DARPA fa della sicurezza informatica un gioco

Lanciato Verigames, sito di giochi gratuiti utili per analizzare codici e scovare eventuali bug dei software. L'agenzia USA si fa dare una mano dai casual gamer per mettere ordine nella propria infrastruttura IT

Roma - Un gioco per risolvere i bug di sistema e prevenire gli hacker che mirano a penetrare nei software del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. Preoccupata per le vulnerabilità di un sistema che presenta, in media, da uno a cinque bug ogni mille linee di codice, l'agenzia per la difesa Usa ha appena lanciato Verigames: un sito che contiene cinque diversi giochi per divertirsi online e, nel caso di Xylem, anche via iPad. Si tratta di quiz e puzzle che uniscono l'utile al dilettevole, poiché mentre i giocatori si divertono a risolvere gli enigmi e superare i vari livelli contribuiscono a testare l'affidabilità dei programmi verificando in maniera indiretta milioni di righe di codice e scovando eventuali falle.

L'idea della DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency) non è nuova e si basa sl Crowd Sourced Formal Verification (CSFV), progetto mirato a coinvolgere i videogiocatori nella difesa informatica nazionale che ha richiesto finanziamenti superiori ai 30 milioni di dollari con l'obiettivo di trovare un'efficiente alternativa al laborioso lavoro degli analisti, costretti a spendere molto tempo per il monitoraggio dei software. Oltre a velocizzare il lavoro, l'approccio ludico consentirà di abbattere i costi dei metodi convenzionali per sostenere la revisione dei codici di programmazione e, aspetto ancor più rilevante, di creare una comunità permanente di giocatori interessati a migliorare la sicurezza del software.

Largo così ai volontari giocatori, solo maggiorenni, chiamati a sbizzarrirsi per portare a termine le missioni dei robot in CircuitBot, mentre in Flow Jam si dovrà massimizzare la produttività nell'analizzare e regolare un cavo di rete. Fantasia e precisione sono, invece, gli ingredienti di Ghost Map e Xylem, con il primo che si incentra su un'analisi cerebrale e il secondo che porta i giocatori in un'isola deserta piena di piante da catalogare per specie e tipologie. Passatempi stimolanti, e soprattutto gratuiti, che consentono così di valutare in maniera rapida una grande mole di dati, fondamentali per scoprire le eventuali vulnerabilità dei software scritti in C o Java.
Con questa iniziativa DARPA spera di ripetere e migliorare l'esperienza di Foldit, il gioco ideato dalla stessa agenzia insieme all'Università di Washington per analizzare le combinazioni delle proteine, mentre andando ancora più indietro risale al 2000 l'iniziativa del SETI che si affidò agli utenti per tentare di scovare i segnali radio inviati dagli extraterrestri.

Alessio Caprodossi
Notizie collegate
  • TecnologiaFoldit, giocare per la scienzaIl progetto statunitense per la "gamification" della ricerca scientifica dà i suoi frutti: i giocatori online contribuiscono a modellare un enzima coinvolto nella sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS)
  • Digital LifeCome aiutare la patria, divertendosi Un videogioco in grado di scovare i bug del sistema di difesa USA. Per sopperire alle carenze di personale specializzato. Lo sta mettendo a punto DARPA