Gaia Bottà

P2P, l'indirizzo IP è solo un abbonato

Non basta a identificare un colpevole: un giudice statunitense ha stabilito che per violare il diritto d'autore, anche indirettamente, è necessaria l'intenzione

Roma - Non basta conoscere l'indirizzo IP assegnato dal provider ad un utente nel momento in cui viene condivisa illegalmente un'opera coperta da diritto d'autore per individuare un colpevole: l'indirizzo IP non rappresenta che una macchina, una macchina che potrebbe essere utilizzata da soggetti diversi, solo uno dei quali ha violato la legge.

È questo il parere del giudice statunitense Robert Lasnik, che ha esaminato un caso di violazione del diritto d'autore sollevato nello stato di Washington da Elf-Man LLC, che ha lavorato al film natalizio Elf-Man, condiviso illecitamente a mezzo BitTorrent. La casa di produzione, decisa a non tollerare gli scambi del frutto del suo lavoro, aveva chiesto alla giustizia di poter identificare gli assegnatari di 152 indirizzi IP, colti nell'atto di condividere in rete Elf-Man. Dei 152 abbonati identificati con il supporto dei provider, 3 hanno scelto di andare a fondo del caso, combattendo in tribunale contro la casa di produzione.

Hanno ora ottenuto la chiusura del processo: Elf-Man LLC, a meno che non depositi degli emendamenti alla propria accusa, non potrà ottenere un verdetto di colpevolezza. La motivazione? L'accusa non sa provare che il nome che corrisponde all'intestatario dell'indirizzo IP che ha violato la legge sia responsabile di violazione diretta del diritto d'autore, scaricando e condividendo l'opera in prima persona, piuttosto che di violazione indiretta, commessa "acquistando una connessione a Internet che un soggetto terzo non identificato ha utilizzato per scaricare Elf-Man".
Il giudice osserva infatti che "così come è possibile che l'intestatario dell'abbonamento abbia preso parte alla rete BitTorrent, è altrettanto possibile che a violare la legge sia stato un membro della famiglia, un ospite, o un terzo che abbia abusato della connessione". Gli stessi documenti presentati dai rappresentanti dell'accusa, sottolinea il giudice nella decisione, sembrano mostrare che nemmeno la casa di produzione abbia la minima idea di chi abbia scaricato Elf-Man, celato sotto i singoli indirizzi IP. Non si sono svolte indagini per analizzare la configurazione del network domestico della difesa, non si ipotizza in alcun modo come l'abbonato, in caso di responsabilità indiretta, abbia "intenzionalmente incoraggiato o promosso la violazione", o anche solo che fosse a conoscenza della possibilità che una condivisione illegale fosse perpetrata attraverso la propria connessione, presupposto, secondo il giudice Lasnik, di una eventuale corresponsabilità nella violazione.

I documenti relativi al caso mostrano con chiarezza come Elf-Man LLC abbia tentato di fare leva sull'incertezza della giurisprudenza per certe fattispecie in materia di violazione indiretta del diritto d'autore, giocando la carta della vaghezza nella speranza che fosse la condanna del tribunale a decidere se gli abbonati corrispondenti agli indirizzi IP fossero pienamente responsabili o fossero colpevoli di non aver adeguatamente vigilato sulla propria connessione. Il giudice di Washington, in ogni caso, ha mostrato di aderire ad una tendenza che si sta progressivamente affermando nella giurisprudenza statunitense: l'indirizzo IP non identifica un colpevole, anche nel caso in cui non abbia adottato le misure necessarie a impedire che terzi abusino della connessione. Per configurare la responsabilità della violazione del diritto d'autore, anche quella indiretta, non basta un indirizzo IP: è necessaria un'intenzione.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • Diritto & InternetP2P, affari di famiglia?I genitori devono vigilare sui più giovani? Gli intestatari dell'abbonamento a Internet sono responsabili delle violazioni commesse con l'indirizzo IP assegnato dal provider? La Germania dice no
  • Diritto & InternetUSA, libertà di WiFiL'abbonato non è tenuto a proteggere la propria connessione wireless: la legge non stabilisce che debba collaborare con i detentori dei diritti nella prevenzione delle violazioni del copyright
  • Diritto & InternetP2P, quando il WiFi scagionaLa responsabilità delle attività online che avvengono sotto l'ombrello di un indirizzo IP non possono essere imputate al sottoscrittore dell'abbonamento a Internet. La decisione di un giudice danese
41 Commenti alla Notizia P2P, l'indirizzo IP è solo un abbonato
Ordina
  • "l'indirizzo IP non rappresenta che una macchina, una macchina che potrebbe essere utilizzata da soggetti diversi, solo uno dei quali ha violato la legge."

