LED, non solo illuminazione

Philips porta una soluzione innovativa nei supermercati per agevolare la spesa dei clienti, e all'aeroporto di Newark i LED finiscono sotto accusa per violazione della privacy

Roma - Una luce per guidarci nei dispersivi supermercati e ottenere ciò che serve nel più breve tempo e senza sbagliare prodotti. A questo serve il sistema approntato da Philips, che porta l'illuminazione a LED nei punti vendita della grande distribuzione per agevolare la spesa ed evitare di perder tempo passeggiando tra gli scaffali.

L'azienda olandese parla di un'esperienza di shopping personalizzata e sfrutta i faretti strategicamente posizionati per suggerire agli utenti, via app, percorsi ad hoc per trovare ad esempio tutti gli ingredienti per la ricetta postata con lo smartphone all'entrata del supermarket, segnalando anche la merce in offerta e speciali promozioni in relazione alla posizione.

Per assolvere a tali funzioni, Philips ha sviluppato una rete di LED col duplice scopo di illuminare l'ambiente (risparmiando energia e abbattendo i costi rispetto ai sistemi standard) e indicare la strada ai clienti. La luce emessa contiene un sistema di comunicazione sfruttabile tramite l'apposita app, grazie alla quale ogni cliente viene raggiunto da informazioni su misura delle singole richieste. In fase di sperimentazione presso alcune strutture di Dusseldorf, la soluzione di Philips privilegia gli utenti e non pesa sui rivenditori, ai quali basta cambiare le lampade con i LED della multinazionale olandese per semplificare le ricerche dei clienti. Tutta da vedere, però, la reazione di questi ultimi, che verranno invitati a investire del tempo per settare lo smartphone e gestire l'applicazione nel supermercato di fiducia che conoscono a menadito.
Le tanto decantate opportunità dei sistemi luminosi a LED si stanno finalmente diffondendo in tanti ambiti ma non mancano i problemi. Restando alla novità di Philips, per esempio, nessun accenno è stato fatto circa l'uso dei dati e delle abitudini che il sistema registrerà quotidianamente dall'apertura alla chiusura del negozio. Nessuno può garantire cosa nascondono questi faretti, come nessuno conosceva fino a poco tempo fa le insidie del sistema a LED in bella mostra presso il Terminal B dell'aeroporto di Newark.
Una carrellata di 171 LED appena integrati che oltre a illuminare gli spazi e soddisfare quindi le esigenze di sicurezza, sfruttano una rete wireless per raccogliere dati inviati a un software al fine di individuare eventuali attività sospette.

Una finalità che spesso sconfina nella violazione della privacy delle persone, monitorando spostamenti e abitudini. Per questo, nonostante le rassicurazioni della società che gestisce l'aeroporto circa l'impossibilità per qualsiasi ente o agenzia di metter le mani sulle informazioni, le associazioni che tutelano la riservatezza personale hanno già alzato la voce, allarmate per la volontà di estendere il sistema in uso a Newark a molti altri scali statunitensi.

Alessio Caprodossi
15 Commenti alla Notizia LED, non solo illuminazione
Ordina
  • chiedere prima ai supermercati. Ogni 3/4 mesi cambiano la posizione dei prodotti per fare in modo che sei costretto a girare tutti gli scaffali ... ma questi dove vivono ?
    non+autenticato
  • 1. Quando vado al supermercato non è che compro gli ingredienti di una ricetta, faccio la spesa di una settimana o giù di li! Quindi cosa dovrei fare, annotare tutti gli alimenti che voglio acquistare sulla app? E se per caso mi gira e cambio super che faccio? Riscrivo tutto di nuovo?

    2. Evidenziare le offerte? Mah forse quelle che interessano al supermercato, non quelle realmente vantaggiose per il consumatore....

