Luca Annunziata

E-cat in vendita

L'azienda inizia ad accettare prenotazioni. Il primo prodotto costa oltre 1 milione di euro. Le consegne non avverranno prima del 2014

Roma - ECAT, azienda che produce il dispositivo omonimo realizzato secondo le teorie del fondatore Andrea Rossi, ha indicato sul proprio sito che ha iniziato la raccolta di prenotazioni per i primi esemplari di apparecchi da 1MW e 10KW. La consegna del primo tipo di unità, la più costosa con un prezzo di listino di 1,5 milioni di dollari, è indicata genericamente 4 mesi dopo l'ordine, mentre la più piccola versione casalinga ha tempi di produzione più incerti. Per quest'ultima solo lista d'attesa.

L'E-cat è un dispositivo che, ancora oggi, l'azienda che produce indica in grado di produrre al suo interno reazioni di fusione fredda. Sarebbe capace di generare moltissima energia a fronte di un input ridotto: fornendo 200KW in ingresso sarebbe in grado di erogare 1MW in uscita nella versione "industriale", con tutti i dubbi che ciò comporta sul fatto che la reazione non sia in grado di auto-sostenersi. L'aspetto del dispositivo è quello di un container in cui sono stivate 106 celle contenenti ciascuna 3 reattori, a loro volta caricati con nichel e idrogeno (più uno sconosciuto catalizzatore) con una pressione di almeno 15 bar nel cilindro che contiene gas e polvere. L'approccio modulare dovrebbe consentire maggiore flessibilità d'uso e manutenzione: chi ha bisogno di più potenza può ordinare più di una unità da 1MW, sistemandole dove meglio ritiene grazie alla forma regolare del container che stiva le celle. Queste ultime possono essere sostituite una a una per manutenzione, e vanno periodicamente ricaricate da personale specializzato.

Il condizionale in questa materia è d'obbligo. A oggi non esiste una verifica sperimentale di terzi, indipendente, dell'effettivo funzionamento dell'e-cat. La pubblicazione dei primi dati al riguardo è stata al centro di numerose polemiche, altri test sono stati promessi ma i risultati non arriveranno prima del 2014. Per di più, opinione comune nella comunità scientifica è che il fenomeno che si sviluppi possa essere meglio classificato come low-energy nuclear reactions (LENR): in alcuni casi è stata documentata la reazione tra nichel e idrogeno, ma sulla questione mancano studi sistematici e molteplici verifiche indipendenti. Andrea Rossi, fondatore di ECAT e ideatore del prodotto, è invece convinto che la sua sia una vera e propria fusione fredda che genera rame, oltre a una considerevole quantità di energia sfruttabile.
Gli scettici con 1,5 milioni di dollari da parte, all'incirca 1,1 milioni di euro al cambio attuale, ora possono ordinare un ECAT da 1MW per farselo consegnare e testarne il funzionamento. A patto, specifica il sito, che superino il processo di verifica che ne attesti l'aderenza ai criteri stabiliti dall'azienda per vendergli un ECAT. Più complessa la questione per la versione casalinga da 10KW, per la quale pare manchino ancora le certificazioni nazionali e dunque è al momento impossibile stabilire se e quando sarà disponibile per la vendita nei diversi paesi.

Luca Annunziata
49 Commenti alla Notizia E-cat in vendita
Ordina
  • passati 2 anni..ancora nulla
    credo che basti questo.
    non+autenticato
  • negli anni cinquanta, e stata inventata la macchina ecologica e subito messa a parte. Oggi ,con tutta l'iformazione civile e democratica, negli anni 90, hanno fatto di nuovo la macchia ecologica, negli stati uniti tanta gente ha comperato questa macchina,poco dopo questa macchina e stata ritirata e distrutta......ecco la civilta......ma siamo tutti furbi,si, pero muoriamo di tutmori ecc....continuiamo ad essere furbi......
    non+autenticato
  • > negli anni cinquanta, e stata inventata la
    > macchina ecologica e subito messa a parte.

