FBI, una taglia sugli attacchi laser

Per frenare il fenomeno del lasing, gli attacchi ai velivoli a base di puntatori laser, cresciuti a dismisura negli ultimi anni. Pericolosi e irrefrenabili, sono una minaccia potenzialmente mortale

Roma - Una taglia di diecimila dollari offerta a chi fornisce informazioni sugli autori di attacchi a base di puntatori laser, fenomeno in grande e preoccupante espansione negli USA che mette a rischio gli aerei, elicotteri e altri velivoli e la vita di passeggeri e piloti. Le autorità statunitense non hanno contromisure efficaci né alternative percorribili, così l'unico potenziale deterrente è l'offerta di denaro, nella speranza che sia sufficiente a smuovere le coscienze e soprattutto prevenire i futuri attacchi.

Rimasto nel sottobosco criminale per molti anni, il cosiddetto "lasing" è ormai una seria minaccia per l'incolumità di chi vola, tanto che dal 2005 allo scorso anno c'è stata un'impennata superiore al 1000 per cento. Nel 2013 sono stati 3960 i casi denunciati (e chissà quanti quelli non segnalati), con 35 episodi nel solo mese di dicembre, in cui i piloti sono dovuti ricorrere alle cure mediche, mentre risale a poche settimane il caso di un medico in volo sul cielo del Texas che, colpito pa un puntatore laser in un occhio, ha dovuto costringere l'elicottero di soccorso sul quale viaggiava a un atterraggio di emergenza. L'incremento e inasprimento dei controlli della polizia non sono serviti a limitare le azioni dei criminali, che riescono a sfuggire sfruttando lo sconfinato territorio nazionale e l'opportunità di pianificare ogni attacco nei minimi particolari.

Per questo l'FBI ha stabilito la taglia offrendo diecimila dollari a chi sia in grado di rivelare informazioni dettagliate per catturare i sabotatori. Il programma partirà nei prossimi giorni e sarà attivo per due mesi negli uffici FBI delle città più colpite dal lasing: Albuquerque, Chicago, Cleveland, Houston, Los Angeles, New York, Philadelphia, Phoenix, Sacramento, San Antonio, San Juan (Porto Rico) e Washington.
"Azionare un puntatore laser contro un aereo viole le leggi federali ed è un atto criminale con conseguenze potenzialmente mortali", ha spiegato Ron Hosko, uno dei poliziotti a capo dell'operazione che per i colpevoli prevede fino a cinque anni di carcere e sanzioni pecuniarie fino a 25mila dollari.
L'ostacolo più grande è rappresentato dalla facilità con cui chiunque può acquistare un puntatore laser. Sono legali e si vendono nei negozi e online, i più semplici costano addirittura meno di dieci dollari ma utilizzarli nel modo sbagliato potrebbe rivelarsi comunque fatale.

Alessio Caprodossi
9 Commenti alla Notizia FBI, una taglia sugli attacchi laser
Ordina
  • certo che prender in un occhio un pilota d aereo a migliaidi metri d altezza quando è seduto al suo posto e vede SOLO davanti e non per terra... ce ne vuole
    non+autenticato
  • - Scritto da: gianni
    > certo che prender in un occhio un pilota d aereo
    > a migliaidi metri d altezza quando è seduto al
    > suo posto e vede SOLO davanti e non per terra...
    > ce ne
    > vuole

    In realtà è parecchio semplice. A centinaia di metri di distanza l'area illuminata dal laser è comunque piuttosto ampia, abbastanza da coprire l'intero parabrezza. Può essere difficile tenere puntato il laser sull'aereo per un tempo sufficiente a fare danni, ma non fare più passate.
    Il pilota vede un punto luminoso accecante a terra; se gli va bene avrà per un po' un'immagine persistente sulla retina come quando si fissa troppo una lampadina, se gli va male accecamento temporaneo o persino danni permanenti.
    Funz
    12975
  • i puntatori laser che conosco io sono quelli per le sale riunioni. Delle dimensioni di una penna o di un portachiavi, punti sulla lavagna per evidenziare i punti dei queli stai parlando. Si tratta di pochi millivat. Ma per puntare un aereo in decollo o in volo distante centinaia di metri se non chilometri, che potenza serve?
    E poi il pilota dovrebe guardare nella mia direzione per essere colpito sugli occhi, no? una visiera o un paio di occhiali di quelli che parano i bordi degli occhi come quello dei saldatori dovrebbe ridurre la superficie esposta e queidi ache l'eventuale danno.
    Piu' che multe e taglie, diano occhialetti da 3 euro e fine.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > i puntatori laser che conosco io sono quelli per
    > le sale riunioni. Delle dimensioni di una penna o
    > di un portachiavi, punti sulla lavagna per
    > evidenziare i punti dei queli stai parlando.

    Ecco, ora cerca laser astronomici su google e fatti una cultura, poi ci sono anche i laser da discoteca o per le feste, che si trovano facilmente.

    > Si
    > tratta di pochi millivat. Ma per puntare un aereo
    > in decollo o in volo distante centinaia di metri
    > se non chilometri, che potenza serve?
    > E poi il pilota dovrebe guardare nella mia
    > direzione per essere colpito sugli occhi, no? una
    > visiera o un paio di occhiali di quelli che
    > parano i bordi degli occhi come quello dei
    > saldatori dovrebbe ridurre la superficie esposta
    > e queidi ache l'eventuale danno.
    > Piu' che multe e taglie, diano occhialetti da 3
    > euro e fine.
    krane
    22544
  • esistono, esistonoTriste
    non+autenticato
  • Sorry, ma se usi degli occhiali da saldatore nel rimanente 99.9999999% del tempo nel quale non cercano di accecarti, come lo guidi l'aereo? Coi comandi vocali?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Francesco
    > Sorry, ma se usi degli occhiali da saldatore nel
    > rimanente 99.9999999% del tempo nel quale non
    > cercano di accecarti, come lo guidi l'aereo? Coi
    > comandi vocali?

    secondo me "l'accegaccio" avviene durante atterraggio/decollo, per cui finita quella fase, li togli.
    non+autenticato
  • Perché spendere miliardi per dotare tutti i piloti di occhiali da saldatore, quando basterebbe farli decollare ed atterrare ad occhi chiusi?

    AngiolettoA bocca aperta Cylon Troll occhi di fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > i puntatori laser che conosco io sono quelli per
    > le sale riunioni. Delle dimensioni di una penna o
    > di un portachiavi, punti sulla lavagna per
    > evidenziare i punti dei queli stai parlando. Si
    > tratta di pochi millivat. Ma per puntare un aereo
    > in decollo o in volo distante centinaia di metri
    > se non chilometri, che potenza
    > serve?
    > E poi il pilota dovrebe guardare nella mia
    > direzione per essere colpito sugli occhi, no? una
    > visiera o un paio di occhiali di quelli che
    > parano i bordi degli occhi come quello dei
    > saldatori dovrebbe ridurre la superficie esposta
    > e queidi ache l'eventuale
    > danno.
    > Piu' che multe e taglie, diano occhialetti da 3
    > euro e
    > fine.

    http://www.wickedlasers.com/
    e buon divertimento
    non+autenticato