Luca Annunziata

Skype cresce bene

Il traffico generato dalle chiamate internazionali aumenta costantemente. Molto più velocemente di quello sulle normali linee telefoniche. Il VoIP è il paradiso dei telefonisti?

Roma - Secondo le rilevazioni di TeleGeography, il traffico generato sulla rete Skype da chiamate stabilite tra interlocutori in nazioni diverse cresce molto più velocemente di quello tradizionale sulle reti in rame. Il telefono col doppino resta ampiamente e saldamente al comando della classifica sui minuti complessivi in un anno, ma non si può non registrare la salute e il progresso del VoIP di Microsoft in rappresentanza della categoria. Una categoria che evidentemente non può non crescere se non a spese degli operatori tradizionali.

il grafico telegeography

In totale gli utenti Skype sono rimasti attaccati alle cuffie per 214 miliardi di minuti nel 2013, con una crescita del 36 per cento rispetto al 2012. Nello stesso periodo le conversazioni su rame sono cresciute del 7 per cento, assestandosi su 547 miliari di minuti. A questo ritmo ci vorrà poco a Skype per sopravanzare gli operatori tradizionali, anche considerato come ribadisce TeleGeography che si tratta solo della proverbiale punta dell'iceberg: le telefonate con il vecchio telefono sono minacciate su più fronti dal VoIP e da tutti gli altri servizi di chiamata, videochiamata e messaggistica che sono esplosi in questi anni grazie soprattutto all'avvento del mobile e degli smartphone.

Il vantaggio degli operatori di telefonia resta ampio: Facebook, che è la più grande piattaforma di conversazione in circolazione, vanta circa 1,2 miliardi di utenti, mentre le linee fisse installate sono più di 8 miliardi. Alla luce dei dati, tuttavia, la robusta scalata di Skype sta a dimostrare quanto spazio ci sia per la crescita dei cosiddetti OTT (over the top), ovvero quei servizi che utilizzano le reti di comunicazione come commodity per sostenere il proprio business. In altre parole, i margini di guadagno per gli operatori si andranno assottigliando, erosi dalle alternative più economiche garantite dal VoIP e non solo.
Non si tratta di una scelta priva di effetti collaterali per gli utenti. Se fino a poco tempo fa, infatti, si riteneva generalmente che le conversazioni svolte tramite Skype fossero più sicure e riservate rispetto alle altre, le notizie svelate da Edward Snowden e dal suo Datagate fanno pensare che il VoIP da solo non basti più a difendere la privacy. Inoltre, come da sua tradizione, Microsoft ha confermato che continuerà a rispettare le leggi di tutti i paesi in cui opera, qualunque esse siano: in Russia, ad esempio, è stata proposta una norma che obbligherà a conservare e mettere a disposizione della polizia gli ultimi 6 mesi di tutte le conversazioni svolte da account locali su questi servizi, ufficialmente per scopi di anti-terrorismo. Da Redmond hanno fatto sapere che, se la legge verrà approvata, la filiale locale di Microsoft non potrà fare altro che rispettarla.

Luca Annunziata

fonte immagine
Notizie collegate
  • SicurezzaSkype, intercettabile per convenienzaIl responsabile di Skype spiega i cambiamenti architetturali subiti dalla piattaforma VoIP dopo l'acquisizione da parte di Microsoft: non semplificazione delle intercettazioni ma opere di bene per gli utenti dei gadget mobile
  • AttualitàPRISM, Microsoft ha consegnato i suoi utenti?Nuove rivelazioni del Guardian sulla collaborazione tra BigM e NSA per la consegna delle chiavi di cifratura delle comunicazioni via Outlook e Skype. Remdond dice di obbedire alle sole ordinanze firmate da un giudice
  • AttualitàDatagate, Lussemburgo chiama SkypeLe autorità del Vecchio Continente avrebbero avviato un'indagine sul presunto coinvolgimento della piattaforma VoIP nel programma noto come PRISM. Il servizio di Microsoft rischia sanzioni penali e amministrative
  • AttualitàDatagate, tra cifratura e verità non più nascosteYahoo! si tutela puntando a cifrare tutti i dati degli utenti, Google irrobustisce la sua sicurezza e Skype è stata scagionata dalle accuse di collaborazionismo. Mentre riemergono dalla segretezza una serie di documenti dell'NSA
5 Commenti alla Notizia Skype cresce bene
Ordina
  • Crescerà pure come quantità, ma la qualità negli ultimi 10-12 mesi è scesa e di molto anche, soprattutto la versione Android è diventata quasi inutilizzabile, e questo mi dispiace molto perché l'ho sempre usato per le chiamate anche ai numeri di telefonia fissa.
    Ma dico, è possibile che Microsoft sia per il software un Re Mida al contrario (cioè tutto quello che tocca diventa m_++a)?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fai il login o Registrati
    > Crescerà pure come quantità, ma la qualità negli
    > ultimi 10-12 mesi è scesa e di molto anche,
    > soprattutto la versione Android è diventata quasi
    > inutilizzabile, e questo mi dispiace molto perché
    > l'ho sempre usato per le chiamate anche ai numeri
    > di telefonia fissa.
    >
    > Ma dico, è possibile che Microsoft sia per il
    > software un Re Mida al contrario (cioè tutto
    > quello che tocca diventa
    > m_++a)?

    Per windows phone è perfetto.
    Per merdroid è tutto normale, tutto è mediocre in quel sistema, skype si è solo adattato all'ecosistema in cui è stato installato.

    Android è per il mobile quello che fu windows 95 per il mercato PC: installato ovunque nonostante sia una m#rd@.
    non+autenticato
  • - Scritto da: re mida
    > - Scritto da: Fai il login o Registrati
    > > Crescerà pure come quantità, ma la qualità
    > negli
    > > ultimi 10-12 mesi è scesa e di molto anche,
    > > soprattutto la versione Android è diventata
    > quasi
    > > inutilizzabile, e questo mi dispiace molto
    > perché
    > > l'ho sempre usato per le chiamate anche ai
    > numeri
    > > di telefonia fissa.
    > >
    > > Ma dico, è possibile che Microsoft sia per il
    > > software un Re Mida al contrario (cioè tutto
    > > quello che tocca diventa
    > > m_++a)?
    >
    > Per windows phone è perfetto.
    > Per merdroid è tutto normale, tutto è mediocre in
    > quel sistema, skype si è solo adattato
    > all'ecosistema in cui è stato
    > installato.

    Purtroppo è diventato normale che quando qualcuno dei big si compra un software lo castri o rovini per altre piattaforme. In tempi più civilizzati, c’era MS Office per Mac che funzionava meglio che su Windows (e si usavano le spade laser invece che i folgoratori), ma ormai sono tempi remoti.
    Teo_
    2588
  • Hemm espertone...Qos degli operatori telefonici ti dice niente?Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: puffolo
    > Hemm espertone...Qos degli operatori telefonici
    > ti dice niente?
    >Occhiolino

    No.
    Come evidentemente Qos dei sistemi operativi non dice niente a Google viste le porcate che sforna in continuazione.
    A quanti core siamo arrivati per far girare uozzapp? 16? 32?
    non+autenticato