    In Italia andata in giro e guardate lo stato delle cabine cui sono collegate le utenze "telefoniche" ... sportelli aperti, chiusi con un filo di ferro ... alla linea telefonica si possono collegare anche dall'esterno senza nessuna tutela dell'abbonato cosa di cui è responsabile chi fornisce i servizi a volere pensare bene ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > In Italia andata in giro e guardate lo stato
    > delle cabine cui sono collegate le utenze
    > "telefoniche" ... sportelli aperti, chiusi con un
    > filo di ferro ...

    Chiusi?A bocca aperta
  • ma questa cosa vale solo per il diritto d'autore? se ad esempio un utente in rete scrive gravi ingiurie o false accuse, si applica lo stesso criterio?
    non+autenticato
  • > ma questa cosa vale solo per il diritto d'autore?
    > se ad esempio un utente in rete scrive gravi
    > ingiurie o false accuse, si applica lo stesso
    > criterio?

    Ci sono due recenti casi, uno in Italia, uno in Estonia, nei quali le autorità nemmeno hanno perso tempo ad identificari gli autori di ingiurie su un forum. Hanno condannato direttamente il gestore che non li aveva cancellati (o li aveva cancellati troppo tardi).

    Diverso è il caso di ingiurie mandate via e-mail. Anche lì si può giocare la carta dell'incertezza della persona fisica responsabile del reato, però in genere si lasciano indizi indiretti, il tipo di insulto, l'accusa, l'astio esistente con la vittima e le sue motivazioni; cose che ad un tribunale bastano per sciogliere i dubbi.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > ma questa cosa vale solo per il diritto
    > d'autore?
    > > se ad esempio un utente in rete scrive gravi
    > > ingiurie o false accuse, si applica lo stesso
    > > criterio?
    >
    > Ci sono due recenti casi, uno in Italia, uno in
    > Estonia, nei quali le autorità nemmeno hanno
    > perso tempo ad identificari gli autori di
    > ingiurie su un forum. Hanno condannato
    > direttamente il gestore che non li aveva
    > cancellati (o li aveva cancellati troppo
    > tardi).
    >
    > Diverso è il caso di ingiurie mandate via e-mail.

    Per le ingiurie mandate via mail la diffamazione non sussiste essendo un dialogo privato tra due soggetti, in nessun modo accessibile a terzi.
  • > > > ma questa cosa vale solo per il diritto
    > > d'autore?
    > > > se ad esempio un utente in rete scrive
    > gravi
    > > > ingiurie o false accuse, si applica lo
    > stesso
    > > > criterio?
    > >
    > > Ci sono due recenti casi, uno in Italia, uno
    > in
    > > Estonia, nei quali le autorità nemmeno hanno
    > > perso tempo ad identificari gli autori di
    > > ingiurie su un forum. Hanno condannato
    > > direttamente il gestore che non li aveva
    > > cancellati (o li aveva cancellati troppo
    > > tardi).
    > >
    > > Diverso è il caso di ingiurie mandate via
    > e-mail.
    >
    > Per le ingiurie mandate via mail la diffamazione
    > non sussiste essendo un dialogo privato tra due
    > soggetti, in nessun modo accessibile a
    > terzi.

