Alfonso Maruccia

WebCL, calcolo eterogeneo anche su browser

Nuovo set di specifiche in arrivo da Khronos Group e pensate per l'uso di GPU e CPU multi-core nel calcolo intensivo via browser Web. Uno scenario che però potrebbe non allettare Apple

Roma - Dopo il recente arrivo delle specifiche OpenGL ES 3.1, la seconda novità di peso lanciata da Khronos Group si chiama WebCL 1.0 ed è pensata per implementare su browser Web alcune delle possibilità di calcolo eterogeneo (sfruttando in contemporanea CPU multi-core+GPU) rese possibili dallo standard OpenCL.

Le nuove API WebCL sono in sostanza la controparte delle API WebGL già utilizzate dai browser più evoluti per sfruttare l'accelerazione della GPU nel rendering 3D, con il focus rivolto all'ottimizzazione di quei calcoli "accessori" al rendering grafico (come il calcolo delle proprietà fisiche di oggetti poligonali) che è possibile accelerare tramite GPU o anche CPU multi-core.

La parte di specifiche OpenCL riutilizzate per WebCL non comprende, comprensibilmente, quegli elementi a basso livello che potrebbero portare all'insorgere di vulnerabilità di sicurezza nel codice, mentre gli sviluppatori dovranno necessariamente usare lo speciale linguaggio di programmazione OpenCL/WebCL per sfruttare la tecnologia.
Per ovviare alla necessità di convertire il tradizionale codice C++ al nuovo standard, Khronos Group ha realizzato la tecnologia SYCL per l'integrazione di librerie e compilatori C++ con OpenCL negli stessi file di codice sorgente. EGL 1.5, l'ultima novità di Khronos per la Game Developer Conference (GDC) 2014, è invece una libreria di raccordo (per gadget mobile) tra l'uso di OpenGL ES e OpenCL.



Le APU WebCL potrebbero in teoria fornire nuove capacità computazionali alle app Web liberando gli sviluppatori dal giogo degli app store su ecosistemi mobile, e non a caso il responsabile mobile di NVIDIA Neil Trevett ha evidenziato (sempre durante la GDC) come l'unica piattaforma mobile a mancare ancora del supporto a WebGL sia quella di Apple (iOS).

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaOpenGL ES 3.1, nuova vita per le GPU mobileKhronos annuncia la finalizzazione delle nuove specifiche per le librerie grafiche usate su smartphone e tablet. Specifiche che si fanno sempre più complesse alla ricerca di migliori performance e nuove funzionalità avanzate
34 Commenti alla Notizia WebCL, calcolo eterogeneo anche su browser
Ordina
  • Ormai lo scopo del browser è stato completamente traviato e ci si ritrovano specifiche per calcolo intensivo via browser, grafica 3d e chi più ne ha più ne metta. Così da poter fare tutto(ma anche no) e male, avendo browser che prendono GB di memoria. BASTA!
    non+autenticato
  • - Scritto da: fuori di testa
    > Ormai lo scopo del browser è stato completamente
    > traviato e ci si ritrovano specifiche per calcolo
    > intensivo via browser, grafica 3d e chi più ne ha
    > più ne metta. Così da poter fare tutto(ma anche
    > no) e male, avendo browser che prendono GB di
    > memoria.
    > BASTA!

    Tutto per portarci ad utilizzare le cose in cloud, secondo una logica client */ server da anni '70, questo per toglierci potere sulle macchine locali: se il software non gira sul tuo pc non lo puoi craccare.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > Tutto per portarci ad utilizzare le cose in
    > cloud, secondo una logica client */ server da
    > anni '70
    Che poi alla fine farà tutto lo stesso il PC, con la sola differenza che ogni azione dovrà essere confermata dal server.

    La cosa che ancor più mi fa imbestialire è il fatto che vogliono far credere che con il cloud si avranno performance superiori.

    > questo per toglierci potere sulle
    > macchine locali: se il software non gira sul tuo
    > pc non lo puoi
    > craccare.
    Straquoto
    non+autenticato
  • - Scritto da: fuori di testa
    > - Scritto da: krane
    > La cosa che ancor più mi fa imbestialire è il
    > fatto che vogliono far credere che con il cloud
    > si avranno performance superiori.

