Luca Annunziata

Cancellata la Web Tax

Lo ha annunciato il premier Renzi via Twitter. Lasciando aperta la porta a una possibile futura discussione, ma in sede europea

Roma - Il Governo ha cancellato la cosiddetta Web Tax, la norma introdotta alla fine dello scorso anno che imponeva a qualunque azienda intendesse operare in Italia di provvedere all'apertura di Partita IVA attraverso cui far transitare le proprie operazioni finanziarie. Lo ha confermato il premier Matteo Renzi via Twitter.



Nel corso del quarto Consiglio dei Ministri del primo Governo Renzi, l'esecutivo si è occupato di questioni relative al cosiddetto Decreto SalvaRoma: all'interno del provvedimento era contenuta la norma relativa alla Web Tax che rinviava a luglio la sua entrata in vigore. Decaduto il decreto la Web Tax sarebbe entrata in vigore da domani, 1 marzo 2014: come promesso, il Governo è intervenuto per chiarire la situazione, scegliendo la cancellazione per non rischiare di ritrovarsi tra qualche mese nella stessa situazione.

Nel suo tweet Renzi non esclude di riparlare della norma: l'apertura però si accompagna a un richiamo al contesto europeo. Sarà la Unione Europea a occuparsene, e l'Italia probabilmente si avvia a promuovere un dibattito nelle sedi appropriate per rivedere il regime fiscale comunitario. (L.A.)
33 Commenti alla Notizia Cancellata la Web Tax
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)