    Cos'è la macchina ecologica?

    > Oggi
    > ,con tutta l'iformazione civile e democratica,
    > negli anni 90, hanno fatto di nuovo la macchia
    > ecologica, negli stati uniti tanta gente ha
    > comperato questa macchina,poco dopo questa
    > macchina e stata ritirata e distrutta......

    Chi l'ha ritirata e distrutta?


    > ecco
    > la civilta......ma siamo tutti furbi,si, pero
    > muoriamo di tutmori ecc....

    Insomma, secondo te chi si ammala di tumore ha un quoziente intellettivo basso. Chi ne è immune sono solo i geni.
    Dove le trovi queste perle?
  • IO francamente non so se questo tizio sia un truffatore o meno, certo il suo curriculum poco pulito del passato e gli atteggiamenti poco "aperti" attuali non inducono all'ottimismo, vero è che la questione della fusione fredda, dopo le pernacchie rivogate con eccessiva faciloneria dagli scienziati "seri" a Fleischmann e Pons è molto interessante e merita di essere ben approfondita, anche perchè richiede investimenti minimi rispetto ai miliardi di dollari richiesti dalla fusione "calda" tanto cara agli scienziati "ortodossi"
    Quindi prima di spernacchiare qualcuno su un tema del genere ci andrei ben cauto.... o nessuno si ricorda di un certo Galieo Galilei?

    Leggetevi un pò questo!

    http://www.nextme.it/scienza/energia/3583-fusione-...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 02 dicembre 2013 13.39
    -----------------------------------------------------------
  • Se qualcuno leggesse un po' di più forse non scriverebbe così tanto per opinione...

    http://www.forbes.com/sites/markgibbs/2013/05/20/f.../
    iRoby
    7597
  • - Scritto da: iRoby
    > Se qualcuno leggesse un po' di più forse non
    > scriverebbe così tanto per
    > opinione...
    >
    > http://www.forbes.com/sites/markgibbs/2013/05/20/f
    "This is a partially independent measurement, performed on a device that was built by and controlled by Rossi, and located in Rossi’s facility. The measurement was performed by some of the parties that have been involved in this scam since 2011.

    The fact that the authors of the paper have stated that they have performed an independent test is a significant misrepresentation and would qualify as research misconduct by some organizations.

    Steven B. Krivit
    Publisher and Senior Editor, New Energy Times
    Editor-in-Chief, 2011 Wiley Nuclear Energy Encyclopedia"
    non+autenticato
  • la verità si saprà prima o poi

    però vorrei far notare che dietro il nome Rossi, c'è Focardi, docente universitario, scoprì un metodo per ottenere la fusione fredda, usando nickel come catalizzatore ( ne parlò pure TG Leonardo, era il lontano 1996 )

    non dimentichiamo che pure la terapia Di Bella fu additata come truffaldina, eppure c'è gente che è guarita dal cancro!!!!

    mi fido di Rossi? no! ma mi fido ancor meno dell'establishment scientistico mondiale
    non+autenticato
  • > però vorrei far notare che dietro il nome Rossi,
    > c'è Focardi,

    C'era. È morto a giugno.

    > docente universitario, scoprì un
    > metodo per ottenere la fusione fredda, usando
    > nickel come catalizzatore ( ne parlò pure TG
    > Leonardo, era il lontano 1996
    > )

    Nella scienza non conta quale tg ne parla. Ne potrebbe aver parlato anche il comitato per il premio Nobel, raccomandando maggiori approfondimenti. Contano i risultati, e che questi risultati siano replicabili, e quelli di Focardi, a quanto ne so, non lo erano.


    > non dimentichiamo che pure la terapia Di Bella fu
    > additata come truffaldina, eppure c'è gente che è
    > guarita dal
    > cancro!!!!


