Marco Calamari

Lampi di Cassandra/ Lo Scrigno d'Ebano

di M. Calamari - L'Italia offre sconti sull'assicurazione per montare una scatola nera in auto: a che prezzo?

Roma - L'incredibile accade, e non c'è ragione di dubitare. Il mondo volge al meglio. Avere di più con meno.
O no? Forse nel cavallo nella scatola lignea che dà il titolo a questa puntata ci può essere il trucco?

"Ma quale Scrigno d'ebano o scatola di legno?" sbotteranno i 24 indispettiti lettori.
In effetti il materiale di cui è fatta non importa: il posto dove si trova e quello che c'è dentro sì, molto.

Nella scatola gratuita, che grazie ad un decreto del Governo le compagnie di assicurazione auto offrono ai loro clienti, spese di installazione comprese, con un robusto sconto del 7 per cento (dicasi sette) sul prezzo della polizza ed offrendo anche il servizio di soccorso di emergenza, sono contenuti un processore, della memoria, un GPS ed un cellulare UMTS. Altro potrà essere aggiunto in futuro.
In sintesi, la "scatola", a seconda dell'assicurazione che la propone, è disponibile in diverse forme ed in colori accattivanti, con nomi commerciali familiari e rassicuranti, ed offre sia un servizio assai utile che un risparmio tangibile, reale ed incontrovertibile.

"Strana forma di pubblicità allora, oltretutto in una sede assai impropria" diranno ora i 24.
No, la sede è quanto di più adatto si possa immaginare, e la scatola, come il cavallo ligneo dono dei Greci, non è un segno di resa di chi si è finalmente deciso ad abbassare i prezzi più alti d'Europa.

Non è nemmeno (o, almeno, non è solo) una misura tecnica che impedirà ai truffatori di simulare incidenti stradali: i truffatori sono sempre più furbi.
Confrontare pratiche e sentenze per controllare se una persona è stata testimone di 3 o più incidenti stradali è assai più efficace per scoraggiare certe strategie disoneste, non richiede tecnologia e non costa praticamente niente.
Gli innocenti invece di solito ci rimettono, e vediamo perché.

Č una trappola piena di soldati allora?
Beh, se definiamo "trappola" un oggetto che traccia posizione, velocità, accelerazione e dati di funzionamento di una autovettura, le conserva e le trasmette ad un ente privato che dovrà archiviarle in un database, la definizione sembrerebbe proprio azzeccata.
L'oggetto infatti sottrae in maniera impercettibile e volutamente nascosta dati personali e sensibili dei possessori. Č una caratteristica tanto importante quanto volutamente nascosta dalle pubblicità.

Non è una paranoia (che sarebbe comunque una virtù) ma è quello che è già successo con i costosi antifurti satellitari e sistemi di navigazione.
Che dire? Prendere o lasciare?

La risposta di Cassandra è banale: non c'è nessun bisogno di altre banche dati di tutti ed eterne, come i dati di cella GSM.
Non c'è nemmeno bisogno di altri modi per profilare un comportamento quotidiano della generalità della popolazione.
E neppure di fornire un'altra e nuova sorgente di dati da incrociare con altre banche dati, e capace di far diventare "colpevoli tecnicamente perfetti" alla maniera di "Unabomber".
No, la scatola se la possono tenere.

Marco Calamari
Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari
L'archivio di Cassandra/ Scuola formazione e pensiero
Notizie collegate
66 Commenti alla Notizia Lampi di Cassandra/ Lo Scrigno d'Ebano
Ordina
  • La famigerata scatola nera me l'ero fatta montare gia' da oltre tre anni e ne sono felicissimo!
    Non ho nulla da nascondere e mi e' stata molto utile per tarare il mio stile di guida e per rendermi piu' ptudente alla guida!
    non+autenticato
  • Ma infatti, neanche io ho nulla da nascondere, per questo mi sono fatto installare una scatola nera in auto, una sulla bici, e una in casa, che registra tutto quello che succede nel mio appartamento e lo invia ad un database centrale... mi sento più sicuro e sono felicissimo di aver fatto questa scelta.
  • > Ma infatti, neanche io ho nulla da nascondere,
    > per questo mi sono fatto installare una scatola
    > nera in auto, una sulla bici, e una in casa, che
    > registra tutto quello che succede nel mio
    > appartamento e lo invia ad un database
    > centrale...