    Infatti non ho parlato di diffamazione.Occhiolino
    L'utente ... ha parlato di ingiurie, e io mi limito al reato di ingiurie.
  • - Scritto da: Leguleio

    > Infatti non ho parlato di diffamazione.Occhiolino
    > L'utente ... ha parlato di ingiurie, e io mi
    > limito al reato di
    > ingiurie.

    Le ingiurie, in ambito privato, sono la mia parola contro la tua.
    E siccome in dubio, pro reo...
  • - Scritto da: panda rossa
    > Le ingiurie, in ambito privato, sono la mia
    > parola contro la
    > tua.
    > E siccome in dubio, pro reo...

    ... e siccome mi hai ingiuriato via mail , la prova esiste , la mia parola vale piú della tua (come é naturale che sia) ed il dubbio svanisce. A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Le ingiurie, in ambito privato, sono la mia
    > > parola contro la
    > > tua.
    > > E siccome in dubio, pro reo...
    >
    > ... e siccome mi hai ingiuriato via mail , la
    > prova esiste , la mia parola vale piú della
    > tua (come é naturale che sia) ed il dubbio
    > svanisce.
    >A bocca aperta

    Se non parliamo di mail firmata con PGP (o almeno di PEC) il contenuto della mail altro non è che un pezzo di testo e chiunque (sia il mittente sia il destinatario) può modificarlo.
  • Non basta conoscere l'indirizzo IP assegnato dal provider

    Parola di SIAE
    non+autenticato
  • io non ho ancora capito come si fa a sapere se un download è illegale o meno. cioè se scarico tor via torrent (o un qualsiasi altro programma) posso, ma elf no, ma io, come faccio INTENZIONALMENTE a sapere di stare violando dei diritti?
    non+autenticato
  • boh... Newbie, inesperto
    non+autenticato
  • - Scritto da: luther
    > io non ho ancora capito come si fa a sapere se un
    > download è illegale o meno. cioè se scarico tor
    > via torrent (o un qualsiasi altro programma)
    > posso, ma elf no, ma io, come faccio
    > INTENZIONALMENTE a sapere di stare violando dei
    > diritti?

    In realta' e' esattamente il contrario.
    Se stai scaricando qualcosa, stai piu' che certo che non stai intenzionalmente violando proprio niente.

    Le major hanno dettato una legge ed imposto meccanismi tecnologici tali per cui qualunque contenuto illecito che viene trovato in rete, viene immediatamente oscurato.

    Quindi quello che stai scaricando tu     sta scaricando il tuo PC e' sicuramente lecito, altrimenti non si potrebbe scaricare.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Quindi quello che stai scaricando tu
    >
        sta scaricando il tuo PC
    >
    e' sicuramente lecito, altrimenti non
    > si potrebbe
    > scaricare.

    "Oh scusa non volevo, non sono stato io ad investirti é stata la mia macchina." Newbie, inesperto

    Ma che ragionamenti del piffero che riesci a tirar fuori ?!

    Senza parlare del fatto che , come dice sempre tu , sei tu che comandi la macchina e non il contrario.

    Con una sola frase hai messo insieme un ragionamento del piffero che smentisce i "tuoi" pensieri. Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin

    > Senza parlare del fatto che , come dice sempre tu
    > , sei tu che comandi la macchina e non il
    > contrario.

    Non se la macchina in questione è stata manomessa o è vecchia/danneggiata di suo.
    Analogo discorso per PC e compagnia bella.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Snail Owden
    > - Scritto da: aphex_twin
    >
    > > Senza parlare del fatto che , come dice sempre
    > tu
    > > , sei tu che comandi la macchina e non il
    > > contrario.
    >
    > Non se la macchina in questione è stata manomessa
    > o è vecchia/danneggiata di
    > suo.

    Scusa ????? Se giri con una macchina vecchia/manomessa/danneggiata la colpa é TUTTA TUA.

    > Analogo discorso per PC e compagnia bella.