    La terapia Di Bella non era truffaldina, né poteva esserlo, per definizione: ti ricordo che il dottor Di Bella non pretendeva alcun compenso.
    La cura Di Bella era inefficace, almeno se confrontata con le terapie tradizionali. Nel senso: se le terapie tradizionali avevano un tasso di successo della cura, per dire, del 50 %, quella Di Bella arrivava solo al 30 %. Nella medicina moderna si cerca sempre il risultato migliore, sai com'è.Sorride


    > mi fido di Rossi? no! ma mi fido ancor meno
    > dell'establishment scientistico
    > mondiale

    Perché non smetti di prendere l'aspirina e di farti curare dal medico del SSN? Ci sono tanti sciamani senza lavoro pronti a prendersi cura di te....
  • - Scritto da: Leguleio
    > > però vorrei far notare che dietro il nome
    > Rossi,
    > > c'è Focardi,
    >
    > C'era. È morto a giugno.
    >
    > > docente universitario, scoprì un
    > > metodo per ottenere la fusione fredda, usando
    > > nickel come catalizzatore ( ne parlò pure TG
    > > Leonardo, era il lontano 1996
    > > )
    >
    > Nella scienza non conta quale tg ne parla. Ne
    > potrebbe aver parlato anche il comitato per il
    > premio Nobel, raccomandando maggiori
    > approfondimenti. Contano i risultati, e che
    > questi risultati siano replicabili, e quelli di
    > Focardi, a quanto ne so, non lo
    > erano.
    >
    >
    > > non dimentichiamo che pure la terapia Di
    > Bella
    > fu
    > > additata come truffaldina, eppure c'è gente
    > che
    > è
    > > guarita dal
    > > cancro!!!!
    >
    >
    > La terapia Di Bella non era truffaldina, né
    > poteva esserlo, per definizione: ti ricordo che
    > il dottor Di Bella non pretendeva alcun
    > compenso.
    > La cura Di Bella era inefficace, almeno se
    > confrontata con le terapie tradizionali. Nel
    > senso: se le terapie tradizionali avevano un
    > tasso di successo della cura, per dire, del 50 %,
    > quella Di Bella arrivava solo al 30 %. Nella
    > medicina moderna si cerca sempre il risultato
    > migliore, sai com'è.
    >Sorride
    >
    >
    > > mi fido di Rossi? no! ma mi fido ancor meno
    > > dell'establishment scientistico
    > > mondiale
    >
    > Perché non smetti di prendere l'aspirina e di
    > farti curare dal medico del SSN? Ci sono tanti
    > sciamani senza lavoro pronti a prendersi cura di
    > te....

    Si si certo tutto vero, ma credimi prima di riuscire a far cambiare idea alla "scienza" ufficiale altro che prove ci vogliono!
    Ti posso solo dire una cosa: prima di dimostrare un'ovvietà, come ad esempio che sia superiore la tecnica della focoemulsificazione in oftalmologia rispetto alla tecnica di estrazione extracapsulare ci hanno messo qualche cosa come 15 anni e centinaia di studi su decine di migliaia di pazienti... e le differenze erano significative dal punto statistico in modo netto ed evidente, la cura di Bella non so se funzioni o meno... quello che ti posso assicurare con assoluta certezza è che l'indagine statistica che hanno fatto per sputtanarla è una assoluta cialtronata, inadeguata come tempi come metodi e anche come campione statistico, con l'indagine che hanno fatto non potevano neppure dire se le cure "ufficiali" rispetto all'assenza di cure fossero statisticamente più efficaci!
    Quindi cerchiamo di non chiudere la mente davanti a possibili novità, solo perchè lo dicono certi settori della scienza "ufficiale", quegli stessi settori magari che da decenni vivono grazie agli stanziamenti miliardari per i loro acceleratori e che fino ad oggi non hanno prodotto un Kw di energia utile!
  • > Si si certo tutto vero, ma credimi prima di
    > riuscire a far cambiare idea alla "scienza"
    > ufficiale altro che prove ci
    > vogliono!

    La scienza non è un'entità astratta, né un'associazione come il Rotary, dove possono entrare solo persone selezionate. La scienza è un metodo. E capisco che coloro a cui i metodi e le regole troppo strette o troppo noiose non vanno, altro sistema non trovano che attaccarla trasversalmente.