    In particolare nella camera da letto, ci sono dei sensori a infrarossi sotto le lenzuola a cui nulla sfugge.
  • Il mio stile di guida l'ho ritarato imparando a guidare in pista.
    Ti assicuro che è molto più divertente e capisci quali e quante caavolate si fanno guidando per strada.
    Lanf
    144
  • > Il mio stile di guida l'ho ritarato imparando a
    > guidare in
    > pista.
    > Ti assicuro che è molto più divertente e capisci
    > quali e quante caavolate si fanno guidando per
    > strada.

    Poi quando hai tempo mi spieghi cosa c'entra con la discussione.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > Il mio stile di guida l'ho ritarato
    > imparando
    > a
    > > guidare in
    > > pista.
    > > Ti assicuro che è molto più divertente e
    > capisci
    > > quali e quante caavolate si fanno guidando
    > per
    > > strada.
    >
    > Poi quando hai tempo mi spieghi cosa c'entra con
    > la
    > discussione.

    con l'articolo non c'entra niente. In questa particolare discussione ha risposto a questa frase gi giuliano cavallini (utente che ha aperto il thread*): "Non ho nulla da nascondere e mi e' stata molto utile per tarare il mio stile di guida"

    ------

    *Nel gergo dei forum, dei newsgroup e delle chat il thread (letteralmente trama, filo, e solitamente abbreviato in 3d) indica la discussione sviluppata dai singoli utenti; fonte: Wikipedia. P
    Per chiarirti perchè ho usato una parola anglossasone.A bocca aperta
  • - Scritto da: thebecker
    > *Nel gergo dei forum, dei newsgroup e delle chat
    > il thread (letteralmente trama, filo, e
    > solitamente abbreviato in 3d) indica la
    > discussione sviluppata dai singoli utenti; fonte:
    > Wikipedia.

    Wikipedia non è una fonte (e lo dicono pure loro). Per non parlare delle cazzate, specialmente in quella in italiano.

    > Per chiarirti perchè ho usato una parola
    > anglossasone.
    >A bocca aperta

    In italiano è il filo del discorso, che non si apre: si inizia.
    Considerata la natura umana, è normale che i discorsi si ramifichino e questo forum, se non altro, è strutturato abbastanza bene per quello.

    "Non ho nulla da nascondere" è la nota fallacia, su cui qualcuno scherza, ma in giro c'è davvero chi ritiene irrilevante o addirittura positivo stare sotto l'occhio vigile del Grande Fratello.
    Il problema si risolve con la sorveglianza o modificando la propria mentalità e assumendo comportamenti più responsabili? Chiaramente i bambini li metti nel box, così non rischiano di far danni, cacciarsi nei guai e farsi male da soli. Questo è più o meno come ci stanno trattando.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Koala
    > "Non ho nulla da nascondere" è la nota fallacia,
    > su cui qualcuno scherza, ma in giro c'è davvero
    > chi ritiene irrilevante o addirittura positivo
    > stare sotto l'occhio vigile del Grande Fratello.
    >
    > Il problema si risolve con la sorveglianza o
    > modificando la propria mentalità e assumendo
    > comportamenti più responsabili? Chiaramente i
    > bambini li metti nel box, così non rischiano di
    > far danni, cacciarsi nei guai e farsi male da
    > soli. Questo è più o meno come ci stanno
    > trattando.
    E finchè ci lasciamo trattare così, che ci lamentiamo a fare?
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: giuliano cavallino
    > La famigerata scatola nera me l'ero fatta montare
    > gia' da oltre tre anni e ne sono felicissimo!
    >
    > Non ho nulla da nascondere

