Claudio Tamburrino

Apple si affida al Maestri

Il vertice finanziario a Cupertino parla italiano: Luca Maestri sostituisce Peter Oppenheimer nel ruolo di CFO. L'avvicendamento sarà definitivo a settembre

Roma - A settembre lascerà Apple Peter Oppenheimer: l'attuale chief financial officer (CFO), dopo 18 anni a Cupertino, entrerà a far parte del consiglio d'amministrazione di Goldman Sachs. Ufficialmente la mossa di Oppenheimer è legata al suo desiderio di staccare la spina
Mentre Redmond è in piena fase di traslochi conseguente ai cambiamenti introdotti dall'avvicendamento avvenuto nel ruolo di CEO, anche Cupertino ha dunque i suoi cambi al vertice da effettuare: a prendere le redini finanziarie della società con il più grande valore in Borsa sarà l'italiano Luca Maestri, attualmente vicepresidente con mandato alla finanza e al controllo aziendale.

Romano, 50 anni, laurea in Economia alla Luiss, master a Boston, Maestri è già stato top manager in Xerox, Nokia-Siemens e General Motors, dove è rimasto per vent'anni, prima lavorando nel team che si occupa delle attività nella regione asia-pacifico (inclusi gli investimenti industriali in Cina e Thailandia), poi diventando direttore finanziario della squadra che ha riorganizzato le operazioni dell'azienda automobilistica in Brasile e Argentina, e da ultimo diventando direttore finanziario per tutte le operazioni di GM in Europa.
A chiamarlo a Cupertino è stato Tim Cook: "Quando lo abbiamo assunto sapevamo che sarebbe stato il successore di Peter Oppenheimer". Wall Street si aspetta molto da lui: "Maestri - ha detto l'analista di Barclays Ben Reitzes - è un campione del rendimento per gli azionisti". E gli investitori sembrano dunque pronti ad accogliere positivamente la novità.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • BusinessTim Cook: innovare o morireUna rara intervista al CEO di Apple. A cui si aggiungono le dichiarazioni di Jony Ive e Craig Federighi. Ce n'è per tutti: da Nokia a Google, da Microsoft a Samsung
  • BusinessAnche Apple soffre la trimestraledi D. Galimberti - Non è un bel momento per il settore, e Cupertino deve registrare un calo degli utili. Un raggio di speranza arriva da iPhone e iTunes, che crescono nonostante tutto
4 Commenti alla Notizia Apple si affida al Maestri
Ordina
  • ...sarà un esperto del Chapter 9Con la lingua fuori
    Funz
    12943
  • Sicuramente curiosa la rivelazione che un utente Apple ha da poco pubblicato su Reddit: "stavo viaggiando all'estero ed il caricabatterie del mio iPhone 5S ha smesso di funzionare". Non avendo modo e tempo di risolvere il problema nell'immediato, l'utente ha lasciato che il suo iPhone 5S si scaricasse completamente tanto che non è stato più possibile riaccenderlo sino al ritorno a casa, quattro giorno dopo.
    Glarznak, questo il nome dell'utente, è rimasto sorpreso quando - al momento dell'accensione dell'iPhone 5S - ha scoperto che tutti i suoi spostamenti erano stati comunque tracciati, anche con lo smartphone completamente spento. Così racconta la sua esperienza: "utilizzo spesso Argus (un'applicazione pensata per gli sportivi e comunque per gli amanti del fitness che traccia i percorsi seguiti, le calorie bruciate, i progressi compiuti durante gli allenamenti e così via) e sono rimasto assai colpito nell'apprendere che il mio iPhone 5S aveva registrato "i miei passi" durante i quattro giorni precedenti, quando il telefono era spento".

    Argus, come altre app similari, trae vantaggio dalle caratteristiche del coprocessore di movimento M7, che raccoglie i dati forniti da accelerometro, giroscopio e bussola per alleggerire parte del lavoro del chip A7 e migliorare l'efficienza energetica.

    Le conclusioni sono ovvie: il coprocessore M7 potrebbe continuare a funzionare anche quando la batteria è talmente scarica da non permettere l'accensione del dispositivo. Per il suo funzionamento potrebbe quindi bastare quel poco di carica rimasta nella batteria e che è sufficiente per mantenere alimentati determinati componenti.

    http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?tag=Batteria...
    non+autenticato
  • quelle di tipo tecnico per cui alla fine l'innovazione consiste negli angoli arrotondati o al navigatore che "può nuocere gravente alla salute" (in Australia è stato vietato per questo motivo...) pensano che siano ben gestite visto anche il costo dei dispositivi in rapporto al resto del mondo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > quelle di tipo tecnico per cui alla fine
    > l'innovazione consiste negli angoli arrotondati o
    > al navigatore che "può nuocere gravente alla
    > salute" (in Australia è stato vietato per questo
    > motivo...) pensano che siano ben gestite visto
    > anche il costo dei dispositivi in rapporto al
    > resto del
    > mondo?

    eh?
    Deluso
    non+autenticato