di GoogleAnticipato dalle indiscrezioni, il thin client per appassionati del cloud danarosi è realtà. Ci vogliono circa 1.000 euro per averne uno: in cambio schermo ad altissima definizione, touch, linee eleganti e LED colorati
  • BusinessAsus, conti magri pensando al futuroIl colosso taiwanese comunica performance finanziarie in caduta e promette di fare meglio nel prossimo futuro. Grazie ovviamente a smartphone, gadget mobile e "indossabili". La guerra al ribasso dei prezzi si fa sempre più forte
40 Commenti alla Notizia Acer, un tocco economico per il Chromebook
Ordina
  • peccato che Chrome è inadatta al touch, cioè se vi serve il touch è meglio prenderne uno con Windows 8
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gina
    > peccato che Chrome è inadatta al touch, cioè se
    > vi serve il touch è meglio prenderne uno con
    > Windows
    > 8

    ma per favore,perchè windows è adatto al touch ?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > ma per favore,perchè Windows 8 è adatto al touch ?
    >A bocca aperta

    da quando ho Windows 8 nel mio portatile non collego più il mouse, ma uso direttamente il touchpad così da sfruttare tutte le varie gesture e interazioni disponibili. Lo schermo touch è il rettangolo del touchpad, è una figata pazzesca!
    non+autenticato
  • - Scritto da: yep
    > da quando ho Windows 8 nel mio portatile non
    > collego più il mouse, ma uso direttamente il
    > touchpad così da sfruttare tutte le varie gesture
    > e interazioni disponibili. Lo schermo touch è il
    > rettangolo del touchpad, è una figata
    > pazzesca!

    E dovevi aspettare windws 8 per questo ?
    Lo potevi fare anche con xp sempre con il touchpad
    non+autenticato
  • Ho un'altra opinione sinceramente: i portatili sono stati creati per gli utenti che lavorano lontano dai luoghi di lavoro come imprenditori e venditori commerciali che hanno poco spazio da sfruttare. Alcuni li utilizzano per programmare, secondo me il touch all'interno dei portatili ha sia dei pro che dei contro: è ottimo per chi non sopporta il touchpad o il classico mouse,anche per i breef non è niente male, immaginata un'imprenditore che vuole mostrare il proprio progetto ad altri con il touchscreen è molto più semplice ed è più veloce, semplice. E poi d'altronde questo è solo l'inizio arriveremo a non utilizzare nemmeno più le mani siccome google sta producendo l'applicazione vocale. Tra qualche anno basterà solo la nostra voce per poter elaborare testi, navigare e cercareSorride
    non+autenticato
  • ma il punto è che le interfacce basate sul riconoscimento vocale sono mille volte meglio

    questa mania del touch è nata sui dispositivi che non possono, per questione di ingombro e peso, portarsi dietro mouse e tastiera

    ma su un portatile o un desktop, è una cazzata colossale
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > ma il punto è che le interfacce basate sul
    > riconoscimento vocale sono mille volte
    > meglio
    >
    Finchè non passa lo spiritosone ed urla: "computer cancella tutto"
    non+autenticato
  • Provalo con Ubuntu e Unity...

    iRoby
    6890
  • voglio spendere solo 200 euro E NON VOGLIO IL TOUCHSCREEN!mi comprerei un tablet da 140 euro piiuttosto che un cromebook
    ho sempr le dita sporche e sudate e non voglio il touchscreen
    rivoglio i vecchi netbook
    come mai spendono 700 euro per un xperia e non 200 euro per un computer?
    non+autenticato
  • - Scritto da: get the fact
    > come mai spendono 700 euro per un xperia e non
    > 200 euro per un
    > computer?
    Perché non ci stanno in tasca?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dr Doom
    > - Scritto da: get the fact
    > > come mai spendono 700 euro per un xperia e
    > non
    > > 200 euro per un
    > > computer?
    > Perché non ci stanno in tasca?
    dipende ..
    a 199 eurucci e con 329 ppi in tasca questo ci sta benissimo!
    A bocca aperta
    http://www.telefonino.net/Motorola/Notizie/n34190/...
    non+autenticato
  • E i DNS privati sono compresi nel prezzo.
    non+autenticato
  • è un netbook castrato con touchscreen ... o un tablet con tastiera ?
    non+autenticato
  • Chi li compra questi Chromebook?
    non+autenticato
  • È una portcata! Ram saldata da soli 2GB. Quando il chipset permetterebbe agilmente fino a 16GB di ram con due so-dimm rimovibili.

