Claudio Tamburrino

Winamp torna a suonare

Confermata l'operazione di acquisizione dello storico lettore multimediale: AOL, che se lo era accaparrato nel 1999 per 80 milioni di dollari, lo svende ora a Radionomy a prezzo di saldo

Roma - Come avevano anticipato alcune fonti e il passaggio di consegne del nome a dominio Winamp, Radionomy ha confermato l'acquisto dello storico lettore multimediale.

Nato nel 1997 e finito ben presto nella schiera dei prodotti di AOL, Winamp aveva annunciato a novembre la sua prossima fine: una notizia che aveva attirato l'attenzione della Rete, interessata a vedere ancora in vita uno dei protagonisti dell'intrattenimento digitale del recente passato.

Ad acquisirlo da AOL, insieme alla piattaforma di Webradio Shoutcast, è stato il servizio di streaming musicale Radionomy.
Si tratta di un'operazione complessiva le cui cifre restano riservate, ma che dovrebbero aggirarsi tra i 5 ed i 10 milioni di dollari, con in più il passaggio ad AOL di circa il 12 per cento di Radionomy: cifre comunque molto inferiori rispetto agli 80 milioni sborsati nel 1999 da AOL.
L'operazione porterà a Radionomy innanzitutto la possibilità di estendere il suo pubblico, sia grazie alla visibilità che grazie all'integrazione dei contenuti Shoutcast. Inoltre il lettore Winamp le permetterà di offrire una esperienza multi-piattaforma, dal momento che garantisce la possibilità di usufruire di contenuti audio o video sia su desktop che su dispositivi mobile.

Quello dello streaming musicale, d'altra parte, è un settore vivo su cui diversi protagonisti sembrano intenzionati a puntare: da ultimo sembra che Samsung sia interessata ad investire nel servizio francese musicale online Dezeer.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • TecnologiaWinamp preme lo stopUn anonimo messaggio in rilievo sulla homepage annuncia la sentenza di morte per lo storico lettore multimediale, frutto di una software house altrettanto fondamentale per la storia di Internet. Winamp sparirà dalla Rete, semplicemente
  • BusinessSuonala ancora WinampDopo il requiem del lettore si fa avanti un compratore. Ma, al contrario di quanto si poteva supporre fin qui, non è Microsoft e neppure Spotify
35 Commenti alla Notizia Winamp torna a suonare
Ordina
  • - Scritto da: non fumo non bevo e non dico parolacce
    > cosa fa winamp più di vlc ?

    schifo
    non+autenticato
  • mah io lo uso per ascoltarmi le colonne sonore dei vecchi videogame per console (tipo rsn per SNES), e per l'encoder AAC+ cosi mi posso mettere un bel po' di musica sul telefono.
    non+autenticato
  • - Scritto da: non fumo non bevo e non dico parolacce
    > cosa fa winamp più di vlc ?

    Lo dice la parola stessa: non e' multipiattaforma, e tanto basta.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: non fumo non bevo e non dico
    > parolacce
    > > cosa fa winamp più di vlc ?
    >
    > Lo dice la parola stessa: non e'
    > multipiattaforma, e tanto
    > basta.

    Che palle questi argomenti spiccioli, su windows winamp è un ottimo software. Io VLC lo uso quasi sempre per i video.
  • No ho letto che diventerà multipiattaforma e ci sarà anche la versione Linux.
    iRoby
    7579
  • - Scritto da: iRoby
    > No ho letto che diventerà multipiattaforma e ci
    > sarà anche la versione
    > Linux.

    Su OSX c'è già.
  • - Scritto da: non fumo non bevo e non dico parolacce
    > cosa fa winamp più di vlc ?

    Se si usa VLC per ascoltare la musica, siamo messi male.
  • - Scritto da: Eurodance
    > - Scritto da: non fumo non bevo e non dico
    > parolacce
    > > cosa fa winamp più di vlc ?
    >
    > Se si usa VLC per ascoltare la musica, siamo
    > messi
    > male

    Sarai mica uno di quelli che ascolta la musica tunz-tunz? Sorpresa
    non+autenticato
  • - Scritto da: ingiurioso
    > - Scritto da: Eurodance
    > > - Scritto da: non fumo non bevo e non dico
    > > parolacce
    > > > cosa fa winamp più di vlc ?
    > >
    > > Se si usa VLC per ascoltare la musica, siamo
    > > messi
    > > male
    >
    > Sarai mica uno di quelli che ascolta la musica
    > tunz-tunz?
    >Sorpresa

    Sì, quella della metà degli anni 90, che non si sente mai in giro, quella pressoché diventata "proibita" per ragioni forse nemmeno troppo oscure.

    Non si vuole far ricordare queste canzoni del passato.
  • - Scritto da: Eurodance
    > - Scritto da: ingiurioso
    > > - Scritto da: Eurodance
    > > > - Scritto da: non fumo non bevo e non dico
    > > > parolacce
    > > > > cosa fa winamp più di vlc ?
    > > >
    > > > Se si usa VLC per ascoltare la musica, siamo
    > > > messi
    > > > male
    > >
    > > Sarai mica uno di quelli che ascolta la musica
    > > tunz-tunz?
    > >Sorpresa
    >
    > Sì, quella della metà degli anni 90, che non si
    > sente mai in giro, quella pressoché diventata
    > "proibita" per ragioni forse nemmeno troppo
    > oscure.
    >
    > Non si vuole far ricordare queste canzoni del
    > passato.

    E meno male! A bocca aperta
    non+autenticato
  • Chi è quel pazzo che ha speso una cifra simile per un prodotto inutile?
    non+autenticato
  • - Scritto da: pallino pinco
    > Chi è quel pazzo che ha speso una cifra simile
    > per un prodotto
    > inutile?

    Non hanno acquistato solo il codice e il marchio Winamp ma anche il servizio Shoutcast di streaming radio e musica il valore di Shoutcast è dato dal numero di utenti che lo utilizzano.
  • - Scritto da: pallino pinco
    > Chi è quel pazzo che ha speso una cifra simile
    > per un prodotto
    > inutile?

    Storicamente vale più di tutti gli altri player che sono usciti dopo.

    Se non fosse per Winamp a quest'ora avremmo ancora a che fare col lettore multimediale di Windows 3.1.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 15 gennaio 2014 16.12
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Eurodance

    > Se non fosse per Winamp a quest'ora avremmo
    > ancora a che fare col lettore multimediale di
    > Windows
    > 3.1.

    Mah.. non sono sicurissimo ma penso che i player musicali (piu' o meno evoluti) siano i software piu' numerosi in assoluto
  • ma ai tempi di winamp, non credo ci fossero tante alternative.
  • Io ricordo un certo Audioactive che si accontentava di un 486 di fascia alta per riprodurre gli MP3 ... WinAmp minimo Pentium 75 !