Alfonso Maruccia

Huawei fa dietrofront sul dual-boot

L'azienda cinese ha cambiato idea sulla possibilitÓ di commercializzare uno smartphone con a bordo due sistemi operativi concorrenti. Ma resta l'interesse per Windows Phone

Roma - Dopo la discussione scaturita dal possibile arrivo di un terminale mobile in grado di operare in dual-boot tra Windows Phone e Android, Huawei ha deciso di tornare sui propri passi e di abbandonare il proposito. Un proposito che aveva suscitato molti dubbi, e che a ogni modo conferma l'interesse del colosso cinese per il sistema operativo mobile di Microsoft.

Lo smartphone con doppio OS avrebbe dovuto esordire nel secondo trimestre del 2014, ma ora la corporation asiatica dice che "la gran parte" dei suoi prodotti è basata su Android e che "a questo punto non ci sono piani per lanciare uno smartphone dual-OS nell'immediato futuro". La smentita ufficiale arriva a capovolgere le parole del responsabile marketing di Huawei Shao Yang sulla possibilità di un terminale con due sistemi (ed ecosistemi) concorrenti fra loro, anche se l'azienda conferma il suo approccio "aperto" agli OS mobile per offrire la possibilità di scelta ai suoi clienti.

Con la smentita di Huawei verranno placate le molti voci critiche emerse sull'opportunità di realizzare un terminale dual-boot, un tipo di dispositivo che da più parti è stato descritto come inutile per gli utenti e frutto di una decisione aziendale molto vicina alla pazzia.
Lo smartphone con doppio OS non s'ha da fare, così come non verrà commercializzato il tablet Asus in grado di far girare Android e Windows sullo stesso sistema; chiamata direttamente in causa per un presunto intervento censorio nei confronti del produttore taiwanese, Microsoft ha ora ufficialmente smentito una propria pressione in tal senso.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
13 Commenti alla Notizia Huawei fa dietrofront sul dual-boot
Ordina
  • propongono qualcosa di sensato si smentiscono subito dopo. Huawei merd* come tutti gli altri!!
    non+autenticato
  • Penso che ci siano state pressioni e pippe mentali sulle licenze.
  • ho evitato di commentare nell'altro articolo riguardante questa cosa, ma realisticamente ( dal punto di vista dell'utente comune ) era una cazzata madornale

    2 OS, 2 serie di configurazioni, bookmarks sparsi qua e là ( quindi necessità assoluta di sincronizzare ), ecc...

    ma poi a che servono 2 OS all'utente comune?

    lo smanettone è diverso, ma lo smanettone non ha bisogno che il dualboot sia ufficilamente supportato
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > ho evitato di commentare nell'altro articolo
    > riguardante questa cosa, ma realisticamente ( dal
    > punto di vista dell'utente comune ) era una
    > cazzata
    > madornale
    >
    > 2 OS, 2 serie di configurazioni, bookmarks sparsi
    > qua e là ( quindi necessità assoluta di
    > sincronizzare ),
    > ecc...
    >
    > ma poi a che servono 2 OS all'utente comune?
    >
    > lo smanettone è diverso, ma lo smanettone non ha
    > bisogno che il dualboot sia ufficilamente
    > supportato

    Quoto in pieno
    non+autenticato
  • Più che altro prendi uno smartphone vuoto con una sorta di sottosistema (alla BIOS per intenderci),torni a casa e ti scarichi la rom che vuoi,Android o Winphone la installi e tutti felici....

    Poteva anche essere un modo per l'utente per conoscere altri OS senza necessariamente comprare un terminale dedicato....

    Per quanto riguarda invece il tablet ASUS,incredibile la velocità con la quale Ms si è messa in moto,paura ehA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > ho evitato di commentare nell'altro articolo
    > riguardante questa cosa, ma realisticamente ( dal
    > punto di vista dell'utente comune ) era una
    > cazzata
    > madornale
    >
    > 2 OS, 2 serie di configurazioni, bookmarks sparsi
    > qua e là ( quindi necessità assoluta di
    > sincronizzare ),
    > ecc...