    Stanno tablet-izzando i notebook!
    iRoby
    6890
  • - Scritto da: iRoby

    > Stanno tablet-izzando i notebook!

    è l'apple-izzazione del mondo IT

    credono che copiando apple, avranno chissà quale successo

    letto l'ultimissima su microsoft? vogliono creare un solo windows, legato a doppio filo al loro store

    in questo, i vari ruppolo hanno ragione, cioè è mai possibile che si debba sempre seguire la strada tracciata da apple? che poi non sta scritto da nessuna parte che sia quella giusta ( e i continui fallimenti di questi emuli, ne è la prova )
    non+autenticato
  • È l'invidia del successo Apple. Pensano tutti che derivi solo dal modello...

    Il lavoro di Apple è più profondo. Non tutto suo ben inteso... Molto ha fatto il mercatismo e la società dell'apparenza mediatica. Tutta questa gente annullata nell'autostima e nell'identità cerca oggetti elitari che gli permettano di uscire dalla mediocrità e l'anonimato.

    Microsoft non ha assolutamente l'aspetto dell'azienda di prodotti per fighetti. Nel mondo delle auto è come confrontare la Mini con la Punto.
    Microsoft pensa di fare una Punto simile alla Mini nella speranza che tutti la comprino. Nooo, è la percezione che ha la gente del marchio e del prodotto Windows, di prodotto mediocre per gente mediocre.
    Apple invece di oggetto elitario per gente fighetta.

    Odio questa cosa, ma è così che funziona il mercatismo, la società dell'apparenza e le debolezze della psiche umana.

    Ed in sud-America Windows Phone vende più di iPhone solo perché costa meno.
    iRoby
    6890
  • - Scritto da: iRoby
    >
    > È l'invidia del successo Apple. Pensano
    > tutti che derivi solo dal
    > modello...
    >
    > Il lavoro di Apple è più profondo. Non tutto suo
    > ben inteso... Molto ha fatto il mercatismo e la
    > società dell'apparenza mediatica.

    guarda che così dimostri soltanto di non conoscere come funziona una delle società più importanti del mondo IT

    il successo di apple deriva principalmente da pochi fattori:

    * pochi prodotti (è noto che quando la scelta è troppo vasta, è facile che un soggetto finisca per non scegliere affatto)

    * estremamente facili da usare

    * estremamente belli

    * ottimamente integrati tra loro
  • - Scritto da: bertuccia
    > guarda che così dimostri soltanto di non
    > conoscere come funziona una delle società più
    > importanti del mondo IT

    Mi sono ben fatto un'idea di come funziona. E sono ben contento per lei che abbia successo. A me i suoi prodotti non interessano e credo mai lo faranno. Ma mi sta benissimo il suo successo... Tempo fa la pensavo diversamente, ma ho cambiato idea. Forza Apple finché tieni a bada Microsoft che riempirà di merda e potrebbe insozzare coi suoi prodotti pure questo settore.

    > * pochi prodotti (è noto che quando la scelta è
    > troppo vasta, è facile che un soggetto finisca
    > per non scegliere affatto)

    Per me è un limite. Perché per esempio sugli smartphone non hanno nulla di quello che fa al caso mio, display >=5" HD o fullHD, quad Core a prezzo abbordabile.

    > * estremamente facili da usare

    Che fa rima con limitati e limitanti. Io voglio più flessibilità. Per me è irrinunciabile potermi flashare rom personalizzate e ottimizzate come mi permette Android. Ed uso spesso il bluetooth per la condivisione.
    Voglio più funzioni possibile anche tecniche, la facilità la lascio agli utonti che hanno impestato il mondo dei PC Wintel ed ora si sono spostati nei device mobili...

    > * estremamente belli

    Beh 'nsomma soggettivo. Forse alcuni modelli sono apparsi insoliti e innovativi alla loro uscita. Di certo però li riconosci ed è questo ciò che vogliono i fighetti che li scelgono per il marchio.

    > * ottimamente integrati tra loro

    A me serve che siano ottimamente integrati con gli standard elettronici ed informatici. E i prodotti Apple sono come hai descritto, integrati tra loro ma non col resto del mondo IT. A cominciare dall'impossibilità di usare un cavo micro-USB per ricaricarli. Mi devo portare dietro il suo cavo. Per non parlare delle limitazioni del bluetooth.

    La loro incompatibilità sarà la fortuna dei tablet Android nel settore industriale. Poiché iPad può essere molto usato nelle aziende come personal organizer, fruitore ecc. Ma solo per Android esistono software che si interfacciano a device bluetooth connessi a bus industriali per visualizzare dati e diagnostica. Che è il settore che interessa a me.

