Alfonso Maruccia

WhatsApp e il rinascimento dell'instant messaging

L'acquisizione da parte di Facebook alimenta discussioni attorno a Whatsapp, le piattaforme di instant messaging e questioni connesse. Tutti vogliono una fetta della messaggistica istantanea fra privacy, sicurezza e chiamate a basso costo

Roma - Il futuro di Whatsapp e della messaggistica istantanea scatena discussioni e polemiche prima ancora che il miliardario piano di acquisizione da parte di Facebook venga messo in pratica. Si interessa ad esempio della questione l'Unione Europea, ventilando indagini per valutare le conseguenze dell'operazione sulla privacy dei netizen del Vecchio Continente.

Finora le istituzioni europee non si erano praticamente accorte dell'esistenza di Whatsapp, ma ora che il software è stato acquisito da Facebook il gruppo noto come Articolo 29 dice di avere già avviato un'indagine assieme a un'altra pratica aperta indipendentemente dalle autorità olandesi.

In teoria ciascuno dei 28 responsabili della protezione dei dati dei singoli paesi UE potrebbe aprire la sua indagine individuale, spiegano dal gruppo di lavoro, così da valutare le intenzioni di Facebook dopo aver acquisito - assieme a una piattaforma di IM - quasi mezzo miliardo di account utente da tutto il mondo comprensivi di numeri telefonici, email e quant'altro.
E mentre la UE indaga, il mercato delle applicazioni di messaggistica su rete telematica (mobile) si fa sempre più frammentario, ricco di possibilità di comunicazione e naturalmente di business per le aziende interessate. I software già presenti da tempo nel mercato come Google Hangouts si aggiornano per accrescere l'attrattiva verso gli utenti di gadget Apple, mentre Cupertino sente il bisogno di spiegare nei minimi dettagli come funzionano i meccanismi di sicurezza adottati da iMessage.

C'è ovviamente ampio margine di crescita anche per i nuovi protagonisti del settore come la giapponese LINE, azienda che si occupa di IM e comunicazione a tutto tondo nata in risposta al disastro nucleare di Fukushima e ora intenzionata a espandersi ulteriormente nel mondo con un nuovo piano di chiamate vocali a costi contenuti. Se anche Whatsapp sta valutando la possibilità di offrire chiamate vocali ai propri utenti, LINE ha un'arma segreta (almeno per il mercato giapponese): la società pianifica di monetizzare la mania tutta nipponica per emoticon e immaginette personalizzate aprendo un vero e proprio marketplace dove gli utenti potranno mettere in vendita gli sticker da essi stessi creati.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàPerché Facebook compra WhatsappL'investimento colossale serve a recuperare terreno in un settore dove il social network è l'ultimo arrivato. Resta da vedere come verrà gestito il patrimonio da 450 milioni di utenti portato in dote dalla messaggistica altrui
  • TecnologiaA WhatsApp manca la parolaIl CEO dell'azienda appena acquisita da Facebook promette chiamate audio entro la primavera. Ma deve fare i conti con il prezzo del successo: una febbre del sabato sera e le domande sulla privacy
22 Commenti alla Notizia WhatsApp e il rinascimento dell'instant messaging
Ordina
  • root@bt:/tmp# nc -v irc.freenode.org 6667
    DNS fwd/rev mismatch: chat.freenode.net != card.freenode.net
    DNS fwd/rev mismatch: chat.freenode.net != dickson.freenode.net
    chat.freenode.net [38.229.70.20] 6667 (ircd) open
    :card.freenode.net NOTICE * :*** Looking up your hostname...
    :card.freenode.net NOTICE * :*** Checking Ident
    :card.freenode.net NOTICE * :*** No Ident response
    :card.freenode.net NOTICE * :*** Found your hostname
    USER paperinollo 0 *A bocca apertaonaldo ducco
    NICK paperinollo

    :card.freenode.net 001 paperinollo :Welcome to the freenode Internet Relay Chat Network paperinollo
    :card.freenode.net 002 paperinollo :Your host is card.freenode.net[38.229.70.20/6667], running version ircd-seven-1.1.3
    :card.freenode.net 003 paperinollo :This server was created Mon Dec 31 2012 at 21:37:49 UTC

    :card.freenode.net 376 paperinollo :End of /MOTD command.
    :paperinollo MODE paperinollo :+i
    JOIN #antani
    :paperinollo!~paperinol@1-2-2-4.v4.tin.it JOIN #antani
    :card.freenode.net MODE #antani +ns
    :card.freenode.net 353 paperinollo @ #antaniArrabbiatopaperinollo
    :card.freenode.net 366 paperinollo #antani :End of /NAMES list.
    :services. MODE #antani -o paperinollo
    non+autenticato
  • Occhio a non farti smurfare Occhiolino
    Ma ormai ste cose non esistono piu' ...
  • - Scritto da: benkj
    > Occhio a non farti smurfare Occhiolino
    > Ma ormai ste cose non esistono piu' ...
    ehheh... si credo che anche la parola takeover sia nota solo a tizi con la barba bianca ormai......
    Cionondimeno e' un po incredibile tutta sta fame di chat governate da entita' commerciali "ignote", quando uno si puo' piazzare il proprio sistema dove vuole, crittato o meno.. ecc. Certo e' meno figo(?) di fakebook/wazzup/ecc... peero'.....
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > root@bt:/tmp# nc -v irc.freenode.org 6667