    Mi sembra una obiezione debole:
    il file system sul telefono e' condiviso.
    Come gia' succede per i pc in dual boot.

    E comunque le applicazioni possono usare lo stesso cloud per metterci i dati da sincronizzare.

    > ma poi a che servono 2 OS all'utente comune?

    Che ce ne frega a noi dell'utente comune?

    > lo smanettone è diverso, ma lo smanettone non ha
    > bisogno che il dualboot sia ufficilamente
    > supportato

    Ma se lo fosse, non ci fa schifo.
    E se il device uscisse gia' in dual boot, ci puoi smanettare di meno e dedicarti a cose piu' interessanti.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Mi sembra una obiezione debole:
    > il file system sul telefono e' condiviso.
    > Come gia' succede per i pc in dual boot.

    no, il filesystem sul telefono rispetta le stesse regole a cui siamo abituati

    un wp che non supporta ext4 non potrà mai condividere i dati con un android via files

    senza contare che i programmi pure sono diversi, magari pure i formati dei file di configurazione

    non c'è modo di fare condividere i dati usando il filesystem

    > E comunque le applicazioni possono usare lo
    > stesso cloud per metterci i dati da
    > sincronizzare.

    ovviamente, ma a quel punto dovresti usarlo per forza, altrimenti non hai modo per sincronizzare i due sistemi

    e poi immagina il dover continuamente resettare perchè magari devi scrivere un testo con word, poi resetti di nuovo perchè vuoi giocare con angry birds, poi di nuovo reset perchè devi controllare una presentazione powerpoint

    > Che ce ne frega a noi dell'utente comune?

    a te no, ma a huawei ( che vende al 90% agli utenti comuni ) credo proprio di si

    > Ma se lo fosse, non ci fa schifo.
    > E se il device uscisse gia' in dual boot, ci puoi
    > smanettare di meno e dedicarti a cose piu'
    > interessanti.

    questo vale per una piccola minoranza, per l'utonto sarebbe solo un motivo di confusione in più
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > > Mi sembra una obiezione debole:
    > > il file system sul telefono e' condiviso.
    > > Come gia' succede per i pc in dual boot.
    >
    > no, il filesystem sul telefono rispetta le stesse
    > regole a cui siamo
    > abituati

    Quindi funziona.
    Io sono abituato a condividere il file system e la home directory tra piu' sistemi operativi.

    > un wp che non supporta ext4 non potrà mai
    > condividere i dati con un android via
    > files

    E allora il file system condiviso lo tieni sulla SD formattata fat.

    > senza contare che i programmi pure sono diversi,
    > magari pure i formati dei file di
    > configurazione

    No.
    Stesso programma, stesso file di configurazione anche se diversi sistemi.
    Che motivo avrebbe un programma multipiattaforma ad avere delle IF al suo interno per discriminare il sistema operativo?

    > non c'è modo di fare condividere i dati usando il
    > filesystem

    Io lo faccio abitualmente.

    > > E comunque le applicazioni possono usare lo
    > > stesso cloud per metterci i dati da
    > > sincronizzare.
    >
    > ovviamente, ma a quel punto dovresti usarlo per
    > forza, altrimenti non hai modo per sincronizzare
    > i due sistemi

    Ma si che c'e'.

    > e poi immagina il dover continuamente resettare
    > perchè magari devi scrivere un testo con word,
    > poi resetti di nuovo perchè vuoi giocare con
    > angry birds, poi di nuovo reset perchè devi
    > controllare una presentazione
    > powerpoint

    No, scusa... semmai e' il contrario.
    Quando sono in produttivita' faccio il boot con linux, quando invece devo cazzeggiare e mi servono i giochini idioti, faccio il boot con l'altro sistema operativo.


    > > Che ce ne frega a noi dell'utente comune?
    >
    > a te no, ma a huawei ( che vende al 90% agli
    > utenti comuni ) credo proprio di
    > si

    Ma qui siamo su PI mica su huawei forum.

