Digitale terrestre, consumatori sull'attenti

Una ricerca del New Media&TV Lab della Bocconi parla di grandi opportunità per i produttori di servizi sul nuovo media digitale e sulla telefonia mobile di terza generazione UMTS

Milano - I produttori di servizi e di piattaforme per la loro veicolazione in Italia troveranno ben presto nuovo terreno di sviluppo con il passaggio al digitale terrestre previsto dalla legge sul sistema radiotelevisivo appena approvata dal Parlamento.

Ad affermare il grande futuro, per l'aumento della quantità delle scelte a disposizione degli utenti e dei nuovi servizi interattivi,sono gli esperti del New Media&Tv-Lab, il laboratorio di ricerca sull'economia dei new media e televisione digitale dell'Università Bocconi. Una ricerca appena presentata dal Lab indica anche che la conoscenza dei nuovi mezzi è in rapida crescita: un dato che viene considerato incoraggiante perché conoscere è il primo passo per diventare consumatori della novità digitale.

"Il grado di conoscenza - ha dichiarato Margherita Pagani, responsabile del Lab - è passato dal 33% al 65% nella fascia 18-24 anni e dal 30% al 60% nella fascia 25-44 anni. Nello specifico, il 59,4% del campione è a conoscenza dell'UMTS, con la prevalenza della fascia 18-24 anni, con una conoscenza del 76,9%". "La conoscenza - ha spiegato - è il principale driver dell'adozione".
Chi saranno dunque i consumatori delle novità che sono in arrivo?
Secondo gli esperti della Bocconi, il calcio per la TV digitale spingerà ad abbonarsi l'80 per cento dei giovani compresi tra i 18 e i 24 anni. Sarà invece la quantità di canali a far firmare le carte necessarie al 48 per cento degli adulti tra i 34 e i 44 anni. "Il collegamento a Internet da PC - ha spiegato Enrico Valdani della Bocconi - è motivato soprattutto dall'informazione con l'80% di preferenze fra tutti gli utenti, seguito dagli hobby e dalle email".

Stando ai dati del Lab, in Europa il mercato della televisione digitale abbraccia di più di 25 milioni di abbonati, il 40% dei quali è britannico. L'Italia è quarta, dopo Francia (17%) e Germania (10,55) con un 9,3% di abbonati. L'offerta di canali digitali, che dovrebbe ora aumentare, vede l'Italia al momento al terzo posto in Europa dopo Gran Bretagna e Francia.

Se si incrociano i dati sulle preferenze dei consumatori digitali per Internet, UMTS e TV digitale a farla da padroni sono nientemeno che gli SMS, che condizionano le preferenze della fascia 18-24 anni: 7,2 su 8 sono interessati ai più semplici e diffusi servizi di messaging; 6,3 dichiarano il proprio interesse per la musica e 5,4 per lo scambio di immagini. Nella fascia 25-44 anni invece attira di più la "comunicazione interpersonale", informazioni per ristoranti, cinema e programmi educativi. "Cresce in tutte le fasce - si legge in una nota diffusa dal Lab - l'interesse per l'utilizzo di piattaforme multimediali per l'acquisto di prodotti e servizi, con un grado medio di 4,5".

"Con riferimento alla possibilità di effettuare acquisti dalle piattaforme multimediali - continua la nota - Internet spadroneggia con il 90% di preferenze per l'acquisto di libri e Cd, biglietti per cinema e teatri e per l'elettronica. L'incidenza più alta per la propensione all'acquisto tramite la TV digitale si riscontra per la spesa alimentare (26.5%), l'arredamento (30,8%) e la pizza (23.5%). Circa le modalità di pagamento per l'accesso ai contenuti multimediali dalle piattaforme digitali, il 42.9% del campione si dice disponibile a pagare relativamente al tempo trascorso di navigazione, il 38.1% a pagare un canone fisso mensile per l'utilizzo dei servizi e il 19% a pagare una tariffa per ogni singolo utilizzo".
102 Commenti alla Notizia Digitale terrestre, consumatori sull'attenti
Ordina
  • Ma non lo dice nessuno che, anche dopo che ci saremo procurati ( 1 o due milioni a Roma) il decoder, non potremo registrare una trasmissione DIVERSA da quella che stiamo vedendo? SPECIALMENTE SE acquistiamo un TV col decoder!!
    Pensate che ancora si vendono tranquillamente i videoregistratori... che fra qualche mese, a Roma , non serviranno piu'...(serviranno solo per rivedere le vecchie cassette...) NESSUNO avverte gli utenti-consumatori!!!!
    Nemmeno le associazioni degli stessi.
    ALTRO PROBLEMA:( questo qualcuno, ma raramente, lo denuncia) Se in casa abbiamo piu' di una stanza servita da televisore (p.es. il televisorino in cucina...) UN SOLO decoder non basta. . .
    non+autenticato
  • chi, come me ha "abboccato" alla grande offerta del decoder digitale terrestre per poi non avere nessun segnale e di non poter vedere un bel niente??? prima di mettere in vendita questi aggeggi non è meglio dire all'utente se la zona di residenza è coperta oppure no dal segnale? e se l'attivazione sarà tra 6 mesi o più che me ne faccio del decoder (considerato anche che non posso rivenderlo xchè è intestato a me?) non è una presa in giro? nella mia zona (abruzzo) kissà quante persone riescono a vedere il digitale terrestre?
    se qualcuno ci riesce lo invito a farmelo sapere. ringrazio e saluto tutti.
    non+autenticato
  • ho acquistato un decoder per il digitale terrestre, ma mi riceve solo i canali di mediaset. come posso fare per ricevere anche i canali rai?
    grazie:|
    non+autenticato
  • ho acquistato ildecoder per il digitale terrsstre, ma vedo solo
    i programmai mediaset, come posso fare per vedere i programmai rai?
    non+autenticato
  • Questa è la cifra UFFICIALE stimata per l'acquisto di ogni decoder... 100 euro sento dire laggiu' in fondo alla sala??gratis con i fondi dello stato?? sì... perché chi ce li mette i soldi per i fondi? la famiglia ed ecco che quella è la cifra EFFETTIVA cui costerà ogni decoder...