    3. I supermercati tendono spesso a spostare rendere difficoltoso il raggiungimento di determinati alimenti (farina, zucchero, lievito ecc...) che tuttavia sanno benissimo che il consumatore 9 volte su 10 cerca, questo per spingerlo a girare fra i banconi, di modo che magari compri qualche cosa in più

    Dov'è che questo sistema Philips aiuterebbe i supermercati? A meno che l'obiettivo sia diverso da quanto dichiarato...
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > 1. Quando vado al supermercato non è che compro
    > gli ingredienti di una ricetta, faccio la spesa
    > di una settimana o giù di li! Quindi cosa dovrei
    > fare, annotare tutti gli alimenti che voglio
    > acquistare sulla app? E se per caso mi gira e
    > cambio super che faccio? Riscrivo tutto di
    > nuovo?
    >
    > 2. Evidenziare le offerte? Mah forse quelle che
    > interessano al supermercato, non quelle realmente
    > vantaggiose per il
    > consumatore....
    >
    > 3. I supermercati tendono spesso a spostare
    > rendere difficoltoso il raggiungimento di
    > determinati alimenti (farina, zucchero, lievito
    > ecc...) che tuttavia sanno benissimo che il
    > consumatore 9 volte su 10 cerca

    9 consumatori su 10 al supermercato cercano la farina? Ma quando mai...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > 1. Quando vado al supermercato non è che compro
    > > gli ingredienti di una ricetta, faccio la spesa
    > > di una settimana o giù di li! Quindi cosa dovrei
    > > fare, annotare tutti gli alimenti che voglio
    > > acquistare sulla app? E se per caso mi gira e
    > > cambio super che faccio? Riscrivo tutto di
    > > nuovo?
    > >
    > > 2. Evidenziare le offerte? Mah forse quelle che
    > > interessano al supermercato, non quelle
    > realmente
    > > vantaggiose per il
    > > consumatore....
    > >
    > > 3. I supermercati tendono spesso a spostare
    > > rendere difficoltoso il raggiungimento di
    > > determinati alimenti (farina, zucchero, lievito
    > > ecc...) che tuttavia sanno benissimo che il
    > > consumatore 9 volte su 10 cerca
    >
    > 9 consumatori su 10 al supermercato cercano la
    > farina? Ma quando
    > mai...

    Evidentemente non sei una casalinga che va a fare la spesa e vivi di cibi precotti o di surgelati....
  • - Scritto da: Enjoy with Us

    > Evidentemente non sei una casalinga che va a fare
    > la spesa e vivi di cibi precotti o di
    > surgelati....

    I cibi che la gente compra 9 volte su 10 forse sono la pasta, gli affettati, i biscotti, il latte, l'acqua... non certo la farina. Ma tu credi veramente che il 90% della gente si metta a cucinare torte, pasta fatta in casa, etc... 9 giorni su 10? Ma sei fuori di testa?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    >
    > > Evidentemente non sei una casalinga che va a
    > fare
    > > la spesa e vivi di cibi precotti o di
    > > surgelati....
    >
    > I cibi che la gente compra 9 volte su 10 forse
    > sono la pasta, gli affettati, i biscotti, il
    > latte, l'acqua... non certo la farina. Ma tu
    > credi veramente che il 90% della gente si metta a
    > cucinare torte, pasta fatta in casa, etc... 9
    > giorni su 10? Ma sei fuori di testa?

    Adesso non guardare il pelo nell'uovo, il concetto è chiaro. Togli lievito e farina e mettici acqua, pasta, riso e quant'altro.
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > 1. Quando vado al supermercato non è che compro
    > gli ingredienti di una ricetta, faccio la spesa
    > di una settimana o giù di li! Quindi cosa dovrei
    > fare, annotare tutti gli alimenti che voglio
    > acquistare sulla app? E se per caso mi gira e
    > cambio super che faccio? Riscrivo tutto di
    > nuovo?
    >
    > 2. Evidenziare le offerte? Mah forse quelle che
    > interessano al supermercato, non quelle realmente
    > vantaggiose per il
    > consumatore....
    >
    > 3. I supermercati tendono spesso a spostare
    > rendere difficoltoso il raggiungimento di
    > determinati alimenti (farina, zucchero, lievito
    > ecc...) che tuttavia sanno benissimo che il
    > consumatore 9 volte su 10 cerca, questo per
    > spingerlo a girare fra i banconi, di modo che
    > magari compri qualche cosa in
    > più
    >
    > Dov'è che questo sistema Philips aiuterebbe i
    > supermercati? A meno che l'obiettivo sia diverso
    > da quanto
    > dichiarato...