    > > Ma se lo fosse, non ci fa schifo.
    > > E se il device uscisse gia' in dual boot, ci
    > puoi
    > > smanettare di meno e dedicarti a cose piu'
    > > interessanti.
    >
    > questo vale per una piccola minoranza, per
    > l'utonto sarebbe solo un motivo di confusione in
    > più

    Ripeto: che ci frega a noi dell'utonto?
    L'utonto, meno tocca cose che non capisce e meno danni fa.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Quindi funziona.
    > Io sono abituato a condividere il file system e
    > la home directory tra piu' sistemi
    > operativi.
    >

    ma nessuno di loro è windows phone evidentemente

    poi è chiaro che puoi farlo, basta impostare la tabella dei blocchi nel kernel....ed è qui che casca l'asino, perchè puoi farlo con android ma non certo con windows phone o ios

    > E allora il file system condiviso lo tieni sulla
    > SD formattata
    > fat.

    anche qui dipende dal sistema operativo

    quali dati vengono registrati su sd? windows phone registra i bookmarks di un browser o le mail sulla sd? o li metti sulla flash interna? ovviamente non puoi cambiare il comportamento di windows phone non avendone i sorgenti

    > Stesso programma, stesso file di configurazione
    > anche se diversi
    > sistemi.

    puoi funzionare per alcuni programmi, ma non per tutti

    ma soprattutto, se hai un certo programma su android, perchè dovresti voler installare windows phone e metterci il medesimo programma? cui prodest?

    per sfizio ok, ma concretamente sarebbe inutile

    > Io lo faccio abitualmente.

    con quali OS?

    > No, scusa... semmai e' il contrario.
    > Quando sono in produttivita' faccio il boot con
    > linux, quando invece devo cazzeggiare e mi
    > servono i giochini idioti, faccio il boot con
    > l'altro sistema
    > operativo.
    >

    il tuo ragionamento è pc-centrico, ma qui si parla di mobile, e lì le cose sono molto diverse

    non hai un BIOS, non hai un MBR, non puoi partizionare la memoria come ti pare

    puoi farlo ma staticamente, ficcando la tabella delle partizioni della flash nel kernel

    > Ma qui siamo su PI mica su huawei forum.

    appunto, siamo sul forum di massimino, che a malapena riesce ad usare ios Rotola dal ridere

    > Ripeto: che ci frega a noi dell'utonto?
    > L'utonto, meno tocca cose che non capisce e meno
    > danni
    > fa.

    sono d'accordo, ma huawei, samsung, lg e compagni, fanno le cose per venire incontro agli interessi della maggioranza

    il dualboot si può già fare, solo che non ci sarà uno smartphone venduto col dualboot già pronto

    qualche produttore cinese di nicchia potrebbe farlo, ma non aspettarti nulla dai grossi OEM
    non+autenticato
  • Secondo me era un esperimento interessante. Il sapere che si può fare tecnicamente e a che livello di personalizzazione si possa arrivare.

    Poi concordo che per l'utente comune sono solo complicazioni.
    iRoby
    6890
  • a fini didattici è sicuramente interessante, ma si può già fare adesso e senza la benedizione di huawei o samsung

    ovviamente lo puoi fare solo con OS di cui puoi ricompilare il kernel
    non+autenticato
  • Inizio a vederlo interessante per Ubuntu Touch.
    Ripetere come coi PC il grande successo del dual boot Win+Linux. Permettendo all'utente di farlo...

    In questo settore Canonical è obbligata a trovarsi i suoi prodotti, o farne una versione per quello di riferimento come i Nexus.

    Prendere un Galaxy qualsiasi piuttosto che un Soni Xperia e metterci Ubuntu touch con il supporto di ogni componente sarebbe da sturbo...

    Canonical ha detto che in autunno arriveranno i tablet Ubuntu, e molti produttori vogliono collaborare per avere un prodotto con Ubuntu Touch.
    Nel 2015 invece almeno un modello di smart TV sarà con Ubuntu.
    iRoby
    6890
  • La paccottiglia giocattolosa, insomma.