    Beh, in alcuni casi è vero. Tu pensa alla ricerca generica dentro una casella postale da 10GB di messaggi. Fatta su GMAIL appare entro un secondo tempi trasmissione inclusi, su Outlook in locale auguri.
  • - Scritto da: bradipao
    > - Scritto da: fuori di testa
    > > - Scritto da: krane
    > > La cosa che ancor più mi fa imbestialire è il
    > > fatto che vogliono far credere che con il cloud
    > > si avranno performance superiori.

    > Beh, in alcuni casi è vero. Tu pensa alla ricerca
    > generica dentro una casella postale da 10GB di
    > messaggi. Fatta su GMAIL appare entro un secondo
    > tempi trasmissione inclusi, su Outlook in locale
    > auguri.

    Che c'entra il fatto che a google hanno server migliori e hanno meglio decentrato i server ?
    Come se M$ non disponesse di clowd poi...
    krane
    22544
  • - Scritto da: bradipao
    > Beh, in alcuni casi è vero. Tu pensa alla ricerca
    > generica dentro una casella postale da 10GB di
    > messaggi. Fatta su GMAIL appare entro un secondo
    > tempi trasmissione inclusi, su Outlook in locale
    > auguri.
    Potrebbe anche essere, ma non ha nulla a che vedere col cloud computing
    non+autenticato
  • - Scritto da: fuori di testa
    > Potrebbe anche essere, ma non ha nulla a che
    > vedere col cloud computing

    E invece quello è un perfetto esempio di "cloud computing", perchè la ricerca nella tua casella viene fisicamente eseguita nel cloud e ti vengono inviati solo i risultati.
  • - Scritto da: bradipao
    > E invece quello è un perfetto esempio di "cloud
    > computing", perchè la ricerca nella tua casella
    > viene fisicamente eseguita nel cloud e ti vengono
    > inviati solo i
    > risultati.
    Secondo questa definizione, qualunque attività che implica lo sfruttamento di un server può essere catalogata come cloud computing...
    non+autenticato
  • non solo, possono sapere tutto a livello commerciale compresi i segreti industriali ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: fuori di testa
    > Ormai lo scopo del browser è stato completamente
    > traviato e ci si ritrovano specifiche per calcolo
    > intensivo via browser, grafica 3d e chi più ne ha
    > più ne metta. Così da poter fare tutto(ma anche
    > no) e male, avendo browser che prendono GB di memoria.
    > BASTA!

    Sono d'accordo sulla non "ottimizzazione" della soluzione. Buttare tutto dentro un browser è chiaramente una forzatura che ha mille problemi.

    Però è lampante la ragione per cui accade: perchè il web (inteso come HTML Javascript e tutto il resto) è l'unica piattaforma veramente libera e aperta, per cui tutti ci si buttano e ci si possono (legalmente) buttare.

    Il browser è la testa di ponte con cui puoi arrivare ovunque (windows, linux, macos, android, ios, windowsphone), persino senza il permesso dei proprietari della piattaforma stessa. A microsoft era ben chiaro quando ham resistito fino all'ultimo per supportare openGL su MSIE.
  • - Scritto da: bradipao
    > - Scritto da: fuori di testa
    > > Ormai lo scopo del browser è stato completamente
    > > traviato e ci si ritrovano specifiche per
    > calcolo
    > > intensivo via browser, grafica 3d e chi più ne
    > ha
    > > più ne metta. Così da poter fare tutto(ma anche
    > > no) e male, avendo browser che prendono GB di
    > memoria.
    > > BASTA!
    >
    > Sono d'accordo sulla non "ottimizzazione" della
    > soluzione. Buttare tutto dentro un browser è
    > chiaramente una forzatura che ha mille
    > problemi.
    >
    > Però è lampante la ragione per cui accade: perchè
    > il web (inteso come HTML Javascript e tutto il
    > resto) è l'unica piattaforma veramente libera e
    > aperta, per cui tutti ci si buttano e ci si
    > possono (legalmente)
    > buttare.
    >
    > Il browser è la testa di ponte con cui puoi
    > arrivare ovunque (windows, linux, macos, android,
    > ios, windowsphone), persino senza il permesso dei
    > proprietari della piattaforma stessa.
    Senza il permesso di apple?
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • a mancare ancora del supporto a WebGL sia quella di Apple (iOS).

    W' un falso problema, se vuole si adegua altrimenti non si adegua. Un tempo c'erano le stufe a legna adesso ci sono quelle elettroniche a pellet. Non c'è niente e nessuno che proibisce le stufe a legna.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > a mancare ancora del supporto a WebGL sia quella
    > di Apple (iOS).
    >
    > W' un falso problema, se vuole si adegua
    > altrimenti non si adegua.