    > Ti posso solo dire una cosa: prima di dimostrare
    > un'ovvietà, come ad esempio che sia superiore la
    > tecnica della focoemulsificazione in oftalmologia
    > rispetto alla tecnica di estrazione
    > extracapsulare ci hanno messo qualche cosa come
    > 15 anni e centinaia di studi su decine di
    > migliaia di pazienti...

    Bene, significa che i controlli ci sono stati, e sono stati rigorosi.
    Diffido sempre delle "mode", che ahimè, talvolta attecchiscono anche fra medici e ricercatori. Mode che tramontano con la stessa rapidità con cui sono venute in auge, nel silenzio imbarazzato degli stessi protagonisti.


    > e le differenze erano
    > significative dal punto statistico in modo netto
    > ed evidente, la cura di Bella non so se funzioni
    > o meno... quello che ti posso assicurare con
    > assoluta certezza è che l'indagine statistica che
    > hanno fatto per sputtanarla è una assoluta
    > cialtronata,

    Che ti devo dire? Proponi un metodo diverso, se credi che dia risultati diversi.

    Poi sarebbe da discutere chi è il cialtrone in questa storia: un anziano medico di base, con nessuna esperienza di ricerca alle spalle, che dice di aver trovato una cura economica senza effetti collaterali per il cancro, oppure una ricerca ordinata dal ministero della sanità su casi reali e pazienti reali.
    Ma andremmo troppo fuori dal seminato...


    > inadeguata come tempi come metodi e
    > anche come campione statistico, con l'indagine
    > che hanno fatto non potevano neppure dire se le
    > cure "ufficiali" rispetto all'assenza di cure
    > fossero statisticamente più efficaci!

    Loro sostengono di sì. E io mi fido.
    Il che non significa, come detto sopra, che la cura Di Bella non avesse qualche successo. Ma perché il SSN la adotti, spendendo i soldi del contribuente, quindi anche i tuoi, deve avere una percentuale di successi superiori a quella tradizionale, e non inferiore. Tutto qui.


    > Quindi cerchiamo di non chiudere la mente davanti
    > a possibili novità, solo perchè lo dicono certi
    > settori della scienza "ufficiale",

    No, non usare queste espressioni con me, ti assicuro che non attaccano. Non sono uno sprovveduto.
    La "scienza ufficiale" non esiste, semplicemente e banalmente. Esiste una scienza, pur con i suoi difetti e le sue lentezze, da una parte. Ed esistono i ciarlatani dall'altra. Solo queste due cose, non esiste una terza via.
    La professione di ciarlatano tra l'altro sarebbe vietata dall'ordinamento italiano, anche se raramente la disposizione viene applicata.
    E i ciarlatani non hanno altre armi in pugno che accusare la "scienza ufficiale" dei loro insuccessi.


    > quegli stessi
    > settori magari che da decenni vivono grazie agli
    > stanziamenti miliardari per i loro acceleratori e
    > che fino ad oggi non hanno prodotto un Kw di
    > energia
    > utile!

    Qui vedo una mal celata invidia: non è che quei miliardi avresti voluto averli tu?
    Perché quando i soldi arrivano alla propria associazione o al proprio istituto, chissà perché, queste polemiche svaniscono immediatamente.A bocca aperta
  • - Scritto da: Leguleio
    >
    >
    > La scienza non è un'entità astratta, né
    > un'associazione come il Rotary, dove possono
    > entrare solo persone selezionate. La scienza è un
    > metodo. E capisco che coloro a cui i metodi e le
    > regole troppo strette o troppo noiose non vanno,
    > altro sistema non trovano che attaccarla
    > trasversalmente.
    >

    Purtroppo gli "scienziati" sono uomini come tutti gli altri con i loro bravi difetti e non ti aspettare dagli scienziati un'apertura alle nuove idee migliore rispetto ad altre categorie, ergo tutto ciò che è nuovo o diverso verrà guardato con sospetto e farà fatica ad imporsi.
    >
    > > Ti posso solo dire una cosa: prima di
    > dimostrare
    > > un'ovvietà, come ad esempio che sia
    > superiore
    > la
    > > tecnica della focoemulsificazione in
    > oftalmologia
    > > rispetto alla tecnica di estrazione
    > > extracapsulare ci hanno messo qualche cosa
    > come
    > > 15 anni e centinaia di studi su decine di
    > > migliaia di pazienti...
    >
    > Bene, significa che i controlli ci sono stati, e
    > sono stati
    > rigorosi.