    Quindi non avrai difficolta' a pubblicare qui la targa della tua auto, tutti i tuoi abituali percorsi in auto, l'indirizzo di casa, etc...
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: giuliano cavallino
    > > La famigerata scatola nera me l'ero fatta
    > montare
    > > gia' da oltre tre anni e ne sono felicissimo!
    > >
    > > Non ho nulla da nascondere
    >
    > Quindi non avrai difficolta' a pubblicare qui la
    > targa della tua auto, tutti i tuoi abituali
    > percorsi in auto, l'indirizzo di casa,
    > etc...
    e non dimenticare carta di credito e pin...
    non+autenticato
  • Sappiamo benissimo che a fronte di un limite di 50 la gente, se non c'è tantissimo traffico, va in media a 70 o addirittura 80 ed a fronte di un limite di 90 si toccano di solito i 100 o i 110. Basta farsi un giro in città o fuori ed accodarsi agli altri veicoli dando una frequente occhiata al contachilometri. In autostrada la velocità media si è sensibilmente ridotta solo da quando ci sono i tutor. Ora visto che la velocità è tra le principali cause dei sinistri questo sistema è in grado di rilevare automaticamente, se associato ad un semplice navigatore satellitare aggiornato con i limiti di velocità sui tratti di strada, quanto è a rischio il veicolo dell'assicurato. Al primo rinnovo della polizza prevedo amare sorprese per chi usufruirà dello sconto del 7%.
    non+autenticato
  • La velocità è un solo amplificatore degli effetti di un incidente. Le prime cause sono la distrazione, il fisico in disordine (alcool, droghe, stanchezza) e l'incapacità di controllare la vettura.
    Nessuno insegna cosa sia la vera sicurezza in strada, purtroppo.
    Lanf
    144
  • Per non parlare della distanza di sicurezza che troppi ignorano (così poi succedono assurdità come i tamponamenti a catena) o della velocità in base alla visibilità.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lanf
    > La velocità è un solo amplificatore degli effetti
    > di un incidente.


    Pero` puoi stare certo che sara` il piu` importante parametro col quale levitera` il tuo premio se non rispetti i limiti di velocita`.

    E come sopra argutamente detto, difficilmente li si rispetta.
    non+autenticato
  • Esatto! E'proprio così. La maggior parte della gente
    però continua a distrarsi mandando messaggi col cell,
    "tagliando" le curve, ecc.
    Sarebbe interessante installare, sulle auto degli entusiasti
    di questo tipo di tecnocontrollo, uno di quei tracker gps
    che campionano la posizione 10 volte al secondo e poi studiarne le traiettorie...quante sorprese!
  • servirà alle assicurazioni solo per aumentare gli incidenti con concorso di colpa ... siamo in Italia, non dimentichiamolo!
    non+autenticato
  • Quindi io che non voglio la scatola sono penalizzato del 7%? Un'altra legge che mi penalizza mi serviva proprio!
    Ad ogni modo, benvenuti nell'internet degli oggetti. Solo che gli oggetti sono controllati da terze persone e non dai legittimi proprietariSorride
    I want my privacy and I have something to hide.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rg Gandi
    > Quindi io che non voglio la scatola sono
    > penalizzato del 7%? Un'altra legge che mi
    > penalizza mi serviva
    > proprio!

    Non puoi dire così, devi dire che le compagnie ti fanno uno sconto del 7% se metti la scatoletta e solo INCIDENTALMENTE capita che ci sia stato un amumento del 10% corrispondente.

    È come quando siamo entrati nell'Euro e ci hanno ripetuto che i prezzi non sarebbero aumentati ma il giorno stesso una cosina come le autostrade erano aumentate del 50%, è stato un aumento casuale non connesso al cambio di valuta.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)