    Non è chiaramente una difficoltà tecnica per Apple.

    Il problema è la minaccia che rappresenterebbe la possibilità di avere webapp che fanno girare giochi e tool multimediali avanzati, completamente fuori dal controllo di Apple stessa (per sicurezza, performance, monetizzazione, etc). E' anche il motivo per il quale non permettono veri browser alternativi in tutto iOS.
  • Ok! sarà una scelta commerciale di Apple quella di non prevedere l'uso della stufa a pellet ... gli altri faranno diversamente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Ok! sarà una scelta commerciale di Apple quella
    > di non prevedere l'uso della stufa a pellet ...
    > gli altri faranno
    > diversamente.

    il problema delle stufe a pellet è che serve... il pellet. Crea quindi un nuovo bisogno.

    Saluti.
    non+autenticato
  • è il banale concetto di innovazione ... se non si innova rispetto agli altri si perde terreno, fare le cose all'antica si chiama artigianato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: forse no
    > - Scritto da: prova123
    > > Ok! sarà una scelta commerciale di Apple quella
    > > di non prevedere l'uso della stufa a pellet ...
    > > gli altri faranno
    > > diversamente.
    >
    > il problema delle stufe a pellet è che serve...
    > il pellet. Crea quindi un nuovo
    > bisogno.
    >

    Strano. Sto visualizzando una stufa dal design morbido con una mela morsicata sopra..
  • - Scritto da: prova123

    > Ok! sarà una scelta commerciale di Apple quella
    > di non prevedere l'uso della stufa a pellet ...
    > gli altri faranno diversamente.

    Mah, più che di stufa a pellet è questione di prestazioni. Molti demo di glsl.heroku.com su Android vanno a mezzo frame al secondo, alcuni non vanno affatto.

    Ciò non toglie che comunque preferirei lo supportassero.
    FDG
    10893
  • - Scritto da: FDG
    > - Scritto da: prova123
    >
    > > Ok! sarà una scelta commerciale di Apple
    > quella
    > > di non prevedere l'uso della stufa a pellet
    > ...
    > > gli altri faranno diversamente.
    >
    > Mah, più che di stufa a pellet è questione di
    > prestazioni. Molti demo di glsl.heroku.com su
    > Android vanno a mezzo frame al secondo, alcuni
    > non vanno
    > affatto.
    >
    > Ciò non toglie che comunque preferirei lo
    > supportassero.

    Credo anche io si tratti di una scelta commerciale: WebGL su iOS è disponibile dalla versione 4.2 ma solo per le pubblicità del circuito iAd.
    Teo_
    2638
  • è esclusivamente e banalmente una scelta commerciale!
    come quella di MacOS di supportare gli hard disk revovibili NTFS solo in lettura ma non in scrittura. Per MacOS c'è un sw gratuito (ce n'è anche uno che costa una manciata di dollari) con il quale utilizzi indifferentemente lo hard disk NTFS su PC e su Mac sia in lettura che in scrittura. E' stato un problema che ho banalmente risolto in azienda, dopo essermi rivolto al venditore Apple (dal quale ora l'azienda non acquista più nemmeno uno spillo) che ha iniziato a vaneggiare dicendo che lui considerava solo "software umano" non alchemico ... uno dei tanti poveri cogli*ni abituati ad avere di fronte dei proto-cogli*ni, ma a me cazzate non me le da a bere nessuno, tant'è che le macchine qualsiasi esse siano fanno quello che decido di fargli fare.
    non+autenticato
  • La apple non è mai stato un concorrente per microsoft, altrimenti certe scelte "non sense" non le avrebbe fatte.
  • - Scritto da: prova123
    > è esclusivamente e banalmente una scelta
    > commerciale!
    > come quella di MacOS di supportare gli hard disk
    > revovibili NTFS solo in lettura ma non in
    > scrittura. Per MacOS c'è un sw gratuito (ce n'è
    > anche uno che costa una manciata di dollari) con
    > il quale utilizzi indifferentemente lo hard disk
    > NTFS su PC e su Mac sia in lettura che in
    > scrittura.

    Per quello su OS X 10.9 basta modificare /etc/fstab per abilitare alla scrittura sul tal volume NTFS. Non mi sono mai fidato però ad usare queste soluzioni (da Paragon a tool free) per dati importanti, giusto "copia quel progetto sul drive del tizio che deve restare NTFS".
    Teo_
    2638