    Bene un cavolo c'è voluto tanto tempo e tanti studi pur avendo la nuova tecnica un'evidente superiorità rispetto alla precedente solo perchè "gli scienziati" dell'epoca la avversavano perchè turbava lo status quo!
    Con tali sistemi il rischio che nuove scoperte o nuovi trattamenti vengano rigettati o ritardati magari per decenni è elevatissimo!

    > Diffido sempre delle "mode", che ahimè, talvolta
    > attecchiscono anche fra medici e ricercatori.
    > Mode che tramontano con la stessa rapidità con
    > cui sono venute in auge, nel silenzio imbarazzato
    > degli stessi

    Ah ma le mode, quelle si non sostenute da alcuna prova, quelle imperversano, sorgono e cadono durando anche svariati anni.... tanto sono sempre sostenute da una ampia fetta della "scienza" ufficiale, dai cattedratici ecc... poi se uno osa chiedere perchè si faccia così viene messo alla berlina ed allontanato... sai non è mica la prima volta che capita nel mondo accademico!

    > protagonisti.
    >
    >
    > > e le differenze erano
    > > significative dal punto statistico in modo
    > netto
    > > ed evidente, la cura di Bella non so se
    > funzioni
    > > o meno... quello che ti posso assicurare con
    > > assoluta certezza è che l'indagine
    > statistica
    > che
    > > hanno fatto per sputtanarla è una assoluta
    > > cialtronata,
    >
    > Che ti devo dire? Proponi un metodo diverso, se
    > credi che dia risultati diversi.
    >

    Metodo diverso?
    Ma quale metodo diverso, occorreva uno studio multicentrico in doppio cieco su un migliaio di pazienti e condotto per 5-6 anni almeno, con dosaggi e protocolli standardizzati, cosa che non è mai stata fatta, perchè costa e richiede tempo!
    I metodi scientifici quelli si che sono sempre validi, ma quando non li si applicano, quale che sia il motivo, poi non si può pretendere di giungere a conclusioni scientificamente valide.

    >
    > Poi sarebbe da discutere chi è il cialtrone in
    > questa storia: un anziano medico di base, con
    > nessuna esperienza di ricerca alle spalle, che
    > dice di aver trovato una cura economica senza
    > effetti collaterali per il cancro, oppure una
    > ricerca ordinata dal ministero della sanità su
    > casi reali e pazienti reali.
    >

    Direi che il cialtrone più grande è stato senza dubbio il ministero, visto che non ha eseguito le verifiche necessarie, ma ha solo fatto finta in modo da chiudere rapidamente al questione e non turbare appunto lo status quo!

    > Ma andremmo troppo fuori dal seminato...
    >
    >
    > > inadeguata come tempi come metodi e
    > > anche come campione statistico, con
    > l'indagine
    > > che hanno fatto non potevano neppure dire se
    > le
    > > cure "ufficiali" rispetto all'assenza di cure
    > > fossero statisticamente più efficaci!
    >
    > Loro sostengono di sì. E io mi fido.