    E' un po' come quando la Philips voleva fare i televisori che ti impediscono di cambiare canale quando c'è la pubblicità. Nel tuo interesse, neh!
    OK azienda UE, OK la qualità dei prodotti, ma la Philips mi sta poco più simpatica della Sony...
    Funz
    12972
  • La sony è inarrivabile.
    Insieme a Monsanto, Roche, Novartis, Union Carbide, Exxon ecc. contribuiscono al bene del pianeta e di chi lo abita, cioà il signor sony, il signor monsanto, il signor roche...
    non+autenticato
  • Che bello, tutte queste luci lampeggianti saranno la felicità degli epilettici...

    Convulsioni tra gli acquisti compulsivi...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 20 febbraio 2014 15.22
    -----------------------------------------------------------
    iRoby
    7579
  • Una notizia qui e una lì, piano piano si sta creando un bel pianetino totalitario, senza bisogno di complotti.
    Gli umani, la storia e l'attualità insegnano, si danno la zappa sui piedi da soli: basta fornigli l'attrezzo...
    Per la redazione: il campo nome non accetta le accentate; forse qualcuno vi attaccò o pensate che vi attaccherà con gli accenti?
    non+autenticato
  • Non credo che al supermercato convenga "guidarti" verso le offerte, anzi, sono gli acquisti di impulso sui prodotti non in offerta che gli fanno molto piacere..
    Come seconda, può essere che a qualcuno il sistema faccia piacere quando si è di corsa, ma insomma dover impostare la propria spesa su un aggegio elettronico.. peggio che essere robot.. boh, io uso foglio e penna, o il catalogo, dove segno quello che mi interessa
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osvy

    > Non credo che al supermercato convenga "guidarti"
    > verso le offerte, anzi, sono gli acquisti di
    > impulso sui prodotti non in offerta che gli fanno
    > molto piacere..

    E chi ti dice che le offerte siano sempre genuine? 9 volte su 10 non sono altro che ribassamenti di prezzi precedentemente rialzati.

    Quindi un prodotto "in offerta" finisci per pagarlo per quello che realmente dovrebbe costare o giù di lì, mentre tutti quelli non-in-offerta li paghi quasi sempre più del dovuto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: sgabbio in offerta
    > - Scritto da: Osvy
    >
    > > Non credo che al supermercato convenga
    > "guidarti"
    > > verso le offerte, anzi, sono gli acquisti di
    > > impulso sui prodotti non in offerta che gli
    > fanno
    > > molto piacere..
    >
    > E chi ti dice che le offerte siano sempre
    > genuine? 9 volte su 10 non sono altro che
    > ribassamenti di prezzi precedentemente
    > rialzati.
    >
    > Quindi un prodotto "in offerta" finisci per
    > pagarlo per quello che realmente dovrebbe costare
    > o giù di lì, mentre tutti quelli non-in-offerta
    > li paghi quasi sempre più del dovuto.

    è un po' semplicistica come osservazione: sarebbe come dici se non esistesse la concorrenza.. se ci fosse un solo venditore ed avesse tutto "sotto il suo controllo".
    Comunque è vero che da quando "l'amo" dei supermercati è lo sconto, il giochetto in parte sembra quello che dici tu: i prezzi "normali" sono lì come specchietto per le allodole, tanto se sei abituato al sistema, sai che devi aspettare che il prodotto sia a sconto.
    La questione però non è così semplice, il sistema non è "perfetto": facciamo conto che sei la Barilla, cosa fai se sai che quando il tuo prodotto non è a sconto non te lo comprano? Stai 2 settimane senza vendere la tua pasta? E' un modus operandi a doppio taglio, ed ovviamente poiché le aziende lo sanno, operano per gestire la questione.
    Comunque è vero che per i prodotti su cui è possibile attendere, io aspetto lo sconto: non ricordo da anni un acquisto di pile che non abbia preso almeno col 3x2..
    non+autenticato
  • - Scritto da: sgabbio in offerta

    > Quindi un prodotto "in offerta" finisci per
    > pagarlo per quello che realmente dovrebbe costare
    > o giù di lì, mentre tutti quelli non-in-offerta
    > li paghi quasi sempre più del
    > dovuto.

    Infatti, tra prodotti equivalenti non ha il minimo senso comprare quelli non in offerta. E non è che più costoso == più buono, anzi.
    Funz
    12972
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)