    Inoltre Apple non ha prodotti "rugged", quelli impermeabili e resistenti agli urti per l'uso in cantieri, officine e ambienti di lavoro estremi.

    Se si estendono queste funzionalità e saranno disponibili a breve certi prodotti del settore di mio interesse tra non molto potrò fare diagnostica e rimappatura di centraline auto e moto col mio smartphone Android con buona pace di Windows e dei suoi problemi con le seriali USB, la versione di .NET e quelle dll del ca%%o che sono sempre in conflitto.
    iRoby
    6890
  • - Scritto da: bertuccia
    > - Scritto da: iRoby
    > >
    > > È l'invidia del successo Apple. Pensano
    > > tutti che derivi solo dal
    > > modello...
    > >
    > > Il lavoro di Apple è più profondo. Non tutto
    > suo
    > > ben inteso... Molto ha fatto il mercatismo e
    > la
    > > società dell'apparenza mediatica.
    >
    > guarda che così dimostri soltanto di non
    > conoscere come funziona una delle società più
    > importanti del mondo
    > IT
    >
    > il successo di apple deriva principalmente da
    > pochi 1
    > fattori fattore:

    Quello religioso


    > * pochi prodotti (è noto che quando la scelta è
    > troppo vasta, è facile che un soggetto finisca
    > per non scegliere
    > affatto)
    >
    > * estremamente facili da usare
    >
    > * estremamente belli
    >
    > * ottimamente integrati tra loro-

    Così mi pare più vicino alla realtà
    non+autenticato
  • - Scritto da: bertuccia
    > guarda che così dimostri soltanto di non
    > conoscere come funziona una delle società più
    > importanti del mondo
    > IT

    La stessa che è sempre stata snobbata dall'intero pianeta ?A bocca aperta

    > il successo di apple deriva principalmente da
    > pochi
    > fattori:

    1) fuffa

    2) intortare l'utonto

    > * pochi prodotti (è noto che quando la scelta è
    > troppo vasta, è facile che un soggetto finisca
    > per non scegliere
    > affatto)

    Che stronzata mi tocca leggere,stiamo parlando dell'utonto apple ?A bocca aperta
    Più è vasta la scelta più è facile che l'utente compri almeno un prodotto che si avvicini ai suoi gusti e/o esigenze personali,se ne vedi 2 e sono orribili e uguali tra loro te ne vai senza comprare.

    > * estremamente facili da usare

    quale il QI medio di un appliano visto che ogni 3 righe si riporta questa stronzata ?A bocca aperta

    > * estremamente belli

    Ma dove ? fumato cannabis ?A bocca aperta

    > * ottimamente integrati tra loro

    infatti sono tutti limitati l'uno con l'altro Occhiolino

    Bella leccatina bertu ma che fa acqua da tutte le partiOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > è l'apple-izzazione del mondo IT

    bleah

    > credono che copiando apple, avranno chissà quale
    > successo

    L'astuzia di apple ma in generale del mercato di oggi è quello di obbligarti direttamente o indirettamente a passare sempre da loro,per qualsiasi cosa,pagando.

    > letto l'ultimissima su microsoft? vogliono creare
    > un solo windows, legato a doppio filo al loro
    > store

    Si,letto .....sempre più chiuso e sempre più legato a loro.
    Alla fine questi recintini saranno le loro tombe,la gente rimarrà con il windows precedente e se continuano a perseverare quando non sarà più possibile abbandoneranno windows,poi voglio vedere cosa s'inventano per farli ritornare.

    > in questo, i vari ruppolo hanno ragione, cioè è
    > mai possibile che si debba sempre seguire la
    > strada tracciata da apple?

    Credono che così facendo incamerino più soldi legando forzatamente sempre di più l'utente a loro....mi sa di abuso di posizione predominante.

    > che poi non sta
    > scritto da nessuna parte che sia quella giusta (
    > e i continui fallimenti di questi emuli, ne è la
    > prova
    > )

    Francamente non la voglio l'informatica alla apple maniera o alla Ms maniera ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > È una portcata! Ram saldata da soli 2GB. Quando
    > il chipset permetterebbe agilmente fino a 16GB di
    > ram con due so-dimm
    > rimovibili.
    >
    > Stanno tablet-izzando i notebook!

    Si ma, al di là di queste razzate, a che ca**o serve proprio il Chromebook con quell'aborto di OS? Non è meglio un tablet? Mah...
    non+autenticato
  • Ah io lo comprerei per piallarlo e metterci un Linux completo.
    iRoby
    6890