    Tu ti fidi, Io invece che nel settore sono competente non ho bisogno di fidarmi, so come vengono condotti gli studi statistici e so che nel caso Di Bella tali studi sono stati assolutamente inadeguati per metodo, campione ed estensione temporale e viziati da una serie di bias gravissimi

    > Il che non significa, come detto sopra, che la
    > cura Di Bella non avesse qualche successo. Ma
    > perché il SSN la adotti, spendendo i soldi del
    > contribuente, quindi anche i tuoi, deve avere una
    > percentuale di successi superiori a quella
    > tradizionale, e non inferiore. Tutto
    > qui.
    >

    Come per i farmaci Equivalenti vero? Quelli che i poveri medici insistono nel dire che equivalenti non sono affatto?
    Lo sai che i farmaci equivalenti non devono essere anche bioequivalenti? Ossia non devono dimostrare che il mezzo con cui sono veicolati è efficace quanto il farmaco originale e ancora hanno una tolleranza del principio attivo fino all'80%.... e questo per essere in regola con le leggi italiane, senza considerare i furbetti che mettono sul mercato farmaci fasulli o quasi fidando su controlli a campioni esigui e di scarsa efficacia!
    Tu ti fidi vero? Allora prova a parlare con qualche asmatico che assume il becotide forte e chiedigli se il generico è uguale al farmaco di brand... Uno è micronizzato e arriva negli alveoli, l'altro no e si ferma nei bronchi... lascio a te indovinare quale sia l'uno e quale sia l'altro... ma per il nostro ministero della salute sono equivalenti!!!!


    >
    > > Quindi cerchiamo di non chiudere la mente
    > davanti
    > > a possibili novità, solo perchè lo dicono
    > certi
    > > settori della scienza "ufficiale",
    >
    > No, non usare queste espressioni con me, ti
    > assicuro che non attaccano. Non sono uno
    > sprovveduto.

    A me sa tanto di si!

    > La "scienza ufficiale" non esiste, semplicemente
    > e banalmente. Esiste una scienza, pur con i suoi
    > difetti e le sue lentezze, da una parte. Ed
    > esistono i ciarlatani dall'altra. Solo queste due
    > cose, non esiste una terza
    > via.

    Non esiste una scienza ufficiale? Ah si vede che i baroni universitari me li sono sognati solo Io!

    > > quegli stessi
    > > settori magari che da decenni vivono grazie
    > agli
    > > stanziamenti miliardari per i loro
    > acceleratori
    > e
    > > che fino ad oggi non hanno prodotto un Kw di
    > > energia
    > > utile!
    >
    > Qui vedo una mal celata invidia: non è che quei
    > miliardi avresti voluto averli
    > tu?
    > Perché quando i soldi arrivano alla propria
    > associazione o al proprio istituto, chissà
    > perché, queste polemiche svaniscono
    > immediatamente.
    >A bocca aperta

    Abbi pazienza ho cercato di spiegarti perchè le novità nella scienza faticano a trovare la loro strada, ho cetìrcato di farti capire come lo status quo sia ricercato da qualsiasi categoria che detenga il potere, ivi compresi gli scienziati, se poi non vuoi capire sono fatti tuoi!
  • > Purtroppo gli "scienziati" sono uomini come tutti
    > gli altri con i loro bravi difetti e non ti
    > aspettare dagli scienziati un'apertura alle nuove
    > idee migliore rispetto ad altre categorie, ergo
    > tutto ciò che è nuovo o diverso verrà guardato
    > con sospetto e farà fatica ad
    > imporsi.

    Io non mi aspetto niente. Io so solo che davanti a una dimostrazione replicabile le ciance stanno a zero. E non sempre questa dimostrazione replicabile è possibile... mannaggia alla scienza e ai suoi metodi!


    > Bene un cavolo c'è voluto tanto tempo e tanti
    > studi pur avendo la nuova tecnica un'evidente
    > superiorità rispetto alla precedente solo perchè
    > "gli scienziati" dell'epoca la avversavano perchè
    > turbava lo status
    > quo!

    Ma quale status quo . Tu vuoi rovinare la salute delle persone con le scorciatoie sui protocolli.
    Le stesse scorciatoie che le aziende farmaceutiche adottano, per avere il farmaco sul mercato il prima possibile, e poi accadono vicende come quella del Vioxx (per fare un esempio su mille).



    > Con tali sistemi il rischio che nuove scoperte o
    > nuovi trattamenti vengano rigettati o ritardati
    > magari per decenni è
    > elevatissimo!