    LOL @ che tu stia usando netcat come root, sei un genio! Principio del least privilege questo sconosciuto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: bubba
    > > root@bt:/tmp# nc -v irc.freenode.org 6667
    >
    > LOL @ che tu stia usando netcat come root, sei un
    > genio! Principio del least privilege questo
    > sconosciuto.
    i veri geni sono quelli che SUDAno come Giuliano Ferrara... forse hanno paura che nella propria macchina ci sia la fatina dei denti che gli digita rm -rf /* di nascosto, non soSorride
    root e administrator li uso abitualmente, a meno che non mi serva il contrario ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ameinvece

    > root e administrator li uso abitualmente, a meno
    > che non mi serva il contrario
    > ...

    Allora Unix non è roba per te. Torna a Windows che è meglio. root va usato SOLO per i task amministrativi, usarlo per i programmi comuni è demenziale e te lo direbbe CHIUNQUE abbia un minimo di conoscenze di base di Unix.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: ameinvece
    >
    > > root e administrator li uso abitualmente, a
    > meno
    > > che non mi serva il contrario
    > > ...
    >
    > Allora Unix non è roba per te. Torna a Windows
    > che è meglio. root va usato SOLO per i task
    > amministrativi, usarlo per i programmi comuni è
    > demenziale e te lo direbbe CHIUNQUE abbia un
    > minimo di conoscenze di base di
    > Unix.

    Usare root per fare chat è superfluo, trovare un buffer overflow in NC da sfruttare per scalare i privilegi è molto improbabile.
    non+autenticato
  • Sei un genio insomma!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Panda Rosa
    > Sei un genio insomma!

    Poi notare la frase "root e administrator li uso abitualmente, a meno che non mi serva il contrario".

    Mi SERVA il contrario? Ma che senso ha? root su Unix può fare TUTTO, quando mai potrebbe servire usare un altro utente? In realtà è proprio l'opposto, root va usato SOLO quando è necessario usarlo, e per ovvie ragioni di sicurezza visto che se c'è una falla di sicurezza in un programma se viene usato come utente limitato fa danni limitati, se viene usato come root potrebbe compromettere tutto il sistema.

    "A meno che non mi serva il contrario"... ma cosa mi tocca sentire...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Panda Rosa
    > > Sei un genio insomma!
    >
    > Poi notare la frase "root e administrator li uso
    > abitualmente, a meno che non mi serva il
    > contrario".
    >
    > Mi SERVA il contrario? Ma che senso ha? root su
    > Unix può fare TUTTO, quando mai potrebbe
    > servire usare un altro utente? In realtà è
    > proprio l'opposto, root va usato SOLO quando è
    > necessario usarlo, e per ovvie ragioni di
    > sicurezza visto che se c'è una falla di sicurezza
    > in un programma se viene usato come utente
    > limitato fa danni limitati, se viene usato come
    > root potrebbe compromettere tutto il
    > sistema.
    >
    > "A meno che non mi serva il contrario"... ma cosa
    > mi tocca
    > sentire...
    tutti diplomati col manuale del giovane ubuto, vedo hihihi
    Unix (e root) e' come i puntatori col C ... se non sai cosa stai facendo lascia perdere... siccome SO cosa sto facendo (dai tempi di yggdrasil direi) mi muovo senza la paura della fatina dei denti...

    > Mi SERVA il contrario? Ma che senso ha? root su
    ha perfettamente senso caro padawan....
    Se mi serve un daemon in ascolto su internet, lo faccio partire da inetd/piazzando l'opzione nel cfg (es un ssh sulla 22) o dandolo in pasto ai djb tool/ecc con l'user adeguato
    Se faccio una prova in lan con netcat -l -e yadda, posso tranquillamente farlo da root (come da user, se ho un esigenza specifica), visto che "yadda" so cosa fa.
    Se scrivo un bash script che estrae/genera una wordlist e mi lancia aircrack, lo posso fare tranquillamente da root senza paura di manine magiche..
    Se lancio imagemagick da root, nessuna manina magica mi attachera' (a meno che non stia proprio giocando con una jpg confezionata per exploitare un bug di imagemagickSorride ..) ecc.
    Non parliamo poi se smaneggio in un sistema embedded... li' e' tutto root, a parte i sw che di loro droppano i privilegi dopo il lancio (coi vari seteuid() e parentado)

    A ognuno il suo.
    non+autenticato
  • > tutti diplomati col manuale del giovane ubuto,
    > vedo
    > hihihi
    > Unix (e root) e' come i puntatori col C ... se
    > non sai cosa stai facendo lascia perdere...
    > siccome SO cosa sto facendo (dai tempi di
    > yggdrasil direi) mi muovo senza la paura della
    > fatina dei
    > denti...

    La profonda cultura della sicurezza di Slackware.
    non+autenticato