    Tenete conto che in una famiglia con N tv ci vorranno N decoder...

    ...ma soprattutto nessuno si è ricordato di dire che il progetto prevede entro 4 ANNI il **COMPLETO ABBANDONO DELL'ANALOGICO** in quanto le frequenze analogiche saranno convertite in uso solo alla tv digitale

    saluti
    non+autenticato
  • 2 giorni fa ho acquistato un decoder della Nokia a 199 ?. Dove sono io c'è già una copertura di segnale digitale. Personalmente sono soddisfatto di ciò che vedo, sapendo che nel giro di un mese sarà ancora meglio! Lo stato rimborserà 150 ? a famiglia per un decoder, che non è tanto se si considera che in realtà un decoder buono costa almeno 200 ? e che effettivamente ne serve 1 a TV... Cmq, per chi ama avere una gran scelta di canali e un'ottima qualità audio-video senza avere parabole o costosissimi abbonamenti a Sky, il digitale terrestre è senz'altro una buona cosa.
    non+autenticato
  • Un buon decoder in inghilterra, dove già da 5 anni c'è il terrestre digitale, costa un terzo, oltretutto se guardi sul sito del ministero http://www.comunicazioni.it/it/index.php?IdPag=656 i fondi per i contributi sono già esauriti da agosto!
    non+autenticato
  • Sono alquanto esterrefatto dall'ignoranza e dall'ipocrisia che pervade l'Italia. Tutti sono convinti di sapere cosa sia il Digitale Terrestre, quando invece non sanno NULLA!
    Lavoro presso l'azienda italiana che ha avuto l'appalto per il Digitale da RAI. Vi posso garantire alcune cose: primo, la legge sul digitale è stata messa in cantiere dalla SINISTRA. Secondo, il digitale NON L'HA INVENTATO BERLUSCONI, ma è uno standard europeo nato ALMENO 2 ANNI FA.
    Si tratta di un'innovazione di tutto rispetto, che oltre a garantire una pluralità dell'informazione INECCEPIBILE, consentirà di rendere la TV sempre più simile ad Internet...

    Se il progresso vi fa schifo, sono affari vostri!

    Vi invito, pertanto, a rinunciare al vostro atteggiamento anti-berlusconiano a tutti i costi, e ad aprire un po' più gli occhi verso un futuro che vi porterà solo vantaggi...

    Un dipendente DMT
    non+autenticato
  • > Vi invito, pertanto, a rinunciare al vostro
    > atteggiamento anti-berlusconiano a tutti i
    > costi, e ad aprire un po' più gli occhi
    > verso un futuro che vi porterà solo
    > vantaggi...

    Dei tuoi inviti me ne faccio il giusto.. Io non sono contro berlusconi (almeno in questa occasione) solo che non mi pare quella innovazione tecnologica che l'italia aspettava o necessitava.. Tutto qui. Personalmente può anche andare a farsi benedire tutta la vicenda..

    A chi serve il digitale terrestre? A pochi se non a nessuno..

    Reali benefici? Pochi anche qui..
    opazz
    8666

  • - Scritto da: opazz
    >
    > A chi serve il digitale terrestre? A pochi
    > se non a nessuno..
    >
    > Reali benefici? Pochi anche qui..

    Tu avresti detto così anche per il telefono o ancora prima per il telegrafo. Allora ci sono state persone che hanno usato le tue stesse parole.
    non+autenticato
  • Personalmente non ho mai installato una parabola per la tv digitale via satellite per pigrizia e costi di installazione tuttavia il digitale terrestre lo prenderei. Potenzialmente offre le stesse potenzialità senza dover installare la parabola.
    Inoltre, quando nel 2006 tutte le tv analogiche verranno spente per legge, vedrai che servirà anche a te.
    non+autenticato
  • Non sono assolutamente contro al digitale terrestre, sono però convinta che l'Italia si sta sempre più avvicinando all'America. Chi ha i soldi va avanti, in tutto, chi invece fa fatica ad arrivare a fine mese, pur svolgendo un lavoro dignitoso e regolare, non si può permettere "tante cose in più". E il cane si morde la coda...meno soldi, meno possibilità di informazione, più ignoranza e di conseguenza sempre meno dentro al giro "dei grandi"...Come è possibile tutto questo in un Paese democratico!?!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)