    Ritardati, magari sì.
    Rigettati no. Non esiste un'autorità centrale nella scienza. Se una cura o un'invenzione funziona davvero, si impone comunque, lo vogliano o no.


    > poi se uno osa
    > chiedere perchè si faccia così viene messo alla
    > berlina ed allontanato... sai non è mica la prima
    > volta che capita nel mondo
    > accademico!

    Anziché lanciare i tuoi strali contro il mondo accademico occupati della scienza e del metodo, visto che di quello stavamo parlando.

    > > Che ti devo dire? Proponi un metodo diverso,
    > se
    > > credi che dia risultati diversi.
    > >
    >
    > Metodo diverso?
    > Ma quale metodo diverso, occorreva uno studio
    > multicentrico in doppio cieco su un migliaio di
    > pazienti e condotto per 5-6 anni almeno, con
    > dosaggi e protocolli standardizzati, cosa che non
    > è mai stata fatta, perchè costa e richiede
    > tempo!

    Prima di fare una ricerca del genere ci vogliono almeno indizi che la cura Di Bella funzionasse. E questi indizi non c'erano.
    La cura contro il cancro c'è già, imperfetta; non ha senso buttare anni e milioni di euro per una che dà risultati ancor meno soddisfacenti perché è più imperfetta.


    > I metodi scientifici quelli si che sono sempre
    > validi, ma quando non li si applicano, quale che
    > sia il motivo, poi non si può pretendere di
    > giungere a conclusioni scientificamente
    > valide.

    Nel caso in specie, non si applicano perché troppo costosi, e perché gli indizi di risultati insoddisfacenti c'erano tutti. Ma non è vietato farli: se una istituzione privata è interessata, può approfondire gli studi Di Bella a proprie spese.
    Avanti c'è posto.


    > Direi che il cialtrone più grande è stato senza
    > dubbio il ministero, visto che non ha eseguito le
    > verifiche necessarie, ma ha solo fatto finta in
    > modo da chiudere rapidamente al questione

    Nessun ministero dura in carica 5-6 anni.
    E le verifiche fatte erano sufficienti, in quel caso specifico. Sufficienti per dire che non vi era sostanza.


    > Tu ti fidi, Io invece che nel settore sono
    > competente non ho bisogno di fidarmi, so come
    > vengono condotti gli studi statistici e so che
    > nel caso Di Bella tali studi sono stati
    > assolutamente inadeguati per metodo, campione ed
    > estensione temporale e viziati da una serie di
    > bias
    > gravissimi

    Oh oh, magari pensi di impressionarmi.A bocca aperta
    Fai licenziare, atti alla mano, i responsabili di quelle verifiche, tu che sei del campo.



    > Come per i farmaci Equivalenti vero? Quelli che i
    > poveri medici insistono nel dire che equivalenti
    > non sono
    > affatto?

    No, non c'entra nulla, e non cercare di cambiare discorso. Ripeto, mi hai preso per uno sprovveduto, ma non sono uno sprovveduto.
    I farmaci equivalenti sono autorizzati da una precisa legge, sta al paziente, e solo a lui, chiedere al farmacista se può risparmiare con uno equivalente oppure no.
    Ci mancherebbe altro che un medico deve pensare a far risparmiare i suoi pazienti...


    > Tu ti fidi vero? Allora prova a parlare con
    > qualche asmatico che assume il becotide forte e
    > chiedigli se il generico è uguale al farmaco di
    > brand... Uno è micronizzato e arriva negli
    > alveoli, l'altro no e si ferma nei bronchi...
    > lascio a te indovinare quale sia l'uno e quale
    > sia l'altro... ma per il nostro ministero della
    > salute sono
    > equivalenti!!!!

    Protesta con il ministero della salute, io che cosa c'entro qui?
    Però le prove del diverso effetto sui pazienti asmatici le porti tu, con cartelle cliniche e anamnesi completa: non credere che ti si prenda sul serio in base alle invettive qui sul forum.


