Claudio Tamburrino

Datagate, la spia che spiava Wikileaks

La NSA avrebbe tenuto sotto controllo coloro che si collegavano al sito delle soffiate. Ma anche gli utenti di The Pirate Bay, e il traffico dei servizi proxy

Datagate, la spia che spiava WikileaksRoma - Le nuove soffiate di Edward Snowden relative alle operazioni di spionaggio della National Security Agency (NSA) mostrano come le spie a stelle e strisce tenessero sotto controllo anche Wikileaks.

Secondo quanto si legge nei nuovi documenti dell'ex spia statunitense ora in Russia, l'NSA e la britannica agenzia di spionaggio GCHQ avrebbero considerato WIkileaks tra i bersagli diretti del loro spionaggio, insieme a siti dedicati alla condivisione come The Pirate Bay, in quanto "attori stranieri malevoli". Anche i servizi proxy sarebbero stati tenuti sotto controllo: monitorarne il traffico consente di raccogliere indizi importanti riguardo a cittadini della rete che hanno motivo di nascondersi.

GCHQ avrebbe, in particolare, costituito un sistema di sorveglianza, nome in codice "Anticrisis Girl", per monitorare i visitatori della piattaforma di Wikileaks e per raccoglierne gli indirizzi IP.
Il vertice del sito di delatori Julian Assange, un altro soggetto che come Snowden ha un conto aperto con Washington e le sue leggi, ha chiesto direttamente all'amministrazione Obama che venga nominato un procuratore speciale per investigare sull'operato dell'NSA.

Secondo Assange "l'NSA e la sua controparte britannica non hanno alcun rispetto per la legge. Ma c'è un costo per condurre azioni illecite contro i media: noi abbiamo già denunciato L'FBI e l'esercito statunitense davanti a diverse giurisdizioni europee".

Oltre a The Pirate Bay e Wikileaks, NSA avrebbe autorizzato una serie di intercettazioni da parte dei servizi segreti australiani ai danni di alcuni studi legali a stelle e strisce che rappresentavano l'Indonesia in una causa legale che la vedeva contrapposta agli Stati Uniti.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
8 Commenti alla Notizia Datagate, la spia che spiava Wikileaks
Ordina
  • solo un altro tassello alla lista "noi seguiamo solo terroristi stranieri". LOL.

    E un altro tassello alla lista "Noi USA/UK non abbiamo fatto di tutto per distruggere la vita di Assange per aver pubblicato collateral murder & altra roba di manning"
    non+autenticato
  • > E un altro tassello alla lista "Noi USA/UK non
    > abbiamo fatto di tutto per distruggere la vita di
    > Assange per aver pubblicato collateral murder &
    > altra roba di
    > manning"

    Guarda che hai letto male la notizia: la NSA spiava wikileaks per scoprire chi andava a leggere i documenti (e anche per sapere chi glieli aveva dati, questo non è detto ma è sottinteso).
  • - Scritto da: Leguleio
    > > E un altro tassello alla lista "Noi USA/UK
    > non
    > > abbiamo fatto di tutto per distruggere la
    > vita
    > di
    > > Assange per aver pubblicato collateral
    > murder
    > &
    > > altra roba di
    > > manning"
    >
    > Guarda che hai letto male la notizia: la NSA
    > spiava wikileaks per scoprire chi andava a
    > leggere i documenti (e anche per sapere chi
    > glieli aveva dati, questo non è detto ma è
    > sottinteso).
    mi sembra di averla letta bene... non vedo contraddizioni... https://firstlook.org/theintercept/article/2014/02.../
    non+autenticato
  • > > > E un altro tassello alla lista "Noi USA/UK
    > > non
    > > > abbiamo fatto di tutto per distruggere la
    > > vita
    > > di
    > > > Assange per aver pubblicato collateral
    > > murder
    > > &
    > > > altra roba di
    > > > manning"
    > >
    > > Guarda che hai letto male la notizia: la NSA
    > > spiava wikileaks per scoprire chi andava a
    > > leggere i documenti (e anche per sapere chi
    > > glieli aveva dati, questo non è detto ma è
    > > sottinteso).

    > mi sembra di averla letta bene... non vedo
    > contraddizioni...
    > https://firstlook.org/theintercept/article/2014/02

    Attenzione, io mi riferisco all'articolo di PI.

    Mi riservo di controllare se i link ai documenti di quell'articolo dicono davvero ciò che The intercept, la rivista fondata da un ex di eBay, gli fa dire, ma mi ci vuole un po' di tempo.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > > > E un altro tassello alla lista
    > "Noi
    > USA/UK
    > > > non
    > > > > abbiamo fatto di tutto per
    > distruggere
    > la
    > > > vita
    > > > di
    > > > > Assange per aver pubblicato
    > collateral
    > > > murder
    > > > &
    > > > > altra roba di
    > > > > manning"
    > > >
    > > > Guarda che hai letto male la notizia:
    > la
    > NSA
    > > > spiava wikileaks per scoprire chi
    > andava
    > a
    > > > leggere i documenti (e anche per sapere
    > chi
    > > > glieli aveva dati, questo non è detto
    > ma
    > è
    > > > sottinteso).
    >
    > > mi sembra di averla letta bene... non vedo
    > > contraddizioni...
    > >
    > https://firstlook.org/theintercept/article/2014/02
    >
    > Attenzione, io mi riferisco all'articolo di PI.
    Su PI e' iperriassunto, la' c'e' anche una parte storico-cronologica e le slides.. ma quando dicevo 'non vedo contraddizioni' (rispetto al mio commento iniziale, e bacchettato inutilmente dal tuo hai letto male la notizia) mi riferivo ANCHE a quello che hai detto tu dopo.

    Spiare le attivita' correlate a wikileaks, facendo uso dei "soliti" 5 eyes (che dovrebbero operare contro il terrorismo yaddayadda), e' solo un altro tassello nel grosso puzzle di stalking contro assange e wikileaks (che nella frase identificavo implicitamente come una cosa sola)
    non+autenticato
  • > Spiare le attivita' correlate a wikileaks,
    > facendo uso dei "soliti" 5 eyes (che dovrebbero
    > operare contro il terrorismo yaddayadda), e' solo
    > un altro tassello nel grosso puzzle di stalking
    > contro assange e wikileaks (che nella frase
    > identificavo implicitamente come una cosa
    > sola)

    Se il sito di wikileaks fosse l'unico interessato da queste attività, potrei anche darto ragione. Di fatto la NSA e il suo omologo britannico GCHQ spiavano tutto , centinaia di migliaia di siti. Oggi veniamo a sapere di wikileaks, domani ne verrà svelato un altro.
    E non mi pare che Wikileaks fosse in cima alla lista come fonte di informazioni particolarmente interessanti per i due governi. Non mi stupisce: non è un sito in cui i terroristi che vogliono operare negli Usa o in Gran Bretagna vanno a informarsi, oppure a cercare adepti.
  • - Scritto da: Leguleio
    > Se il sito di wikileaks fosse l'unico interessato
    > da queste attività, potrei anche darto ragione.

    In its PowerPoint presentation, GCHQ identifies its target only as “wikileaks.”

    Da link citato...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Saluta Melo
    > - Scritto da: Leguleio
    > > Se il sito di wikileaks fosse l'unico
    > interessato
    > > da queste attività, potrei anche darto ragione.
    >
    > In its PowerPoint presentation, GCHQ identifies
    > its target only as “wikileaks.”
    >
    >
    > Da link citato...

    Non l'ho capita... Come dovrebbe chiamarlo? Peppe?