    Eh si, é pieno di PC che si mettono a scaricare interi cd e film all'insaputa dell'utente....
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin
    > - Scritto da: Snail Owden
    > > - Scritto da: aphex_twin
    > >
    > > > Senza parlare del fatto che , come dice
    > sempre
    > > tu
    > > > , sei tu che comandi la macchina e non
    > il
    > > > contrario.
    > >
    > > Non se la macchina in questione è stata
    > manomessa
    > > o è vecchia/danneggiata di
    > > suo.
    >
    > Scusa ????? Se giri con una macchina
    > vecchia/manomessa/danneggiata la colpa é TUTTA
    > TUA.
    >
    > > Analogo discorso per PC e compagnia bella.
    >
    > Eh si, é pieno di PC che si mettono a scaricare
    > interi cd e film all'insaputa
    > dell'utente....
    si regalano addirittura appartamenti "all'insaputa" non vedo cosa ci sia di strano!
    Rotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin

    > Scusa ????? Se giri con una macchina
    > vecchia/manomessa/danneggiata la colpa é TUTTA
    > TUA.

    Non se dimostri che non ne eri a conoscenza.
    Se uno mi manomette i freni, senza che io lo sappia, è colpa mia?
    Se uno mi ruba l'auto e ci fa una rapina a mia insaputa, è colpa mia?

    > Eh si, é pieno di PC che si mettono a scaricare
    > interi cd e film all'insaputa
    > dell'utente....

    Che sia pieno oppure no, questo non lo so. Ma di sicuro è possibile, e succede più spesso di quanto si possa imaginare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin
    > - Scritto da: Snail Owden
    > > - Scritto da: aphex_twin
    > >
    > > > Senza parlare del fatto che , come dice
    > sempre
    > > tu
    > > > , sei tu che comandi la macchina e non
    > il
    > > > contrario.
    > >
    > > Non se la macchina in questione è stata
    > manomessa
    > > o è vecchia/danneggiata di
    > > suo.
    >
    > Scusa ????? Se giri con una macchina
    > vecchia/manomessa/danneggiata la colpa é TUTTA
    > TUA.
    >

    se tu nottetempo tagli i cavi dei freni della mia auto e io la mattina dopo al primo stop metto sotto una vecchia, la colpa di chi e'?
    se mi "zombificano" il pc nonsotante firewall e antivirus, la colpa e' mia? (beh si, usando windows avrei dovuto sapere che e' un colasta.... panda, sto facendo un esempio)
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > se tu nottetempo tagli i cavi dei freni della mia
    > auto e io la mattina dopo al primo stop metto
    > sotto una vecchia, la colpa di chi
    > e'?

    E , come per i PC che scaricano a tua insaputa , parli di casi che si contano sulle dita di una mano.

    > se mi "zombificano" il pc nonsotante firewall e
    > antivirus, la colpa e' mia?

    Mi spiace ma se hai firewall ed antivirus aggiornati il PC non te lo zombificano. Se capitasse é perché TU l'hai fatto accadere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin
    > - Scritto da: ...
    > > se tu nottetempo tagli i cavi dei freni
    > della
    > mia
    > > auto e io la mattina dopo al primo stop metto
    > > sotto una vecchia, la colpa di chi
    > > e'?
    >
    > E , come per i PC che scaricano a tua insaputa ,
    > parli di casi che si contano sulle dita di una
    > mano.
    >
    > > se mi "zombificano" il pc nonsotante
    > firewall
    > e
    > > antivirus, la colpa e' mia?
    >
    > Mi spiace ma se hai firewall ed antivirus
    > aggiornati il PC non te lo zombificano. Se
    > capitasse é perché TU l'hai fatto
    > accadere.

    E come dimostri che invece non e' stato un exploit 0 day ?
    krane
    22544
  • ho visto i trailer.. cioè c'è gente che scarica sto film che io manco gratis vorrei vedere... e la casa di produzione si arrabbia pure e ti porta in tribunale... ma per favore.. seriamente non so, lo potrei vedere se mi pagassero loro 10 euro.. ma non ne son sicuro di farcela.. ELF MAN...A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)