    > > No, non usare queste espressioni con me, ti
    > > assicuro che non attaccano. Non sono uno
    > > sprovveduto.
    >
    > A me sa tanto di si!

    Posso dimostrare che tu lo sei con il link a un'altra discussione. Non mettermi alla prova.


    > Non esiste una scienza ufficiale? Ah si vede che
    > i baroni universitari me li sono sognati solo
    > Io!

    Non esiste. La scienza ha ormai un metodo unico e universale.
    Gli invidiosi, invece, esistono eccome, in tutti i campi. Sono quelli che vorrebbero essere al loro posto (per fare ancora peggio, è sottinteso).


    > Abbi pazienza ho cercato di spiegarti
    > perchè le novità nella scienza faticano
    > a trovare la loro strada, ho cetìrcato
    > di farti capire come lo status quo sia
    > ricercato da qualsiasi categoria
    > che detenga il potere,

    Questa poi...
    I medici e i docenti universitari adesso detengono il potere.
    Questo spiega molte cose delle tue invettive.Sorride


    > ivi compresi gli scienziati, se poi non vuoi capire sono fatti tuoi!

    Hai solo esplicitato una delle mille teorie complottiste che girano in Italia. Non la peggiore, ma nemmeno la più rara.
    Purtroppo per te è difficile dimostrare una cosa che non esiste, almeno non in quelle forme e in quelle manifestazioni. Sostanzialmente, si convince solo sé stessi, e coloro che sono già convinti in partenza.
  • La chemioterapia ha la stessa statistica di guarigione di chi non si cura. Ergo è inutile, anzi spesso dannosa.

    Studio autraliano-americano di 15 anni di durata:
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15630849?dopt=A...
    iRoby
    7597
  • > La chemioterapia ha la stessa statistica di
    > guarigione di chi non si cura. Ergo è inutile,
    > anzi spesso
    > dannosa.
    >
    > Studio autraliano-americano di 15 anni di durata:
    > http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15630849?dopt=A

    Curarsi non è un obbligo, è una possibilità. Se non credi nelle cure, non far nulla. Ma non pretendere che lo Stato investa soldi in ricerche solo perché sono ispirate da personaggi simpatici e telegenici.
  • ...perchè non si fa una catena di e-cat e si alimenta il mondo intero? Sorride da 200 a 1.000, da 1.000 a 5.000, da 5.000 a 25.000? ...perchè non è possibile?
    non+autenticato
  • - Scritto da: pinformo
    > ...perchè non si fa una catena di e-cat e si
    > alimenta il mondo intero? Sorride da 200 a 1.000, da
    > 1.000 a 5.000, da 5.000 a 25.000? ...perchè non
    > è possibile?

    Chi dice che non sia possibile ???
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: pinformo
    > > ...perchè non si fa una catena di e-cat e si
    > > alimenta il mondo intero? Sorride da 200 a
    > 1.000,
    > da
    > > 1.000 a 5.000, da 5.000 a 25.000? ...perchè
    > non
    > > è possibile?
    >
    > Chi dice che non sia possibile ???

    Il secondo principio della termodinamica
    non+autenticato
  • - Scritto da: embe
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: pinformo

    > > Chi dice che non sia possibile ???

    > Il secondo principio della termodinamica

    http://it.emcelettronica.com/alla-scoperta-della-f...

    Il bello della fusione fredda è proprio questo: sembra (SEMBRA!) violare il primo principio della termodinamica, ma solo perchè mette in comunicazione due mondi diversi, come fa anche la famosa formula E=mc^2 .
    krane
    22544
  • - Scritto da: pinformo
    > ...perchè non si fa una catena di e-cat e si
    > alimenta il mondo intero? Sorride da 200 a 1.000, da
    > 1.000 a 5.000, da 5.000 a 25.000? ...perchè non
    > è
    > possibile?

    Perché in realtà l'obiettivo non è amplificare l'energia, ma il conto in banca di chi lo vende...
    non+autenticato
  • "che produce indica in grado di produrre"
    non ha senso, correggere, grazieSorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)